Riccardo.Caruso@uniroma1.it's picture

DIPARTIMENTO DI NEUROLOGIA E PSICHIATRIA
CURRICULUM DIDATTICO-SCIENTIFICO DEL PROF. RICCARDO CARUSO

DATI PERSONALI
RICCARDO CARUSO

Luogo e data di nascita: Frosinone 23/07/1951
Stato Civile: coniugato
Dipartimento: Neurologia e Psichiatria
Indirizzo: v.le dell Universita` n.30 , 00185 Roma

Telefono : +390649914479/+393381716244

Fax: : +390649914479

E-mail: riccardo.caruso@uniroma1.it

Settore Scientifico-Disciplinare: Neurochirurgia/Med 27
Orario di Ricevimento: martedi 13-15

ATTUALE POSIZIONE
Professore Associato

CARRIERA E TITOLI
Ha conseguito la maturità classica nel luglio 1969.
Si è iscritto alla Facoltà di Medicina e Chirurgia dell Università degli Studi di Roma La Sapienza nell anno accademico 1969/70.
Nel 1973 ha iniziato a frequentare come studente l Istituto di Neurochirurgia.
Si è laureato in Medicina e Chirurgia presso l Università La Sapienza di Roma il 29/7/1975 con voti 110/110 e lode discutendo una tesi in Neurochirurgia dal titolo Epidermoidi, dermoidi e teratomi del cranio e del nevrasse. , relatore il prof. B. Guidetti.
Nel 1979 è stato ad Hannover, presso il Prof. Samii, per apprendere le tecniche microchirurgiche.
Nel 1979 si è specializzato in Neurochirurgia, sempre presso l'Università "La Sapienza", con votazione 70/70 e lode discutendo la tesi Le cranioplastiche con resina acrilica. , relatore il prof. B.Fraioli.
Dal 1/8/75 al 31/7/80 ha prestato servizio come Medico Interno con compiti assistenziali presso l Istituto di Neurochirurgia- I Cattedra dell Università La Sapienza di Roma.
A decorrere giuridicamente dal 1/8/80 ed economicamente dal 7/1/89 è stato inquadrato, previo giudizio d'idoneità, nel ruolo di ricercatore confermato presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia della Università degli Studi di Roma La Sapienza .
Dal 1° gennaio 1991 è stato nominato aiuto presso la 1a Cattedra di Neurochirurgia
Dall'agosto 1995 al 31 maggio 2004 è stato strutturato come aiuto presso l'Istituto Neurologico Mediterraneo-I.R.C.C.S. nell'ambito di una convenzione fra l'Università "La Sapienza" e la Regione Molise
Dal 1° giugno 2004 al 26 aprile 2016 è stato direttore della U.O.C. di Neurochirurgia del Policlinico Militare di Roma il Celio nell ambito di una Convenzione tra la sopraindicata struttura militare e l Università La Sapienza di Roma.
Il 2 dicembre 2002 con decreto del Rettore della Università di Bologna ha conseguito l idoneità a Professore associato di Neurochirurgia (MED 27); il 19 dicembre 2003 è stato chiamato come Professore associato dalla prima Facoltà di Medicina e Chirurgia della Università degli Studi di Roma La Sapienza ed ha preso servizio in tale ruolo in data 1° gennaio 2005; successivamente ha ottenuto il giudizio di conferma.
Nell anno accademico 2004/2005 ha partecipato al Corso di Alta Formazione in Economia e Management in Ospedale della Università degli Studi di Roma La Sapienza
Negli anni 2005 e 2006 Riccardo Caruso è stato vice-Presidente del C.d.L. Fisioterapia F in Professioni Sanitarie della Riabilitazione. Sede: ASL Latina (distretto nord) - Latina (LT) dell Università La Sapienza di Roma ed in tale veste ha svolto le funzioni di Presidente del Corso per la prematura scomparsa del Prof. Corrado Argentino; durante tutto questo periodo ha anche presieduto tutte le commissioni di laurea del corso.
Dall anno accademico 2006/2007 al 2010 è stato promotore e direttore del Master universitario di secondo livello Sanità delle Maxiemergenze, organizzato dall Università La Sapienza di Roma in collaborazione con la Protezione Civile, l ARES 118 del Lazio, la Sanità Militare, la CRI
Il 15 maggio 2008 Riccardo Caruso è stato nominato Consulente dello Stato Maggiore della Marina per Medicina e Chirurgia
Negli anni 70 è stato membro del Consiglio di Amministrazione dell Ente Ospedaliero Regionale Spolverini di Ariccia.
Nei bienni 1982/84 e 1984/86 Riccardo Caruso è stato componente del Consiglio di Amministrazione della Università degli Studi di Cassino.
Dal 1991 al 1997 ha fatto parte della Giunta del Dipartimento di Scienze Neurologiche de La Sapienza .
Attualmente è membro:
della Commissione Paritetica prevista dal Protocollo di Intesa Sapienza-Esercito
del Tavolo Tecnico costituito da Sapienza, Sanità Militare dell Esercito, Regione Lazio per l attuazione del Protocollo di Intesa di cui al DCA U00208 dell 8.6.2016 (BURL 21 giugno 2016) Rapporti di Collaborazione con la Sanità Militare _Ospedale Militare Celio

