GIURISPRUDENZA - Sbocchi lavorativi

Profilo: Avvocato
Funzioni: L'Avvocato è abilitato allo svolgimento di funzioni giudiziarie contenziose, chiamato a difendere il cliente nei processi giurisdizionali sia presso la giurisdizione ordinaria, sia presso le giurisdizioni speciali, sia anche in contenti internazionali. Può svolgere attività di assistenza legale di tipo stragiudiziale, favorendo strumenti di composizione della lite alternativi alla tutela giurisdizionale (mediazione, negoziazione assistita, arbitrato ecc.), nonché assistere il cliente in attività non contenziose sia davanti al giudice (volontaria giurisdizione), sia in contesti privati o pubblici (nei rapporti con la pubblica amministrazione). Quanto agli strumenti alternativi di composizione della lite, in particolare alla mediazione, va precisato che il laureato in giurisprudenza può svolgere la funzione di mediatore, anche in assenza del titolo di avvocato (in virtù del conseguimento del solo titolo di studio).°


Competenze: - Conoscenza del diritto, nei suoi profili istituzionali e negli approfondimenti applicativi, sul piano dell'esperienza giurisprudenziale e delle prassi legislative
- Conoscenza dei fondamenti di altre materie, di natura economica, gestionale e contabile
- Capacità di redigere pareri e atti
- Capacità di relazione
- Capacità informatiche
- Capacità gestionale
- E' fondamentale la padronanza del lessico giuridico, sia nella lingua italiana, sia in una o più lingue straniere.°

Sbocchi professionali: Prima di acquisire il titolo di avvocato (ed in funzione di esso) è necessario svolgere una pratica formativa presso gli studi legali della durata di 18 mesi. E' anche possibile anticipare qualche periodo di tale pratica rispetto al conseguimento della laurea in virtù di apposite convenzioni stipulate tra le università e i consigli dell' ordine degli avvocati.
Una volta conseguito il titolo di Avvocato, l'attività professionale può essere svolta in studi privati o presso enti pubblici o privati dotati di propri uffici legali.
L'Avvocato può altresì svolgere la funzione di giudice di pace, di giudice onorario o aggregato presso la giurisdizione ordinaria.°


Profilo: Notaio
Funzioni: Il Notaio redige atti giuridici inter vivos (compravendite, mutui, donazioni etc.) o mortis causa (testamenti) attribuendo loro pubblica fede; li registra e li trascrive nei pubblici registri; li conserva; li autentica; ne rilascia copia, estratti e certificazioni. Svolge poi attività di consulenza a privati o enti pubblici in relazione alle rispettive scelte di gestione del patrimonio. Ha competenza specialistica in alcuni processi giurisdizionali (come in materia di vendite forzate).°
Competenze: - Conoscenza del diritto, nei suoi profili istituzionali e negli approfondimenti applicativi, sul piano dell'esperienza giurisprudenziale e delle prassi legislative
- Conoscenza dei fondamenti di altre materie, di natura economica, gestionale e contabile
- Capacità di redigere pareri e atti
- Capacità di relazione
- Capacità informatiche
- Capacità gestionale
- E' fondamentale la padronanza del lessico giuridico, sia nella lingua italiana, sia in una o più lingue straniere.°


Sbocchi professionali: Il laureato in Giurisprudenza svolge inizialmente la pratica formativa presso uno studio notarile, ovvero, in parziale alternativa, frequenta una Scuola di Specializzazione per le professioni legali.
Dopo il superamento del concorso abilitante, al Notaio è assegnata una sede nella quale è tenuto ad avviare uno studio professionale entro 3 mesi°


Profilo: Magistrato
Funzioni: Il Magistrato svolge la funzione giurisdizionale, con incarichi giudiziari o requirenti, nei diversi ambiti della giurisdizione ordinaria (penale e civile) o speciale (amministrativa, contabile, tributaria, militare ecc.).°
Competenze: - Conoscenza del diritto, nei suoi profili istituzionali e negli approfondimenti applicativi, sul piano dell' esperienza giurisprudenziale e delle prassi legislative
- Conoscenza dei fondamenti di altre materie, di natura economica, gestionale e contabile
- Capacità di redigere pareri e atti
- Capacità di relazione
- Capacità informatiche
- Capacità gestionale
- Capacità di applicare le tecniche di indagine
- E' fondamentale la padronanza del lessico giuridico, sia nella lingua italiana, sia in una o più lingue straniere°°


