calogero.bellanca@uniroma1.it's picture

Indicazioni per gli studenti iscritti al Laboratorio di Restauro - canale A

 

Il Corso di Laboratorio inizia il 04/03/2021.

 

Le lezioni si svolgeranno in modalità "mista": in parte in presenza e in parte da remoto. 

Per la presenza (obbligatoria) inviare una mail all’indirizzo (calogero.bellanca@uniroma1.it), per ogni giorno di lezione e entro l’orario (Lunedì 8.30-14.00; Giovedì 8.30-14.00), specificando: Corso, Matricola, Cognome, Nome, giorno e ora di presenza.

es. Laboratorio di Laboratorio di Restauro Corso A; Matricola 0000000; Bianchi Francesco; il giorno Giovedì 04/03/2021, sono presente dalle ore 8.30 alle 14.00.

 

Si consiglia di scaricare tramite Moodle dalla piattaforma dedicata (https://elearning.uniroma1.it/) il programma del Laboratorio di restauro per l'anno accademico in corso.

 

La divisione degli studenti attraverso i cinque canali (A-B-C-D-E) rimane valida per tutti gli studenti, a qualsiasi anno appartengano (anche per i fuori corso).

 

Eventuali cambi alla pari sono sempre possibili, purché si verifichi la condizione che entrambi gli studenti siano effettivamente frequentanti e che ci sia uno scambio di mail con accettazione da parte dei due docenti e dei due studenti.

 

Le propedeuticità del Laboratorio sono, oltre a Elementi di Restauro, anche Storia dell’Architettura Antica e Scienza della Rappresentazione III, esami che devono essere sostenuti prima dell’esame.

 

Si consiglia vivamente lo svolgimento delle revisioni settimanali per ogni gruppo.

 

 

 

 

 

 

Lunedì e Giovedì dopo l'orario di lezione (da marzo a giugno 2021), nella sede di VAlle Giulia.
Per situazioni di necessità scrivere un'email per concordare un appuntamento.