ATTIVITA DIDATTICA
Il prof. Riccardo Caruso ha effettuato esercitazioni agli studenti del corso di laurea presso la I Cattedra di Neurochirurgia dell Università degli Studi di Roma "La Sapienza" nell'anno accademico 1977-78.
Negli anni accademici 1989/90 e 1990/91 ha avuto in affidamento il corso integrativo dell'insegnamento di neurochirurgia presso la Scuola di Specializzazione in Neurochirurgia.
Dall'anno accademico 1991/92 ad oggi ha l'insegnamento di Neurochirurgia, prima al II° anno, successivamente al III° della Scuola di Specializzazione in Neurochirurgia dell'Università "La Sapienza"..
Dall anno accademico 1998/99 ha in affidamento l'insegnamento di Neurochirurgia e Neurotraumatologia presso la III Scuola di Specializzazione in Chirurgia Generale della Università degli Studi di Roma "La Sapienza ".
Dall'anno accademico 1995/96 fino a 2000/01 ha avuto in affidamento l'insegnamento di Neuroanatomia presso il corso di D.U. in Fisioterapia - sede del Molise dell'Università di Roma "La Sapienza".
Nell anno accademico 2001/02 ha avuto in affidamento l insegnamento di Neurochirurgia nel Corso di Laurea in Fisioterapia presso la seconda Facoltà di Medicina e Chirurgia dell Università La Sapienza di Roma
Dall anno accademico 2001/02 ha l insegnamento nel corso integrato di Neurotraumatologia e Neurochirurgia del C.d.L. Fisioterapia F in Professioni Sanitarie della Riabilitazione. Sede: ASL Latina (distretto nord) - Latina (LT) / Sapienza, Università di Roma. Negli anni 2005 e 2006 è stato Presidente facente funzione del Corso di Laurea. Attualmente è il coordinatore del corso, che nel frattempo è stato denominato Riabilitazione in area Neurotraumatologica
Dall anno accademico 2004/2005 a quello 2012/2013 ha insegnato Neurochirurgia nel corso integrato di Scienze Interdisciplinari del C.d.L. Tecniche di Radiologia Medica, per Immagini e Radioterapia "E" in Professioni Sanitarie Tecniche Diagnostiche, sede: ASL FROSINONE-Regione Molise - Pontecorvo (FR). E stato coordinatore del corso integrato
Dall anno accademico 2015/16 insegna Neurochirurgia nel corso integrato di Riabilitazione in Area Neurotraumatologica del Corso di Laurea C-Fisioterapia- Roma Azienda S.Giovanni Addolorata.
Dall anno accademico 2006/2007 al 2010 è stato direttore del Master universitario di secondo livello Sanità delle Maxiemergenze, organizzato dalla Sapienza Università di Roma in collaborazione con la Protezione Civile, l ARES 118 del Lazio, la Sanità Militare, la CRI
Ha partecipato a numerose commissioni d'esami di Neurochirurgia del Corso di laurea in Medicina e Chirurgia.
E' stato relatore di tesi di laurea in Medicina e Chirurgia ed in Fisioterapia ed ha partecipato a numerose Commissioni di Laurea.

