Ritratto di adalgisa.donatelli@uniroma1.it

Avviso rivolto a tutti i potenziali studenti del corso di Elementi di restauro:

 

  • canale E (prof. ssa Adalgisa Donatelli), a.a. 2020-2021

Le attività del secondo semestre saranno organizzate, in attuazione del DPCM 14/01/2021, secondo quanto deliberato dal Senato Accademico nella seduta del 2 febbraio u.s. e stabilito dalla Commissione Didattica di Ateneo nella seduta del 4 febbraio u.s., e tenuto conto di quanto deciso dal CRUL del 9 febbraio u.s., come segue:

 

1. tutti gli insegnamenti previsti per il secondo semestre dell’a.a. 2020-2021 sono offerti dai docenti in presenza e sono fruibili dagli studenti sia in presenza, compatibilmente con le necessarie misure di sicurezza [linee guida MUR di cui all'allegato 18 del DPCM 14 gennaio 2021], sia a distanza in modalità sincrona, indipendentemente dall'anno di corso;

2. le attività laboratoriali, le esercitazioni e le attività esperienziali potranno svolgersi in presenza nel rispetto delle succitate linee guida; 

3. gli esami e le sedute di laurea potranno essere svolte in presenza nel rispetto delle linee guida MUR, garantendo, altresì, agli studenti che lo richiedano lo svolgimento delle stesse anche in modalità a distanza.

 L’accesso alle aule dovrà avvenire nel rispetto della capienza COVID e di tutte le misure di sicurezza previste dalle vigenti norme, e si dovrà garantire il distanziamento e il tracciamento della presenza degli studenti in aula.

 

Con l’occasione, vi invito a prendere attenta visione dei seguenti documenti:

1.     Didattica in aula: Fase 3 - Vademecum sulle misure di prevenzione e protezione per le attività di didattica in aula,C008 rev 01 del 10.12.2020 (presente in allegato);

2.     Indicazioni per gli Studenti e personale esterno: COVID-19 Fase 3: norme di comportamento per studenti e personale esterno, C006 rev 04 del 10.12.2020 (presente in allegato);

ricordando, come già rappresentato dall’Ufficio Alta Vigilanza, che il rispetto delle disposizioni riportate nei documenti sopra elencati è da considerarsi obbligatorio.

 

In allegato è a disposizione l'elenco degli studenti afferenti al canale E che comprende tutti i nominativi comunicati dalla Segreteria, relativi agli iscritti al III anno.

 

Il corso di Elementi di restauro (canale E) verrà avviato a partire del giorno 1 marzo, seguendo rigorosamente l’orario pubblicato sul sito di Facoltà:

LUNEDI 10.00-13.30 Gramsci Aula V5 https://meet.google.com/nff-zktw-zcs

GIOVEDI 11.00-13.00 Gramsci Aula V14 https://meet.google.com/nwb-bksg-yrc

 

A partire da lunedì 15 marzo e fino a data da destinarsi, alla luce delle ultime disposizioni e in coerenza con quanto stabilito dall'Ateneo, la didattica diventa esclusivamente on-line.

Sulla piattaforma elearning dedicata al corso sarà indicato il link a cui collegarsi.

 

Gli strumenti di comunicazione online saranno E-learning e Meet.

Con E-learning si avrà la possibilità di scaricare il programma, il calendario delle scadenze, alcuni materiali bibliografici e didattici, il sommario delle lezioni via via svolte, oltre all’informativa via via necessaria per le lezioni.

 

Con Meet si avrà la possibilità di seguire le lezioni in videoconferenza condotte in aula dal docente. Si precisa che la partecipazione alla piattaforma Meet è consentita solo attraverso l’impiego della posta elettronica di uniroma1.it, da attivare con il browser Google Chrome.

 

Il 1 marzo, come da calendario, si potrà procedere con l’avvio delle iscrizioni al corso di Elementi, che proseguiranno sino alla settimana successiva, quando si concluderanno definitivamente.

Gli studenti intenzionati ad iscriversi dovranno accedere ad E-learning, dove troveranno:

1) il link con il quale potranno partecipare alla videolezione su Meet;

2) la scheda d’iscrizione al corso, da compilare secondo il modello inserito qui sotto, e da caricare sulla piattaforma elearning dedicata.

Si raccomanda di verificare attentamente la pertinenza della pagina elearning al canale di appartenenza

 

A seguito della verifica delle iscrizioni con l’elenco comunicato dalla Segreteria, verrà concordata la scelta del tema applicativo da svolgere come esercitazione all’interno del corso.

