Skip to content

Statistica, economia e società - Insegnamenti - Regolamento didattico

Regolamento Didattico del Corso di Laurea in
Statistica economia e società
Classe L-41 Statistica
Ordine degli Studi 2017/2018
Anni attivati: I, II e III

Obiettivi formativi specifici

Il corso in Statistica, economia e società forma in un triennio un laureato con una solida preparazione formale e metodologica basata sulla statistica, la matematica, la probabilità e un altrettanto solida preparazione nelle discipline sostantive - economia, sociologia e demografia indispensabili per affrontare lo studio dei fenomeni che investono la popolazione e la società e che hanno le famiglie e gli individui come protagonisti. L’integrazione tra il metodo statistico e le conoscenza acquisite nei diversi campi delle scienze sociali mira a formare un laureato con una preparazione ad ampio raggio, in grado di adattarsi con la necessaria flessibilità alle richieste del mercato del lavoro. Sia che l’orizzonte dello studente sia quello di proseguire con il successivo ciclo di studi, sia che preveda lo sbocco sul mercato del lavoro già al termine del primo triennio, la formazione acquisita mette il laureato nelle migliori condizioni per condurre analisi e studi in campo economico e sociale.
Lo studente, dopo aver effettuato un percorso comune, ha la possibilità di scegliere tra due diversi percorsi di approfondimento: più orientato a sviluppare le tematiche economiche, il primo, più orientato all’analisi dei fenomeni demografici e sociali, il secondo. In entrambi i casi l’accento è posto sulle opportunità offerte dal metodo quantitativo per la comprensione e la previsione dei comportamenti umani. Nel percorso orientato all’economia, sono affrontati i problemi relativi all’economia italiana e internazionale, sia da un punto di vista storico, sia da quello della situazione attuale. Nel percorso orientato alle problematiche socio-demografiche, si privilegia un’ottica territoriale e comparativa che si dimostra particolarmente utile per analizzare e comprendere le mutazioni sociali in atto, caratterizzate, appunto, da forti squilibri territoriali.

Conoscenze richieste per accesso e crediti riconoscibili

Per essere ammessi al corso di Laurea occorre essere in possesso di un diploma di scuola secondaria superiore, ovvero di altro titolo di studio conseguito all'estero, riconosciuto idoneo. E’ anche richiesta una buona capacità logica, un'adeguata preparazione nelle scienze matematiche, nonché una buona conoscenza della lingua italiana.
Per verificare il possesso delle conoscenze richieste per l'accesso, la Facoltà si avvale di una prova di ingresso per la quale verrà emanato un apposito bando contente tutte gli adempimenti e le regole da rispettare per prendere parte al test.
Il test a risposta multipla conterrà domande di matematica e di italiano. Nel caso di verifica non positiva, secondo quanto indicato nel bando, allo studente potranno essere attribuiti obblighi formativi aggiuntivi (OFA) da assolvere entro il primo anno di corso (entro il 31 ottobre 2018). Tali obblighi formativi aggiuntivi saranno definiti dal corso di studio dopo la pubblicazione delle graduatorie e comunicate entro la data di inizio dei corsi.

Descrizione del percorso

Gli obiettivi formativi della laurea in Statistica economia e società si concretizzano in un percorso di studi caratterizzato da quattro aree tematiche:
- area matematica, comune a tutte le lauree della classe Statistica della Facoltà, nella quale si acquisiscono gli strumenti matematici che permetteranno di affrontare proficuamente gli argomenti sviluppati nella altre materie;
- area statistica, comune a tutte le lauree della classe Statistica della Facoltà in cui si acquisiscono i contenuti fondamentali delle materie che qualificano le lauree della classe Statistica
- area economica che permette di acquisire gli strumenti essenziali per comprendere i principali concetti economici (prezzi, mercati, concorrenza, regolamentazione etc.)
- area socio-demografica che permette di affrontare gli aspetti più importanti relativi all’analisi della società attuale e ai problemi legati alla crescita della popolazione.