ATTIVITA SCIENTIFICA

Dalla pubblicazione del primo lavoro scientifico nel 1978 ad oggi l attività scientifica del Prof. Riccardo Caruso ha prodotto 118 lavori, scritti tutti in collaborazione con altri autori, molti pubblicati su importanti riviste scientifiche internazionali come Cancer, Clinical Cancer Research, Acta Neurochirurgica, Surgical Neurology, Clinical Neurology and Neurosurgery, Neurosurgical Review, Word Neurosurgery, European Spine Surgery e via dicendo.
Tale attività è stata prevalentemente di ricerca clinica in ambito neurochirurgico, con la costante tendenza ad una caratterizzazione pluridisciplinare la più ampia possibile, grazie all attivazione di sinergie con ricercatori specializzati in altri settori, quali la neurofisiologia, la neuroanatomia, la neuroradiologia, la patologia molecolare, la biochimica, la genetica.
Questa tendenza risulta evidente sin dalla prima pubblicazione (Accornero N., Berardelli A., Bibi G., Cruccu G., Manfredi M., Caruso R., Nolletti A.: "Metodo di registrazione del riflesso corneale nell'uomo mediante stimolazione fisiologica"- Bollettino Società Italiana Biologia Sperimentale 54: 249-251,1978) , nata dall esigenza di rilevare nella maniera più obiettiva possibile il riflesso corneale nei pazienti con sospetta lesione del tronco cerebrale o dell angolo pontocerebellare, in una epoca nella quale la diagnostica di immagine era ai primi passi; essa ha raggiunto probabilmente il massimo sviluppo nel periodo 1996/2003 , quando sotto la guida del Prof. Luigi Frati, presso l Istituto Neurologico Mediterraneo (Neuromed), Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico, si era formato un vero e proprio gruppo pluridisciplinare di ricerca sulla patologia cerebrale neurochirurgia con i proff. Calogero, Ragona, Squitieri, Gagliardi e naturalmente Caruso.
Grazie a questo gruppo si era potuta costituire una banca di tessuti patologici congelati e di linee cellulari neoplastiche cerebrali, coltivate in vitro, corredata anche da una attenta raccolta dei dati clinici e dei follow-up
I settori dove la ricerca si è prevalentemente indirizzata sono i seguenti:

Neuro-oncologia. È un campo al quale Caruso ha rivolto con costanza la sua attività scientifica, con particolare interesse per alcuni particolari aspetti:
Il ruolo degli agenti fisici, ed in particolare delle radiazioni ionizzanti, nell'eziopatogenesi delle neoplasie del S.N.C..
I tumori disembriogenetici del Sistema Nervoso Centrale, oggetto già della tesi di laurea
I tumori spinali; oltre a diversi articoli e comunicazioni sull'argomento, Caruso è coautore di un libro "GLI EPENDIMOMI SPINALI" edito nel 1996 da CISU: nella presentazione della monografia il Prof. G.P.Cantore evidenzia come essa sia " un lavoro completo che raccorda l'esperienza quarantennale della Scuola del Prof. Guidetti ai dati della più accreditata letteratura internazionale."
Il trattamento delle metastasi cerebrali
La prognosi ed il trattamento dei gliomi cerebrali
Il prof. Caruso ha fatto parte del gruppo di ricerca pluridisciplinare per lo studio di due progetti finalizzati approvati dal Ministero della Sanità all'Istituto Neurologico Mediterraneo, Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico, il primo progetto per l anno 1996 dal titolo Studio del ruolo eziopatogenetico dell herpesvirus umano 6 (HHV6) in tumori del sistema nervoso: sviluppo di un sistema di diagnostica molecolare , e il secondo per l'anno 1997 dal titolo "Profilassi antiblastica post-chirurgica dei tumori del sistema nervoso: nuove applicazioni della biologia molecolare per l'approccio personalizzato al paziente."
E stato membro di un gruppo di ricerca nell ambito del progetto,iniziato nel 1999, effettuato in collaborazione tra l Università degli Studi di Roma La Sapienza , la Regione Molise e l Istituto Neuromed dal titolo Applicazioni biotecnologiche rivolte alla diagnosi e cura di malattie del sistema nervoso - Sottosistema 1 Diagnosi predittiva molecolare della risposta al trattamento antiblastico per tumori del sistema nervoso centrale. Approccio personalizzato al Paziente

