Skip to content

Il numero di cfu assegnato all'ambito AAF sottolinea il particolare rilievo dato alle esperienze dirette dello studente attraverso partecipazione a scavi e ricerche sia a Roma che in altre zone d'Italia e all'estero. Attività di laboratorio vengono programmate presso i musei dell'Ateneo e presso i settori di ricerca applicata pertinenti ad alcune Cattedre, in cui gli studenti acquisiscono competenze di catalogazione, archiviazione etc. di qualsiasi dato documentale, rilevamento e gestione cartografica delle strutture archeologiche con strumenti sia tradizionali che informatici (laboratori di autocad, laboratori di informatica applicata alla archeometria e al GIS).
E' prevista la partecipazione degli studenti ai programmi di ricerca svolti in collaborazione con le Soprintendenze archeologiche e Università ed Enti Culturali stranieri, sia come esercitazioni pratiche che come stages.
Tali attività, contestuali al percorso di studio, mettono lo studente in grado di orientarsi criticamente nella scelta dei metodi nel momento dell'applicazione della ricerca.
In questo ambito gli studenti sono anche invitati ad acquisire conoscenze linguistiche di base anche in altre lingue dell'UE, che permettano loro di affrontare le diverse bibliografie specialistiche