Sbocchi professionali: Il laureato in Giurisprudenza, dopo aver superato il concorso nazionale bandito dal Ministero della Giustizia, frequenta un corso obbligatorio di 6 mesi presso la Scuola Superiore della Magistratura e viene poi assegnato ad una delle possibili funzioni collegate al suo ruolo.
Il Magistrato svolge attività, in alcuni casi previo ulteriore concorso o selezione, presso le seguenti istituzioni: Consiglio Superiore della Magistratura, Consiglio della Magistratura Militare, Corte Costituzionale, Corte di Cassazione, Corte d'Appello, Tribunale ordinario, Corte d'Assise, Corte d'Assise d'Appello, Tribunale per i Minorenni, Tribunale di Sorveglianza, Corte dei Conti, Avvocatura dello Stato, Tribunali Amministrativi Regionali, Consiglio di Stato.


Profilo: Giurista di Impresa
Funzioni: Il giurista di impresa assicura il coordinamento e la gestione delle interrelazioni dell' azienda giuridicamente qualificabili. E' soggetto preposto o dipendente degli uffici legali interni all'azienda per le attività che quest' ultima svolge autonomamente senza avvalersi dell'assistenza di studi legali esterni. In particolare, si occupa della redazione di contratti e altri atti giuridici, sia in ambito nazionale che internazionale; fornisce consulenza legale, predispone atti, cura pratiche o provvedimenti amministrativi. Si occupa dei rapporti dell' azienda con enti o soggetti esterni, pubblici o privati, partecipa alla struttura organizzativa dell' azienda partecipando ai suoi organi collegiali.°


Competenze: - Conoscenza del diritto, nei suoi profili istituzionali e negli approfondimenti applicativi, sul piano dell'esperienza giurisprudenziale e delle prassi legislative
- Conoscenza dei fondamenti di altre materie, di natura economica, gestionale e contabile
- Capacità di redigere pareri e atti
- Capacità di relazione
- Capacità di gestire il personale e le risorse umane
- Capacità informatiche
- Capacità gestionale
- Capacità di applicare le tecniche di indagine
- E' fondamentale la padronanza del lessico giuridico, sia nella lingua italiana, sia in una o più lingue straniere.°


Sbocchi professionali: Il giurista impresa presta la propria attività quale dipendente o consulente presso imprese di tutti i settori dell'economia, presso istituti bancari o assicurativi, studi professionali.°


Profilo: Funzionario o dipendente di enti pubblici
Funzioni: La professione si declina nella gestione e nel coordinamento dei profili giuridici e legali di ogni attività organizzativa e gestionale degli enti pubblici o a partecipazione pubblica. Il dipendente pubblico redige contratti e altri atti giuridici, sia nazionali che internazionali, fornisce consulenza legale, predispone atti, pratiche o provvedimenti amministrativi; cura i rapporti con enti o soggetti esterni (quali l'Avvocatura di Stato e gli organi giurisdizionali); gestisce e verifica gli aspetti legali dell'ente, assicura supporto all'attività amministrativa degli altri uffici. Partecipa quale membro agli organi istituzionali dell’ente (commissioni, organi consultivi etc.)

Competenze:
- Conoscenza del diritto, nei suoi profili istituzionali e negli approfondimenti applicativi, sul piano dell' esperienza giurisprudenziale e delle prassi legislative
- Conoscenza dei fondamenti di altre materie, di natura economica, gestionale e contabile
- Capacità di redigere pareri e atti
- Capacità di relazione
- Capacità di gestire il personale e le risorse umane
- Capacità informatiche
- Capacità gestionale
- Capacità di applicare le tecniche di indagine
- E' fondamentale la padronanza del lessico giuridico, sia nella lingua italiana, sia in una o più lingue straniere.


Sbocchi professionali: L'Esperto legale in enti pubblici può esercitare la professionalità a livello nazionale, europeo e internazionale.
1) In ambito nazionale, previo concorso indetto dalla Pubblica Amministrazione, può accedere alle carriere nel governo locale (Comuni, Regioni, Province), negli Enti funzionali (ASL, Camere di Commercio, Università, Aziende pubbliche), nelle Organizzazioni nazionali (Governo, Parlamento), nell'Agenzia delle entrate, negli Ispettorati del Lavoro. Egli può, inoltre, svolgere l'attività di Operatore dell'amministrazione giudiziaria (Cancellerie dei Tribunali e delle Procure)
2) In ambito europeo, può accedere, tramite concorso o selezione pubblici, a ruoli di responsabilità nelle istituzioni e altri organismi europei
3) In ambito internazionale, può accedere, previo concorso, alla carriera diplomatica nonché, tramite concorso o selezione pubblici, a ruoli di responsabilità in Organizzazioni internazionali governative e non governative