Calogero Bellanca, Professore Associato confermato e abilitato come Ordinario, presso la Sapienza Università di Roma.
Fa parte del Collegio di Dottorato in Storia, Disegno e Restauro dell Architettura del Dipartimento di Storia, Disegno e Restauro dell'Architettura. Dal 2011 è responsabile scientifico nel settore del restauro e della conservazione dei beni architettonici all'interno dell'accordo-quadro tra l'Università Tecnica di Vienna - Technical University of Vienna - e Sapienza, Università di Roma, Facoltà di Architettura. Dal 2016 responsabile del medesimo accordo quadro, tra il Politecnico di Madrid (UPM) - Escuela Técnica Superior de Arquitectura - e Sapienza, Università di Roma, Facoltà di Architettura. Svolge quindi attività didattica, come Visiting Professor presso la Technical University di Vienna e presso il Politecnico di Madrid (UPM) - Escuela Técnica Superior de Arquitectura. Dal 2010, membro invitato alla Commissione tesi di specializzazione, presso Raymond Lemaire International Centre for Conservation, Università Cattolica di Lovanio; dal 2011 Membro ICOMOS Austria; componente della Consulta Diocesana del Vicariato di Roma, membro del comitato scientifico dei simposi internazionali dei docenti universitari; membro del Centro Interdipartimentale territorio edilizia restauro architettura (Citera) della Sapienza Università di Roma; membro italiano del Comitato internazionale dell'ICOMOS - UNESCO "Theory and philosophy of Conservation and Restoration"; 1984/2008, membro del Comitato italiano I.C.O.M.O.S.(International Council of Monuments and Sites)(UNESCO); 1992-1996. Primo membro straniero dell'Accademia del Partal (Spagna), associazione di specialisti e professionisti del restauro architettonico (dal dicembre 2015). Membro del Comitato scientifico del Convegno Internazionale Reuso IV (Pavia, 6-8 ottobre 2016) e Reuso V (Granada, 18-21 ottobre 2017). Membro del Comitato direttivo della rivista Quaderni dell Istituto di Storia dell Architettura , del Dipartimento di Storia, Disegno e Restauro dell'Architettura - DSDRA -; membro del Comitato tecnico della rivista Progettare dal 2002 al 2010. Socio Ordinario dei Fondo Ambiente Italiano (FAI).
Docente al master in Strumenti e metodi della conservazione dei beni Architettonici e Archeologici dell Università di Urbino "Carlo Bo", Università di Tirana, Università di Mostar, Università di Sarajevo 03-07/2008. Dal marzo 2004, ha tenuto il corso di Caratteri Costruttivi degli edifici storici e principi di Restauro; a. a. 1996/97, 1997/98, 1998/99, professore a contratto del Laboratorio di Restauro Architettonico, Facoltà di Architettura di Ascoli Piceno dell'Università di Camerino; Ottobre 1997, coordinatore delle attività di laboratorio del I° Campus post-universitario in diagnostica e terapia dei dissesti statici "Salviamo il salvabile", Saluzzo. Ha svolto attività didattica all estero su invito, in Ungheria: Università di Eger e Szombathely, 1980; Università di Szombathely, 1981, 1982 e 1984; in Polonia: Politecnico di Varsavia, Istituto dello sviluppo dell architettura, ottobre-dicembre 1981; Accademia polacca delle Scienze, Istituto di Storia dell Arte e dell Architettura, 1983, 1997; In Spagna: Università di Barcellona, Istituto di Storia dell Arte e Politecnico, cattedra A. Gaudì, 1985. In Germania: Università di Monaco, Istituto di Storia del arte e dell Architettura, 1985/86,1988/89, 1989; Università Tecnica di Berlino, Istituto di Storia dell Arte e dell Architettura 1998. Ha eseguito studi e ricerche in vari paesi europei, fin dai primi anni ottanta per il tramite del Ministero degli Affari Esteri, del Consiglio Nazionale delle Ricerche e dell'ufficio Studi del Ministero per i Beni Culturali, ICCROM Fellows, program 2005, rappresentante italiano per uno studio sulla terminologia nel restauro nelle principali lingue europee. Team leader di Ricerche presso la Sapienza,m Università di Roma. Ha svolto attività di ricerca presso l ICCROM - International Centre for the Study of the Preservation and Restoration of Cultural Property 05/2005 09/2005. È membro del Comitato Italiano dell'ICOMOS dal 1984. Ha svolto attività di studio e ricerca in varie università e istituzioni accademiche europee, più in particolare in Austria (Vienna), Germania (Berlino e Monaco di Baviera), Polonia (Varsavia), Spagna (Barcellona) e Ungheria (Budapest).
Svolge la propria attività di ricerca intorno allo studio storico del monumento, agli aspetti teoretici del restauro e ai temi relativi l adattamento e i criteri di museografia. Ha pubblicato un centinaio di saggi nel campo del restauro e della storia architettonica.

Calogero Bellanca, Associate Professor of Restoration at the "Sapienza" University of Rome, "Sapienza" University Delegate for Relations with European Countries. Member of the Committee of Doctorate in "History of architecture and restoration" of the Department of History, Design and Architecture Restoration. Has been teaching as a visiting professor at the Technical University of Vienna. Since 2011, scientific Director of the sector Restoration and Conservation of Architectural Heritage within the framework agreement between the Technical University of Vienna and "Sapienza" University of Rome. From 2010, the Commission invited Member postgraduate thesis at Raymond Lemaire International Centre for Conservation, Catholic University of Leuven. From 2011 Member of ICOMOS Austria. Member of the Diocesan Council of the Vicariate of Rome, member of the scientific committee of international symposia of university Teachers. Member of the Center territory building restoration architecture (CITERA), University of Rome "Sapienza". Italian member of the International Committee of ICOMOS - UNESCO "Theory and Philosophy of Conservation and Restoration". 1984/2008, member of the Italian ICOMOS (International Council of Monuments and Sites) (UNESCO); 1992-1996.
Professor of the master in tools and methods of conservation of the Architectural and Archaeological University of Urbino "Carlo Bo" University of Tirana, University of Mostar, University of Sarajevo 03-07 / 2008.
Since March 2004, has held the course of "Constructive Characters of historic buildings and principles of Restoration"; a.a. 1996/97, 1997/98, 1998/99, contract professor in the "Laboratory of Architectural Restoration", Faculty of Architecture of Ascoli Piceno University of Camerino; October 1997 coordinator of the laboratory activities of the first post-university Campus in diagnostics and therapy of static instability "Let's save what can be saved", Saluzzo.
He has lectured abroad on invitation, in Hungary: University of Eger and Szombathely, 1980; University of Szombathely, 1981, 1982 and 1984; Poland: Warsaw University of Technology, Institute of the development of architecture, from October to December 1981; Polish Academy of Sciences, Institute of History of 'Art and Architecture, 1983, 1997; Spain: Barcelona University, Institute of History of 'Art and Polytechnic, Professor A. Gaudi, 1985. In Germany: University of Monaco, Institute of History of the' art and 'Architecture, 1985 / 86.1988 / 89, 1989 ; Technical University of Berlin, Institute of History of 'Art and' Architecture 1998.
She has carried out research in various European countries, since the early eighties through the Ministry of Foreign Affairs, the National Council for Research and Studies Office of the Ministry for Cultural Heritage, ICCROM Fellows program in 2005, representative for Italian a study of the terminology in the restoration in the main European languages.
Research team leader at the "Sapienza" - University of Rome.
He has conducted research at ICCROM - International Centre for the Study of the Preservation and Restoration of Cultural Property 05/2005 09/2005.
He is a Member of the Italian Committee of ICOMOS since 1984.
Has carried out studies and research in various universities and academic institutions in Europe, most notably in Austria (Vienna), Germany (Berlin and Monaco of Bavaria), Poland (Warsaw), Spain (Barcelona) and Hungary (Budapest).
It carries out its research activities around the study of the historical monument, the theoretical aspects of the restoration and adaptation issues and criteria museology. He has published hundreds of essays in the field of restoration and architectural history.

