Skip to content

Architettura - Rigenerazione urbana - Obiettivi formativi - Abilità comunicative

Il titolo finale di II livello sarà conferito a studenti che, avendo dimostrato l’acquisizione e la capacità operativa rispetto alle conoscenze teorico-metodologiche, tecniche e progettuali, proprie del percorso formativo, siano in grado di comunicarle, in modo efficace e innovativo, sia in ambiti teorici, sia all’interno di proposte di piano e progetto, ponendosi in modo originale e consapevole all’interno del quadro normativo, politico, culturale e disciplinare, nel contesto nazionale e internazionale. Sapendo, pertanto, interloquire con la comunità scientifica, ma anche con il sistema politico, con la pubblica amministrazione e con la società civile, pure utilizzando sia strumenti di comunicazione avanzati e multimediali nell’ambito della rappresentazione e del design, sia forme diverse di linguaggio, verbale e scritto-grafico.
Il conseguimento di tali abilità richiede la frequenza attiva degli insegnamenti riferiti alle discipline caratterizzanti, affini o integrative, e opzionali, consentendo allo studente di apprendere e utilizzare, a partire dalla pluralità delle discipline coinvolte, le relative, specifiche, forme di comunicazione.
Questo motiva, peraltro, la presenza tra le discipline affini del Design (ICAR/13) e tra le discipline affini, oltre che tra le caratterizzanti, del Disegno (ICAR/17).
La forma del laboratorio assicura, inoltre, il pieno possesso delle capacità espressive e illustrative specifiche del piano e del progetto.
Le abilità acquisite sono costantemente monitorate e verificate sia nell’ambito dei corsi e dei laboratori, sia attraverso l’elaborazione della tesi finale.
La verifica avverrà a fronte di prove di esame e prove intermedie in itinere, oltre che attraverso eventuali momenti seminariali conferenze, viaggi di studio e workshop specifici, in cui gli studenti avranno ulteriori opportunità di migliorare le proprie abilità comunicative.
Tale abilità sarà, inoltre, oggetto di specifica valutazione nella sede di discussione della prova finale.