Skip to content

La Facoltà di Scienze della Comunicazione e la Prima Facoltà di Medicina e Chirurgia (oggi rispettivamente Facoltà di Scienze Politiche Sociologia Comunicazione e Facoltà di Farmacia e Medicina) hanno istituto, a partire dall'anno accademico 2010-2011, il corso interclasse LM-9 e LM-59 in Comunicazione Scientifica Biomedica, con ordinamento ex DM 270/2004.
Il corso di laurea interclasse magistrale in Comunicazione Scientifica Biomedica mira alla formazione di esperti della comunicazione in campo biomedico. L’istituzione di un corso di questo tipo offre allo studente la possibilità di sinergizzare due competenze diverse ma sempre più confinanti nella società e nelle professioni contemporanee. La laurea interclasse in Comunicazione Scientifica Biomedica intende dare una formazione specifica per la progettazione e la gestione dei processi organizzativi e comunicativi nell'ambito della ricerca scientifica e della salute. Attraverso questo percorso formativo i laureati acquisiscono la capacità di gestire i processi d’innovazione in atto nelle istituzioni pubbliche e private che operano nell'area della salute e della ricerca, di valorizzare le risorse in esse presenti e di ridefinire l’immagine e le relazioni con i pubblici di riferimento. Acquisiranno la capacità di produrre e gestire l’informazione scientifica e acquisiranno le competenze utili alla mediazione comunicativa nella pluralità dei sistemi mediali, di tipo tradizionale ed elettronico, competenti nei differenti comparti dell’editoria, del giornalismo, degli uffici stampa di istituzioni pubbliche e private. Tutto questo nell’ottica della messa in rete delle risorse esistenti e di quelle che possono essere attivate percorrendo piste innovative già in uso in altri paesi dell’Unione Europea.