Ingegneria Chimica - Insegnamenti - Descrizione del percorso di formazione

Descrizione del percorso
Il percorso formativo prevede un unico curriculum, articolato su 3 anni. Nel primo anno prevalgono nettamente le attività formative di base, finalizzate all’acquisizione di conoscenze e metodologie proprie della matematica, della fisica e della chimica che costituiscono i fondamenti necessari per la comprensione dei fenomeni che sono alla base della trasformazione della materia; queste attività si completano entro il secondo anno di corso. A partire dal secondo anno prevalgono, invece, le attività caratterizzanti e quelle affini e integrative, volte all’acquisizione dei fondamenti teorici e dei concetti chiave dell’ingegneria chimica e dell’ingegneria industriale. Queste attività iniziano al primo anno, con l’acquisizione di conoscenze di chimica industriale organica, e si intensificano al secondo anno, con l’acquisizione delle conoscenze relative alle caratteristiche e agli impieghi dei materiali e dell’acqua utilizzata nei processi, agli aspetti teorici e metodologici della termodinamica, nonché ai fondamenti tecnici progettazione di strutture e dell’utilizzo dell’energia elettrica. Nel corso del terzo anno si completa l’acquisizione dei fondamenti teorici e metodologici relativi all’analisi dei dati, al trasporto di materia, calore e quantità di moto, alle operazioni di separazione ed alle apparecchiature ed impianti in cui esse si realizzano, e si acquisiscono le conoscenze relative ai più importanti processi chimici nonché le conoscenze dei fondamenti tecnici la base del funzionamento delle macchine termiche e di quelle usate per la movimentazione dei fluidi.
Il corso è completato dalle attività formative a scelta libera, in cui lo studente può approfondire argomenti di suo specifico interesse, da quelle volte alla conoscenza dell’informatica e della lingua inglese: a tale riguardo, la Facoltà di Ingegneria Civile e Industriale mette a disposizione corsi di lingua inglese di vario livello, tenuti da lettori madrelingua per consentire agli studenti di accrescere le proprie competenze linguistiche, con particolare riguardo al campo tecnico. È previsto, inoltre, lo svolgimento di una prova finale, che consiste nella stesura e presentazione di un elaborato su argomenti inerenti gli insegnamenti del corso di studi. Non sono previste attività pratiche professionalizzanti, ma è possibile associare le attività relative alla prova finale ad un tirocinio presso aziende o enti di ricerca.
Per ciascun insegnamento sono previste lezioni frontali, accompagnate da esercitazioni, laboratori, lavori di gruppo, ed ogni altra attività che il docente ritenga utile alla didattica. La verifica dell’apprendimento avviene di norma attraverso un esame che può prevedere prove scritte, orali e/o pratiche secondo modalità definite dal docente e indicate nel programma del corso. Per alcune attività non è previsto un esame ma un giudizio di idoneità; anche in questo caso le modalità di verifica sono definite dal docente.

Curricula/ Indirizzi
Il percorso formativo è unico.

Manifesto

I anno
Insegnamento SSD CFU Tipo Valutazione Periodo didattico Tipologia attività
Analisi matematica I MAT/05 9 CR E 1 1.A
Chimica I CHIM/07 9 CR E 1 1.A
Geometria MAT/03 9 CR E 1 1.A
Fisica Generale I FIS/01 9 CR E 2 1.A
Analisi matematica II MAT/05 9 CR E 2 1.A
Chimica industriale organica ING-IND/27 9 CR E 2 1.B

II anno
Insegnamento SSD CFU Tipo Valutazione Periodo didattico Tipologia attività
Fisica Generale II FIS/01 9 CR E 3 1.A
Materiali (U.D.I) ING-IND/21 12 CR E 3 1.B
ING-IND/22
Scienza delle costruzioni ICAR/08 6 CR E 3 1.B
Elettrotecnica ING-IND/31 9 CR E 4 5.B
Tecnologie di chimica applicata ING-IND/22 9 CR E 4 1.B
Termodinamica per l’ingegneria chimica ING-IND/24 9 CR E 4 1.B
Laboratorio di Informatica AAF 6 CL V 4 5.D

III anno
Insegnamento SSD CFU Tipo Valutazione Periodo didattico Tipologia attività
Fenomeni di trasporto I ING-IND/24 6 CR E 5 1.B
Laboratorio di analisi dei dati ING-IND/26 6 CL E 5 1.B
Fondamenti delle operazioni di separazione ING-IND/24 6 CR E 5 1.B
Processi chimici industriali ING-IND/27 9 CR E 6 1.B
Impianti chimici ING-IND/25 12 CR E 6 1.B
Macchine I ING-IND/08 9 CR E 6 5.B

I programmi degli insegnamenti sono consultabili sul sito internet https://corsidilaurea.uniroma1.it/it/corso/2018/ingegneria-chimica e sui siti dei singoli docenti.

