Ritratto di marco.felici@uniroma1.it
Bacheca

Ricevimento

Sempre, previo invio di una mail per prendere appuntamento. Durante l'attuale periodo di chiusura sono anche disponibile per colloqui in videoconferenza.

 

Curriculum

 

Attualmente, Marco Felici è Professore Associato presso il Dipartimento di Fisica di Sapienza Università di Roma. Dopo aver ottenuto il Dottorato in Scienza dei Materiali presso la Sapienza (Feb. 2007), con una tesi sullo studio degli effetti dell’idrogeno sulle proprietà delle trappole isoelettroniche nei semiconduttori III-V e II-VI, tra il 2007 e il 2011 Marco Felici ha lavorato presso il gruppo del Prof. Eli Kapon all’Ecole Polytechnique Fédérale de Lausanne (EPFL, Svizzera), dedicandosi all’ottimizzazione delle proprietà di nanostrutture a posizione controllata, e alla loro integrazione in dispositivi fotonici [1]. Alla fine del 2011, poco dopo essere tornato al Dipartimento di Fisica della Sapienza, M. Felici ha ricevuto una Marie Curie IEF Fellowship, portata avanti tra il 2012 e il 2014 presso l’Optical Spectroscopy of Nanostructured Materials Laboratory (OSNM, diretto dal Prof. M. Capizzi e dal Prof. A. Polimeni). Nel 2014 M. Felici ha assunto il ruolo di Coordinatore Scientifico del progetto FIRB “DeLIGHTeD”, terminato nel marzo 2017. L’attività del progetto si è concentrata sullo studio e sull’ottimizzazione delle proprietà di quantum dot (QD) ordinati realizzati secondo due metodi complementari. Tali metodi sono basati rispettivamente sull’idrogenazione spazialmente selettiva del GaAsN (un composto III-V appartenente alla famiglia dei nitruri diluiti) [2, 3, 6] e sulla rimozione controllata di H dallo stesso materiale—precedentemente idrogenato in modo uniforme—ottenuta illuminando il campione con una punta SNOM (scanning near-field optical microscope) [2]. Riguardo a quest’ultima tecnica, è stata anche studiata la possibilità di realizzare QD utilizzando nano aperture plasmoniche, in grado di concentrare la luce inviata sul campione su regioni <100 nm [3]. I QD realizzati con questi metodi sono stati poi integrati in microcavità a cristalli fotonici (CF), permettendo così lo studio degli effetti dell’interazione radiazione-materia a scale spaziali <1 µm [6]. Tutte queste attività sono state svolte in stretta collaborazione con le altre Unità di Ricerca del progetto DeLIGHTeD, rispettivamente basate all’Istituto di Fotonica e Nanotecnologie (IFN-CNR, sede di Roma; Responsabile Scientifico Dott. Giorgio Pettinari) e al Dipartimento di Fisica dell’Università di Firenze (Resp. Scientifico Dott. Francesco Biccari).
Le attività inerenti al progetto DeLIGHTeD sono naturalmente proseguite anche dopo la sua conclusione ufficiale: in particolare, nel periodo 2017-2019 M Felici ha supervisionato (insieme al Prof. Antonio Polimeni) le tesi di Dottorato di Mayank S. Sharma e Saeed M. Younis, che lavorando nell’ambito del progetto MSCA-ITN “PROMIS” hanno studiato la possibilità di estendere all’InGaAsN—materiale di particolare interesse per le telecomunicazioni, vista la sua capacità di emettere fotoni di lunghezza d’onda nell’intervallo 1.3-1.55 µm—quanto già fatto nel GaAsN. I progressi compiuti in questo campo si riveleranno particolarmente utili per lo svolgimento del progetto LazioInnova “SINFONIA” (coordinato dal Prof. A. Polimeni), che avvalendosi anche della collaborazione del Prof. Felici si prefigge di realizzare sorgenti di singolo fotone ed elementi ottici utili alla fabbricazione di innovativi microcircuiti fotonici integrati, per applicazioni nel campo dell’informazione e della comunicazione quantistica. In questo contesto va menzionato il recente tentativo, da parte di M. Felici, di sfruttare gli effetti dell’idrogenazione spazialmente selettiva sull’indice di rifrazione dei nitruri diluiti per ottenere una più efficiente ottimizzazione delle proprietà di strutture (microcavità e guide d’onda) fotoniche.
Infine, nell’ultimo periodo M. Felici si è occupato (anche con il supporto dei Progetti di Ateneo Sapienza 2017 e 2019, di cui è responsabile) dello studio degli effetti dell'idrogeno sulle proprietà di materiali bidimensionali quali i dicalcogenuri di metalli di transizione (WS2, MoS2, WSe2, MoSe2…), di grande interesse per applicazioni nel campo dell’optoelettronica e della fotonica, del fotovoltaico, e della catalisi dell’idrogeno. In particolare, l’idrogenazione di questi materiali porta alla formazione di nanobolle dello spessore di un singolo strato atomico, che possono essere utilizzate per la realizzazione di efficienti emettitori di (singoli) fotoni a posizione controllata [4,5]. Lo studio e l'ottimizzazione delle proprietà di queste nanobolle è oggetto della Marie Curie Individual Fellowship del Dott. A. Surrente (Progetto SELENe), di cui il Prof. Felici è responsabile.

