Professional Opportunities

Profilo: Specialisti in studi europei
Funzioni: Esperto di diritto europeo a livello di quadro/dirigente con competenze in materia : di diritto privato europeo, diritto pubblico comparato, diritto amministrativo europeo, diritto comunitario del lavoro, diritto europeo dei consumatori, contrattualistica internazionale commerciale e diritti fondamentali e cittadinanza europea

Competenze: Le competenze sono riconducibili al così detto problem solving proprio dei livelli di quadro e dirigenti idonei ad affrontare le criticità prevalentemente dl natura giuridico-legale nonchè le implicazioni di natura economica dell'azienda o P.A. anche in riferimento al contesto economico nazionale ed europeo. .

Sbocchi professionali: Opportunità di inserimento nel mondo del lavoro in posizione di elevata responsabilità presso imprese e organizzazioni private, nazionali e multinazionali, presso amministrazioni, enti, organizzazioni nazionali e sovranazionali, operanti nel contesto dell'Unione Europea. In particolare partecipare alle selezioni indette dagli organismi dell'Unione Europea istituzioni europee; prendere parte ai concorsi indetti per entrare a far parte del corpo diplomatico dello Stato; lavorare presso le organizzazioni internazionali.

Profilo: Specialisti in regolamentazione dei mercati
Funzioni: Le professioni comprese in questa unità si occupano della analisi e comprensione del funzionamento dei mercati, della individuazione di soluzioni ad eventuali problematiche di natura economica e giuridica e di supportare politiche di regolazione dal taglio anche tecnico pratico
Il corso prepara alla professione di esperti legali in imprese e in enti pubblici nell'ambito della regolamentazione dell'economia e del mercato (ambito bancario e assicurativo, beni e servizi essenziali e della concorrenza )

Competenze: Il carattere interdisciplinare del corso fornisce allo studente elevate competenze nel campo giuridico e conoscenze complementari nel campo economico, nonché la capacità specifica di coniugare efficacemente i due profili dell'analisi giuridica ed economica (law and economics)
Sbocchi professionali: Lavorare presso gli Uffici della pubblica amministrazione italiana preposti alle relazioni internazionali; lavorare presso organizzazioni non governative operanti in ambito nazionale e transnazionale; partecipare ai concorsi indetti dalle Autorità Amministrative Indipendenti italiane ed europee e autorità di garanzia della concorrenza; partecipare a concorsi che richiedano nel contesto nazionale e intenzionale spiccate competenze tecniche a livello giuridico ed economico.

Profilo: Esperti legali in imprese
Funzioni: Le professioni comprese in questa unità sono finalizzate alla comprensione e risoluzione di problemi legati alle interdipendenze normative tra ordinamenti diversi; alla attività di supporto e ricerca all'interno di studi legali internazionali; alla traduzione e comprensione di testi normativi stranieri, europei ed internazionali.
Competenze: studio di problematiche con profili di diritto europeo ed internazionale rilevanti per gli studi professionali, imprese, enti pubblici ed istituzioni nazionali e sovranazionali; redazione di documenti inerenti a dette problematiche; comunicazione, pubblica e privata in relazione a dette problematiche; contrattualistica e europea e format europei di alternative dispute resolution (ADR)
Sbocchi professionali: svolgere attività di giurista d'impresa all'interno di società multinazionali; attività di supporto e ricerca all'interno di studi legali internazionali per la contrattualistica e la media conciliazione delle controversie



Profilo: Esperti legali in enti pubblici
Funzioni: Le professioni comprese in questa unità sono finalizzate alla individuazione dei profili comparatistici, europeistici ed internazionali di questioni poste dal diritto interno e alla attività di ricerca a supporto della funzione legislativa degli enti e istituzioni nazionali e territoriali
Competenze: Conoscenza dei testi e degli orientamenti (leggi, regolamenti, procedure, giurisprudenza, dottrina etc.) nazionale e sovranazionale, capacità di inquadramento e di qualificazione della fattispecie concreta, supportata da una costante capacità di comparare le soluzioni e ponderare anche le ricadute economiche delle scelte legislative
Sbocchi professionali: Attività di ricerca a supporto della funzione legislativa; lavorare presso gli Uffici della pubblica amministrazione italiana (a livello centrale e periferico/territoriale) preposti alle relazioni internazionali; lavorare presso organizzazioni internazionali e ONG.