Altre attività formative
Attività CFU
A scelta dello studente * 12
Per la conoscenza della lingua Inglese 3
Prova finale 3

* Gli insegnamenti a scelta possono essere seguiti dagli studenti al II o al III anno.

Legenda

CFU: Crediti Formativi Universitari

SSD: Settore Scientifico Disciplinare
U.D.I.: Unità Didattica Integrata

Tipo di insegnamento:
- CR: corso regolare
- CL: corso di laboratorio
- CM: corso monografico

Esame:
- E: esame,
- V: giudizio idoneità

Tipologia attività:
- 1A: attività formativa di base 1°
- 1B: attività formativa caratterizzante
- 5A: attività formativa a scelta dello studente
- 5B: attività formativa affine ed integrativa
- 5C: attività formativa relativa alla prova finale
- 5D: altre attività formative (art 10,comma1 lettera d)
- 5E: stage e tirocinio

Semestre:
- 1: 1° semestre del I anno
- 2: 2° semestre del I anno
- 3: 1°semestre del II anno
- 4: 2° semestre del II anno
- 5: 1°semestre del III anno
- 6: 2° semestre del III anno.

Percorso formativo
Il percorso formativo viene personalizzato con i 12 CFU a scelta libera dello studente, che deve quindi presentare un Piano di studi, per formalizzare le scelte effettuate. Il Consiglio d’Area Didattica in Ingegneria Chimica e Materiali valuta se le scelte effettuate sono coerenti con il progetto formativo e, in caso positivo, approva il Piano di studi. Lo studente può presentare il Piano di studi una sola volta nel periodo che va dal 1 ottobre al 20 marzo dell’anno successivo: ulteriori informazioni sui piani di studio sono riportate nella pagina apposita del sito del Consiglio di Area Didattica in Ingegneria Chimica e Materiali (https://web.uniroma1.it/cdaingchim/piani-di-studio/piani-di-studio) dove è anche presente un elenco di corsi consigliati per il completamento del piano di studi.

Metodi di accertamento del conseguimento dei risultati attesi
La verifica dell’apprendimento relativa a ciascun insegnamento avviene di norma attraverso un esame, che può provvedere prove scritte, pratiche e/o orali secondo modalità definite dal docente e precisate sul sito del corso di studi. Per le attività volte alla conoscenza dell’informatica e della lingua inglese non è previsto un esame ma un giudizio di idoneità, secondo modalità di verifica definite dal docente.
L’accertamento del conseguimento di conoscenze e comprensione e di capacità di applicare conoscenza e comprensione nelle varia aree di apprendimento da parte di ciascun allievo è affidata alle prove di verifica dei singoli insegnamenti, che, a seconda dei casi, possono prevedere prove scritte, pratiche e/o orali, e, in qualche caso, lo svolgimento di una tesina.
L'accertamento del conseguimento dei risultati attesi in termini di autonomia di giudizio, abilità comunicative e capacità di apprendimento avviene sia nel corso delle prove di esame orale che nelle attività connesse alla preparazione e alla presentazione della relazione finale.

Norme relative ai passaggi ad anni successivi e propedeuticità
Per il passaggio dal primo al secondo anno di corso è necessario che lo studente abbia acquisito almeno 30 CFU; per il passaggio dal secondo al terzo anno di corso è necessario che lo studente abbia superato gli esami di tutti i corsi previsti per il I anno e, complessivamente, acquisito almeno 80 CFU.

Propedeuticità
Sono previste le propedeuticità riportate nella tabella seguente
Non si può sostenere l’esame di Se non si è superato l’esame di
Analisi matematica II Analisi Matematica I
Chimica industriale organica Chimica I
Fisica II Fisica I
Materiali Chimica I
Elettrotecnica Fisica II
Termodinamica per l’Ingegneria Chimica I Analisi matematica I, Fisica I
Scienza delle costruzioni Analisi matematica I, Fisica I
Tecnologie di chimica applicata Chimica I
Fondamenti delle operazioni di separazione Termodinamica per l’Ingegneria Chimica I
Fenomeni di trasporto Termodinamica per l’Ingegneria Chimica I
Impianti chimici I Fondamenti delle operazioni di separazione
Macchine Analisi matematica I,Fisica I

Lo studente può essere autorizzato dal Presidente del Consiglio d’Area Didattica in Ingegneria chimica e materiali a sostenere esami in deroga alle propedeuticità sopra definite se attesta di aver riportato una valutazione sufficiente agli esami propedeutici, ma di aver rinunciato al voto.

