Laurearsi

Per essere ammesso a sostenere l'Esame di Laurea, lo Studente deve aver seguito tutti i Corsi ed avere superato i relativi esami. L'esame di Laurea verte sulla discussione di una tesi elaborata in modo originale dallo studente sotto la guida di un relatore; puo essere prevista la figura di un docente correlatore. La discussione della tesi avverra di fronte ad una Commissione nominata in rispetto del Regolamento didattico di Ateneo e dei Regolamenti didattici di Facolta e di Corso di Laurea Magistrale. Le Commissioni per gli esami di Laurea dispongono di 110 punti. L'esame di Laurea si intende superato con una votazione minima di 66/110. Qualora il candidato ottenga il massimo dei voti, puo essere attribuita all'unanimita la lode. Gli esami di Laurea sono pubblici.

Lo Studente ha a disposizione 8 crediti finalizzati alla preparazione della tesi di laurea presso strutture universitarie cliniche o tecnologiche. Tale attività dello Studente viene definita "Internato di Laurea"; questo dovrà essere svolto al di fuori dell'orario dedicato alle altre attività formative, non dovrà sovrapporsi a quelle a scelta dello studente (ADE) e dovrà essere richiesto, di norma, nel mese di dicembre del IV/V anno. Lo Studente che intenda svolgere l'Internato di Laurea in una determinata struttura deve presentare al Direttore della stessa una formale richiesta corredata del proprio curriculum (elenco degli esami sostenuti e voti conseguiti in ciascuno di essi, elenco delle attività opzionali seguite, stage in laboratori o cliniche o qualsiasi altra attività compiuta ai fini della formazione). Il Direttore della struttura, sentiti i Docenti afferenti alla stessa e verificata la disponibilità di posti, accoglie la richiesta ed affida ad un Tutore, eventualmente indicato dallo Studente, la responsabilità del controllo e della certificazione delle attività svolte dallo Studente stesso nella struttura. L'internato all'estero può, su richiesta, essere computato ai fini del tirocinio per la preparazione della tesi.
L'esame di Laurea verte sulla discussione di una tesi elaborata in modo originale dallo studente sotto la guida di un relatore; può essere prevista la figura di un docente correlatore e/o di un secondo relatore Per essere ammesso a sostenere l'Esame di Laurea, lo Studente deve: 1. aver seguito tutti i Corsi ed avere superato i relativi esami. 2. aver ottenuto, complessivamente, 360 CFU articolati in 6 anni di corso. 3. aver consegnato: i. alla Segreteria Amministrativa Studenti domanda al Rettore e i documenti richiesti dall'Ateneo, nei tempi previsti dalla stessa Segreteria Amministrativa; ii. alla Segreteria Didattica una copia della tesi almeno 10 giorni prima della seduta di laurea. L'esame di Laurea si svolge nei medesimi periodi delle sessioni degli esami di profitto. Possono comunque essere previste sedute di Esame di Laurea nei mesi di Gennaio, Marzo e Ottobre. A determinare il voto di laurea, espresso in centodecimi, contribuiscono in modo puramente indicativo i seguenti parametri: a) la media non ponderata dei voti conseguiti negli esami curriculari, espressa in centodecimi; b) i punti attribuiti dalla Commissione di Laurea in sede di discussione della tesi, fino ad un massimo di 7 punti: 1. Tipologia della ricerca (studio sperimentale; presentazione di casistica; case report; studio compilativo; studio di un dispositivo o di una tecnologia di ambito sanitario): punteggio massimo 4 punti; il carattere sperimentale della tesi di laurea, che sarà insindacabilmente giudicato dalla commissione, deve essere supportato dalle caratteristiche di originalità e/o innovatività dello studio condotto, oltre che dal rispetto della metodologia scientifica adottata, che deve originare da conclusioni basate su evidenze originali scientificamente valide. 2. Qualità della presentazione: punteggio massimo 1 punto; 3. Padronanza dell'argomento: punteggio massimo 1 punto; 4. Abilità nella discussione: punteggio massimo 1 punto. c) i punti attributi per la durata del corso (in corso/fuori corso): punteggio massimo 3 punti; d) i punti per le lodi ottenute negli esami di profitto (almeno 3/6 lodi): punteggio massimo 2 punti; e) i punti per coinvolgimento in programmi di scambio internazionale (n. mesi: 2-3/5-6): punteggio massimo 2 punti;
Parametri indicativamente utili per la valutazione della carriera ai fini della determinazione del voto di Laurea: 1) Lo studente in corso ottiene 3 punti se si laurea entro la sessione estiva (prima sessione utile), 2 punti se si laurea entro la sessione autunnale (a.a. in corso) e 1 punto se si laurea entro la sessione invernale (recupero). 2) Numero di lodi ottenute agli esami di profitto uguali o maggiori di 6 ottiene 2 punti; uguali o maggiori di 3 ottiene 1 punto. 3) Numero mesi per coinvolgimento in programmi di scambio internazionale riconosciuti dalle Facoltà tra 5 e 6 mesi ottiene 2 punti, tra 2 e 3 mesi ottiene 1 punto.
Il voto complessivo, determinato dalla somma dei punteggi previsti dalle voci "a - e" viene arrotondato per eccesso o per difetto al numero intero più vicino. La lode può venire attribuita al voto di laurea, con parere unanime della Commissione, ai candidati che conseguano un punteggio finale ≥ 113.