COGNOME Nome BELLANCA CALOGERO

Laurea luogo e data

Altri titoli

Laurea in Architettura

Membro ICOMOS Austria dal 2011; Visiting professor presso la Technical University di Vienna. Collaborazioni con Raymond Lemaire International Centre for Conservation, Università Cattolica di Lovanio; componente della Consulta Diocesana del Vicariato di Roma, membro del comitato scientifico dei simposi internazionali dei docenti universitari; membro del Centro Interdipartimentale territorio edilizia restauro architettura (Citera) dell'Università di Roma "Sapienza"; membro italiano del Comitato internazionale dell'ICOMOS - UNESCO "Theory and philosophy of Conservation and Restoration"; 1984/2008, membro del Comitato italiano I.C.O.M.O.S.(International Council of Monuments and Sites)(UNESCO); 1992-1996.
Dottore di Ricerca in Conservazione e Restauro dei Beni Architettonici, Università di Roma "Sapienza", con dissertazione dal titolo "Antonio Muñoz, 1884-1960, una vita per i monumenti e la città"; vincitore di un concorso a titoli ed esami, presso l'Istituto Centrale per il Catalogo e la Documentazione (Ministero per i Beni Culturali e Ambientale); Diploma di Specializzazione per lo "Studio e Restauro dei Monumenti", rilasciato dalla Scuola di Specializzazione per lo studio ed il restauro dei Monumenti, Università di Roma "Sapienza .

Attività accademica Professore di Ruolo di Restauro presso la Facoltà di Architettura, Università degli Studi di Roma La Sapienza . Fa parte del Collegio di Dottorato in Storia e restauro dell architettura del Dipartimento di Storia, Disegno e Restauro dell'Architettura.
Svolge attività didattica, come Visiting professor presso la Technical University di Vienna. Dal 2011, responsabile scientifico del settore restauro e conservazione dei beni architettonici all'interno dell'accordo quadro tra Università Tecnica di Vienna e "Sapienza" Università di Roma; Marzo 2010, membro invitato alla Commissione tesi di specializzazione, presso Raymond Lemaire International Centre for Conservation, Università Cattolica di Lovanio; Docente al master in Strumenti e metodi della conservazione dei beni Architettonici e Archeologici dell Università di Urbino "Carlo Bo", Università di Tirana, Università di Mostar, Università di Sarajevo 03-07/2008.
Dal marzo 2004, ha tenuto il corso di Caratteri Costruttivi degli edifici storici e principi di Restauro; a. a. 1996/97, 1997/98, 1998/99, professore a contratto del Laboratorio di Restauro Architettonico, Facoltà di Architettura di Ascoli Piceno dell'Università di Camerino; Ottobre 1997, coordinatore delle attività di laboratorio del I° Campus post-universitario in diagnostica e terapia dei dissesti statici "Salviamo il salvabile", Saluzzo. Attività didattica svolta all estero su invito: In Ungheria: Università di Eger e Szombathely, luglio- agosto 1980; Università di Szombathely, agosto 1981, 1982 e 1984. In Polonia: Politecnico di Varsavia, Istituto dello sviluppo dell architettura, ottobre-dicembre 1981, S. Mossakowski; Accademia polacca delle Scienze, istituto di Storia dell Arte e dell Architettura, 20 giugno e 20 luglio 1983, 3-17 novembre 1997; In Spagna: Università di Barcellona, istituto di Storia dell Arte e Politecnico, cattedra A. Gaudì, prof. Juan Bassegoda Nonnel dicembre 1985. In Germania: Università di Monaco, Istituto di Storia del arte e dell Architettura, cattedra prof. H. Bauer, a.a.1985/86, maggio e ottobre, a.a.1988/89, maggio 1989; Università Tecnica di Berlino, istituto di Storia dell Arte e dell Architettura, prof. W. Wolters dal 15 ottobre al 11 dicembre 1998.

