Scienze Naturali - Obiettivi formativi

Gli obiettivi formativi specifici si riferiscono ai contenuti delle discipline fondamentali delle Scienze della Terra e Scienze della Vita e consistono nella acquisizione di una visione integrata della natura. Il percorso formativo, attraverso l'applicazione del metodo scientifico acquisito mediante le conoscenze delle discipline di base (Matematica, Fisica e Chimica), mira a rendere il laureato capace di riconoscere e classificare le componenti abiotiche e biotiche degli ecosistemi e di affrontare i problemi inerenti la loro conservazione. Il percorso formativo previsto nella laurea triennale, quindi, fornisce una buona preparazione di base sia per l'inserimento nel mondo del lavoro che per la prosecuzione degli studi nella Laurea Magistrale e, successivamente nel Dottorato di ricerca o in Corsi di Master.
Il percorso formativo prevede nel primo anno per l’area di apprendimento di base le discipline dell’area matematica, chimica e fisica e alcune discipline dell’area di apprendimento naturalistica relative sia alle scienze della vita che alle scienze della Terra. Nel corso del secondo e terzo anno vengono approfonditi i temi di biologia e di geologia, già affrontati nel primo anno, mediante insegnamenti specialistici che consentono di raggiungere una lettura integrata dell’ambiente e del territorio naturale e antropico.
La laurea in Scienze Naturali viene conferita agli studenti che abbiano conseguito i risultati di apprendimento descritti in seguito secondo i Descrittori di Dublino.
Questi risultati sono conseguiti attraverso la frequenza a corsi suddivisi di norma in una parte teorica e una parte di esercitazioni di laboratorio e sul campo. La verifica dell'apprendimento si basa su esami orali e/o prove scritte. Le esercitazioni sono svolte dagli studenti suddivisi in piccoli gruppi sotto la guida dei docenti; la verifica dell'apprendimento si basa su relazioni di gruppo o individuali. Sono previste altre attività formative alle quali possono aggiungersi attività specifiche di orientamento al mondo del lavoro.
Si precisa inoltre che la percentuale in ore/CFU riservata allo studio individuale è pari al 68% per le lezioni frontali e pari al 56% per le esercitazioni di campo e di laboratorio.
La quota dell'impegno orario complessivo a disposizione dello studente per lo studio personale o per altra attività formativa di tipo individuale è pari ad almeno il 60% dello stesso.