Skip to content

Ingegneria Informatica e Automatica - Insegnamenti - Regolamento didattico

Regolamento Didattico del Corso di Laurea
in
Ingegneria Informatica e Automatica
Classe L8 Ingegneria dell’Informazione
Ordine degli Studi 2016/2017

Obiettivi formativi specifici

Il laureato in Ingegneria Informatica e Automatica deve conoscere il funzionamento dei sistemi complessi che caratterizzano la società dell'informazione e i principi e i paradigmi di funzionamento e di progettazione dei sistemi per l'elaborazione dell'informazione e per i sistemi che operano in condizioni di autonomia. Deve inoltre essere in grado di contribuire alla progettazione di soluzioni innovative utilizzando tecniche e strumenti dedicati e saper valutare l'impatto delle soluzioni proposte nel contesto economico-sociale.

Il laureato in Ingegneria Informatica e Automatica deve avere una preparazione, sia nelle scienze di base (matematica, fisica, chimica) sia nelle scienze d’ingegneria, che gli consente di interagire con gli specialisti di tutti i settori dell'ingegneria e dell'area economico-gestionale, in particolare con le altre figure professionali del settore dell'informazione. Inoltre, il laureato in Ingegneria Informatica ed Automatica deve possedere una conoscenza approfondita sia metodologica che pratica, disporre degli strumenti cognitivi di base per un aggiornamento continuo, anche attraverso lo studio individuale, deve, inoltre, conoscere le proprie responsabilità professionali ed etiche. Il percorso formativo è stato pertanto definito con la convinzione che, per la formazione di un buon ingegnere informatico e automatico, siano necessarie una solida cultura di base e delle discipline dell'ingegneria dell'informazione, specifiche conoscenze informatiche ed automatiche, e un'adeguata attività pratica. A questo riguardo è previsto un significativo numero di crediti formativi da acquisire in laboratorio e con specifiche attività di progetto.

Il laureato in Ingegneria Informatica e Automatica deve inoltre acquisire competenze specifiche nell’ambito dell’Ingegneria Informatica o dell’Ingegneria Automatica. Nel primo caso, queste riguarderanno l’analisi, la progettazione e la gestione di sistemi informatici hardware/software e di applicazioni informatiche in diversi settori dei servizi e della produzione. Nel secondo caso, le competenze acquisite riguarderanno l’analisi e la progettazione di sistemi che operano in condizione di autonomia: i sistemi robotici, di navigazione aerea e spaziale, i sistemi automatici per la produzione e gestione di beni, servizi e delle risorse ambientali, i sistemi per l’analisi il controllo nelle applicazioni biomediche, sono solo alcune esemplificazioni.

Conoscenze richieste per l’accesso e crediti riconoscibili

Per essere ammessi al corso di Laurea occorre essere in possesso di un diploma di scuola secondaria superiore, ovvero di altro titolo di studio conseguito all’estero, riconosciuto idoneo. È richiesta altresì capacità logica, un’adeguata preparazione nelle scienze matematiche, nonché una corretta abilità nell’impiego della lingua italiana.

Il corso di Laurea in Ingegneria Informatica e Automatica prevede il numero programmato. L’immatricolazione è quindi subordinata al superamento una prova di ingresso.

Per verificare il possesso delle conoscenze richieste per l’accesso, la Facoltà si avvale di una prova di ingresso; a tal fine sarà emanato un apposito bando nella sezione dedicata del sito dell’ateneo http://corsidilaurea.uniroma1.it/?field_codice_facolta_value=06 contenente tutti gli adempimenti e le regole da rispettare per prendere parte alla prova.
La prova consiste nella soluzione di quesiti a risposta multipla relativi alle aree della Logica, della Matematica e della Comprensione della lingua italiana.

Sulla base del punteggio conseguito nel test di accesso, agli studenti potranno essere attribuiti obblighi formativi aggiuntivi (OFA) da assolvere entro il primo anno di corso (entro il 31 ottobre 2017). Il punteggio sotto il quale dovranno essere assegnati gli OFA e le modalità per il loro assolvimento saranno definiti dal Corso di Studio dopo la pubblicazione delle graduatorie

Descrizione del percorso formativo

Il percorso formativo in Ingegneria Informatica e Automatica prevede una parte iniziale del curriculum riservata alle discipline di base, una parte riservata alle discipline caratterizzanti e una differenziazione relativa alle tre figure professionali di riferimento nella parte finale. Il percorso formativo si articola in tre curricula:

• Ingegneria Informatica
• Ingegneria Automatica
• Sistemi Informatici

Il curriculum in “Sistemi Informatici” si differenzia da quello in “Ingegneria Informatica” per gli ulteriori contributi alla preparazione nel saper fare, attraverso uno Stage, tipicamente svolto in un contesto lavorativo aziendale. Questo lo rende maggiormente pronto ad essere inserito nel mondo del lavoro direttamente alla fine del percorso di studio.