Le malformazioni del sistema nervoso centrale, in particolare le cisti aracnoidee e gli stati disrafici. Questo settore di studi e di ricerca è stato una costante dell attività di Caruso a partire dalla relazione Disrafie cranioencefaliche , presentata al II Simposio Nazionale di Neurologia Neonatale: il neonato ipotonico, Roma 2-3 dicembre 1978.
La tethered cord syndrome, una patologia tipica dello stato disrafico, è stata oggetto, soprattutto nella variante dell età adulta, di articoli su varie riviste e di comunicazioni a congressi; nel 1995 la rivista Neurosurgical Quaterly richiese espressamente la redazione di un articolo sulla sopracitata patologia. L interesse per gli stati disrafici si raccorda anche agli studi clinici precedentemente citati sulle neoplasie disembriogenetiche e proprio da questo raccordo, nasce l ipotesi etiopatogenetica proposta nell articolo Intramedullary teratomas: Two case reports and a review of the literature. Zentralbl Neurochir. 2006 Nov;67(4):213-8. In detto studio viene infatti ipotizzata per la prima volta la possibilità che in alcuni teratomi intramidollari vi sia anche un particolare tipo di splitting del midollo.
Sulle cisti aracnoide intracraniche, sulla loro evoluzione clinica, sul quando e come operarle ha presentato, in collaborazione con altri autori, diversi articoli e comunicazioni a congressi, sempre rivolti a cogliere le novità diagnostiche e terapeutiche . In una comunicazione del 1991 al XL° Congresso della Società Italiana di Neurochirurgia, ad esempio, veniva riportata l esperienza scaturita da metodiche di indagine innovative per l epoca, quale la Cine-MRI nella diagnostica del le cisti aracnoidee sovratentoriali.
Nell ultimo articolo su tale patologia, pubblicato nel 2006 su Acta Neurochirurgica Somatomotor functional MRI in a hypertensive arachnoid cyst. , Caruso, per la prima volta in letteratura, evidenzia le possibilità fornite dalla RM funzionale nella migliore comprensione della clinica delle cisti aracnoidee ipertensive.
Proprio dagli studi sulle cisti aracnoidee è scaturito nell attività di ricerca di Caruso un nuovo collaterale filone di indagine, quello sulla alterazione della dinamica liquorale.
Il principale dei lavori in questo settore è l articolo: Caruso R., Cervoni L.,Vitale A.M.,Salvati M. :"Idiopathic normal pressure hydrocephalus in adults:results of shunting correlated with clinical findings in 18 patients and review of the literature"- Neurosurg.Rev.20:104-107,1997.
In un lavoro pubblicato su Neurosurgery nel 2001, Idiopathic normal pressure hydrocephalus: a systematic review of diagnosis and outcome. , gli Autori Hebb AO e Cusimano MD selezionano per una studio meta-analitico il sopraccitato lavoro di Caruso et.al. insieme ad altri 43, fra centinaia e centinaia di articoli sulla specifica patologia, sulla base del rigore scientifico con il quale era stato condotta la ricerca.
Recentemente proprio su particolari aspetti patologici della dinamica liquorale ha pubblicato su riviste prestigiose nel settore neurochirurgico due articoli: 1. R Caruso, V Wierzbicki, L Marrocco, A Pesce, E Piccione A poorly known cerebrospinal fluid shunt complication: Miyazaki syndrome - World neurosurgery 84 (3), 834-838; 2. R Caruso, A Pesce, V Wierzbicki Starling resistor and Miyazaki syndrome - Child's Nervous System 32 (11), 2047-2047