Attività di ricerca
Ha eseguito studi e ricerche in vari paesi europei, fin dai primi anni ottanta per il tramite del Ministero degli Affari Esteri, del Consiglio Nazionale delle Ricerche e dell'ufficio Studi del Ministero per i Beni Culturali, ICCROM Fellows, program 2005, rappresentante italiano per uno studio sulla terminologia nel restauro nelle principali lingue europee. Team leader di Ricerche presso la "Sapienza" - Università di Roma: "Dottrina e operatività nei restauri e negli adattamenti museali nella seconda metà del Novecento" e "La figura e l'opera di Franco Minissi e il suo contributo dottrinario e operativo nei restauri archeologici, architettonici e negli adattamenti museali", Finanziate dal MIUR. Ha svolto attività di ricerca presso l ICCROM - International Centre for the Study of the Preservation and Restoration of Cultural Property 05/2005 09/2005.
È membro del Comitato Italiano dell'ICOMOS dal 1984. Ha svolto attività di studio e ricerca in varie università e istituzioni accademiche europee, più in particolare in Austria (Vienna), Germania (Berlino e Monaco di Baviera), Polonia (Varsavia), Spagna (Barcellona) e Ungheria (Budapest). Svolge la propria attività di ricerca intorno allo studio storico del monumento, agli aspetti teoretici del restauro e ai temi relativi l adattamento e i criteri di museografia. Ha pubblicato un centinaio di saggi nel campo del restauro e della storia architettonica.

Attività professionale
L attività professionale si è dedicata in prevalenza a quei casi in cui la progettazione e l esecuzione dell opera assumono un interesse culturale; questo specialmente per i problemi riguardanti il restauro e la conservazione del patrimonio esistente. Gran parte delle esperienze sono derivate da studi e ricerche precedentemente avviate. I restauri e gli adattamenti effettuati interessano architetture in Italia con varie esperienze estere tra cui Consulenza per l organizzazione del concorso internazionale per il nuovo Museo Nazionale Coreano e ciclo di conferenze sul Restauro e sulla Museografia, su invito del Collegio Nazionale degli Architetti e la Direzione del Museo Nazionale Coreano, Seoul novembre 1994; Indicazioni per alcuni interventi di restauro da effettuarsi per le finiture superficiali del cortile e delle facciate del Stadtresidenz a Landshut in Germania (XVI sec.), su invito del Max Planck Institut e della Bayerische Verwaltung der Staatlichen Schlosser, Garten und Seen, 1987, 1988, 1989.

Bibliografia E autore di un centinaio di saggi nel campo del restauro e della storia architettonica. Tra le pubblicazioni alcune monografie, testi in riviste scientifiche, capitoli in volumi collettivi, testi di conferenze, interventi per convenzioni internazionali. E nel comitato editoriale di: Quaderni dell'Istituto di Storia dell'Architettura dal 01/2005; Progettare 01/2002-01/2010; Ananke dal 01/2009. Il lavoro analitico di studio e di ricerca, da dove emerge il valore della storia come strumento di lettura insostituibile per la conoscenza dell organismo architettonico di studio per riportarlo nell ambiente del Restauro e vederla come analisi delle stratificazioni nel tempo, si è sempre accompagnato ad un approfondimento dei principi teorici e metodologici, insieme a quella particolare attività critica costituita dal Restauro. Tutto ciò senza trascurare gli specifici contributi delle tecniche costruttive, diagnostiche e di rappresentazione, nell intento di ricondurre metodicamente ad unità la critica e la tecnica nella soluzione dei problemi di conservazione, restauro ed anche d indagine storica.

