Filosofia - Obiettivi formativi

I laureati magistrali in Scienze Filosofiche devono: avere acquisito una solida conoscenza della storia del pensiero filosofico e scientifico dall'antichità ai nostri giorni e un'ampia informazione sul dibattito attuale in diversi ambiti della ricerca filosofica (teoretico, logico, epistemologico, linguistico, estetico, etico, religioso, politico); avere padronanza della terminologia e dei metodi riguardanti l'analisi dei problemi, le modalità argomentative e l'approccio dei testi (anche in lingua originale) e un adeguato avvio nell'uso degli strumenti bibliografici; avere acquisito competenze nelle problematiche dell'etica applicata (bioetica, etica degli affari, etica del lavoro, etica e politica, etica ed economia, etica e comunicazione); essere in grado di utilizzare, efficacemente, in forma scritta e orale, almeno una lingua dell'Unione Europea, oltre l'italiano, nell'ambito specifico di competenza e per lo scambio di informazioni generali; possedere adeguate competenze e strumenti per la comunicazione e la gestione dell'informazione. Una simile formazione viene offerta articolandola in un I anno, dedicato alla solida acquisizione di conoscenze in tutti i settori specificamente filosofici nonché in ambito storico, sociologico e giuridico; nel II anno anche grazie a ulteriori approfondimenti non solo filosofici, ma legati anche ad ambito storico generale, sociologico, linguistico, storico-artistico, psicologico e pedagogico. Si deve infine menzionare la possibilità di raggiungere obiettivi formativi ancora più specifici e aperti alla dimensione scientifica e di ricerca europea grazie alla presenza di due curricula, uno italo-tedesco e uno italo-francese. L'insieme di tale offerta formativa, declinata tanto sul piano dei singoli settori disciplinari quanto in una visione di insieme che salvaguardi il più ampio sistema della cultura umanistica, è finalizzata verso sbocchi occupazionali e attività professionali in diversi settori: da quello tradizionale dell'insegnamento scolastico a quello innovativo delle relazioni interculturali, sul piano nazionale e internazionale; dalla capacità di consulenza per l'industria culturale allo svolgimento di mansioni (anche dirigenziali e di indirizzo) nell'ambito dell'editoria tradizionale e multimediale, con particolare riferimento all'ambito umanistico; nella gestione risorse umane all'interno della pubblica amministrazione e in enti pubblici e privati.

Il Corso di Laurea Magistrale si articola su un biennio per un totale di 120 CFU. La distribuzione interna si struttura come segue: I anno:

Lo studente è tenuto a conseguire 60 CFU scegliendo tra i corsi erogati nei seguenti ambiti:

M-FIL/01; M-FIL/02; M-FIL/03; M-FIL/04; M-FIL/05; M-FIL/06; M-FIL/07; M-FIL/08; IUS/20; SPS/01; M-STO/04; M-STO/07. II anno:

Lo studente è tenuto a conseguire 30 CFU scegliendo tra i corsi erogati nei seguenti ambiti:

M-FIL/01; M-FIL/03; M-FIL/04; M-FIL/05; M-FIL/06; L-ART/02; L-LIN/01; M-STO/01; M-STO/02; SPS/08; M-PED/04; M-PSI/04. Ulteriori 30 CFU sono destinati alla stesura dell'elaborato finale.