Le patologie infettive di interesse neurochirurgico. A cavallo fra gli anni settanta e ottanta il prof.Caruso ha partecipato ad un gruppo di lavoro per la profilassi delle infezioni in camera operatoria che ha recato notevole giovamento all'attività clinica; da tale partecipazione è nato un interesse più in generale per le malattie infettive cerebrali nell'ambito neurochirurgico e quindi la pubblicazione di lavori sulla idatidosi, sull'actinomicosi, sulle complicanze ascessuali di interventi cerebrali.
Caruso ha rivolto la sua ricerca scientifica a partire da un lavoro del 1978 (:"Aneurismi micotici cerebrali:revisione della letteratura e presentazione di un caso" - Rivista di Radiologia 18:217-234,1978.) anche nel campo delle patologie vascolari di interesse neurochirurgico, instaurando rapporti di collaborazione con il genetista e con il neuroradiologo; in totale i lavori su tali argomenti sono 6, l ultimo è: Caruso R., Colonnese C., Elefante A., Innocenzi G., Raguso M., Gagliardi F.M. Use of spiral computerized tomography angiography in patients with cerebral aneurysm. Our experience. - J. Neurosurg. Sciences 2002;46 : 4-9

ELENCO DEGLI ARTICOLI PUBBLICATI DAL 2000 AD OGGI
A very rare case report of long-term survival: A patient operated on in 1994 of glioblastoma multiforme and currently in perfect health
R Caruso, A Pesce, V Wierzbicki
International Journal of Surgery Case Reports 33, 41-43

2017
Adjacent segment pathology: natural history or effect of anterior cervical discectomy and fusion? A 10-year follow-up radiological multicenter study using an evaluation scale of the ageing spine
A Pesce, V Wierzbicki, E Piccione, A Frati, A Raco, R Caruso
European Journal of Orthopaedic Surgery & Traumatology, 1-9

2017
Chondromyxoid Fibroma of the Skull Base: Our Experience with an Elusive Disease
G D'Andrea, A Pesce, G Trasimeni, V Wierzbicki, V Picotti, A Serraino, ...
Journal of Neurological Surgery Part A: Central European Neurosurgery

2017
Anterior-to-Posterior Migration of a Lumbar Disc Sequestration: Surgical Remarks and Technical Notes about a Tailored Microsurgical Discectomy
A Frati, A Pesce, M Palmieri, T Vangelista, R Caruso, M Salvati, A Raco
Case Reports in Surgery 2017
.
2017
Primary Lymphomas of the Skull Base from a Neurosurgical Perspective: Review of the Literature and Personal Experience
A Pesce, M Acqui, M Cimatti, R Caruso, V Wierzbicki, A Raco
Journal of Neurological Surgery Part A: Central European Neurosurgery 78 (01 ...

2017
Morgagni Spine Fractures-Dislocations per Anatomen Indagatis: Since the Dawn of Modern Medicine A Taxonomy and Pathomorphology Problem
A Pesce, A Frati, R Caruso, V Wierzbicki, A Raco
World Neurosurgery 96, 171-176

2016
Cerebellar hemisphere herniation in the neck: Case report of a very rare complication following a posterior fossa craniectomy
R Caruso, A Pesce, E Piccione, L Marrocco, V Wierzbicki
International Journal of Surgery Case Reports 29, 208-210
.
2016
Ancient Schwannoma of the Cauda Equina: Our Experience and Review of the Literature
V Wierzbicki, A Pesce, L Marrocco, E Piccione, A Frati, R Caruso
Case Reports in Surgery 2016

