Ritratto di fra.rossi@uniroma1.it

The course "Housing policies, strategies and tools for urban regeneration" will start tomorrow, 2.3.2021, at 9 am, in Room G33 or at the link meet:

 

https://meet.google.com/bnh-avzj-iem

 

martedì 12.30-13.30

Francesca Rossi è Dottore di Ricerca in Riqualificazione e recupero insediativo dell Università Sapienza e dal luglio 2018 Ricercatore a tempo determinato-Tipo A presso il Dipartimento di Pianificazione, Design, Tecnologia dell Architettura (PDTA) della Sapienza Università di Roma, Settore Scientifico disciplinare Icar/21 e membro del Collegio dei Docenti della Scuola di Specializzazione in Beni Naturali e Territoriali, Secondo profilo: Architettura di parchi, giardini e sistemi naturalistico ambientali.

Attività di formazione e ricerca
Dal 2017 al 2018 è titolare di un Assegno di Ricerca nell ambito del Progetto di Ricerca Europa e America Latina. La costruzione della città pubblica per la rigenerazione urbana presso lo stesso Dipartimento.
Dal 2014 al 2015 e dal 2012 al 2013 è Ricercatore a tempo determinato presso il Dipartimento DATA, oggi PDTA, della Sapienza Università di Roma, Settore Scientifico disciplinare Icar/21 nell ambito del Progetto Il sistema museale globale come risorsa per lo sviluppo del territorio . Dal 2006 al 2008 è titolare di un Assegno di ricerca biennale presso la Facoltà di Architettura dell Università Sapienza di Roma sul Progetto: La nuova dimensione policentrica di Roma: condividere il centro in periferia.
Dal 2002 al 2006 svolge attività di ricerca presso la Facoltà di Architettura dell Università Sapienza nell ambito del Corso di Dottorato di Ricerca in Riqualificazione e recupero insediativo (XVIII Ciclo), dove consegue, nel mese di aprile 2006, il titolo di Dottore di Ricerca (settore scientifico disciplinare Icar 21/Urbanistica discutendo una tesi dal titolo Il tempo breve della trasformazione nella città contemporanea. Tempo politico, tempo tecnico e tempo sociale nei programmi complessi .
Si laurea in architettura nel 2002 presso l Università degli Studi di Roma Tre con una tesi in Progettazione architettonica dal Titolo Un intervento di recupero ambientale lungo la sponda destra del Tevere, presso Isola Sacra a Fiumicino con la votazione di 110/110 ed è iscritta all Albo degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori di Roma e provincia sez. A.

Attività didattica
Dal 2008 è docente titolare e docente a contratto presso la Facoltà di Architettura dell Università Sapienza di Roma, in qualità responsabile del:

- Housing Policies, Strategies and Tools for Urban Regeneration (Architettura - Rigenerazione urbana - Architecture - Urban Regeneration)
- Progettazione Urbanistica I (Corso di Laurea quinquennale a ciclo unico)
- Pianificazione del Territorio e del Paesaggio (Corso di Laurea di Scienze dell Architettura)
- Principi della progettazione urbanistica contemporanea (Corso di Laurea Magistrale in Architettura)
- Urbanistica e Pianificazione (Corso di Laurea in Scienza dell Architettura)
- Urbanistica II (Corso di Laurea in Scienza dell Architettura e della Città)
- Fondamenti di Urbanistica (Corso di Laurea Magistrale in Architettura)
- Modulo di Ecologia del Paesaggio nel Laboratorio di Progettazione di Architettura e del Paesaggio (Corso di Laurea in Architettura del Paesaggio)

Dal 2002, parallelamente all attività di Ricerca, ha costantemente svolto attività di supporto alla didattica, attività seminariale e di tutoraggio in Corsi afferenti alla Facoltà di Architettura, nonché attività come Relatore e Correlatore di tesi su argomenti inerenti il settore disciplinare Icar/21

