Skip to content

Il Corso di Laurea Magistrale in Product Design è erogato in lingua inglese aperto a studenti sia italiani che internazionali interessati a seguire un percorso multidisciplinare e multiculturale finalizzato alla formazione di una figura di Designer complessa e colta, in grado sviluppare, gestire e promuovere dinamiche di Innovazione di prodotti e/o servizi Design-driven, operando a livello internazionale. Questo specifico percorso di laurea di secondo livello è erogato non di continuità per rispondere all'interesse da parte degli studenti, di diversa provenienza non solo geografica ma anche formativa (design, ingegnerie, economia, ecc.), di continuare i propri studi all'interno delle discipline del design, ampliando la propria visione e capacità d'intervento per ideare e controllare nei suoi aspetti estetici, tecnologici e ingegneristici, economici e comunicativi l'iter progettuale; a partire dal concept fino alle verifiche relative al disegno meccanico e alla prototipazione di un prodotto o di un sistema di prodotti e servizi. Il Corso di Laurea Magistrale in Product Design è rivolto a quegli studenti che vogliono approfondire le loro capacità di innovazione integrando competenze di design, competenze ingegneristiche, competenze storico-critiche e che vogliono affrontare la sfida di sviluppare una Innovazione Design-driven che porti a prodotti e servizi per il miglioramento della qualità della vita. A tal fine gli studenti dovranno svolgere un’intensa attività progettuale, pensando creativamente e indagando criticamente. Gli obiettivi formativi del Corso di Laurea Magistrale in Product Design si concretizzano in un percorso di studi che parte da differenti aree di conoscenza propedeutica, prevalentemente ottenute con la Laurea di accesso, ma di cui si assicura l'integrazione nei casi in cui ciò sia necessario. Queste sono finalizzate nello specifico a: - la conoscenza e la comprensione della cultura materiale e del design nei suoi aspetti storico-critici in relazione alle ripercussioni socio-culturali (ICAR/13, M-FIL/04); - il controllo degli gli aspetti tecnico-produttivi, tecnico-funzionali e formali degli artefatti (materiali o immateriali) ma anche dell'insieme dei processi che accompagnano il processo progettazione-produzione-consumo informati e guidati da strategie di sostenibilità economica, sociale e ambientale (ICAR/13, ICAR/12, ICAR/17; ICAR/08, ING-INF/05, ING-IND/16); _ lo sviluppo di competenze di design thinking che cogliendo le potenzialità e le risorse di un sistema locale le collegano con capacità critica alla dimensione globale sviluppando prodotti e/o servizi che, a partire dalla comprensione dei fenomeni culturali, sociali e delle relazioni fra risorse e attività, è in grado di produrre Innovazioni Design-driven che condizionano la cultura materiale e immateriali delle società contemporanee (ICAR/13, SECS-P/08)). Il percorso formativo prevede poi un numero sensibile di CFU a scelta dello studente che insieme ai crediti a disposizione dello studente per le attività integrative e/o di tirocinio così come per la prova finale, lasciando margine alla maturazione di studi approfonditi personalizzati fermo restando il rispetto del percorso delineato, nell'ottica di un'acquisizione magistrale di conoscenze e capacità progettuali da esercitare nell'ambito della progettazione industriale. Per la definizione della percentuale delle ore/CFU da destinare all'attività di studio individuale si rimanda Regolamento Didattico del corso di studio.