Skip to content

Il Corso di laurea magistrale si propone, a completamento e perfezionamento della formazione acquisita nei corsi di laurea triennale della Classe 19, il raggiungimento dei seguenti obiettivi formativi in relazione ai possibili sbocchi occupazionali e al proseguimento degli studi e della ricerca:
1. solide e approfondite competenze e conoscenze teoriche e pratiche nelle scienze pedagogiche e dell'educazione e in quelle discipline, come la filosofia e la psicologia che da un lato concorrono a definire l'intero quadro concettuale e, dall'altro, ne favoriscono l'applicazione nei diversi contesti educativi e formativi;
2. capacità di analizzare e trattare i problemi educativi e formativi secondo la logica pluri e interdisciplinare propria delle scienze dell'educazione;
3. avanzate conoscenze, anche sul piano epistemologico, nell'ambito delle discipline più propriamente scientifiche;
4. conoscenze degli aspetti giuridico-normativi relativi ai sistemi educativi e formativi, a livello nazionale, europeo e internazionale;
5. adeguata padronanza della metodologia di ricerca educativa di natura teoretica, storica, empirica e sperimentale, negli ambienti formali, non formali e informali di formazione;
6. conoscenze e competenze che consentano di affrontare in modo adeguato, nei diversi contesti educativi e formativi le esigenze metodologiche e strumentali della progettazione, del monitoraggio e della valutazione di prodotto, di processo e di sistema di progetti e programmi di intervento;
7. conoscenze degli elementi per promuovere la salute e la cultura della prevenzione, specialmente in ambito scolastico e tra i giovani e identificare i metodi di misura dello stato di salute.
8. padronanza delle dinamiche che motivano scenari e pratiche di apprendimento permanente e di formazione continua, ivi incluse le implicazioni relative alle realtà del lavoro e all'occupazione;
9. capacità di analisi, di interpretazione e di intervento in relazione alle implicazioni sociali ed educative delle dinamiche interculturali;
10. adeguata capacità di analizzare, interpretare - e rapportare alla situazione italiana - studi e ricerche nazionali e internazionali e le connesse politiche in campo educativo e formativo;
11. solide conoscenze, anche in termini comparativi, e capacità di sperimentazione, con riferimento ai settori delle scienze dell'educazione, ai livelli locali, nazionale, europeo e internazionale;
12. padronanza dei principali strumenti informatici e della comunicazione telematica negli ambiti specifici di competenza.

Il corso di studi magistrale in "Pedagogica e scienze dell'educazione e della formazione " (Classe LM85) ha la durata di due anni, ed è finalizzato al conseguimento della Laurea Magistrale (LM) in "Pedagogia e scienze dell'educazione e della formazione".
Il Corso di Laurea Magistrale in Pedagogia e scienze dell'educazione e della formazione è articolato in aree formative che prevedono attività nelle seguenti discipline:
• Discipline pedagogiche e metodologiche didattiche, che riguardano i diversi destinatari delle azioni educative e formative nonché i diversi contesti in cui è possibile intervenire, ovvero le conoscenze e le competenze specifiche del Corso di Studi.
• Discipline filosofiche, psicologiche e psicometriche come necessaria integrazione del percorso di studi.
• Laboratori, tirocini e altre attività che si ritiene siano necessarie per l'inserimento nel mondo del lavoro e finalizzate al completamento della formazione culturale e professionale dello studente.
La verifica delle attività individuali finalizzate al conseguimento dei crediti di tirocinio e delle conoscenze utili per l'inserimento nel mondo del lavoro viene effettuata sulla base della documentazione rilasciata dall'ente/azienda convenzionato presso cui si svolge l'esperienza, nonché sulla base della relazione sull'attività prodotta dallo studente.

Le attività formative proposte prevedono:
- corsi accademici diretti a fornire conoscenze teoriche relative alle diverse aree formativi offrendo allo studente in formazione l'opportunità di confrontare criticamente modelli teorici e metodologici diversificati e specifici per ogni disciplina. I corsi sono organizzati secondo i criteri di gradualità e propedeuticità e in modo da integrare i diversi saperi disciplinari.
- laboratori, caratterizzati da un approccio esperienziale, coerenti e integrati ai singoli corsi accademici, secondo criteri di continuità e progressione.