Attività di pianificazione-progettazione e di sperimentazione
Nel 2012 è consulente urbanistico per la riclassificazione urbanistica e la redazione delle varianti al PRG delle aree a vincolo del Comune di L'Aquila, incarico svolto nell ambito dell attività commissariale del Prof. Arch. Francesco Ciardini per la Facoltà di Architettura, Università Sapienza di Roma.
Nel 2010 è consulente urbanistico per Roma Capitale, U.O. Attuazione Programmi di Recupero Urbano e OO.PP. (art. 11 L. 493/93) in collaborazione con lo studio OSA-Architettura e Paesaggio la formulazione di Linee Guida per la valorizzazione paesaggistica del Borghetto Aurelio a Roma nell ambito della OP 12 del PRU Valle Aurelia Formazione e attuazione del Piano attuativo del Borghetto (DD 154 del 26/02/2010) e nel 2012, sempre consulente urbanistico per la Redazione del Piano di Recupero del Borghetto Aurelio Ruolo svolto: consulente urbanistico capogruppo (in collaborazione con lo studio OSA -Architettura e Paesaggio) per la redazione del Piano
Nel 2009 collabora con lo Studio dell Arch. Falanga a Napoli, per la Redazione dello Studio di fattibilità del progetto di Recupero, rifunzionalizzazione e valorizzazione del complesso denominato ex Molini Meridionali Marzoli a Torre del Greco quale parte integrante del Programma Integrato Urbano P.I.U. Europa della Regione Campania.
Dal 2004 al 2006 collabora presso lo Studio del Prof. Arch. Maurizio Marcelloni alla Redazione del Primo Dossier degli Studi di Fattibilità dello Schema di Assetto Preliminare del Progetto Urbano della Nuova Centralità Anagnina-Romanina, nonché alla predisposizione dei materiali e delle linee guida della Prima e Seconda Fase del Concorso Internazionale FareCentroaRomanina. Progetto urbano della Centralità urbana Romanina.
Dal 2001 al 2004 è consulente urbanistico della Società Risorse per Roma S.p.a. (Municipalizzata del Comune di Roma) con incarichi di redazione di Studi di fattibilità per la valorizzazione di immobili comunali e del Progetto Campidoglio 2.

Interessi di ricerca
Declinati professionalmente anche nelle esperienze progettuali e documentati dall attività pubblicistica si articolano secondo i contenuti della disciplina urbanistica con una particolare attenzione alle strategie di rigenerazione urbana per lo sviluppo sostenibile dei territorio e delle comunità, alla costruzione della città pubblica nella città contemporanea, alla pianificazione territoriale e paesaggistica, alla riqualificazione urbana, ai temi del recupero del tessuto insediativo esistente. Nello specifico:

- Strategie integrate per la rigenerazione del patrimonio naturale, storico e culturale
La linea di ricerca trae le mosse dalla consapevolezza della rilevanza, riconosciuta a livello europeo e mondiale, delle componenti storico-ambientali e culturali quali espressioni dei valori identitari della città contemporanea.
In questo contesto la messa a sistema del patrimonio storico-culturale e delle reti naturalistiche costituisce una garanzia per lo sviluppo urbano sostenibile, laddove il concetto di bene comune , sottende la promozione di una nuova coscienza sociale, per favorire il recupero delle identità locali nel rispetto di valori condivisi a scala territoriale.
La linea di ricerca è oggetto di una partecipazione al Progetto di Ricerca di Ateneo - Grandi Progetti 2017 Italy and China. Historic Infrastructures and Ecological Networks for an Integrated Urban Regeneration Strategy , di cui è Responsabile scientifico la Prof. Laura Ricci.
Tra le pubblicazioni si vedano:
- C. Amato, C. Ravagnan, F. Rossi (2019) Percorsi di resilienza per territori fragili. Il ruolo delle greenways nella rigenerazione delle regioni adriatiche , Gangemi
- C. Amato, C. Ravagnan, F. Rossi (2019), Between legacy and abandonment. The reuse of minor railways as paths of resilience , in C. Gambardella, WORLD HERITAGE and LEGACY, Culture, Creativity, Contamination, Le Vie dei Mercanti, Atti del XVII International Forum di Studi, Collana Architecture, Heritage and Design (pp 217-226)
- F. Accica, I. Poli, C. Ravagnan, F. Rossi (2018), The role of Italian cultural heritage in sustainable urban regeneration. New references from four case studies , in C. Gambardella, WORLD HERITAGE and KNOWLEDGE, Representation, Restoration, Redesign, Resilience, Le Vie dei Mercanti, Atti del XVI International Forum di Studi, Collana Architecture, Heritage and Design (pp 427-435)