2016
Starling resistor and Miyazaki syndrome
R Caruso, A Pesce, V Wierzbicki
Child's Nervous System 32 (11), 2047-2047
.
2016
Surgical Approach to the Cavernous Sinus for a Trigeminal Schwannoma Resection: Technical Note and Case Report
R Caruso, A Pesce, V Wierzbicki, L Marrocco, E Piccione
Case Reports in Surgery 2016

2016
Gripping forceps double action for micro-neurosurgery
V Wierzbicki, A Pesce, R Caruso
Il Giornale di Chirurgia 37 (5), 224

2016
Preoperative Volumetric Assessment Matched with High-Field Intraoperative Magnetic Resonance Imaging-Guided Stereotactic Evacuation of Brain Abscesses
A Pesce, G D'Andrea, A Frati, V Wierzbicki, R Caruso, A Raco
World neurosurgery 91, 238-244

2016
How old is your cervical spine? Cervical spine biological age: a new evaluation scale
V Wierzbicki, A Pesce, L Marrocco, E Piccione, C Colonnese, R Caruso
European Spine Journal 24 (12), 2763-2770

2015
A poorly known cerebrospinal fluid shunt complication: Miyazaki syndrome
R Caruso, V Wierzbicki, L Marrocco, A Pesce, E Piccione
World neurosurgery 84 (3), 834-838

2015
Anterior approach to the cervical spine for treatment of spondylosis or disc herniation: Long-term results. Comparison between ACD, ACDF, TDR
R Caruso, A Pesce, L Marrocco, V Wierzbicki
Clin Ter 165 (4), e263-270

2014
Supratentorial endodermal cysts: review of literature and case report
R Caruso, M Artico, C Colonnese, L Marrocco, V Wierzbicki
Journal of Neurological Surgery Part A: Central European Neurosurgery 74 (06 ...

2013
Recurrent spinal epidural hematoma: case report
R Caruso, A Pesce, V Wierzbicki, L Marrocco
Neurochirurgie 59 (2), 105-107

2013
Neurotrophins, their receptors and KI-67 in human GH-secreting pituitary adenomas: an immunohistochemical analysis
M Artico, E Bianchi, G Magliulo, M De Vincentiis, E De Santis, A Orlandi, ...
International journal of immunopathology and pharmacology 25 (1), 117-125

2012
Migrating radicular pain caused by gas-collection in the lumbar epidural region: case report.
R Caruso
La Clinica terapeutica 162 (5), e139-40

2010
Intramedullary melanocytoma: case report and review of literature
R Caruso, L Marrocco, V Wierzbicki, M Salvati
Tumori 95 (3), 389

2009
Papilledema and tumours of the cauda equina: a case report.
R Caruso, L Marrocco, V Wierzbiki
La Clinica Terapeutica 159 (2), 83-85

2008
Intramedullary teratomas: Two case reports and a review of the literature
R Caruso, C Colonnese
Zentralblatt für Neurochirurgie 67 (04), 213-218

2006
Somatomotor functional MRI in a hypertensive arachnoid cyst
R Caruso, C Colonnese
Acta neurochirurgica 148 (7), 801-803

2006
Paragangliomas of the cauda equina. Report of one case and review of the literature.
R Caruso, V Wierzbicki, L Marrocco, M Salvati
Journal of experimental & clinical cancer research: CR 25 (2), 269-275

2006
Inhibition of cell growth by EGR-1 in human primary cultures from malignant glioma
A Calogero, V Lombari, G De Gregorio, A Porcellini, S Ucci, A Arcella, ...
Cancer cell international 4 (1), 1

2004
Use of spiral computerized tomography angiography in patients with cerebral aneurysm: Our experience/Comment
R Caruso, C Colonnese, A Elefante, G Innocenzi
Journal of neurosurgical sciences 46 (1), 4