 

In via generale, l’orario del corso di Elementi sarà dedicato, in buona parte, alla lezione, che si svolgerà con l’ausilio di un power point e, in alcuni momenti, alle esercitazioni e verifiche di volta in volta programmate. 

 

Si raccomanda la puntualità e il rispetto dell’orario ufficiale di lezione.

 

Seguono:

  1. Modello scheda d’iscrizione da compilare e caricare sulla piattaforma E-learning (scaricare il modello in word da E-learning). La scheda, compilata e firmata, dovrà essere trasformata in pdf e nominata con il proprio cognome.
  2. Criteri da seguire per l’eventuale richiesta di cambio di canale
  3. Procedura d’impiego della piattaforma Meet
  1. Modello della scheda d’iscrizione

 

Iscrizione al corso di Elementi di restauro –A.A. 2020-2021

 

 

Studente/ssa: …………………………………………………………………………………………………

Cognome                                Nome

 

Matricola: …………………………   Anno di Immatricolazione: ……………………………………………

 

Indirizzo mail:…………………………………………………………………………………………………

 

 

Esami sostenuti                                                                            

No

Storia dell’architettura antica e medievale                           

 

 

Storia dell’architettura moderna                                            

 

 

Scienza della Rappresentazione III                                          

 

 

 

 

Docente titolare del corso di Scienza della Rappresentazione III che si è seguito: ……………………………………………

 

Tema applicativo affrontato nel corso di Scienza della Rappresentazione III:

 

………..…………………………………………………………………………………………………………

 

 

 

Data:………………………………………………  Firma:…………………………………………………..

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

2. Criteri da seguire per l’eventuale richiesta di cambio di canale

 

Come stabilito dal corso di laurea, l’eventuale richiesta di cambio canale è possibile, in casi eccezionali, SOLO se congiunto, ovvero fra 2 studenti regolarmente iscritti al III anno e che intendano scambiarsi il relativo canale.

La procedura che gli studenti devono seguire per la richiesta di cambio canale congiunto è la seguente:

  1. richiedere alla Segreteria didattica il modulo predisposto per il cambio congiunto e compilarlo in tutte le sue parti;
  2. inviarlo (in formato pdf) contestualmente ai docenti dei canali interessati (canale assegnato e canale richiesto), con la richiesta di accettazione del cambio e allegando i rispettivi documenti di identità; quanto indicato va inviato agli indirizzi istituzionali (uniroma1) dei docenti interessati;
  3. una volta accordato il cambio congiunto da parte dei docenti, gli studenti riceveranno la modulistica firmata dai docenti e sono tenuti a consegnarla alla Segreteria didattica.

Si precisa che tale procedura potrà essere avviata subito dopo l’inizio dei corsi, quindi è bene comunque procedere all’iscrizione sulla piattaforma elearning del canale assegnato; una volta ottenuto il cambio congiunto da parte dei docenti, si potrà procedere a correggere l’iscrizione sulla piattaforma.

 

 

 

3. Procedura d’impiego della piattaforma Meet

 

- per il funzionamento generale della piattaforma Meet e il collegamento si rimanda a:  https://www.uniroma1.it/it/pagina/tecnologie-di-facile-utilizzo-supporto-della-didattica-distanza;

- lo studente deve effettuare il collegamento nell’orario di lezione regolarmente previsto da calendario, aprendo la piattaforma di posta elettronica uniroma1.it con il proprio login e mantenendola aperta nel corso dell’intero collegamento;

- si precisa che la piattaforma funziona esclusivamente con l’indirizzo di posta di uniroma1.it;

- nel corso della lezione lo studente deve spegnere il microfono della propria postazione. Tale microfono potrà essere riacceso singolarmente per effettuare domande e interagire con il corso. Per evitare una sovrapposizione eccessiva di voci si propone di utilizzare la chat per chiedere la parola e aspettare l’invito a voce del docente (tale modalità verrà comunque verificata nella pratica).