-Rigenerazione e città pubblica: strumenti innovativi per il governo della città e del territorio
Questa linea di ricerca trae origine dal dibattito sul governo del territorio e sul ruolo della disciplina nella ricerca e sperimentazione di nuove strumenti per la rigenerazione delle città e dei territori contemporanei. Ruolo che trova nella costruzione della città pubblica il riferimento strutturale e strutturante attraverso cui sostanziare strategie innovative di rigenerazione della città.
La linea di ricerca è finalizzata alla sperimentazione di nuove regole e di nuovi meccanismi attuativi al fine di conciliare l interesse pubblico con la fattibilità economica, garantendo alti livelli di equità, qualità e benessere nella città e per i cittadini. Il tema è stato recentemente affrontato come:
- Assegnista di Ricerca annuale nell ambito del Progetto di Ricerca Europa e America Latina. La costruzione della città pubblica per la rigenerazione urbana di cui era Responsabile scientifico la Prof. Laura Ricci (2017);
- Tutor nel Workshop di progettazione urbanistica Politiche e Progetti per la Rigenerazione dello Spazio Pubblico nei quartieri di Edilizia Pubblica INA Casa (2017).
Tra le pubblicazioni si veda:
F. Rossi, L. Ricci (2018), Rigenerare la città contemporanea. Barcellona e la ri-costruzione della città pubblica (pp. 149-153), in Il bisogno di giustizia nella città che cambia, Urbanistica Informazioni
- I. Poli, F. Rossi (2017), Rigenerare la città spontanea e abusiva: Italia e Spagna , in Urbanistica Informazioni, Atti della X Giornata Studio INU Crisi e rinascita delle città, 272 s.i., Anno XXXXI, (pp. 447-450)

-Il paesaggio come chiave di lettura privilegiata nella comprensione dei processi di trasformazione fisica del territorio e delle dinamiche culturali e socio-economiche in esso presenti. La componente paesaggistica, nelle sue diverse declinazioni, viene approfondita negli strumenti urbanistici di area vasta come in quelli di livello locale, in quanto comprensiva di diversi contributi ed approcci disciplinari, come guida per la tutela e valorizzazione dei caratteri identitari dei luoghi e strumento per definire regole d uso e di trasformazione. Un approccio metodologico interdisciplinare nella costruzione di una strategia interpretativa degli aspetti naturali, antropici e culturali del paesaggio in grado di contribuire alla rigenerazione dei contesti contemporanei, in chiave sostenibile e resiliente.
Il tema è stato, in particolare, approfondito attraverso la partecipazione alle attività di ricerca:
- Ricerca di Ateneo Paesaggio culturale e energie rinnovabili: percorsi di ricerca, strumenti e metodi per una gestione integrata . Responsabile scientifico Prof. Elio Trusiani (2012/2013).
- Progetto di Ricerca Europeo INTERREG IV C Green management plans for European urban and peri-urban Landscapes (acronimo Euroscapes). Responsabile scientifico Prof. Lucio Carbonara (2010/2012).
Tra le pubblicazioni si vedano:
- E. Trusiani, E. Biscotto, S.B. D Astoli, P. Pellegrino, F. Recanatesi, G. Restaino, F. Rossi (2014) Val d Orcia: paesaggio culturale, energie rinnovabili e criteri di progettazione in E. Trusiani (a cura di) Pianificazione paesaggistica. Questioni e contributi di ricerca, Gangemi
- F. Rossi (2011), Il sistema museale territoriale: una risorsa per il paesaggio in AR
- F. Rossi (2010), a cura di, Letture di paesaggio, Aracne