SURNAME Name BELLANCA CALOGERO

Graduation date place

Other academic titles Architecture

Member of ICOMOS Austria from 2011. Visiting Professor in Technical University of Vienna, 2013. Member of the Commission postgraduate thesis at Raymond Lemaire International Centre for Conservation, Catholic University of Leuven 2010 and Member of the Diocesan Council of the Vicariate of Rome, a member of the scientific committee of the symposia international academics. From 2013 he has recived proposal as supervisor for PhD thesis in conservation in Catholic University of Leuven. He represented Italy within the ICCROM Fellows in the study on the terminology of restoration in the main European language. His commitment to the protection of cultural heritage has placed him since 1980 on the front line in the restoration subject with particular attention to the study of issues affecting Italy, but also other European countries.
Phd in Conservation and restoration of Architectonic Heritage, Thesis title: Antonio Muñoz, 1884-1960, una vita per i monumenti e la città , Sapienza , University of Roma, Department of History of Architecture, Survey and Restoration of cultural heritage. Architect, Awarded the project of Automation of the National fototeca, Istituto Centrale per il Catalogo e la Documentazione (Ministry of Cultural Heritage). Support to the Director of the Studies Office of the Ministry of Cultural and Environmental Resources in the liaison with some countries in central Europe, with the Council of Europe and ICCROM. Post-graduate diploma, school of specialization of the study and restoration of monuments of University of Rome, Thesis Study and Restoration of Santa Maria dell Ammiraglio ( Martorana).

Academical Activities
Professor of Restoration of Monuments in Faculty of Architecture, University of Rome Sapienza . He is a member of the College Professors in History and Restoration of Architecture of the Department of History, Design and Restoration of Architectural Heritage.
Scientific director of field conservation and restoration of architectural heritage in
Framework Agreement between the Technical University of Vienna and the "Sapienza" University of Rome. He recived a invitation as Visiting Professor in Technical University of Vienna, may 2013. He is invited member of the Commission postgraduate thesis at Raymond Lemaire International Centre for Conservation, Catholic University of Leuven 2010 and Member of the Diocesan Council of the Vicariate of Rome, a member of the scientific committee of the symposia international academics. From 2013 he has recived proposal as supervisor for PhD thesis in conservation in Catholic University of Leuven. Professor of working groups in Tirana (Albania), Mostar (Bosnia and Herzegovina), Novi Sad (Serbia) and Roma, for the level 1 Master in Instruments and methods for Cultural Heritage conservation and valorisation - Operator for conservation of architectonic Cultural Heritage. International teaching activity upon invitation: In Austria: Architektur Geschichte Bauforschung of Technische Universität, Wien, Actual tendencies in archaeological restoration, 31 May 2010; In Germany: Technical University of Berlin, History of Art and Architecture, Prof. W. Wolters 15 October 11 December 1998; University of Munich, Institute of History of Art and Architecture, Prof. H. Bauer, a.a.1985/86, May and October, a.a.1988/89, May 1989; In Poland: -Polish Academy of Science, Institute of History of Art and Architecture, 20 June e 20 July 1983, 3-17 November 1997, S. Mossakowski; Warsaw Polytechnic, Institute for the Development of Architecture, October-December 1981, prof. Teresa Zareboka; In Spain: University of Barcellona, Institute of History of Art and Polytechnic, Prof. Juan Bassegoda Nonnel December 1985; In Hungary: University of Szombathely, August 1981, 1982 e 1984; University of Eger and Szombathely, July - August 1980.

Research Activities

He has carried out studies and research in various European countries and has participated in the ICCROM Fellows Programme. He is engaged in studies and research in various European countries, for the Ministry of Foreign Affairs, the National Research Council, and Office of Studies of the Ministry for Cultural Heritage, ICCROM Fellows Program; he is a member of ICOMOS International Committee for Theory and Philosophy of Conservation and Restoration. He carried has researched and lectured in several universities and academic institutions in Europe, most notably in Austria (Vienna), Germany (Berlin and Monaco of Bavaria), Poland (Warsaw), Spain (Barcelona) and Hungary (Budapest).
He has published hundreds of essays in the field of restoration and architectural history. In the mid eighties he initiated a study on the diffusion of Italian architectural from Renaissance to Baroque in countries of central Europe, with the purpose of providing guidance on the compatibility of the existing architectural heritage.
He represented Italy within the ICCROM Fellows in the study on the terminology of restoration in the main European language. His commitment to the protection of cultural heritage has placed him since 1980 on the front line in the restoration subject with particular attention to the study of issues affecting Italy, but also other European countries.

