Skip to content

I laureati del corso di laurea in Infermieristica, ai sensi della Legge 10 agosto 2000 n° 251, art.1 comma 1, sono operatori delle professioni sanitarie, responsabili dell'assistenza generale infermieristica, che svolgono con autonomia professionale attività dirette alla promozione della salute individuale e collettiva, alla prevenzione dei fattori di rischio e alla cura delle malattie e delle disabilità, espletando le funzioni previste dal D. M. 739 del 14 settembre 1994 e successive integrazioni e modificazioni e dallo specifico codice deontologico.

Il corso di laurea in Infermieristica prevede la partecipazione a lezioni frontali, attività didattiche elettive e tirocini formativi.

LE LEZIONI

Per le informazioni relative alle varie discipline ed i rispettivi CFU, gli orari delle lezioni e le prove di esame si rimanda alla sezione “frequentare”.

LE ATTIVITÀ DIDATTICHE ELETTIVE

Le Attività Didattiche Elettive (ADE) costituiscono parte integrante del curriculum formativo e sono finalizzate all'apprendimento di specifiche conoscenze ed aspetti formativi che ottimizzano la preparazione e la formazione del laureato in Infermieristica. Esse costituiscono un ampliamento o approfondimento degli argomenti trattati dal docente o sperimentate in tirocinio, e possono consistere in corsi monografici, partecipazione a congressi, seminari e giornate di studio.

In particolare, agli studenti del II anno vengono proposte ADE nelle seguenti aree: Cardiologia( SANIT), Infettivologia (ANLAIDS e Spallanzani), Oncologia, Medicina preventiva, Vaccinazioni (ACCADEMIA LANCISIANA), Medicina di genere (Palazzo Valentini), Invecchiamento della popolazione (Centro Congressi Cavour), Medicina di genere (Ministero della Salute), Transculturalità (Forlanini), Cardiologia (Pontificia Università lateranense), PIC (Forlanini), PICC (Forlanini), RCP (Forlanini), Traumatologia in Acqua (Fisa Sub), Elisoccorso (Elitaliana), Organizzazione dell’emergenza (ARES 118).

LE ATTIVITÀ DI TIROCINIO

Nella formazione dello studente infermiere, le attività di tirocinio ricoprono un ruolo determinante, in quanto costituiscono “lo spazio di esperienza” in una realtà professionale, finalizzato all’integrazione tra modelli teorici e modelli di azione professionale.

Al termine dei tre anni lo studente acquisisce 60 CFU di tirocinio clinico.

Il tirocinio viene effettuato nei seguenti servizi/ reparti dell’Ospedale S. Camillo:

Nel 1° anno (13 CFU - 390 ore):

· Chirurgia Generale

· Medicina 1

· Holding area

· UGI (Unità a gestione Infermieristica)

· Medicina del lavoro

Nel 2° anno (23 CFU – 690 ore):

· Chirurgie specialistiche e relative Sale Operatorie: Cardiochirurgia, Chirurgia Pediatrica, Chirurgia Plastica, Chirurgia Vascolare, Chirurgia Toracica, Chirurgia Maxillo-Facciale, Neurochirurgia, Urologia, Ginecologia ed Ostetricia, Ortopedia.

· Medicine specialistiche: Medicina d’Urgenza, Cardiologia, Nefrologia, Day Hospital Gastroenterologia, Neurologia, Pediatria, Centro Trasfusionale e Centro prelievi.

· Hospice (Cure palliative)

Nel 3° anno (24 CFU – 720 ore):

· Rianimazioni (generale, toracica, cardiochirurgica, neonatale, neurochirurgica)

· Pronto soccorso

· Chirurgia d’urgenza

· Dialisi

Per quanto riguarda le attività affini-integrative gli studenti al 3° anno di corso frequentano:

· Sala parto

· UCRI (unità cure residenziali intensive)