Skip to content

ECONOMIA INTERNAZIONALE

Dati insegnamento

  • Insegnamento: ECONOMIA INTERNAZIONALE
  • Anno: Terzo anno
  • Semestre: Secondo semestre
  • Tipo attività: Attività formative affini ed integrative
  • CFU: 9
  • SSD: SECS-P/01

Caratteristiche

TitoloCodiceCFUSSDAmbito disciplinareOre AulaOre esercitazioniOre Laboratorio
Attività formative affini ed integrativeC9SECS-P/01Attività formative affini o integrative72N.D.N.D.

Canali

NESSUNA CANALIZAZZIONE
DocenteDipartimento
CARLO D'IPPOLITI

Obiettivi

Obiettivi formativi

Gli studenti che abbiano superato l’esame saranno in grado di applicare le nozioni acquisite ai sempre più complessi fenomeni economici, sia reali sia finanziari, che caratterizzano tutte le economie aperte. Il corso sarà diviso in tre parti: nella prima parte gli studenti verranno introdotti ad alcune nozioni di base, quali il mercato dei cambi esteri, il sistema monetario internazionale, le condizioni di parità di interesse, la bilancia dei pagamenti internazionali; nella seconda parte verrà trattata l’economia internazionale monetaria e verranno presentati temi quali i meccanismi di aggiustamento della bilancia dei pagamenti, le teorie per la determinazione del tasso di cambio, i movimenti internazionali dei capitali, la speculazione, i problemi del sistema monetario internazionale; infine, nella terza parte verranno esplorati argomenti relativi alla teoria e all’analisi empirica del commercio internazionale, quali le determinanti dei flussi di commercio internazionale (teoria classica, teoria neoclassica, nuove teorie), le politiche commerciali, la globalizzazione e le imprese multinazionali.



Risultati e apprendimento previsti

Gli studenti che abbiano superato l’esame saranno in grado di comprendere le cause e le conseguenze delle relazioni economiche internazionali, sia per quanto riguarda i flussi monetari e finanziari internazionali sia per quanto riguarda i flussi internazionali di merci e servizi. Gli studenti impareranno ad analizzare alcuni temi di attualità dell’economia internazionale quali la sostenibilità del debito estero, le ripercussioni internazionali, le relazioni fra crisi finanziarie e crisi di cambio, gli effetti dell’internazionalizzazione dei mercati, le politiche economiche in economia aperta, i meccanismi di aggiustamento della bilancia dei pagamenti. Gli studenti inoltre approfondiranno l’analisi delle determinanti internazionali delle dinamiche osservate delle principali variabili macroeconomiche, quali il tasso di cambio reale, il tasso di cambio nominale, il tasso dell’interesse, le partite correnti, i risparmi, gli investimenti e le loro interrelazioni.

Libri di testo

Materiale fornito dal docente

Programma

Ai fini della frequenza con profitto del corso, è necessario aver positivamente superato l'esame di economia politica.

NOZIONI PRELIMINARI

Richiami dai corsi precedenti (parte integrante del programma d’esame)
Statistica economica: flussi e fondi della contabilità nazionale; definizioni e classificazioni nella bilancia dei pagamenti.
Economia politica: scuole dell’economia e ideologie politiche; modelli di base della teoria economica marginalista (equilibrio del consumatore; equilibrio dell’impresa e del mercato in concorrenza perfetta), la teoria neoclassica (il modello IS-LM; mercato del lavoro in concorrenza perfetta), e relative critiche (paradosso del risparmio); nozione di aspettative statiche, adattive e razionali.
La seconda globalizzazione
le istituzioni pubbliche globali (IMF, WB, WTO, BIS) ed europee (Consiglio Europeo, Consiglio dell’Unione Europea, Commissione Europea, Parlamento Europeo; e dell’euro-zona: EcoFin, ECB, EBA, EFSF, ESM)
Il contesto economico globale