2002
The early growth response gene EGR-1 behaves as a suppressor gene that is down-regulated independent of ARF/Mdm2 but not p53 alterations in fresh human gliomas (vol 7, pg 2788, 2001)
A Calogero, A Arcella, G DeGregorio, A Porcellini, D Mercola, CT Liu, ...
CLINICAL CANCER RESEARCH 8 (1), 299-299

2002
The early growth response gene EGR-1 behaves as a suppressor gene that is down-regulated independent of ARF/Mdm2 but not p53 alterations in fresh human gliomas
A Calogero, A Arcella, G De Gregorio, A Porcellini, D Mercola, C Liu, ...
Clinical Cancer Research 7 (9), 2788-2796

2001
Human herpesvirus 6 infection in neoplastic and normal brain tissue
L Cuomo, P Trivedi, MR Cardillo, FM Gagliardi, A Vecchione, R Caruso, ...
Journal of medical virology 63 (1), 45-51

2001
Egr-1 is a tumor suppressor inhibited in fresh humangliomas strictly alternative to p53 mutation
C Antonella, A Antonietta, DG Giorgia, M Dan, L Vincenza, G Franco, ...
CANCER GENE THERAPY 8, S6-S6

2001
Cavernous angiomas of the nervous system in Italy: clinical and genetic study
F Squitieri, V Maglione, MG Buzzi, E Nargi, A Novelletto, M Cannella, ...
Neurological Sciences 21 (3), 129-134

2000

ATTIVITA ASSISTENZIALE

Il prof. Caruso dal 1975 al 1995 ha svolto l'attività clinico-assistenziale sempre presso il reparto uomini della I Cattedra di Neurochirurgia dell'Università degli Studi di Roma "La Sapienza" diretta prima dal Prof.B.Guidetti e successivamente dal Prof.G.P.Cantore.
Nel 1977 ha effettuato il Tirocinio Pratico Ospedaliero per l idoneità ad assistente, sempre presso la sopracitata Cattedra, con giudizio ottimo.
Dal 1991 ha svolto le funzioni di aiuto.
Dall'agosto 1995 al maggio 2004 è stato aiuto-dirigente primo livello nel reparto di Neurochirurgia (primario il Prof. F.M. Gagliardi) dell'Istituto Neurologico Mediterraneo (Neuromed), Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico, nell'ambito di una convenzione fra l'Università "La Sapienza" e la Regione Molise.
Dal 1° giugno 2004 al 26 aprile 2016 è stato dirigente di secondo livello di Neurochirurgia presso il Policlinico Militare del Celio nell ambito di una convenzione fra Esercito e Sapienza Università di Roma. In tale ruolo e` stato promotore di una Convenzione di Sperimentazione Gestionale e Assistenziale tra Comando Logistico dell Esercito, Policlinico Militare di Roma, Sapienza Universita` di Roma, Azienda Policlinico Umberto Primo e Regione Lazio; la sperimentazione e` iniziata nel marzo 2010 e ha avuto la durata di tre anni.
Il Prof. Caruso ha partecipato presso il Policlinico Umberto Primo di Roma, presso il Neuromed del Molise e attualmente al Policlinico Militare di Roma a tantissimi interventi neurochirurgici, il 40% circa dei quali a livello cranico.
Ha avuto la fortuna di operare con maestri del calibro del Prof. Guidetti e del Prof. Cantore e con altri insigni ed esperti neurochirurghi come i Proff. Gagliardi, Fraioli, Palma, Delfini, Di Lorenzo.
Dal 1989 l'attività chirurgica da primo operatore è divenuta man mano più in intensa e sempre più qualificata; attualmente come primo operatore ha effettuato oltre 4000 interventi neurochirurgici, affrontando con ottimi risultati praticamente tutte le principali patologie neurochirurgiche.
Deve essere infine sottolineato che il Prof. Caruso, per la funzione di ROLE 4 che riveste il Policlinico Militare di Roma, ha sviluppato negli ultimi anni una particolare competenza nell assistenza neurochirurgica dei militari feriti nelle missioni italiane all estero