Skip to content

Architettura - Rigenerazione urbana - Obiettivi formativi - Autonomia di giudizio

Il titolo finale di II livello sarà conferito a studenti che abbiano dimostrato la capacità di acquisire conoscenze ed esperienze, di valutarle e di rielaborarle ai fini della formazione di un giudizio autonomo e originale, così da essere in grado di affrontare e gestire in modo innovativo problemi complessi e di interesse emergente.
In particolare, lo studente deve dimostrare abilità nella gestione autonoma e nella pianificazione e progettazione consapevole di temi complessi nel settore della progettazione architettonica, urbana e urbanistica, del paesaggio, con l’obiettivo di restituire soluzioni innovative e sostenibili negli ambiti delle sue specifiche competenze.
Il conseguimento di tali capacità di giudizio critiche e autonome richiede la frequenza attiva degli insegnamenti caratterizzanti e affini o integrativi, così come previsti dal percorso formativo, con particolare riferimento ai Laboratori Monodisciplinari, Laboratori Integrati e Corsi Monodisciplinari.
Il pieno raggiungimento di tale requisito sarà conseguito e sperimentato nel corso dell’elaborazione della tesi, che occupa uno spazio significativo nel Corso di Studio (oltre ai CFU specificamente riservati, devono intendersi a tal fine orientate anche le attività a scelta dello studente e le possibili opzioni), quale momento in cui si manifesta e si verifica la capacità di elaborazione autonoma.