Giovedì mattina - aula virtuale Meet, previa segnalazione sull'indirizzo email

Consulta: http://www.dsdra.it/drupaluni/dipartimento_/elenco-docenti

Profilo generale
- Laurea Ingegneria Edile, Facoltà di Ingegneria edile, L Aquila 20/07/2000.
- Post PhD triennale, Facoltà di Ingegneria edile-architettura, L Aquila Ricercatore ICAR19, Sapienza Roma 01/11/2012.
- Dottore di Ricerca in Conservazione dei Beni Architettonici, Sapienza Roma 18/07/2008.
- Specialista in Beni Architettonici e del Paesaggio, Sapienza Roma 07/04/2009.
- Borsa di studio annuale CNR svolta presso il Department of Civil Engeneering-Universidade do Minho, Azurem-Guimaraes (Portogallo, 2003).
- È ricercatore confermato per il settore scientifico disciplinare ICAR 19 presso la Facoltà di architettura "Valle Giulia" (presa di servizio 1/11/2012).
- Ha conseguito l'Abilitazione Scientifica Nazionale per la seconda fascia dal 2018.
- È membro del collegio di Dottorato in Storia Disegno e Restauro dell Architettura (Dipartimento DSDRA della facoltà di Architettura Sapienza Università di Roma) dall a.a. 2019/2020.

Attività accademica
- Attività didattica svolta come tutor del corso di Restauro Architettonico e del Laboratorio di tesi in Restauro architettonico dal 2002 al 2009 presso la Facoltà di Ingegneria, corso in
Ingegneria Edile-Architettura, dell Università dell Aquila.
- Cultore della materia in Restauro Architettonico presso la Facoltà d Ingegneria dell Università degli Studi dell Aquila (2007-2009) e dal 2009 cultore della stessa materia presso la Facoltà di
Architettura della «Sapienza» Università di Roma.
- Professore a contratto del corso obbligatorio annuale di Restauro Architettonico (12 CFU) presso la Facoltà d Ingegneria dell Università degli Studi dell Aquila, Corso di studi in Ingegneria Edile-
architettura, nel triennio 2009-2012.
- Tutor del corso di Laboratorio di restauro (prof.ssa D. Fiorani) presso la Facoltà di Architettura della «Sapienza» Università di Roma, dal 2009.
- Attività didattica e cura di workshops presso corsi e Master nazionali e internazionali.
- Docente del corso di Elementi di Restauro del corso di Laurea Magistrale a Ciclo Unico in Architettura U.E. presso "Sapienza" Università di Roma, dal 2013.

Attività di ricerca
Il percorso di ricerca prevalente affronta i temi del restauro e del consolidamento delle fabbriche storiche attraverso una modalità investigativa che coniughi gli strumenti conoscitivi di natura storico-critico-descrittiva in uso nel restauro con le procedure analitiche di taglio più strettamente strutturale.
Un altro filone d interesse contempla le questioni della conservazione e del recupero dei centri storici minori.
L attività del restauro a Roma, fra gli anni Trenta e Cinquanta del XX secolo, costituisce, al momento, un ulteriore terreno di indagine e riflessione.
La formulazione di algoritmi per la valutazione di vulnerabilità e trasformazione della scheda urbana e fronti edilizi per i centri storici della Carta del Rischio MIBAC.

Attività professionale
Principalmente rivolta alla progettazione e alla direzione dei lavori per il restauro e consolidamento del costruito storico.
Si segnalano, in tal senso, diversi interventi seguiti a titolo personale: Borgo di Burio ad Anticoli Corrado (Roma) progettazione; chiesa della Madonna del Carmine ad Anticoli Corrado (Roma )- consulente per il restauro strutturale; complesso dei Mercati di Traiano a Roma - incarico professionale per la caratterizzazione delle forme di alterazione e degrado presenti nelle 12 Taberne del Grande Emiciclo, del Corridoio e dei due corpi scala ad esso adiacenti; Palazzo Rosati (Ripa di Fagnano, L Aquila) consulenza alla DL.

