Skip to content

I laureati del corso di laurea in Infermieristica, ai sensi della Legge 10 agosto 2000 n° 251, art.1 comma 1, sono operatori delle professioni sanitarie, responsabili dell'assistenza generale infermieristica, che svolgono con autonomia professionale attività dirette alla promozione della salute individuale e collettiva, alla prevenzione dei fattori di rischio e alla cura delle malattie e delle disabilità, espletando le funzioni previste dal D. M. 739 del 14 settembre 1994 e successive integrazioni e modificazioni e dallo specifico codice deontologico.

Il corso di laurea in Infermieristica prevede la partecipazione a lezioni frontali, attività didattiche elettive e tirocini formativi.

LE LEZIONI

Per le informazioni relative alle varie discipline ed i rispettivi CFU, gli orari delle lezioni e le prove di esame si rimanda alle sezioni "insegnamenti" e “frequentare”.

LE ATTIVITÀ DIDATTICHE ELETTIVE

Le Attività Didattiche Elettive (ADE) costituiscono parte integrante del curriculum formativo e sono finalizzate all'apprendimento di specifiche conoscenze ed aspetti formativi che ottimizzano la preparazione e la formazione del laureato in Infermieristica. Esse costituiscono un ampliamento o approfondimento degli argomenti trattati dal docente o sperimentate in tirocinio, e possono consistere in corsi monografici, partecipazione a congressi, seminari e giornate di studio.

In particolare, le aree tematiche sono: Scienze umane, Infermieristica generale, Infermieristica clinica, Nursing multiculturale, Etica e Deontologia Professionale, Medicina Narrativa, Legislazione infermieristica e attività libero professionale, Management infermieristico, BLSD adulto e pediatrico, Medicina complementare, Medicina di genere.

LE ATTIVITÀ DI TIROCINIO

Nella formazione dello studente infermiere, le attività di tirocinio ricoprono un ruolo determinante, in quanto costituiscono “lo spazio di esperienza” in una realtà professionale, finalizzato all’integrazione tra modelli teorici e modelli di azione professionale.

Al termine dei tre anni lo studente acquisisce 60 CFU di tirocinio clinico.

Prima dell’inizio del tirocinio degli studenti di primo anno, vengono svolte attività di Laboratorio Clinico, dove si dà allo studente la possibilità di simulare situazioni assistenziali attraverso l’utilizzo di manichini e presidi sanitari.

Al terzo anno lo studente può richiedere di svolgere attività di tirocinio di interesse specifico in relazione alla stesura della tesi di laurea.

Il tirocinio viene effettuato nei seguenti servizi e reparti dell’Ospedale San Pietro:

Unità Operative: Ambulatori, Day Surgery, Preospedalizzazione, Radioterapia, Emodinamica, Geriatria, Medicina, Pneumologia, Chirurgia Generale e Specialistica, Blocco Operatorio, Oncologia, Day Hospital oncologico, Cardiologia, Ortopedia, Neurologia, Ginecologia.
Unità operative dell’Area Materno Infantile: Ostetricia, Nido, Pediatria e ambulatorio di Pediatria.
Unità Operative dell’Area Critica: Dipartimento di emergenza, Terapia Intensiva Coronarica e Neonatale, Unità di terapia Intensiva e Rianimazione.
Cure palliative: centro si assistenza Domiciliare a pazienti in fase terminale di malattia, Hospice.
Servizio di dialisi presso l’Azienda Ospedaliera Sant’Andrea.

Al fine di integrare i tirocini ospedalieri con esperienze territoriali, vengono programmate visite documentative presso i seguenti servizi:

Unità Operativa Complessa (UOC) ASSISTENZA PRIMARIA ASL Roma 1
Unità Operativa Complessa (UOS) ASSISTENZA DOMICILIARE Roma 1
Istituito San Giovanni di Dio FBF di Genzano Roma, caratterizzato dai seguenti servizi: Presidio di riabilitazione funzionale per la disabilità psichica, fisica e sensoriale;

RSA residenziale e RSA residenziale nucleo estensivo disturbi cognitivo comportamentali gravi dedicata al trattamento dell’Alzheimer e alla patologie dementigene senili e presenili; Centro diurno dell’età evolutiva.

In particolare, il corso di Laurea in Infermieristica Centro Studi “San Giovanni di Dio” sede Ospedale San Pietro FBF si caratterizza per un piano di studi che prevede un approfondimento delle materie dell’area materno infantile.

L’Ospedale generale di zona, San Pietro FBF; sede di Assistenza Perinatale di III Livello (così come definito dalla Regione Lazio), effettua circa 4500 parti/anno e assicura assistenza intensiva e subintensiva al neonato e assistenza polispecialistica per tutte le gravidanze a rischio.

Il Dipartimento Materno Infantile si compone delle Unità Operative Complesse di:

Ostetricia e Ginecologia
Pronto Soccorso Ostetrico- Ginecologico
Pediatria e Neonatologia con Terapia Intensiva e Subintensiva neonatale
Anestesia e Rianimazione, ed in particolare la Struttura semplice del Servizio di Anestesia Ostetrica.

L'attività del Dipartimento è particolarmente qualificata a livello nazionale sia nell'ambito della diagnostica e del trattamento medico e chirurgico delle patologie ginecologiche benigne e maligne che dell'assistenza ostetrica e perinatale-neonatale.

A partire dal secondo anno secondo semestre gli studenti del CDL sede San Pietro svolgono attività di tirocinio presso il reparto di neonatologia, ambulatorio pediatrico, pediatria, blocco parto e Terapia Intensiva Neonatale.