Skip to content

THEORY AND PRACTICE OF CONSERVATION

Dati insegnamento

  • Insegnamento: THEORY AND PRACTICE OF CONSERVATION
  • Anno: Primo anno
  • Semester: Primo semestre
  • Tipo attività: Attività formative affini ed integrative
  • CFU: 6
  • SSD: ICAR/19

Caratteristiche

TitoloCodiceCFUSSDAmbito disciplinareOre AulaOreOre Laboratorio
Attività formative affini ed integrativeC6ICAR/19Attività formative affini o integrative75N.D.N.D.

Canali

NESSUNA CANALIZAZZIONE
DocenteDipartimento
CALOGERO BELLANCA

Obiettivi

Obiettivo del corso è di porre lo studente in condizione di conoscere e sapere utilizzare i diversi materiali e le tecniche per gli interventi manutentivi e di restauro sui manufatti storici. Il corso si svolge alternando, nell'ambito del laboratorio, lezioni teoriche sugli argomenti in programma, applicazioni pratiche e progettazione assistita. Sono previste anche visite ai cantieri.

Libri di testo

Microbibliografia:

Testo generale:
C. Bellanca, Methodical approach to the restoration of historic architecture, Firenze 2011.

J. JOKILEHTO, A History of Architectural Conservation, Oxford 1999.
C.BELLANCA, Conservation, restauration, restauro: brevi spigolature sulla terminologia architettonica, in Conserving the authentic, Essay in Honour of Jukka Jokilehto, edited by Nicholas Stanley - Price and Joseph King , ICCROM 10, Roma 2009, 47-54.
C.BELLANCA, The values of Cultural Heritage in the Terminology of Restoration ,in Values and Criteria in Heritage Conservation, Proceedings of the International Conference of ICOMOS, ICCROM, Fondazione del Bianco, Florence 2-4 march 2007, Firenze 2008, pp. 249-258.
C.BRANDI, Theory of Restoration, Nardini editore, Firenze 2005, with texts by Giuseppe Basile, Paul Philippot, Giulio Carlo Argan, Cesare Brandi and presentation by Giuliano Urbani, Nicholas Stanley-Price, Caterina Bon Valsassina.

Per la storia e la teoria del restauro:
B.M.FIELDEN and J.JOKILEHTO, Management Guidelines for World Cultural Heritage Sites, Roma 1998.

Per le carte internazionali del restauro:
Conservation Officer’s Handbook, International Standards in Cultural Hertage Protection, 2015 edition, edited by Boguslaw Szmygin, Warsaw 2015.

Sui temi dell'uso "compatibile" delle preesistenze:
C.BELLANCA, Conservation, restoration, Adaptation: new use for historic architecture, in Conservation Turn – Return to Conservation, ICOMOS , International Scientific Committee for the Theory and the Philosophy of Conservation and Restoration, Florence 3-6 march 2011, Firenze 2012, pp.278-289.
C. BELLANCA, Adaptation and Museography Criteria, in Instruments and Methodologies for Cultural Heritage Conservation and Valorization, edited by Laura Baratin, Marta Acierno , Oliva Muratore, Ancona 2012.

Programma

Obiettivo principale del corso quello di fornire gli strumenti necessari per affrontare, con una precisa metodologia, la conservazione e il restauro dell'architettura storica.
Si richiamano alcuni concetti base, ricollegandosi alle definizioni di conservazione/restauro ed alla terminologia.

A. 1. Tendenze attuali del restauro: fondamento teorico del restauro, le più recenti posizioni, il restauro critico, il restauro critico-conservativo, la pura conservazione, la manutenzione-ripristino.
A. 2. Il metodo di studio di un "monumento".
A. 3. Storia del restauro.
A. 4. Le carte del Restauro: parte I.
A. 5. Una particolare riflessione sul contesto culturale di Alois Riegl (1858-1905) e Cesare Brandi (1906-1988).
A. 6. Le carte del Restauro: parte II.
A. 7. Il restauro archeologico.
A. 8. Analisi dello stato attuale e interventi con esemplificazioni dei difetti della realtà architettonica.
A. 9. Adattamenti e criteri di museologia e museografia. Il tema dell’adeguamento liturgico.
A. 10. Il restauro del moderno.
A. 11. L’intervento nella città storica: i centri storici tra conservazione e innovazione.

B. Lezioni in situ: "passeggiate" nella città di Roma, lo studio "diretto" dell'architettura storica.

C. Facoltativo: gli studenti, divisi in piccoli gruppi e guidati dal professore e dagli assistenti, potranno svolgere brevi ricerche su alcuni edifici storici romani.