Bibliografia
L attività scientifica è costituita da scritti dedicati alla lettura strutturale, ai temi del restauro strutturale e della diagnostica delle fabbriche storiche; alle questioni conservative di centri storici minori in zona sismica. Di seguito vengono indicati alcuni esempi significativi:
DONATELLI A., Terremoto e architettura storica. Prevenire l emergenza, Roma 2010, Gangemi, 271 pp., ill. ISBN 88-492-2012-4.
DONATELLI A., Il percorso di conoscenza e la valutazione della sicurezza sismica: riscontri e verifiche in alcune chiese dell Abruzzo appenninico, in «Arkos», n.s., 2009, 19, pp. 34-43.
DONATELLI A., Diagnostica strutturale, in FIORANI D. (a cura di), in Restauro e tecnologie in architettura, Roma 2009, Carocci, pp. 193-235 e voci di glossario pp. 356, 359, 361, 362-368.
BARTOLOMUCCI C., DONATELLI A., La conservazione nei centri storici minori abruzzesi colpiti dal sisma del 2009: esigenze di riuso e questioni di conservazione, in BISCONTIN G., DRIUSSI G. (a cura di), La conservazione del patrimonio architettonico all aperto: superfici, strutture, finiture, contesti, Atti del 28° Convegno Internazionale di studi Scienza e Beni Culturali, Marghera-Venezia 2012, Edizioni Arcadia Ricerche, pp. 101-111 (ISBN 978-88-95409-16-0).
FIORANI D., DONATELLI A., Restaurare e ricostruire: problematiche del dopo-sisma aquilano, in «Tafter Journal» n. 50, agosto 2012, numero speciale (http://web-archive-it.com/page/653895/2012-11-14/http://www.tafterjourna... problematiche-del-dopo-sisma-aquilano/).
MILANO L., MORISI C., CALDERINI C., DONATELLI A. (a cura di), L Università e la ricerca per l Abruzzo. Il patrimonio culturale dopo il terremoto del 6 aprile del 2009, L Aquila 2012, Textus Edizioni.
DONATELLI A., Rinforzo delle murature con sistemi di confinamento attivo, in MUSSO S. F., Tecniche di restauro. Aggiornamento, Utet, Torino 2013, CSD 58.
DONATELLI A., Sistemi di consolidamento di architravi e piattabande, in MUSSO S. F., Tecniche di restauro. Aggiornamento, Utet, Torino 2013, CSD 59.
CACACE C., DONATELLI A., Carta del rischio del patrimonio culturale: studio sulla vulnerabilità e pericolosità sismica del patrimonio culturale in Sicilia e Calabria, in S. Della Torre (a cura di), Protezione dal rischio sismico, Proceedings of the International Conference Preventive and Planned Conservation (Monza, Mantova, 5-9 Maggio 2014), Nardini editore, Milano 2014, Book 3, pp. 119-128 (ISBN: 9788840403168).
DONATELLI A., Recensione a: C. Blasi (a cura di), Il monitoraggio delle grandi fabbriche storiche. 60 anni di monitoraggio della cupola del Brunelleschi, Atti del convegno (Firenze, OPA Centro Arte e Cultura, 19-20 gennaio 2012), in «Materiali e Strutture. Problemi di conservazione», serie III, n. 5-6, 2014, pp. 137-139.
DONATELLI A., Conservation and structural safety in seismic zone: first considerations about post-earthquake restorations made in L Aquila (Italy), in REUSO 2015. Atti del III Congreso Internacional sobre Documentación, Conservación, y Reutilización del Patrimonio Arquitectónico (Valencia 22-24 Ottobre 2015), cdrom, pp. 481-489.
DONATELLI A., Il restauro come pratica istituzionale. L opera di Alberto Terenzio a Roma e nel Lazio attraverso la rilettura di alcuni restauri (1928-1952), in «Quaderni dell Istituto di Storia dell architettura», n.s., 63, 2014-2015, pp. 81-93.
DONATELLI A., 'Ortodossia' teorica ed 'eresia' operativa in alcuni consolidamenti del Ventennio fra Roma e Lazio, in G. Biscontin, G. Driussi (a cura di), ERESIA E ORTODOSSIA NEL RESTAURO. Progetti e realizzazioni, Atti del 32° Convegno Scienza e Beni Culturali, Edizioni Arcadia Ricerche, Marghera-Venezia 2016, pp. 289-300.
