Architettura - Rigenerazione urbana - Insegnamenti - Descrizione del percorso di formazione

Il CdLm in “Architettura - Rigenerazione urbana” ha l’obiettivo di costruire un nuovo percorso formativo e culturale – comunque coerente con il quadro normativo regolamentare di riferimento e con gli obiettivi formativi qualificanti della classe LM4 “Architettura e Ingegneria Edile-Architettura” – che risponda alla esigenza di un nuovo profilo di architetto inserito a pieno titolo, in termini culturali e professionali, e non meramente formali, nel contesto europeo, contesto in cui, come si è visto, i temi della rigenerazione urbana svolgono, senza dubbio, un ruolo di particolare rilevanza, così come anche reso evidente a fronte delle principali questioni individuate nell’Agenda urbana europea e internazionale, nonché, più recentemente, anche nell’Agenda urbana nazionale in via di definizione.
Il curriculum del CdLm è unico e le attività formative previste sono articolate in attività caratterizzanti e affini o integrative.
Le attività caratterizzanti riguardano gli ambiti disciplinari della Progettazione urbanistica e pianificazione territoriale, delle Discipline tecnologiche per l’architettura e la produzione edilizia, della Progettazione architettonica e urbana, dell’Analisi e progettazione strutturale dell'architettura, delle Discipline storiche per l'architettura, delle Discipline estimative per l’architettura e l’urbanistica, della Rappresentazione dell'architettura e dell'ambiente, delle Teorie e tecniche per il restauro architettonico, delle Discipline fisico tecniche ed impiantistiche per l’architettura, delle Discipline economiche, sociali, giuridiche per l’architettura.
Per le attività affini o integrative si punta sull’acquisizione di ulteriori conoscenze applicative nel campo della Tecnologia dell’Architettura ICAR/12, del Disegno industriale ICAR/13, del Disegno ICAR/17, della Tecnica e Pianificazione Urbanistica ICAR/20, dell’Urbanistica ICAR/21, della Botanica ambientale e applicata BIO/03 e dell’Ecologia BIO/07, della Geotecnica ICAR/07, dell’Economia applicata SECS‐P/06, dell’Economia aziendale SECSP/07, della Sociologia dell’Ambiente e del territorio SPS/10.
Lo studente avrà la possibilità, attraverso gli insegnamenti a scelta e la prova finale, di personalizzare la propria formazione.
Il percorso formativo si struttura intorno all’esperienza del progetto, inteso come dimensione sperimentale nei suoi aspetti teorici e operativi, ed è articolato in Laboratori Monodisciplinari, Laboratori Integrati e Corsi Monodisciplinari.
La maturazione delle abilità progettuali si persegue all’interno dei Laboratori, strutture didattiche di sperimentazione, a carattere applicativo e progettuale, che riproducono le complessità dei processi di rigenerazione urbana e consentono agli studenti di formarsi nell’ottica del lavoro interdisciplinare.
Il percorso di studi prevede, al I anno, un’offerta didattica erogata attraverso:
- 3 Laboratori Integrati con una disciplina progettuale portante (Tecnologia dell’Architettura ICAR/12, Design ICAR/13 e Urbanistica ICAR/21) integrata da moduli di altre discipline (Fisica tecnica ambientale ING IND/11, Disegno ICAR/17, Diritto Amministrativo IUS/10);
- 1 Laboratorio Monodisciplinare in Tecnica delle Costruzioni ICAR/09;
- 1 Corso Monodisciplinare nella disciplina Storia dell’Architettura ICAR/18.
- 1 corso a scelta dello studente

Nel II anno sono previsti:
- 1 Laboratorio Monodisciplinare in Progettazione Architettonica ICAR/14;
- 1 Laboratorio Monodisciplinare di Restauro SSD ICAR/19;
- 2 Laboratori Monodisciplinari per approfondire la dimensione sperimentale della rigenerazione urbana, rispettivamente nell’ambito del SSD ICAR/21 e del SSD ICAR/12;
- 1 Corso Monodisciplinare nella disciplina di Estimo ICAR/22.

Il Regolamento didattico del Corso di Studio definirà, nel rispetto dei limiti normativi, la quota dell’impegno orario complessivo a disposizione dello studente per lo studio personale o per altre attività formative di tipo individuale.