Per conseguire la laurea lo studente deve acquisire 180 crediti nelle attività formative previste nei tre anni di corso. In particolare, 135 crediti sono attribuiti ai moduli didattici obbligatori nei quali oltre ai temi dell’area matematica e statistica sono inseriti moduli didattici nei campi: informatico, probabilistico, economico e sociodemografico; 18 crediti a moduli didattici scelta dello studente in un gruppo di moduli didattici; 12 crediti a moduli didattici a scelta libera; 6 crediti alle attività formative di cui all’art. 10 comma 5, lettera d (corsi di lingua, partecipazione a laboratori, seminari o tirocini); 3 crediti alla preparazione del test di verifica della conoscenza di almeno una lingua straniera comunitaria; 6 crediti alla prova finale.

Caratteristiche della prova finale

La prova finale, alla quale sono attribuiti 6 crediti, consiste nella preparazione e discussione, nelle forme definite in un apposito Regolamento, di una sintetica relazione scritta sviluppata autonomamente dallo studente su tematiche caratterizzanti il corso di laurea. Le modalità di preparazione della relazione scritta devono essere concordate con un docente di riferimento che svolge il ruolo di supervisore.

Sbocchi occupazionali e professionali previsti per i laureati

Gli sbocchi professionali del laureato in Statistica, economia e società sono quelli per cui è richiesta, oltre a una buona conoscenza dei metodi statistici, anche la capacità di affrontare in modo adeguato lo studio e la comprensione di fenomeni sociali ed economici. La caratteristica del corso di mirare a una formazione integrata, in grado di orientarsi nei diversi ambiti del sociale, assistita da una solida base metodologica e da una buona padronanza degli strumenti informatici, garantiscono al laureato una buona flessibilità per adattarsi alle mutevoli esigenze del mercato del lavoro. Già con una laurea di primo livello, si può prevedere l’inserimento del laureato in Statistica, economia e società in amministrazioni, aziende, agenzie e istituti di ricerca che operano nel campo dell’analisi dei bisogni di famiglie e individui; nelle organizzazioni del terzo settore; negli enti territoriali - comuni, province e regioni, aziende sanitarie (ASL); in tutte le strutture della rete del Sistema Statistico Nazionale (Sistan), tanto a livello nazionale che territoriale.

Norme relative alla frequenza

Non sono previsti specifici obblighi di frequenza.

Norme relative ai passaggi ad anni successivi.

L'ammissione agli anni successivi al primo anno è regolata dalle norme generali del Manifesto degli studi della Sapienza.

Studenti immatricolati ad ordinamenti precedenti, provenienti da altri corsi o in possesso di altri titoli di studio universitari

Il Consiglio d’Area definirà i criteri per il riconoscimento dei crediti acquisiti e fornirà indicazioni per la presentazione di un piano di studi individuale che, nel rispetto dell'ordinamento didattico, tenga conto del percorso già svolto.

Info generali

Programmi e materiali didattici: Il programma dei corsi e materiali didattici e informativi sono consultabili sul portale degli studenti, scheda del corso di laurea: http://www.uniroma1.it/node/17028

Tutti i docenti del Corso di Laurea svolgono attività di tutorato disciplinare a supporto degli studenti, negli orari pubblicati sul sito del Dipartimento di Scienze statistiche: http://www.dss.uniroma1.it/dipartimento/persone/docenti?title=

Valutazione della qualità: Il Corso di Laurea, in collaborazione con la Facoltà, effettua la rilevazione dell’opinione degli studenti frequentanti per tutti i corsi di insegnamento tenuti. Il sistema di rilevazione è integrato con un percorso qualità la cui responsabilità è affidata al gruppo di auto-valutazione, docenti , studenti e personale del corso di studio. I risultati delle rilevazioni e delle analisi del gruppo di auto-valutazione sono utilizzati per effettuare azioni di miglioramento delle attività formative.