Skip to content

Scienze della moda - Sciences of Fashion - in lingua inglese - Obiettivi formativi - Autonomia di giudizio

A conclusione del percorso formativo, le laureate/i laureati possederanno le seguenti attitudini:

- capacità critica di analizzare i fenomeni della moda con autonomia di giudizio e rigore metodologico, attingendo a fonti primarie e confrontandosi direttamente con l’esercizio del lavoro concreto;
- capacità di mettere in dialogo gruppi di lavoro e parti diverse di una stessa filiera produttiva/comunicativa;
- attitudine a osservare i contesti e non solo i fenomeni isolati;
- attitudine a proiettare la moda su uno spazio storico e sociale che va oltre il semplice esercizio di un mestiere;
- capacità di intendere anche il progetto e l’ideazione come forme di ricerca e di critica, anziché come forme esclusivamente orientate verso il mercato;
- capacità di analizzare, anticipare, ma anche orientare le tendenze del mercato;
- attitudine allo scouting;
- attitudine alla sperimentazione con nuove tecnologie, relative tanto ai materiali e alla produzione quanto alla comunicazione e alla diffusione;
- capacità di definire e supervisionare l’identità di un brand;
- capacità di predisporre sistemi di autovalutazione per il controllo della qualità dei prodotti e dell’efficienza delle filiere produttive.

Queste capacità verranno formate, oltre che attraverso gli specifici insegnamenti impartiti, anche attraverso l’esperienza dei laboratori e dei tirocini, nonché attraverso forme di didattica partecipata che permettano di simulare casi concreti che attivino la riflessione critica e il problem-solving.
La valutazione dell'autonomia di giudizio avverrà contestualmente alle prove degli esami, oltre che tramite la relazione finale presentata a conclusione delle attività di tirocinio.
Nella valutazione del tirocinio, della tesi e della relazione finale si terrà in considerazione la capacità di elaborazione autonoma e riflessiva dimostrata.