Il giorno 06 aprile 2018, a nome e per conto del Preside della facoltà di Giurisprudenza Prof Paolo Ridola e dei presideenti dei tre Corsi di studio, Prof ssa Roberta Tiscini, Prof Luca Di Donna e Prof Carlo Gamba, sono state avviate le Consultazioni con le organizzazioni rappresentative della produzione di beni e servizi e delle professioni volte alla presentazione del Corso di Laurea Magistrale in Giurisprudenza (LMG-01), nonché degli altri Corsi della stessa Facoltà, Diritto e amministrazione pubblica (L-14), e European studies (LM-90).
Sono state invitate a partecipare e apportare il loro contributo le seguenti parti interessate, eventualmente accogliendo anche risposte per via telematica o con incontri da fissare individualmente:
- Consiglio Nazionale Forenze;
- Assoreti;
- Ordine Avvocati di Roma ;
- Confindustria;
- Dott Daniele Graziano per la rappresentanza dei sindacati di riferimento in Ateneo

E’ stata illustrata l’offerta formativa complessiva della Facoltà per l’aa 2018-2019 con descrizione puntuale del Manifesto degli studi, sia nelle sue tipiche caratteristiche, sia nelle sue peculiarità di nuova introduzione, nonché, sinteticamente, la programmazione erogata.

In data 9 aprile risultano pervenute le seguenti consultazione:
A) Consiglio Nazionale Forense, con presentazione delle seguenti osservazione e proposte:
- L’offerta formativa messa a punto dalla Facoltà di Giurisprudenza soddisfa senz’altro le esigenze di formazione del giurista, in relazione alla sua preparazione culturale e, soprattutto, al suo inserimento nel mondo del lavoro, con particolare riguardo al percorso propedeutico all’esercizio della professione forense.
- Con riferimento specifico al corso di laurea magistrale quinquennale in Giurisprudenza (classe LMG-01), nel prendere atto della ricchezza degli insegnamenti proposti, si ribadisce l’opportunità – già segnalata in occasione delle precedenti consultazioni – di valutare la possibilità di ricomprendere, nell’ambito degli esami complementari, insegnamenti specificamente dedicati all’ordinamento e alla deontologia forense, alla gestione dello studio legale e alla negoziazione assistita.
- Degno di nota, inoltre, il cospicuo sforzo della Facoltà, volto a favorire la sempre maggiore internazionalizzazione del corso di studi, attraverso specifiche convenzioni con i maggiori Atenei europei, ed in particolare attraverso lo strumento della European Law School: il giovane giurista, anche nella prospettiva dell’esercizio della professione forense, potrà senz’altro beneficiare di simili strumenti, che lo mettono in condizione di gestire questioni e controversie caratterizzate da spiccati tratti di transnazionalità, sempre più frequenti nel contesto dell’integrazione europea.
- Con riferimento specifico al Corso di laurea specialistica in Comparative and European Studies (LM-90), nel ribadire quanto già espresso in occasione delle precedenti consultazioni, si sottolinea con favore – per i medesimi motivi sopra esposti – la possibilità che a tale corso si iscrivano soggetti già in possesso della laurea magistrale nella classe LMG-01. Questi ultimi potranno trarre dalla frequenza del corso di laurea specialistica in Comparative and European studies un proficuo arricchimento della loro formazione di “giuristi europei”, potendo così divenire figure professionali particolarmente utili nel funzionamento di studi internazionali o multinazional

B) Assoreti, che così si esprime:
Mostra pieno apprezzamento intorno all’offerta formativa proposta dalla Facoltà di Giurisprudenza dell’Università Sapienza di Roma in ordine ai 3 Corsi di Studio presentati. Si tratta di offerta molto ampia e articolata, sia sotto il profilo del percorso universitario, sia sotto quello dei possibili sbocchi professionali. Si apprezza molto, in particolare, la varietà degli insegnamenti a scelta e le prospettive di approfondimento culturale in tutte le discipline. Particolare merito va poi riconosciuto alla formazione in lingua straniera, tenuto conto della possibilità di seguire corsi e sostenere esami in lingua anche nel Corso di laurea magistrale a ciclo unico LMG01, oltre che nel corso di studi LM90.

C) Rappresentanze sindacali su base di Ateneo:
Informalmente giunge la conferma dell’apprezzamento già mostrato nei precedenti anni in relazione all’implementazione del profilo di internazionalizzazione. Particolare apprezzamento si mostra poi sulla novità dei tirocini curriculari e del nuovo modello di pratica forense che renderanno più fluido l’inserimento degli studenti nel mondo del lavoro. In modo positivo è accolta l’iniziativa intrapresa dalla Facoltà per la costruzione di una pagina Placement presente sul sito, dove sono pubblicati i nomi dei laureati eccellenti (che abbiano conseguito un voto superiore al 105).

DOCUMENTAZIONE
Verbali delle consultazioni reperibili presso la Presidenza della Facoltà di Giurisprudenza.