Skip to content

Archivistica e biblioteconomia - Sbocchi lavorativi

Profilo: Il corso prepara alla professione di archivista e bibliotecario, e in generale di operatore qualificato nella gestione di sistemi documentari, servizi bibliotecari e documentazione.
Funzioni: L'archivista:
• svolge attività di ricerca scientifica nel settore di competenza, individuando natura, provenienza, autenticità e rilevanza di archivi, raccolte di documenti e singoli documenti, su qualsiasi supporto;
• determina e cura l'applicazione dei metodi di riordinamento di archivi e raccolte di documenti in base alle peculiarità archivistiche istituzionali e storiche, nonché l’applicazione dei metodi di elaborazione e redazione dei relativi strumenti di ricerca;
• svolge interventi di ricognizione, riordinamento, conservazione e valorizzazione di archivi e raccolte di documenti;
• svolge attività di assistenza scientifica all'utenza per le ricerche archivistiche;
• elabora i piani di selezione dei documenti d'archivio con valore permanente e cura la descrizione dei documenti proposti per lo scarto nei casi previsti.
Il bibliotecario:
• svolge attività di ricerca scientifica nel settore di competenza, individuando caratteristiche e rilevanza di beni e raccolte librarie e documentarie su qualsiasi supporto;
• svolge attività di inventariazione e catalogazione di materiale librario e documentario su qualsiasi supporto sia pubblicato, tradotto o diffuso;
• pianifica l'incremento delle raccolte librarie e documentarie;
• organizza le raccolte attraverso l'adozione di metodologie di catalogazione e indicizzazione applicate alle diverse tipologie di materiale, sia esso manoscritto o a stampa, sia esso consistente in riproduzioni fotografiche o registrazioni magnetiche, audiovisive o informatiche;
• cura l'elaborazione e la diffusione primaria dell’informazione finalizzata alla conoscenza e alla fruizione dei beni librari, anche promuovendo iniziative di diffusione del libro e della lettura;
• svolge attività di consulenza e di assistenza scientifica al pubblico per facilitare la conoscenza delle raccolte librarie e documentarie e l'accesso alle opere, in sede o remoto, con strumenti tradizionali e sistemi informativi avanzati.
L’archivista o il bibliotecario:
• organizza e coordina manifestazioni, mostre, convegni e seminari con finalità scientifiche e di divulgazione della cultura, ivi compresi programmi educativi riferiti al settore di competenza e finalizzati alla formazione culturale permanente del cittadino;
• cura le attività editoriali connesse al suo settore di competenza (guide, cataloghi, repertori, strumenti professionali specifici, testi scientifici), anche in relazione con l'eventuale attività didattica e di formazione culturale permanente.

Competenze: - Archivista
- Bibliotecario
- Operatore qualificato nella gestione di sistemi documentari, bibliotecari e di documentazione.
In generale, impieghi in posizione di responsabilità presso le istituzioni preposte alla gestione, tutela, conservazione e valorizzazione del patrimonio culturale in genere e, in particolare, di quello archivistico e librario, nonché presso tutti gli enti privati e pubblici che per le loro esigenze di gestione e funzionamento devono avvalersi delle competenze di archivisti, bibliotecari e documentalisti.

Sbocchi professionali: Le possibilità occupazionali sono offerte dalle istituzioni preposte alla gestione, tutela, conservazione e valorizzazione del patrimonio culturale in genere e in particolare di quello archivistico e librario.
Ulteriori sbocchi occupazionali sono forniti anche da aziende con finalità culturali ed editoriali, nonché da tutti quegli enti privati (archivi e biblioteche di privati o di Fondazioni, Camere di commercio, associazioni industriali e di categoria, ASL, archivi notarili, istituti bancari, sedi sindacali e di partiti politici ecc.) e pubblici (Regioni, Province, Comuni, Comunità montane e Città metropolitane) che per le proprie esigenze di gestione e funzionamento devono avvalersi delle competenze di archivisti, bibliotecari e documentalisti, con adeguata formazione sia nelle metodologie tradizionali, sia nelle tecniche più avanzate, con competenze che spaziano dai materiali antichi e di pregio ai documenti immateriali o su supporto audiovisivo.
Inoltre, la laurea magistrale in Archivistica e Biblioteconomia dà titolo per concorrere all’ammissione alla Scuola di Specializzazione in Beni archivistici e librari dell’Università di Roma La Sapienza, unica sul territorio italiano, nonché all'accesso ai Dottorati di ricerca nelle Scienze del libro e del documento attivati sul territorio nazionale; la normativa vigente (l. n. 29/2001) prevede infatti il conseguimento di un diploma di specializzazione o del Dottorato di ricerca in discipline pertinenti successivo alla laurea magistrale per l’accesso della carriera direttiva nelle amministrazioni statali del settore archivistico e bibliotecario.