Skip to content

Ingegneria dell'Informazione (sede di Latina) - Obiettivi formativi - Abilità comunicative

L'ingegnere dell'informazione deve essere in grado di interagire efficacemente con specialisti di diversi settori dell'ingegneria al fine di comprendere in maniera efficace le specifiche esigenze nella realizzazione di strumenti informatici di supporto alle loro attività, e i termini di intervento nella progettazione e gestione dei sistemi elettronici e per l'elaborazione/trasferimento dell'informazione nei diversi ambiti applicativi.

Esso deve inoltre essere in grado di descrivere in modo chiaro e comprensibile soluzioni ed aspetti tecnici del suo ambito di specializzazione, secondo lo sviluppo dato al suo curriculum di studio.
Alcuni aspetti di questa capacita' riguardano ad esempio le finalita' di addestramento di utenti e loro collaboratori nell'uso dei sistemi informatici, il coordinamento di gruppi di progetto nell'industria dell'informazione e la pianificazione e conduzione della formazione in generale sui sistemi elettronici e di trasmissione dell'informazione di interesse.

L'ingegnere dell'informazione deve inoltre essere in grado di utilizzare fluentemente, in forma scritta e orale, almeno una lingua dell'Unione Europea oltre l'italiano, con riferimento anche ai lessici disciplinari.
Gli obiettivi suesposti sono resi raggiungibili dal complesso degli strumenti didattici utilizzati nel corso di studi, tra i quali appaiono particolarmente rilevanti le attivita' di esercitazione in aula o laboratorio e la gestione di attivita' progettuali in laboratorio o a casa. In quest'ultimo caso sono importanti le occasioni di crescita permesse dall'interazione con i docenti/tutori e con i colleghi, nell'ambito del lavoro di gruppo. Un altro aspetto rilevante e' nella previsione di permettere attivita' integrative rivolte ad un miglioramento dell'uso e della conoscenza della lingua inglese.
La prova finale (nelle sue fasi di svolgimento e presentazione) costituisce evidentemente un momento importante per la verifica del conseguimento degli suesposti; n generale, comunque, tale verifica e' parte delle verifiche di profitto previste nel corso di studio (prove scritte sorvegliate, progetti svolti a casa, prove orali).