DONATELLI A., Reuse and structure in historical architecture: constraints in the conservation project, in D. Fiorani, L. Kealy, S. F. Musso (editors), Conservation/Adaptation: keeping alive the spirit of the place. Adaptive reuse of heritage with symbolic value, Atti del 5th meeting and workshop (Liège-Hasselt, October 13-16, 2015), EAAE, Hasselt-Belgium 2017, pp. 73-84.
DONATELLI A., La ricerca nel restauro strutturale. Sicurezza sismica e consapevolezza storico ­costruttiva: il nodo culturale della recente normativa, in A. Aveta (a cura di), Progetto e cantiere: problematiche strutturali (sezione 3b), Atti del I Convegno SIRA RICerca/REStauro (Roma, 26-27 settembre 2017) coordinamento di D. Fiorani, Edizioni Quasar, Roma 2017, pp. 793-804.
DONATELLI A., Ricostruzione post sismica e restauro nei centri storici minori dell aquilano: considerazioni su un auspicata contaminazione , in G. Biscontin, G. Driussi (a cura di), Le nuove frontiere del restauro. Trasferimenti, Contaminazioni, Ibridazioni, Atti del 33° Convegno Scienza e Beni Culturali, Edizioni Arcadia Ricerche, Marghera-Venezia 2017, pp. 389-400.
DONATELLI A., Editoriale, in «Materiali e Strutture. Problemi di Conservazione», n.s., VI, 12, 2017, pp. 5-8, ISSN: 1121-2373 (titolo del numero: Materia e Innovazione).
DONATELLI A., Miglioramento antisismico e superfici architettoniche: un complesso rapporto fra sicurezza e conservazione, in G. Biscontin, G. Driussi (a cura di), Intervenire sulle superfici dell architettura tra bilanci e prospettive, atti del 34° Convegno Scienza e Beni Culturali, Edizioni Arcadia Ricerche, Marghera-Venezia 2018, pp. 283-294 - ISBN: 978-88-95409-22-1 (approvazione Comitato scientifico).
DONATELLI A., Restauro come impegno istituzionale. L'opera di Alberto Terenzio a Roma e nel Lazio (1928-1952), Edizioni Quasar, Roma 2018, pp. 164, ill. - ISBN: 978-88-7140-885-9.
DONATELLI A., Addenda: considerazioni per la definizione degli algoritmi per le schede di Unità Urbana, in D. Fiorani (a cura di), Il Futuro dei centri storici. Digitalizzazione e strategia conservativa, Edizioni Quasar, Roma 2019, pp. 135-138 - ISBN: 978-88-7140-925-2.
DONATELLI A., Uso e struttura nei centri minori abbandonati: sicurezza vs conservazione?, in G. Biscontin, G. Driussi (a cura di), IL PATRIMONIO CULTURALE IN MUTAMENTO LE SFIDE DELL'USO, atti del 35° Convegno Scienza e Beni Culturali, Edizioni Arcadia Ricerche, Marghera-Venezia 2019, pp. 951-964 - ISBN: 978-88-95409-23-8.
DONATELLI A., La documentazione degli interventi di restauro quale strumento di verifica in fase di collaudo, in A. Aveta, E. Sorbo (a cura di), Tutela, pratica, codici e norme Normative (sezione 5.1), Atti del II Convegno SIRA RICerca/REStauro (Bologna, 21-22 settembre 2018) coordinamento di S. F. Musso e M. Pretelli, Edizioni Quasar, Roma 2020, pp. 696-706.
DONATELLI A., Vulnerabilità dei centri storici. Validazione della scheda Unità Urbana del sistema Carta del Rischio tramite la sua applicazione su due centri laziali (con D. Fiorani, S. Cutarelli, A. Martello) in Materiali e Strutture. Problemi di conservazione , n.s., anno VIII (2019), 16, pp. 69-97.
DONATELLI A., Transformation of tools and conservation of architecture. (con D. Fiorani, M. Acierno, S. Cutarelli) in Építés Építészettudomány , rivista online, 24 giugno 2020, DOI: 10.1556/096.2020.005.
DONATELLI A., Aree archeologiche e falde affioranti: problematiche di conservazione e strategie di interventi (con M. G. Ercolino), in G. Biscontin, G. Driussi (a cura di), Gli effetti dell'acqua sui beni culturali, atti del 36° Convegno Scienza e Beni Culturali, Edizioni Arcadia Ricerche, Marghera-Venezia 2020, in corso di stampa.