Esami fuori Facoltà
Gli studenti che si immatricolano al corso di Laurea in Ingegneria Chimica possono sostenere i due esami previsti dall’art. 6 del Regio Decreto n. 1269 del 4 giugno 1938 solo dopo aver acquisito 40 CFU nel corso di laurea a cui sono iscritti e dopo avere richiesto ed ottenuto l’approvazione del Consiglio di Area Didattica in Ingegneria Chimica e Materiali.

Periodi di studio all'estero
I corsi seguiti nelle Università Europee o estere, con le quali la Facoltà di Ingegneria Civile e Industriale abbia in vigore accordi, progetti e/o convenzioni, vengono riconosciuti secondo le modalità previste dagli accordi.
Gli studenti possono, previa autorizzazione del Consiglio d’Area in Ingegneria Chimica e Materiali, svolgere un periodo di studio all’estero nell’ambito dei programmi comunitari Erasmus+ (presso Atenei) ed Erasmus Placement (presso Aziende) per informazioni: https://web.uniroma1.it/cdaingchim/erasmus/erasmus.
Gli studenti possono, inoltre, svolgere il lavoro finale presso università, laboratori o centri di ricerca all'estero; in questo caso, possono usufruire della borse per tesi di laurea all'estero messe a concorso dalla Facoltà.
In conformità con il Regolamento didattico di Ateneo, nel caso di studi, esami e titoli accademici conseguiti all’estero, il Corso di Laurea esamina di volta in volta il programma dei corsi seguiti, ai fini dell’attribuzione dei CFU nei corrispondenti settori scientifici disciplinari.

Studenti Part-time
Gli immatricolandi e gli studenti del corso di studio che sono contestualmente impegnati in altre attività possono richiedere di fruire dell’istituto del part-time e conseguire un minor numero di CFU annui, in luogo dei 60 previsti. Le norme e le modalità relative all’istituto del part-time sono indicate nel Regolamento di Ateneo: per informazioni: https://www.uniroma1.it/it/pagina/part-time. Il Consiglio di Area Didattica in Ingegneria Chimica e Materiali nominerà, per ogni studente a tempo parziale, un tutor che potrà guidarlo nella scelta del percorso formativo.

Studenti immatricolati ad ordinamenti precedenti
Gli studenti iscritti al Corso di Laurea di Ingegneria Chimica con ordinamenti precedenti a quello attuale possono chiedere il passaggio all’Ordinamento attualmente vigente, presentando domanda al Consiglio di Area Didattica in Ingegneria Chimica e Materiali a cui dovranno allegare la documentazione sugli esami sostenuti. Il Consiglio delibererà in merito ai CFU riconosciuti e contestualmente fornirà allo studente indicazioni per la presentazione di un Piano di studi individuale, che, nel rispetto dell'ordinamento didattico, tenga conto del percorso già svolto.

Trasferimenti
Gli studenti che intendono trasferirsi al Corso di Laurea in Ingegneria Chimica devono presentare domanda al Consiglio di Area Didattica in Ingegneria Chimica e Materiali per il riconoscimento dei CFU acquisiti e le indicazioni per la presentazione di un Piano di studi individuale, che, nel rispetto dell'ordinamento didattico tenga conto del percorso già svolto.

Servizi di tutorato
è previsto uno specifico servizio di tutoraggio per gli studenti:
- iscritti al I anno di corso: tutor Prof.ssa Paola Russo
- iscritti al II anno di corso: tutor Prof.ssa Cecilia Bartuli
- iscritti al III anno di corso, nonché per gli studenti ripetenti e fuoricorso: tutor Prof.ssa Barbara Mazzarotta.
Anche i seguenti docenti svolgono attività di tutorato e orientamento:
Prof.ssa Alessandra Adrover Prof. Roberto Lavecchia
Prof. ssa Maria Cristina Annesini Prof.ssa Francesca Romana Maradei
Prof. Roberto Bubbico Prof.ssa Valentina Pepe
Prof. Roberto Capata Prof.ssa Daniela Pilone
Prof. Marco Centini Prof. Angelo Schiavi
Prof. Paolo De Filippis

Il Corso di Laurea si avvale, inoltre, dei servizi di tutorato messi a disposizione dalla Facoltà di Ingegneria Civile e Industriale, utilizzando anche appositi contratti integrativi.
Tutti i docenti del Corso di Laurea svolgono attività di tutorato disciplinare a supporto degli studenti, negli orari pubblicati sui rispettivi siti.

Sito Web
Per ulteriori informazioni si può consultare il sito web del Consiglio di Area Didattica in Ingegneria Chimica e Materiali: https://web.uniroma1.it/cdaingchim/
L’indirizzo e-mail del corso di studio è: cda_ingchim@uniroma1.it.