 

Pubblicazioni recenti:


[1] A. Surrente, M. Felici, P. Gallo, A. Rudra, B. Dwir, E. Kapon, “Dense arrays of site-controlled quantum dots with tailored emission wavelength: Growth mechanisms and optical properties”, Appl. Phys. Lett. 111, 221102 (2017) (selected as Editor’s Pick).


[2] F. Biccari, A. Boschetti, G. Pettinari, F. La China, M. Gurioli, F. Intonti, A. Vinattieri, M. S. Sharma, M. Capizzi, A. Gerardino, L. Businaro, M. Hopkinson, A. Polimeni, M. Felici, “Site-Controlled Single-Photon Emitters Fabricated by Near-Field Illumination”, Advanced Materials 30, 1705450 (2018) (selected as Frontispiece Article).


[3] G. Pettinari, L. A. Labbate, M. S. Sharma, S. Rubini, A. Polimeni, M. Felici, “Plasmon-assisted Bandgap Engineering in Dilute Nitrides”, Nanophotonics 8, 1465 (2019).


[4] D. Tedeschi, E. Blundo, M. Felici, G. Pettinari, B. Liu, T. Yildrim, E. Petroni, C. Zhang, Y. Zhu, S. Sennato, Y. Lu, A. Polimeni, “Controlled Micro/Nanodome Formation in Proton‐Irradiated Bulk Transition‐Metal Dichalcogenides”. Advanced Materials 31, 1903795 (2019) (selected as Frontispiece Article).


[5] E. Blundo, M. Felici, T .Yildirim, G. Pettinari, D. Tedeschi, A. Miriametro, B. Liu, W. Ma, Y. Lu, A. Polimeni, “Evidence of the direct-to-indirect band gap transition in strained two-dimensional WS2, MoS2, and WSe2”, Physical Review Research, 2, 012024(R) (2020) (Rapid Communication).


[6] Marco Felici, Giorgio Pettinari, Francesco Biccari, Alice Boschetti, Simone Birindelli, Saeed Younis, Massimo Gurioli, Anna Vinattieri, Annamaria Gerardino, Luca Businaro, Mark Hopkinson, Silvia Rubini, Mario Capizzi, Antonio Polimeni, “Broadband enhancement of light-matter interaction in photonic crystal cavities integrating site-controlled Ga(AsN)/Ga(AsN):H quantum dots”, submitted.