SURNAME Name DONATELLI ADALGISA

General Profile
- Graduation Degree in Engineer, University of Study L Aquila, July 20.2000.
- Post PhD, conducted at the Department of Architecture and Town Planning of the University of L Aquila (2007 2010).
- PhD in Conservation of Architecture , «Sapienza» University of Rome, Jul.18.2008.
- Specialist in Study and Conservation of Monuments , School of Specialization, «Sapienza» University of Rome, Apr.04.2009.
- Scholarship CNR (2003) about cultural heritage, which lasts one year, conducted at the Department of Civil Engineering-Universidade do Minho, Azurem-Guimaraes (Portugal).
- Confirmed researcher for the scientific disciplinary sector ICAR 19 at the Faculty of Architecture "Valle Giulia" (taken on 1/11/2012).
- National Scientific Qualification for the second bracket since 2018.
- Member of the Doctoral College in History, Design and Restoration of Architecture (DSDRA Department of the Faculty of Architecture 'Sapienza' University of Rome) from the academic year 2019/2020.

Academical Activities
Teaching activity as tutor in the course of 'Architectural Restoration' course and in the Laboratory of thesis in 'Architectural Restoration' from 2002 to 2009 at the Faculty of Building - Architectural Engineering, University of L'Aquila.
Subject Expert in 'Architectural Restoration' at the Faculty of Engineering, University of L'Aquila (2007-2009) and since 2009 a expert of the same subject at the Faculty of Architecture at the "Sapienza" - University of Rome.
Professor of the mandatory annual course of Architectural Restoration (12 credits) at the Faculty of Engineering of the University of L'Aquila, Course of Studies in Building Architectural Engineering, in the years 2009-2012.
Tutor in 'Restoration Laboratory' course (Prof. D. Fiorani) at the Faculty of Architecture at the "Sapienza" - University of Rome, since 2009.
Teaching and care of national and international Master courses and workshops.
Teaching of course "Elementi di restauro" at the Faculty of Architecture at the "Sapienza" - University of Rome, since 2013.

Research Activities

The research mainly deals with the themes of restoration and consolidation of monuments through a investigative mode that combines the historical-critical-descriptive cognitive tools used in the restoration with the analytical procedures more closely relative to structural discipline.
Another field of interest is split up the issues of conservation and restoration of historic minors centers.
The work of restoration in Rome, between the thirties and the fifties of the twentieth century, is, at present, a further field of investigation and reflection.
The formulation of algorithms for the assessment of vulnerability and transformation of the urban format for the historic centers of the MIBAC Risk Map.

Professionals activities

Mainly devoted to the design and construction management for the restoration and consolidation of the historical buildings.
There are, in this sense, different interventions followed in their personal capacity: Little city of Burio at Anticoli Corrado (Rome) - design; church of Madonna del Carmine at Anticoli Corrado (Rome ) - consultant for the structural restoration; complex of Mercati di Traiano at Rome - professional assignment for the characterization of the forms of alteration and degradation present in 12 Taberne of the Grand Chamber, the Hall and the two stairwells adjacent to it; Palazzo Rosati (Ripa di Fagnano, L Aquila) advice to Direction Works

