Skip to content

Obiettivo del Corso di laurea in Ingegneria dell'Informazione è fornire una preparazione ad ampio spettro nell'ambito dell'ingegneria dei sistemi informatici, delle telecomunicazioni, dei sistemi elettronici e dei sistemi di gestione dell'informazione. Tale preparazione, partendo da una conoscenza
approfondita degli aspetti teorico-scientifici delle scienze di base, come matematica e fisica, si traduce
nella capacità di interpretare, descrivere e risolvere problemi applicativi complessi e che richiedono un approccio interdisciplinare. L'ingegnere dell'informazione ha una conoscenza approfondita sia metodologica che pratica della sua area di interesse, pertanto possiede gli strumenti cognitivi di base per un aggiornamento continuo ed è in grado di contribuire alla progettazione di soluzioni innovative e di valutare e risolvere i problemi nella realizzazione di sistemi come quelli elettronici, informatici e delle telecomunicazioni.
Il percorso formativo e' progettato per fornire al discente una solida e ampia cultura di base e un robusto nucleo di conoscenze comuni nelle discipline caratterizzanti, da arricchire e approfondire nel portare a termine il proprio piano di studio. Generalmente viene assegnata particolare importanza allo svolgimento di attivita' pratiche e/o di progetto.
Il percorso vuole permettere di sviluppare e modulare abilita' teoriche e pratiche, in grado di sostenere un pronto inserimento in attività di lavoro tecnicamente significative, o la prosecuzione dell'attivita' di apprendimento in un corso di studi specialistico nell'area dell'ingegneria dell'informazione.
Il percorso si articola come segue:
- l'apprendimento di nozioni e metodologie delle Scienze di Base e' inteso come mezzo per sviluppare il possesso di conoscenze scientifiche e per allenare al loro ulteriore apprendimento autonomo;
- lo studio delle materie dell'Ingegneria dell'Informazione, viene inizialmente indirizzato verso lo sviluppo di una cultura di base sui temi dell'ingegneria automatica, elettronica, informatica e delle telecomunicazioni; il percorso di studio procede poi con l'arricchimento della preparazione, mediante l'apprendimento di argomenti affini e l'ulteriore approfondimento di temi relativi a materie caratterizzanti;
- le attivita' pratiche di sperimentazione e di progetto vengono svolte in laboratorio (sotto la supervisione costante
del docente) o in separata sede (ad esempio con attivita' progettuali individuali o di gruppo, tenute sotto periodico
controllo dal docente).
Le capacita' di sperimentazione e progettazione del discente vengono poi rielaborate e applicate durante lo svolgimento delle attivita' di stage/tesi e della prova finale.
L'attivita' di stage/tesi puo' essere svolta all'interno dell'ambito accademico, sotto la supervisione di un docente relatore, o in sede esterna, sotto la supervisione di un tutore locale/aziendale e di un docente di riferimento; quest'ultima modalita' puo' essere particolarmente vantaggiosa per coloro che intendono integrarsi nel tessuto sociale locale, permettendo di venire in contatto con le caratteristiche specifiche del territorio in cui il corso di studi e' dislocato e conoscere le esigenze ivi considerate piu' importanti.

Nell'elaborazione e nello svolgimento del percorso formativo va tenuta presente che l'attivita' di apprendimento in aula e in laboratorio va affiancata da periodi di studio individuale opportunamente distribuiti nell'arco del lavoro di studio; per la determinazione di detta quota tempo si rimanda al regolamento didattico del corso di studio.