La struttura del curriculum è definita come segue:
• Insegnamenti obbligatori (105 crediti) di cui 54 crediti di attività formativa di base, 27 crediti di attività formativa caratterizzanti e 24 crediti di attività formativa affini
• Crediti caratterizzanti del curriculum in Ingegneria Informatica (51 crediti)
• Crediti caratterizzanti del curriculum in Ingegneria Automatica (51 crediti)
• Crediti caratterizzanti del curriculum in Sistemi Informatici (45 crediti)
• Insegnamenti a scelta dello studente (12 crediti)
• Insegnamenti a carattere progettuale per tutti i curriculum (6 crediti a scelta)
• Crediti dedicati allo Stage del curriculum in Sistemi Informatici (6 crediti)
• Lingua straniera (3 crediti)
• Prova Finale (3 crediti)

Tutti gli studenti del Corso di Laurea devono sostenere un prova di idoneità di lingua inglese. Alla verifica della lingua straniera sono attribuiti 3 CFU. La verifica della conoscenza della lingua viene effettuata mediante una prova scritta e/o orale.

Per ciascun insegnamento possono essere previste lezioni frontali, esercitazioni, laboratori, lavori di gruppo, e ogni altra attività che il docente ritenga utile alla didattica. La verifica dell’apprendimento relativa a ciascun insegnamento avviene di norma attraverso un esame (E) che può prevedere prove orali e/o scritte secondo modalità definite dal Docente e comunicate insieme al programma. Per alcune attività non è previsto un esame ma un giudizio di idoneità (I) anche in questo caso le modalità di verifica sono definite dal docente.

Il corso di Laurea in Ingegneria Informatica e Automatica, fa parte di una Rete italo francese per l'acquisizione del doppio-titolo presso selezionate Università e "Grandes Ecoles" di Parigi, Grenoble, Tolosa, Nantes e Nizza. L'accordo tra l’Università degli Studi di Roma La Sapienza e gli Istituti francesi, aggiornato al DM 270, definisce le modalità operative e la lista dei titoli che possono essere acquisiti presso ciascuno degli Istituti che partecipano all'accordo www.dis.uniroma1.it/progint

Il corso di Laurea in Ingegneria Informatica e Automatica offre ai propri allievi il percorso di eccellenza con lo scopo di valorizzare la formazione degli studenti iscritti, meritevoli ed interessati ad attività di approfondimento e di integrazione culturale. Il percorso di eccellenza consiste in attività formative aggiuntive a quelle del corso di studio al quale è iscritto lo studente. Il complesso di tali attività non dà luogo al riconoscimento di crediti utilizzabili per il conseguimento dei titoli universitari rilasciati dall'Università “La Sapienza”. L'accesso al percorso di eccellenza avviene al termine del primo anno di corso, su domanda dello studente, che deve essere in possesso dei requisiti minimi illustrati nel seguito. Ad ogni studente verrà assegnato un tutore. Le modalità di accesso e le attività specifiche per il percorso di eccellenza saranno definite nel sito web del corso.

Caratteristiche della prova finale

La prova finale per i curricula di Ingegneria Informatica e di Ingegneria Automatica consiste nella presentazione ad una commissione appositamente costituita di un’attività progettuale. La presentazione è composta di una relazione scritta e da un’ulteriore prova. La prova finale per il curriculum Sistemi Informatici consiste nella presentazione delle attività svolte durante il tirocinio ad una commissione appositamente costituita. La presentazione è composta di una relazione scritta che descriva in modo dettagliato le attività svolte durante il tirocinio e di una prova orale in cui il laureando ne presenti in modo sintetico gli aspetti principali e da un’ulteriore prova.

