Skip to content

Design del prodotto - Product design - Obiettivi formativi - Autonomia di giudizio

L’autonomia di giudizio che il Laureato Magistrale in Product Design dovrà dimostrare di possedere è relativa è relativa al carattere multidimensionale delle conseguenze delle attività economico-produttive e di consumo e, in particolare, degli effetti sociali e delle responsabilità etiche che derivano dall'esercizio di questa specifica professione.
In particolare dovrà dimostrare una autonomia di giudizio rispetto a:
_ la valutazione delle analisi dei contesti sociali relativamente alle dinamiche di consumo;
_ la valutazione delle scelte progettuali e delle sue ripercussioni economiche, sociali, ambientali, nonché etiche;
_ lo sviluppo di un personale percorso professionale che dimostri valori e competenze originali;
_ la valutazione dei contesti multidisciplinari e multiculturali in cui ci si trova ad operare e per l’individuazione delle competenze più corrette da mettere in campo per lo sviluppo dell’Innovazione attesa.
Tale capacità è richiesta e alimentata durante tutto l’iter formativo, dove da una parte i Corsi Integrati e Monodisciplinari forniscono conoscenze e strumentazioni per sviluppare l’attitudine critica mentre i Laboratori Progettuali (Product Design Studio) rappresentano dei banchi di prova attraverso l’esercizio di giudizi interpretativi e propositivi delle soluzioni progettuali sviluppate verificati in particolare attraverso modalità di esposizione individuale e di gruppo, attività progettuali e occasioni di confronto con esponenti del mondo professionale, imprenditoriale e delle istituzioni sia a livello nazionale che internazionale