-- La dimensione metropolitana e policentrica della città contemporanea quale riferimento strutturale per il governo del territorio, in un approccio interscalare e integrato che sperimenti nuove forme di pianificazione strategica e di area vasta e nuove forme di collaborazione intercomunale.
Un tema affrontato nella ricerca:
- Ricerca di Ateneo Dimensione metropolitana e intercomunalità. Criteri (multipli) di perimetrazione della cooperazione e prospettive di sviluppo dei territori del Lazio in un confronto europeo , di cui era Responsabile scientifico la Prof. C. Mariano (2014-2016).
- Ricerca interuniversitaria PRIN Pensare la città contemporanea. Pianificazione e gestione delle grandi città italiane. Una riflessione sul governo urbano dopo dieci anni di sperimentazione innovativa. Le nuove prospettive di cui era Coordinatore Scientifico il Prof. M. Marcelloni (2004-2006);
-Progetto di Facoltà Governare la città contemporanea: gli strumenti di piano tra tradizione e innovazione , di cui era Responsabile scientifico il Prof. M. Marcelloni (2003/2005);
Tra le pubblicazioni si vedano:
-F. Rossi (2018), La cooperazione intercomunale come strumento di promozione culturale: i sistemi museali nel Lazio in C. Mariano e C. Valorani, Territori metropolitani e intercomunalità, FrancoAngeli;
- F. Rossi (2018), La cooperazione intercomunale nel Regno Unito in C. Mariano e C. Valorani, Territori metropolitani e intercomunalità, FrancoAngeli.
- F. Rossi (2008), Politiche integrate per la riqualificazione delle periferie in L. Fregolent, a cura di, Periferia e periferie, Aracne;
- F. Rossi (2005), Roma al 2015: una struttura metropolitana policentrica , Atti del convegno Roma al 2015: Gli scenari per il futuro della città ;

-Procedure innovative di intervento e programmi complessi quale sperimentazione di procedure e strumenti operativi finalizzati alla riqualificazione di parti della città contemporanea, caratterizzate da forme di marginalità, con particolare riferimento ai livelli comunale e sub comunale. La ricerca affronta, attraverso un approccio progettuale, la questione degli interventi necessari alla realizzazione e alla riconfigurazione degli spazi pubblici, anche attraverso la dotazione di nuove infrastrutture e servizi e procedure quali quella del progetto urbano, così come definita dal PRG 08 di Roma, per l attuazione delle Centralità urbane e metropolitane, e dei programmi complessi, pensati a garanzia delle istanze sociali, della fattibilità ambientale, morfologica, funzionale, economica e amministrativa degli interventi di trasformazione.
Il tema è stato, in particolare approfondito, nell ambito delle attività di ricerca:
- Ricerca di Ateneo Federato Progetto urbano come progetto di centralità: il caso di Roma , di cui era Responsabile scientifico il Prof. F. Ciardini (2011).
- Ricerca di Ateneo, Il Progetto Urbano: dalla città consolidata alla città disgregata , di cui era Responsabile scientifico il Prof. M. Marcelloni (2003/2005);
È stato inoltre affrontato nell ambito dell attività scientifico-sperimentale, attraverso alcune esperienze significative condotte in qualità di consulente urbanistico per la redazione del Piano di Recupero del Borghetto Aurelio ai fini della realizzazione della OP 12 del PRU Valle Aurelia Formazione e attuazione del Piano attuativo del Borghetto (2010/2012) e per la redazione dello Schema di Assetto preliminare del Progetto urbano della Centralità urbana di Romanina del Comune di Roma (Resp. Prof. M. Marcelloni, 2004-2006)
Tra le pubblicazioni si vedano:
- F. Rossi, J. M. de Urena (2016), Una propuesta policentrica y conectada ferroviariamente para requalificar la periferia de Roma , in Cyudad Y Territorio Estudios Territoriales vol. 189;
- F. Ciardini, F. Rossi (2014), Il progetto per le Centralità. Il caso di Roma, Aracne
- F. Rossi (2013), Valle Aurelia in progress: alla ricerca di uno spazio condiviso in AR 105
- F. Rossi (2006), Storia di un concorso in Urbanistica 130
- C. Mariano, F. Rossi (a cura di) (2006), Un progetto urbano per la Romanina , di M. Marcelloni, C. Mariano, F. Rossi, L.V. Ferretti, Y. Tsiomis, E. Preger, S. Stanghellini, E. Auriemma,B. Gabrielli, M. Salgado, F. Oliva, in Urbanistica 130.

