Laurearsi

La prova finale consiste nella stesura di una tesi scritta, frutto di un’elaborazione critica e originale, assegnata da un docente relatore su un argomento concordato con lo studente. La tesi sarà discussa, con l'intervento di un correlatore, davanti ad una commissione di laurea composta secondo le normative vigenti.

La prova finale consiste nella stesura di una tesi scritta, frutto di un’elaborazione critica e originale, assegnata da un docente relatore su un argomento concordato con lo studente. La modalità di svolgimento della prova finale, la composizioni delle Commissioni di Laurea e ogni altro dettaglio sono resi noti nel Regolamento e resi disponibili in ogni sede preposta alla diffusione delle informazioni. La prova finale consiste nella discussione pubblica della Tesi di Laurea e nella valutazione effettuata da regolare Commissione. I Laureandi sono seguiti individualmente, per la stesura della loro Tesi di Laurea, da un relatore e inoltre viene loro assegnato, da una apposita Commissione denominata "Commissione Tesi", un correlatore. Alla prova finale può essere assegnato dalla Commissione di Laurea un punteggio massimo di 8 punti, e se la Commissione di Laurea ravvisa le condizioni, l'attribuzione della lode (in questo caso si richiede unanimità).