Bibliography
The scientific activity consists of writings devoted to structural reading, the themes of structural restoration and diagnostics of historical buildings; to the conservative issues of minor historical centers in seismic areas. The following are some examples:
DONATELLI A., Terremoto e architettura storica. Prevenire l emergenza, Rome 2010, Gangemi, 271 pp., ill. ISBN 88-492-2012-4.
DONATELLI A., Il percorso di conoscenza e la valutazione della sicurezza sismica: riscontri e verifiche in alcune chiese dell Abruzzo appenninico, in «Arkos», n.s., 2009, 19, pp. 34-43.
DONATELLI A., Diagnostica strutturale, in FIORANI D. (eds.), in Restauro e tecnologie in architettura, Rome 2009, Carocci, pp. 193-235 and AutoText entries pp. 356, 359, 361, 362-368.
BARTOLOMUCCI C., DONATELLI A., La conservazione nei centri storici minori abruzzesi colpiti dal sisma del 2009: esigenze di riuso e questioni di conservazione, in BISCONTIN G., DRIUSSI G. (eds.), La conservazione del patrimonio architettonico all aperto: superfici, strutture, finiture, contesti, Proceedings of 28° International Meeting of studies Scienza e Beni Culturali, Marghera-Venezia 2012, Arcadia Ricerche Edition, pp. 101-111 (ISBN 978-88-95409-16-0).
FIORANI D., DONATELLI A., Restaurare e ricostruire: problematiche del dopo-sisma aquilano, in «Tafter Journal» n. 50, August 2012, special number (http://web-archive-it.com/page/653895/2012-11-14/http://www.tafterjourna... problematiche-del-dopo-sisma-aquilano/).
MILANO L., MORISI C., CALDERINI C., DONATELLI A. (a cura di), L Università e la ricerca per l Abruzzo. Il patrimonio culturale dopo il terremoto del 6 aprile del 2009, L Aquila 2012, Textus Edizioni.
DONATELLI A., Rinforzo delle murature con sistemi di confinamento attivo, in MUSSO S. F., Tecniche di restauro. Aggiornamento, Utet, Torino 2013, CSD 58.
DONATELLI A., Sistemi di consolidamento di architravi e piattabande, in MUSSO S. F., Tecniche di restauro. Aggiornamento, Utet, Torino 2013, CSD 59.
CACACE C., DONATELLI A., Carta del rischio del patrimonio culturale: studio sulla vulnerabilità e pericolosità sismica del patrimonio culturale in Sicilia e Calabria, in S. Della Torre (a cura di), Protezione dal rischio sismico, Proceedings of the International Conference Preventive and Planned Conservation (Monza, Mantova, 5-9 Maggio 2014), Nardini editore, Milano 2014, Book 3, pp. 119-128 (ISBN: 9788840403168).
DONATELLI A., Recensione a: C. Blasi (a cura di), Il monitoraggio delle grandi fabbriche storiche. 60 anni di monitoraggio della cupola del Brunelleschi, Atti del convegno (Firenze, OPA Centro Arte e Cultura, 19-20 gennaio 2012), in «Materiali e Strutture. Problemi di conservazione», serie III, n. 5-6, 2014, pp. 137-139.
DONATELLI A., Conservation and structural safety in seismic zone: first considerations about post-earthquake restorations made in L Aquila (Italy), in REUSO 2015. Atti del III Congreso Internacional sobre Documentación, Conservación, y Reutilización del Patrimonio Arquitectónico (Valencia 22-24 Ottobre 2015), cdrom, pp. 481-489.
DONATELLI A., Il restauro come pratica istituzionale. L opera di Alberto Terenzio a Roma e nel Lazio attraverso la rilettura di alcuni restauri (1928-1952), in «Quaderni dell Istituto di Storia dell architettura», n.s., 63, 2014-2015, pp. 81-93.
DONATELLI A., 'Ortodossia' teorica ed 'eresia' operativa in alcuni consolidamenti del Ventennio fra Roma e Lazio, in G. Biscontin, G. Driussi (a cura di), ERESIA E ORTODOSSIA NEL RESTAURO. Progetti e realizzazioni, Atti del 32° Convegno Scienza e Beni Culturali, Edizioni Arcadia Ricerche, Marghera-Venezia 2016, pp. 289-300.
DONATELLI A., Reuse and structure in historical architecture: constraints in the conservation project, in D. Fiorani, L. Kealy, S. F. Musso (editors), Conservation/Adaptation: keeping alive the spirit of the place. Adaptive reuse of heritage with symbolic value, Atti del 5th meeting and workshop (Liège-Hasselt, October 13-16, 2015), EAAE, Hasselt-Belgium 2017, pp. 73-84.
DONATELLI A., La ricerca nel restauro strutturale. Sicurezza sismica e consapevolezza storico­costruttiva: il nodo culturale della recente normativa, in A. Aveta (a cura di), Progetto e cantiere: problematiche strutturali (sezione 3b), Atti del I Convegno SIRA RICerca/REStauro (Roma, 26-27 settembre 2017) coordinamento di D. Fiorani, Edizioni Quasar, Roma 2017, pp. 793-804.
DONATELLI A., Ricostruzione post sismica e restauro nei centri storici minori dell aquilano: considerazioni su un auspicata contaminazione , in G. Biscontin, G. Driussi (a cura di), Le nuove frontiere del restauro. Trasferimenti, Contaminazioni, Ibridazioni, Atti del 33° Convegno Scienza e Beni Culturali, Edizioni Arcadia Ricerche, Marghera-Venezia 2017, pp. 389-400.
DONATELLI A., Editoriale, in «Materiali e Strutture. Problemi di Conservazione», n.s., VI, 12, 2017, pp. 5-8, ISSN: 1121-2373 (titolo del numero: Materia e Innovazione).
DONATELLI A., Miglioramento antisismico e superfici architettoniche: un complesso rapporto fra sicurezza e conservazione, in G. Biscontin, G. Driussi (a cura di), Intervenire sulle superfici dell architettura tra bilanci e prospettive, atti del 34° Convegno Scienza e Beni Culturali, Edizioni Arcadia Ricerche, Marghera-Venezia 2018, pp. 283-294 - ISBN: 978-88-95409-22-1 (approvazione Comitato scientifico).
DONATELLI A., Restauro come impegno istituzionale. L'opera di Alberto Terenzio a Roma e nel Lazio (1928-1952), Edizioni Quasar, Roma 2018, pp. 164, ill. - ISBN: 978-88-7140-885-9.
DONATELLI A., Addenda: considerazioni per la definizione degli algoritmi per le schede di Unità Urbana, in D. Fiorani (a cura di), Il Futuro dei centri storici. Digitalizzazione e strategia conservativa, Edizioni Quasar, Roma 2019, pp. 135-138 - ISBN: 978-88-7140-925-2.
DONATELLI A., Uso e struttura nei centri minori abbandonati: sicurezza vs conservazione?, in G. Biscontin, G. Driussi (a cura di), IL PATRIMONIO CULTURALE IN MUTAMENTO LE SFIDE DELL'USO, atti del 35° Convegno Scienza e Beni Culturali, Edizioni Arcadia Ricerche, Marghera-Venezia 2019, pp. 951-964 - ISBN: 978-88-95409-23-8.
DONATELLI A., La documentazione degli interventi di restauro quale strumento di verifica in fase di collaudo, in A. Aveta, E. Sorbo (a cura di), Tutela, pratica, codici e norme Normative (sezione 5.1), Atti del II Convegno SIRA RICerca/REStauro (Bologna, 21-22 settembre 2018) coordinamento di S. F. Musso e M. Pretelli, Edizioni Quasar, Roma 2020, pp. 696-706.
DONATELLI A., Vulnerabilità dei centri storici. Validazione della scheda Unità Urbana del sistema Carta del Rischio tramite la sua applicazione su due centri laziali (con D. Fiorani, S. Cutarelli, A. Martello) in Materiali e Strutture. Problemi di conservazione , n.s., anno VIII (2019), 16, pp. 69-97.
DONATELLI A., Transformation of tools and conservation of architecture. (con D. Fiorani, M. Acierno, S. Cutarelli) in Építés Építészettudomány , rivista online, 24 giugno 2020, DOI: 10.1556/096.2020.005.
DONATELLI A., Aree archeologiche e falde affioranti: problematiche di conservazione e strategie di interventi (con M. G. Ercolino), in G. Biscontin, G. Driussi (a cura di), Gli effetti dell'acqua sui beni culturali, atti del 36° Convegno Scienza e Beni Culturali, Edizioni Arcadia Ricerche, Marghera-Venezia 2020, in corso di stampa.