- La dimensione temporale della pianificazione come riferimento concettuale per definire la portata dei processi e delle trasformazioni e la loro capacità di durare e permanere nella città e nel territorio; come parametro per valutare l efficacia degli strumenti di governo del territorio; come valore e vincolo del carattere processuale di ogni attività di trasformazione; come variabile nel definire modalità e azioni di pianificazione che siano solidali con l evoluzione della città e della società cui fanno riferimento; come indice per misurare il grado di coesione e consenso delle comunità che le abitano. Un tema approfondito nel corso del Dottorato di Ricerca in Riqualificazione e Recupero Insediativo, XVIII ciclo della Facoltà di Architettura della Sapienza Università di Roma.
Tra le pubblicazioni si vedano:
- F. Rossi (2008), Tempo e città, FrancoAngeli;
- F. Rossi (2006), Il tempo breve della trasformazione nella città contemporanea. Tempo politico, tempo tecnico e tempo sociale nei programmi complessi. Tesi di Dottorato in Riqualificazione e Recupero Insediativo

Insegnamento Codice Anno Corso - Frequentare
HOUSING POLICIES STRATEGIES AND TOOLS FOR URBAN REGENERATION 10596140 2021/2022 Architettura - Rigenerazione urbana - Architecture - Urban Regeneration
HOUSING POLICIES STRATEGIES AND TOOLS FOR URBAN REGENERATION 10596140 2020/2021 Architettura - Rigenerazione urbana - Architecture - Urban Regeneration
PROGETTAZIONE URBANISTICA I 1025933 2020/2021 Architettura
PROGETTAZIONE URBANISTICA I 1025933 2019/2020 Architettura
PROGETTAZIONE URBANISTICA I 1025933 2018/2019 Architettura
PROGETTAZIONE URBANISTICA I 1025933 2016/2017 Architettura
PIANIFICAZIONE DEL TERRITORIO E DEL PAESAGGIO 1036463 2016/2017 Scienze dell'architettura
Titolo Rivista Anno
Rutas de Resiliencia en Italia y España. Relanzamiento y reutilización de ferrocarriles en territorios frágiles ACE: ARCHITECTURE, CITY AND ENVIRONMENT OPEN ACCESS 2021
Arte, identità e rigenerazione urbana. Un monumento abitabile a Nuoro 2020
Servizi ecosistemici e nuovo welfare. Prospettive di rigenerazione per il litorale romano ANANKE 2020
Rigenerazione urbana e riequilibrio territoriale. Per una politica integrata di programmazione e di produzione di servizi 2020
Coast-amination. Regeneration paths between water and land along the Lazio southern coast. 2020
El frágil equilibrio de los paisajes costeros. El litoral del Agro Pontino 2020
Il paesaggio accessibile: la Sudtirolbahn dell'Alto Adige 2020
Itinerari paesaggistici nel Lazio. La ferrovia Velletri - Terracina, un progetto di rigenerazione dall'interno al mare. 2020
Barcellona. I programmi IIllas e Superillas: i tessuti consolidati dell'Eixample. 2020
Da Venezia a Torino. Il progetto VenTo e il progetto Eurovelo: la ciclovia del Po 2020
Tra ecologia e paesaggio. Prospettive di rigenerazione nel territorio costiero dell’Agro Pontino 2020
Sistemi insediativi policentrici e territorio rurale. Le strategie per il recupero delle relazioni fra ambiente urbano e rete dei servizi ecosistemici 2020
Between legacy and abandonment. The reuse of minor railways as resilience paths 2019
Between legacy and abandonment. The reuse of minor railways as paths of resilience 2019
Percorsi di resilienza per territori fragili. Il ruolo delle Greenways nella rigenerazione delle regioni adriatiche 2019
Dismissed railways through space and time. Resilience paths for fragile territories' regeneration ABITARE LA TERRA 2019
Derecho a la movilidad y rutas de resiliencia. Reutilización y relanzamiento de ferrocarriles secundarios para la regeneración de territorios frágiles en italia y españa Revistes UPC 2019
La valorizzazione dei paesaggi ferroviari come beni comuni identitari 2019
The role of Italian cultural heritage in sustainable urban regeneration. New references from four case studies 2018
Percorsi di resilienza per territori fragili. Il ruolo delle greenways nella rigenerazione delle regioni adriatiche 2018
Facoltà
Architettura
Dipartimento
PIANIFICAZIONE, DESIGN, TECNOLOGIA DELL'ARCHITETTURA
SSD

ICAR/21