Ingegneria Biomedica - Obiettivi formativi - Capacità di apprendimento

Le capacità di apprendimento degli allievi, che devono già essere parzialmente presenti in un laureato triennale di ingegneria, vengono ulteriormente affinate e portate a compimento durante la frequentazione stessa delle lezioni frontali di tutti i corsi e la preparazione degli esami di profitto. Un ulteriore aiuto all’orientamento e al consolidamento delle capacità di apprendimento è costituito dalle possibilità di incontro personale con i docenti e i tutor dei corsi durante gli orari di ricevimento preposti.
I laureati nel corso di laurea magistrale si troveranno ad operare in campi molto diversi tra di loro e quindi, soprattutto nella prima fase della loro attività lavorativa, dovranno utilizzare le capacità di apprendimento sviluppate nel corso degli studi per incrementare le loro conoscenze e realizzare un aggiornamento continuo, autonomo ed approfondito.
Il necessario approfondimento delle capacità professionali in un settore in continua evoluzione quale quello della ingegneria biomedica avviene infatti costantemente, attraverso il contatto con professionisti di diversa formazione culturale.
L'accertamento della raggiunta capacità di apprendere in modo critico é affidato in buona misura agli esami di profitto, e particolarmente all'esposizione dei temi cruciali delle varie discipline caratterizzanti durante i colloqui orali. D'altro canto, la prova finale, oltre a verificare in modo approfondito la capacità di esporre in forma scritta ed orale le proprie riflessioni critiche in ambiti definiti della preparazione dello studente, permetterà di vagliare la raggiunta capacità di analisi e di sintesi sulle diverse problematiche connesse con l'argomento affrontato