Skip to content

Il corso di laurea si prefigge di fornire al laureato in ingegneria chimica una preparazione solida nelle scienze di base (matematica, fisica e chimica) che gli metta a disposizione conoscenze e strumenti metodologici per comprendere, affrontare e risolvere le problematiche dell’ingegneria, nelle scienze generali dell'ingegneria (elettrotecnica, macchine, materiali e scienza delle costruzioni), in modo da potere di interagire con i laureati negli altri settori dell'ingegneria industriale e un’altrettanto solida conoscenza dei fondamenti dell’ingegneria chimica. La formazione in ingegneria chimica è indirizzata alla gestione delle trasformazioni chimico-fisiche dei materiali, resa possibile dalla capacità di selezionare le tipologie dei processi, le condizioni operative e le apparecchiature in cui realizzarli. Vengono quindi fornite le conoscenze di chimica applicata, chimica industriale organica e dei processi chimici, integrate dagli strumenti metodologici relativi alla termodinamica, ai fenomeni di trasporto, alle operazioni d separazione e alla progettazione ed alla gestione degli impianti. Il solido patrimonio di conoscenze conseguito consente al laureato in Ingegneria chimica di affrontare le problematiche ordinarie di impianti e processi del settore, ma lo mette anche in grado di reperire ed utilizzare le informazioni necessarie alla risoluzione di casi più complessi.