Insegnamento Codice Anno Corso - Frequentare
CONSOLIDAMENTO DEGLI EDIFICI STORICI 1035656 2021/2022 Architettura
ELEMENTI DI RESTAURO 1044247 2020/2021 Architettura
ELEMENTI DI RESTAURO 1044247 2019/2020 Architettura
ELEMENTI DI RESTAURO 1044247 2018/2019 Architettura
ELEMENTI DI RESTAURO 1044247 2017/2018 Architettura
ELEMENTI DI RESTAURO 1044247 2016/2017 Architettura
Titolo Rivista Anno
La documentazione degli interventi di restauro quale strumento di verifica in fase di collaudo 2020
Centri minori in Abruzzo colpiti da eventi sismici: scenari di danno e trasformazioni del costruito storico ARCHISTOR 2020
Aree archeologiche e falde affioranti: problematiche di conservazione e strategie di intervento 2020
La Carta del Rischio per i centri storici. Conoscenza e gestione del patrimonio storico applicate a due centri laziali 2020
Approfondimenti storico-architettonici per la caratterizzazione dell’edificato urbano e il restauro in zona sismica 2020
TRANSFORMATION OF TOOLS AND CONSERVATION OF ARCHITECTURE SOME RESEARCHES ON THE USE OF DIGITAL SYSTEMS FOR THE INTERVENTION ON THE HISTORICAL BUILDINGS Epìtés-Epìtészettudomàny 2020
Addenda. Considerazioni per la definizione degli algoritmi per le schede di Unità Urbana 2019
Uso e struttura nei centri minori abbandonati. Sicurezza vs conservazione? 2019
L’indagine costruttiva nelle tesi di restauro 2019
Vulnerabilità dei centri storici. Validazione della scheda unità urbana del sistema carta del rischio tramite la sua applicazione su due centri laziali MATERIALI E STRUTTURE 2019
Restauro come impegno istituzionale. L’opera di Alberto Terenzio a Roma e nel Lazio (1928-1952) 2018
Miglioramento antisismico e superfici architettoniche. Un complesso rapporto fra sicurezza e conservazione 2018
L'attività di tutela e restauro a Roma e nel Lazio fra gli anni Trenta e Cinquanta del Novecento 2018
Approfondimenti di metodologia analitica per la caratterizzazione dell’edificato storico e il restauro in zona sismica 2018
Attualità di un’architettura storica. Per i 600 anni dal concorso di affidamento del cantiere. COSTRUIRE IN LATERIZIO 2018
Centri minori in Abruzzo colpiti da eventi sismici. Scenari di danno e trasformazioni del costruito storico 2018
La ricerca nel restauro strutturale. Sicurezza sismica e consapevolezza storico­costruttiva. Il nodo culturale della recente normativa 2017
Reuse and structure in historical architecture. Constraints in the conservation project 2017
Ricostruzione post sismica e restauro nei centri storici minori dell’aquilano. Considerazioni su un’auspicata ‘contaminazione’ 2017
Editoriale MATERIALI E STRUTTURE 2017