Professionals activities

Specialised professional activities. Has had the opportunity, to know and to intervene in various capacities on existing architecture listed below: Abbey of Sant Anselmo Rome; restoration project (1988-89) for the bastion of Colonnella, advice installation of the library of the Pontifical University in the crypt abandoned (1987); Santa Maria dell Ammiraglio (la Martorana), Palermo, Study, Survey, and conservation program 2002-2010; San Nicola dei Lorenesi, Roma, liturgical adaptation, 2008-2009; San Luigi dei Francesi, Roma, Study for conservation of facade, 2008-2009; Palazzo Roverella, Ascoli Piceno, Restoration 1999-2000; Palazzo dei Conservatori, (Campidoglio), Roma, survey architectural and advice for the restoration of the Interior as a member of a Commission established the Capitoline Museums 1997 and 1999;

Bibliography

Publications include monographs, texts in scientific journals, chapters in collective books, conference papers, interventions to international conventions.
Member of the editorial board: Quaderni dell'Istituto di Storia dell'Architettura , from 01/2005; Progettare , 01/2002-01/2010; Ananke , from 01/2009.

Course Code Year Course - Attendance
THEORY AND PRACTICE OF CONSERVATION 1051526 2021/2022 Architecture (Conservation)
RESTORATION WORKSHOP 1044252 2021/2022 Architecture
RESTORATION WORKSHOP 1044252 2020/2021 Architecture
THEORY AND PRACTICE OF CONSERVATION 1051526 2020/2021 Architecture (Conservation)
RESTORATION WORKSHOP 1044252 2019/2020 Architecture
THEORY AND PRACTICE OF CONSERVATION 1051526 2019/2020 Architecture (Conservation)
THEORY AND PRACTICE OF CONSERVATION 1051526 2018/2019 Architecture (Conservation)
RESTORATION WORKSHOP 1044252 2018/2019 Architecture
RESTORATION WORKSHOP 1044252 2017/2018 Architecture
THEORY AND PRACTICE OF CONSERVATION 1051526 2017/2018 Architecture (Conservation)
ARCHITECTURAL CONSERVATION AND PRESERVATION STUDIO 1025864 2016/2017 Architecture
THEORY AND PRACTICE OF CONSERVATION 1051526 2016/2017 Architecture (Conservation)
Title Journal Year
La conservazione e il restauro sono il nostro futuro QUADERNI DELL’ISTITUTO DI STORIA DELL’ARCHITETTURA 2020
Il monastero di Rueda, Saragozza (Spagna). Abbandoni, restauri, adattamenti MATERIALI E STRUTTURE 2020
Roma e la realtà del turismo - Rome and the reality of tourism 2019
La Escuela Tecnica superior de arquitectura de Madrid en la ciudad universitaria (una nueva ciudad universitaria / usos universitarios en edificios antiguos) 2019
L’eredità di John Ruskin in Spagna tra la seconda metà del XIX secolo e gli inizi del XX secolo RESTAURO ARCHEOLOGICO 2019
Bruno Zevi e franco Minissi. un dialogo continuo attraverso l'architettura 2019
Architectural conservation studio 2019
Sermoneta, the Church of Santa Maria Assunta 2019
Rome, the Bastion of the Colonnella, historical and conservation notes (Antonio da Sangallo il Giovane) 2019
La ricezione delle enunciazioni dottrinarie di Camillo Boito in Europa centrale con particolare riferimento alla carta del restauro polacca del 1909 2018
Palazzo Sternberg. Un palinsesto per l'Europa 2018
Palazzo Sternberg. Un palinsesto architettonico per l'Europa 2018
Sustainable urban rehabilitation in Europe 2018
Scritti per l'Anno Santo della Misericordia 2016 2018
Spigolature sulla conoscenza e la conservazione dei beni architettonici, storico-artistici e culturali 2018
Tra conservazione e restauro architettonico. Alcuni giubilei del Novecento 2018
El acueducto de Segovia. Un vivo ejemplo de restauro y uso (re uso) 2018
Gleanings from Giuseppe Bellafiore's studies on the Cathedral of Palermo 2018
Hormigon armado, restauracion y autenticidad 2018
Ruinas, concepto y terminologia en diversos paises 2018
Department
STORIA, DISEGNO E RESTAURO DELL'ARCHITETTURA
SSD

ICAR/19