ECONOMIA MONETARIA INTERNAZIONALE (INTERNATIONAL FINANCE)

Definizione del tasso di cambio
Tassi di cambio bilaterali ed effettivi. Il rapporto tra tasso di cambio e bilancia dei pagamenti.
Il tasso di cambio reale e la competitività di prezzo. Le condizioni di Marshall-Lerner.
Modelli di determinazione dei tassi di cambio in regimi di cambio flessibile
La parità dei poteri di acquisto
La parità scoperta e coperta dei tassi d’interesse (il modello di portafoglio)
Un modello monetarista
Il sistema monetario internazionale
cenni di storia e teoria dei sistemi monetari internazionali;
Vantaggi e svantaggi dei regimi di cambi fissi e flessibili. Il trilemma della politica economica.
Il dilemma di Triffin.


ECONOMIA INTERNAZIONALE

Teorie del commercio internazionale
La teoria classica (Ricardiana) dei vantaggi assoluti e comparati
La versione neoclassica: il modello Heckscher-Ohlin-Samuelson (HOS)
Un semplice modello NEG (nuova geografia economica)
Cenni di politica commerciale: gli effetti di dazi e tariffe
Macroeconomia di un’economia aperta
Il modello di Mundell-Fleming: efficacia della politica fiscale e di quella monetaria in regimi con alta e bassa mobilità dei capitali, con tassi di cambio fissi e flessibili. “Piccole” e “grandi” economie. Il “dilemma di politica economica” e la politica valutaria.
La crescita economica in un’economia aperta: la “legge di Thirlwall”
HANDS ON (esercitazioni)

Fonti dei dati e presentazione di elaborazioni di base
Stata: ripasso delle funzioni principali del software; semplici analisi dei dati
DocenteDipartimento
GIULIA ZACCHIA

Obiettivi

Obiettivi formativi

Gli studenti che abbiano superato l’esame saranno in grado di applicare le nozioni acquisite ai sempre più complessi fenomeni economici, sia reali sia finanziari, che caratterizzano tutte le economie aperte. Il corso sarà diviso in tre parti: nella prima parte gli studenti verranno introdotti ad alcune nozioni di base, quali il mercato dei cambi esteri, il sistema monetario internazionale, le condizioni di parità di interesse, la bilancia dei pagamenti internazionali; nella seconda parte verrà trattata l’economia internazionale monetaria e verranno presentati temi quali i meccanismi di aggiustamento della bilancia dei pagamenti, le teorie per la determinazione del tasso di cambio, i movimenti internazionali dei capitali, la speculazione, i problemi del sistema monetario internazionale; infine, nella terza parte verranno esplorati argomenti relativi alla teoria e all’analisi empirica del commercio internazionale, quali le determinanti dei flussi di commercio internazionale (teoria classica, teoria neoclassica, nuove teorie), le politiche commerciali, la globalizzazione e le imprese multinazionali.



Risultati e apprendimento previsti

Gli studenti che abbiano superato l’esame saranno in grado di comprendere le cause e le conseguenze delle relazioni economiche internazionali, sia per quanto riguarda i flussi monetari e finanziari internazionali sia per quanto riguarda i flussi internazionali di merci e servizi. Gli studenti impareranno ad analizzare alcuni temi di attualità dell’economia internazionale quali la sostenibilità del debito estero, le ripercussioni internazionali, le relazioni fra crisi finanziarie e crisi di cambio, gli effetti dell’internazionalizzazione dei mercati, le politiche economiche in economia aperta, i meccanismi di aggiustamento della bilancia dei pagamenti. Gli studenti inoltre approfondiranno l’analisi delle determinanti internazionali delle dinamiche osservate delle principali variabili macroeconomiche, quali il tasso di cambio reale, il tasso di cambio nominale, il tasso dell’interesse, le partite correnti, i risparmi, gli investimenti e le loro interrelazioni.