I contenuti del catalogo per l'a.a. 2022-2023 sono in corso di aggiornamento

Laurearsi

Per essere ammesso a sostenere la prova finale (esame di Laurea), lo studente deve aver superato tutti gli esami di profitto, totalizzato il monte-ore per la frequenza dei tirocini e aver superato il relativo esame. Per il conseguimento della Laurea lo studente deve superare una prova finale che si compone di: a) una prova pratica, in cui lo studente deve dimostrare di aver acquisito competenze e abilità tecnico-pratiche fondamentali proprie dello specifico profilo professionale; b) la redazione di un elaborato, con la guida di un docente relatore, e sua dissertazione. La tesi, inerente a tematiche o discipline strettamente correlate al profilo professionale, può avere un profilo di ricerca, di tipo tecnico-applicativo o compilativo. Lo studente che non supera la prova pratica non può essere ammesso alla dissertazione della tesi. Entrambe le fasi oggetto delle prova finale avverranno di fronte ad una Commissione composta a norma di legge, in ottemperanza al Regolamento didattico di Ateneo e ai Regolamenti didattici di Facoltà e di Corso di Laurea. L'esame di Laurea ha valore di esame di stato abilitante alla professione.


"Come da DM 270/04 la prova finale è organizzata in due sessioni: autunnale e invernale, definite a livello nazionale con decreto del Ministero dell'Istruzione, Università e Ricerca di concerto con il Ministro del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali.
Tale prova, con valore di esame di Stato abilitante alla professione, si compone di due parti:
a) una prova pratica, articolata in modo da permettere al candidato di avere acquisito le conoscenze e le abilità teorico-pratiche e tecnico-operative proprie dello specifico profilo professionale;
b) la redazione di un elaborato scritto e sua dissertazione.
La prova pratica costituisce uno sbarramento: in caso di valutazione insufficiente, l'esame si interrompe e si ritiene non superato.
Il candidato non può essere ammesso alla dissertazione della tesi e potrà ripresentarsi solo nella seduta successiva.
Per essere ammesso all'esame finale, lo studente deve avere seguito tutti i corsi del piano di studio ed avere superato tutti gli esami e tirocini previsti.
L'esame finale è presieduto dalla Commissione nominata dalla competente autorità accademica, ed è organizzato secondo criteri stabiliti dal Consiglio di Corso di Laurea e in ottemperanza alle disposizioni vigenti ed è finalizzata a valutare il raggiungimento delle competenze previste dal profilo professionale; una dissertazione di una tesi elaborata dallo studente il cui contenuto dovrà essere attinente a tematiche strettamente correlate al profilo professionale.
La Commissione per la prova finale è composta da non meno di 7 e non più di 11 membri, nominati dal Magnifico Rettore (MR), e comprende almeno 2 membri designati dalle Associazioni Professionali maggiormente rappresentative individuate secondo la normativa vigente.
Pertanto, la Commissione è composta da 5 docenti + 2 rappresentanti delle professioni (minimo 7) + 2 rappresentanti ministeriali che non rientrano nel range stabilito in quanto vigilanti esterni (totale 9);
Sono di norma individuati almeno due supplenti.
Fanno parte di norma della Commissione i Direttori delle attività formative professionalizzanti e i Docenti Universitari dello specifico SSD del Corso di Laurea.
Il punteggio finale di Laurea è espresso in cento decimi (110) con eventuale lode ed è ottenuto dalla media non ponderata degli esami di profitto, e dalla somma delle valutazioni ottenute nella prova finale.
L'esame finale, è organizzato in due sessioni in periodi concordati su base nazionale (ottobre-novembre e marzo-aprile). L'esamefinale non può essere ripetuto più di una volta nella stessa sessione; potrà essere sostenuto nuovamente nella sessione successiva.
Ai fini della attribuzione del voto finale è adottata la tabella di riferimento per i CdS Professioni Sanitarie riportata di seguito.
TABELLA DI RIFERIMENTO:
Esame ABILITANTE, DA 1 A UN MASSIMO DI 4 PUNTI EQUIVALE A 0- IDONEO EQUIVALE A: STUDENTE NON ABILITATO
.
TESI di laurea: max. 4 punti
Tipologia della ricerca (studio sperimentale, presentazione di casistica, case report, studio compilativo, da 0 a 2 punti.
Qualità della presentazione (padronanza dell'argomento, abilità nella discussione) da 0 a 2 punti
Durata del Corso: max. 3 punti
Laurea in corso (compreso part time entro durata concordata), 3 punti
Entro il I anno F.C. 1 punto
Oltre il I anno F.C. 0 PUNTI
Lodi MAX 1 PUNTO
COINVOLGIMENTO IN PROGRAMMI DI SCAMBIO INTERNAZIONALE (ERASMUS) MAX 1 PUNTO
MESI 3 = 1 PUNTO
TOT. 13 PUNTI"
QUADRO B3 Docenti titolari di insegnamento