Skip to content

Ingegneria delle Comunicazioni - Obiettivi formativi - Autonomia di giudizio

Gli insegnamenti caratterizzanti a carattere più applicativo e professionalizzante presenti nel piano di studi consentono, con lo svolgimento esercitazioni individuali e di gruppo, di sviluppare la capacità di selezionare, elaborare ed interpretare dati per l'analisi prestazionale di sistema. Nel piano di studi trovano anche collocazione attività in cui gli studenti possono applicare le teorie a loro presentate, anche, eventualmente, con la presenza di professionisti esterni all'Università operanti in aziende, agenzie o enti del settore. Si potranno allora sviluppare le capacità di lavorare in gruppo, di selezionare informazioni rilevanti, di prendere coscienza anche delle implicazioni sociali ed etiche delle attività in studio. Eventuali visite guidate in realtà industrialii, lo svolgimento della tesi presso agenzie, aziende o enti del settore, la partecipazione a workshop e a seminari a carattere più marcatamente scientifico, economico, etico e la possibilità di poter percorrere anche all'estero una parte del proprio percorso formativo sono ulteriori occasioni per sviluppare in modo autonomo le proprie capacità decisionali e di giudizio. In conclusione il laureato magistrale in ICOM ha la capacità di analizzare e progettare sistemi complessi, valutandone non solo gli aspetti tecnici e scientifici, la anche quelli organizzativi, economici, sociali ed etici.
I principali strumenti di verifica di acquisizione di queste abilità sono tesine, lavori preparati individualmente o in gruppo, su argomenti specifici e soprattutto l'elaborato della tesi finale.