Graduation

La prova finale si consegue dopo il superamento di tutti gli esami previsti nell’ordinamento didattico.
La prova finale prevede una relazione scritta, elaborata autonomamente, inerente un tema di ricerca sotto la guida di un Docente Universitario, che verrà illustrata oralmente di fronte ad una Commissione universitaria di Laurea. Alla prova finale vengono attribuiti 3 CFU. La Commissione, sulla base della carriera accademica, della valutazione della relazione e dell'esposizione, stabilisce il voto di laurea.

Per essere ammesso alla prova finale lo studente deve aver conseguito tutti i CFU previsti dall’ordinamento didattico per le altre attività formative e deve aver adempiuto alle formalità amministrative previste dal Regolamento didattico di Ateneo.
La laurea in Scienze geologiche si consegue dopo aver superato una prova finale, consistente nella stesura di una relazione scritta sperimentale o compilativa (massimo 6000 parole, elaborati esclusi), elaborata dallo studente sotto la guida di un docente e/o personale di altra estrazione, nell'ambito di una o più discipline delle Scienze della Terra.
La relazione sarà discussa dallo studente di fronte ad una commissione costituita da docenti.
La votazione finale si basa sulla valutazione del curriculum degli studi, della dissertazione e della prova finale, e su ulteriori elementi rivolti a incentivare il superamento degli esami nei tempi stabiliti dall’ordinamento didattico. La Commissione di laurea esprime la votazione in centodecimi e può, all’unanimità, concedere al candidato il massimo dei voti con lode. Il punteggio massimo per la laurea che andrà ad incrementare la media pesata degli esami è di 8 punti, aumentabili di ulteriori 3 punti se lo studente si laurea in corso; 2 punti se con un anno di ritardo; 1 punto se si laurea con due anni di ritardo. Il punteggio degli incrementi per il tempo di conseguimento viene calcolato su anni doppi per gli studenti a tempo parziale.