 

Ricevimento
Sempre, previo invio di una mail per prendere appuntamento. Durante l'attuale periodo di chiusura sono anche disponibile per colloqui in videoconferenza.
Curriculum docente
Attualmente, Marco Felici è Professore Associato presso il Dipartimento di Fisica di Sapienza Università di Roma. Dopo aver ottenuto il Dottorato in Scienza dei Materiali presso la Sapienza (Feb. 2007), con una tesi sullo studio degli effetti dell idrogeno sulle proprietà delle trappole isoelettroniche nei semiconduttori III-V e II-VI, tra il 2007 e il 2011 Marco Felici ha lavorato presso il gruppo del Prof. Eli Kapon all Ecole Polytechnique Fédérale de Lausanne (EPFL, Svizzera), dedicandosi all ottimizzazione delle proprietà di nanostrutture a posizione controllata, e alla loro integrazione in dispositivi fotonici [1]. Alla fine del 2011, poco dopo essere tornato al Dipartimento di Fisica della Sapienza, M. Felici ha ricevuto una Marie Curie IEF Fellowship, portata avanti tra il 2012 e il 2014 presso l Optical Spectroscopy of Nanostructured Materials Laboratory (OSNM, diretto dal Prof. M. Capizzi e dal Prof. A. Polimeni). Nel 2014 M. Felici ha assunto il ruolo di Coordinatore Scientifico del progetto FIRB DeLIGHTeD , terminato nel marzo 2017. L attività del progetto si è concentrata sullo studio e sull ottimizzazione delle proprietà di quantum dot (QD) ordinati realizzati secondo due metodi complementari. Tali metodi sono basati rispettivamente sull idrogenazione spazialmente selettiva del GaAsN (un composto III-V appartenente alla famiglia dei nitruri diluiti) [2, 3, 6] e sulla rimozione controllata di H dallo stesso materiale precedentemente idrogenato in modo uniforme ottenuta illuminando il campione con una punta SNOM (scanning near-field optical microscope) [2]. Riguardo a quest ultima tecnica, è stata anche studiata la possibilità di realizzare QD utilizzando nano aperture plasmoniche, in grado di concentrare la luce inviata sul campione su regioni <100 nm [3]. I QD realizzati con questi metodi sono stati poi integrati in microcavità a cristalli fotonici (CF), permettendo così lo studio degli effetti dell interazione radiazione-materia a scale spaziali <1 µm [6]. Tutte queste attività sono state svolte in stretta collaborazione con le altre Unità di Ricerca del progetto DeLIGHTeD, rispettivamente basate all Istituto di Fotonica e Nanotecnologie (IFN-CNR, sede di Roma; Responsabile Scientifico Dott. Giorgio Pettinari) e al Dipartimento di Fisica dell Università di Firenze (Resp. Scientifico Dott. Francesco Biccari).
Le attività inerenti al progetto DeLIGHTeD sono naturalmente proseguite anche dopo la sua conclusione ufficiale: in particolare, nel periodo 2017-2019 M Felici ha supervisionato (insieme al Prof. Antonio Polimeni) le tesi di Dottorato di Mayank S. Sharma e Saeed M. Younis, che lavorando nell ambito del progetto MSCA-ITN PROMIS hanno studiato la possibilità di estendere all InGaAsN materiale di particolare interesse per le telecomunicazioni, vista la sua capacità di emettere fotoni di lunghezza d onda nell intervallo 1.3-1.55 µm quanto già fatto nel GaAsN. I progressi compiuti in questo campo si riveleranno particolarmente utili per lo svolgimento del progetto LazioInnova SINFONIA (coordinato dal Prof. A. Polimeni), che avvalendosi anche della collaborazione del Prof. Felici si prefigge di realizzare sorgenti di singolo fotone ed elementi ottici utili alla fabbricazione di innovativi microcircuiti fotonici integrati, per applicazioni nel campo dell informazione e della comunicazione quantistica. In questo contesto va menzionato il recente tentativo, da parte di M. Felici, di sfruttare gli effetti dell idrogenazione spazialmente selettiva sull indice di rifrazione dei nitruri diluiti per ottenere una più efficiente ottimizzazione delle proprietà di strutture (microcavità e guide d onda) fotoniche.
Infine, nell ultimo periodo M. Felici si è occupato (anche con il supporto dei Progetti di Ateneo Sapienza 2017 e 2019, di cui è responsabile) dello studio degli effetti dell'idrogeno sulle proprietà di materiali bidimensionali quali i dicalcogenuri di metalli di transizione (WS2, MoS2, WSe2, MoSe2 ), di grande interesse per applicazioni nel campo dell optoelettronica e della fotonica, del fotovoltaico, e della catalisi dell idrogeno. In particolare, l idrogenazione di questi materiali porta alla formazione di nanobolle dello spessore di un singolo strato atomico, che possono essere utilizzate per la realizzazione di efficienti emettitori di (singoli) fotoni a posizione controllata [4,5]. Lo studio e l'ottimizzazione delle proprietà di queste nanobolle è oggetto della Marie Curie Individual Fellowship del Dott. A. Surrente (Progetto SELENe), di cui il Prof. Felici è responsabile.

