Ritratto di Gianluigi.Lerza@uniroma1.it

DISPOSIZIONI PER LE LEZIONI A.A. 23-24  

 

Il Prof. Gianluigi Lerza informa gli studenti che il Corso di Storia dell'Architettura ed Estetica con Laboratorio sarà svolto in presenza. Durante l'intero Corso la piattaforma di riferimento sarà e-learning, sia per quanto concerne le lezioni, sia per il laboratorio (con frequenza obbligatoria) e il materiale didattico. È necessaria, quindi, l'iscrizione su tale piattaforma tramite il link nella sezione "Collegamenti" a lato, inserendo la password che verrà comunicata a lezione. Per eventuali chiarimenti  rivolgersi direttamente a: gianluigi.lerza@uniroma1.it.

 

Le lezioni inizieranno il giorno 29 Febbraio 2024 e si svolgeranno nei giorni e nell'orario comunicati dalla Facoltà: il relativo pdf è scaricable nella sezione "Allegati" a lato.


DISPOSIZIONI PER GLI ESAMI

 

Gli esami si svolgeranno in presenza con una prova orale (con eventuale richiesta di schizzi), dalle ore 9:00 presso la sede del biennio in via del Castro Laurenziano, 7a. Tutte le informazioni saranno presenti nelle "note dell'esame" di ciascun appello su Infostud.

Insegnamento Codice Anno Corso - Frequentare Bacheca
STORIA DELL'ARCHITETTURA ED ESTETICA CON LABORATORIO 1024069 2023/2024
STORIA DELL'ARCHITETTURA ED ESTETICA CON LABORATORIO 1024069 2022/2023
STORIA DELL'ARCHITETTURA ED ESTETICA CON LABORATORIO 1024069 2021/2022
STORIA DELL'ARCHITETTURA ED ESTETICA CON LABORATORIO 1024069 2020/2021
STORIA DELL'ARCHITETTURA ED ESTETICA CON LABORATORIO 1024069 2019/2020
STORIA DELL'ARCHITETTURA ED ESTETICA CON LABORATORIO 1024069 2018/2019
STORIA DELL'ARCHITETTURA ED ESTETICA CON LABORATORIO 1024069 2017/2018
STORIA DELL'ARCHITETTURA ED ESTETICA CON LABORATORIO 1024069 2016/2017

Lunedì dalle 14:00 (per appuntamento), stanza n.1, edificio: A (RM031), Area Architettura e Urbanistica, piano 2, via Eudossiana 18. Attualmente, nel rispetto delle modalità compatibili con le disposizioni delle misure normative di contenimento di contagio da COVID-19, il ricevimento è il lunedì, dalla stessa ora dopo il termine della lezione, presso la sede del biennio in via del Castro Laurenziano 7. Il docente riceve previo appuntamento (gianluigi.lerza@uniroma1.it). Nell'impossibilità di recarsi al ricevimento, per qualsiasi chiarimento si prega di scrivere direttamente al docente.

Link scheda personale docente (DICEA): https://www.dicea.uniroma1.it/user/141/

Gianluigi Lerza, laureato in Architettura, è professore associato presso la Facoltà di Ingegneria della Sapienza Università di Roma, per il settore scientifico disciplinare ICAR/18 S.C.: 08/E2 (Storia dell Architettura e Restauro). È membro del Dipartimento di Ingegneria Civile, Edile e Ambientale (D.I.C.E.A.), dove svolge la propria attività di ricerca. Insegna Storia dell Architettura ed Estetica con laboratorio nel Corso di Laurea Specialistica quinquennale di Ingegneria Edile Architettura U.E. Dal 2006 al 2008 è membro del Collegio dei docenti del Dottorato di Ricerca in Storia dell Architettura presso il Dipartimento di Scienze, Storia dell Architettura, Restauro e Rappresentazione (D.S.S.A.R.R.) dell Università G. D Annunzio di Chieti, Facoltà di Architettura - Pescara. È Responsabile Scientifico del Centro di Studi per la Storia delle Arti, Tradizioni e Territorio. Viggiù - Varese e socio del Centro di Studi per la Storia dell architettura di Roma. Le linee di ricerca, passate e attuali, denotano un prevalente interesse rivolto all architettura tra Cinque e Seicento. Ha pubblicato gli esiti dei suoi studi in contributi, volumi e monografie su collane e riviste del settore ( Storia Architettura ; Architettura Storia e Documenti ; Palladio ; Quaderni dell Istituto di Storia dell Architettura ; OPUS - Quaderno di Storia della Architettura e Restauro ; Storia, Architettura, Saggi ; I saggi di Opus ), nonché in atti di convegni nazionali ed internazionali ai quali ha partecipato. Ha pubblicato anche articoli sull architettura contemporanea nel complesso panorama dell ambiente romano del XX° secolo, mantenendo vivo il rapporto con la tradizione intesa come insostituibile condizione di dialogo tra il passato ed il presente nel suo tendere al futuro che lega tutta la sua produzione scientifica. I suoi studi hanno fornito apporti significativi nel campo della storia dell architettura dell Età Moderna e Contemporanea. L attività didattica e l originalità delle osservazioni critiche sono fondate su una rigorosa ricerca condotta con analisi, interpretazioni e contributi critici sia sulle singole opere, sia sulle monografie trattate.