Sbocchi occupazionali e professionali previsti per i laureati

La professionalità del laureato in Ingegneria Informatica e Automatica ha una notevole rilevanza sociale e un significativo impatto economico-industriale. In particolare, le competenze della figura professionale di riferimento mirano al soddisfacimento della crescente domanda di personale in grado di organizzare la conduzione, la gestione e la manutenzione di sistemi informatici ed automatici nell’industria e nei servizi.
Gli sbocchi professionali del laureato in Ingegneria Informatica e Automatica sono aziende, enti e istituti (pubblica amministrazione, finanza, industria, commercio ecc.), che realizzano e forniscono servizi che si avvalgono di tecnologie informatiche e sistemi per l’automazione nei processi produttivi o che realizzano prodotti innovativi, basati su componenti informatici o automatici. Ulteriori prospettive di lavoro sono nell’ambito di aziende di ingegneria per l'integrazione, nell’imprenditoria, e la consulenza aziendale e nella libera professione. Alcune figure professionali specifiche sono qui elencate, divise per aree:
- Sistemi software: progettista /analista/programmatore/manutentore;
- Linguaggi ed ambienti di produzione software: progettista/istallatore/manutentore;
- Sistemi dedicati: progettista/programmatore/tecnico;
- Sistemi di controllo: progettista/istallatore/manutentore;
- Strumentazione e sistemi per l’automazione: analista/progettista/manutentore;
- Consulente per l’integrazione aziendale;
- Applicazioni software: progettista/analista/programmatore/manutentore dell'applicazione;
- Sistemi web: progettista/installatore/realizzatore/manutentore del servizio;
- Sistemi informativi: analista/realizzatore/manutentore del sistema;
- Vendite/assistenza a utenti: tecnico commerciale/tecnico di assistenza.

Studenti Part-time

Gli immatricolati e gli studenti del corso di studio che sono impegnati contestualmente in altre attività possono richiedere di fruire dell’istituto del part-time e conseguire un minor numero di CFU annui, in luogo dei 60 previsti. Le norme e le modalità relative all’istituto del part-time sono indicate nel Regolamento di Ateneo. Per la regolazione dei diritti e dei doveri degli studenti part-time si rimanda alle norme generali stabilite.

Norme relative alle iscrizioni ad anni successivi per studenti provenienti da altro corso di laurea o altro ateneo

Per iscriversi al secondo anno del corso di studi lo studente proveniente da altro corso di laurea o altro ateneo deve aver acquisito almeno 24 dei crediti previsti per il primo anno.
Per iscriversi al terzo anno del corso di studi lo studente proveniente da altro corso di laurea o altro ateneo deve aver acquisito almeno 69 dei crediti previsti per il primo ed il secondo anno.

Studenti immatricolati ad ordinamenti precedenti

Per gli studenti che devono completare gli studi nell’ordinamento 509/99 o precedenti il Consiglio d’Area Didattica ha definito le corrispondenze dei corsi previsti nel vecchio ordinamento nell’ambito della nuova offerta formativa in base al curriculum dello studente.
Trasferimenti

Gli studenti che intendono trasferirsi al Corso di Laurea in Ingegneria Informatica e Automatica devono presentare domanda e completare le procedure amministrative indicate alla pagina http://www.uniroma1.it/node/5964. Il Consiglio di Area Didattica, nel rispetto dell'ordinamento didattico e dei contenuti formativi del Corso di Laurea Ingegneria Informatica e Automatica, terrà conto del percorso già svolto per la definizione del percorso formativo dello studente.

Periodi di studio all’estero

I corsi seguiti nelle Università Europee o estere, con le quali la Facoltà di Ingegneria dell’Informazione, Informatica, Statistica ha in vigore accordi, progetti e/o convenzioni, vengono riconosciuti secondo le modalità previste dagli accordi.
Gli studenti possono, previo autorizzazione del consiglio del Corso di Laurea, svolgere un periodo di studio all’estero nell’ambito del progetto LLP Erasmus.
In conformità con il Regolamento didattico di Ateneo nel caso di studi, esami e titoli accademici conseguiti all’estero, il Corso di Laurea esamina di volta in volta il programma ai fini dell’attribuzione dei crediti nei corrispondenti settori scientifici disciplinari.

Programmi e materiali didattici: Il programma dei corsi e materiali didattici e informativi sono consultabili sul sito internet: http://cclii.dis.uniroma1.it

Servizi di tutorato: I docenti Bruno Ciciani, De Giacomo Giuseppe, Fabrizio d’Amore, Monaco Salvatore svolgono attività di tutorato e orientamento, secondo le modalità e gli orari indicati su sito del Corso di Laurea. Inoltre il Corso di Laurea, compatibilmente alle risorse economiche, si avvale dei servizi di tutorato messi a disposizione dalla Facoltà, utilizzando anche appositi contratti integrativi.

Valutazione della qualità: Il Corso di Laurea, in collaborazione con la Facoltà, effettua la rilevazione dell’opinione degli studenti frequentanti per tutti i corsi di insegnamento tenuti. Il sistema di rilevazione è integrato con un percorso qualità la cui responsabilità è affidata al gruppo di auto-valutazione, docenti, studenti e personale del corso di studio. I risultati delle rilevazioni e delle analisi del gruppo di auto-valutazione sono utilizzati per effettuare azioni di miglioramento delle attività formative.