Pubblicazioni recenti:

[1] A. Surrente, M. Felici, P. Gallo, A. Rudra, B. Dwir, E. Kapon, Dense arrays of site-controlled quantum dots with tailored emission wavelength: Growth mechanisms and optical properties , Appl. Phys. Lett. 111, 221102 (2017) (selected as Editor s Pick).

[2] F. Biccari, A. Boschetti, G. Pettinari, F. La China, M. Gurioli, F. Intonti, A. Vinattieri, M. S. Sharma, M. Capizzi, A. Gerardino, L. Businaro, M. Hopkinson, A. Polimeni, M. Felici, Site-Controlled Single-Photon Emitters Fabricated by Near-Field Illumination , Advanced Materials 30, 1705450 (2018) (selected as Frontispiece Article).

[3] G. Pettinari, L. A. Labbate, M. S. Sharma, S. Rubini, A. Polimeni, M. Felici, Plasmon-assisted Bandgap Engineering in Dilute Nitrides , Nanophotonics 8, 1465 (2019).

[4] D. Tedeschi, E. Blundo, M. Felici, G. Pettinari, B. Liu, T. Yildrim, E. Petroni, C. Zhang, Y. Zhu, S. Sennato, Y. Lu, A. Polimeni, Controlled Micro/Nanodome Formation in Proton Irradiated Bulk Transition Metal Dichalcogenides . Advanced Materials 31, 1903795 (2019) (selected as Frontispiece Article).

[5] E. Blundo, M. Felici, T .Yildirim, G. Pettinari, D. Tedeschi, A. Miriametro, B. Liu, W. Ma, Y. Lu, A. Polimeni, Evidence of the direct-to-indirect band gap transition in strained two-dimensional WS2, MoS2, and WSe2 , Physical Review Research, 2, 012024(R) (2020) (Rapid Communication).

[6] Marco Felici, Giorgio Pettinari, Francesco Biccari, Alice Boschetti, Simone Birindelli, Saeed Younis, Massimo Gurioli, Anna Vinattieri, Annamaria Gerardino, Luca Businaro, Mark Hopkinson, Silvia Rubini, Mario Capizzi, Antonio Polimeni, Broadband enhancement of light-matter interaction in photonic crystal cavities integrating site-controlled Ga(AsN)/Ga(AsN):H quantum dots , in press.
Insegnamento Codice Anno Corso - Frequentare
FISICA GENERALE I 1035136 2020/2021 Matematica
LABORATORIO DI SEGNALI E SISTEMI 1018975 2020/2021 Fisica
LABORATORIO DI SEGNALI E SISTEMI 1018975 2019/2020 Fisica
FISICA 1008195 2019/2020 Chimica e tecnologia farmaceutiche
BASI DELLA CONOSCENZA SCIENTIFICA 1036550 2019/2020 Tecniche della prevenzione nell'ambiente e nei luoghi di lavoro (abilitante alla professione sanitaria di Tecnico della prevenzione nell'ambiente e nei luoghi di lavoro) ROMA - Corso di laurea A - Roma Azienda Policlinico Umberto I
FISICA 1008195 2018/2019 Chimica e tecnologia farmaceutiche
FISICA 1008195 2017/2018 Chimica e tecnologia farmaceutiche
FISICA 1008195 2016/2017 Chimica e tecnologia farmaceutiche
FISICA GENERALE 1044246 2016/2017 Ingegneria per l'Edilizia Sostenibile
Dipartimento
FISICA
SSD

FIS/03