Ritratto di mariaclaudia.clemente@uniroma1.it

cari studenti

 

 

ho caricato il programma

ci vediamo in aula martedì alle ore 9 o al link che vi invieremo a breve

buona giornata

prof. Maria Claudia Clemente

 

 

il link è

https://meet.google.com/ynx-uuwe-siq

 

Maria Claudia Clemente (1967)

Formazione
1992: Laurea in Architettura, Università La Sapienza Roma
1995: PhD in Architettura, DATA, Università La Sapienza Roma

Esperienza accademica
2001-oggi: Ricercatore, Facoltà di Architettura, Università La Sapienza Roma
2001-oggi: Docente di Exhibit & Public design, Università La Sapienza Roma
2003: Visiting critic, Cornell University, Roma
2008: Visiting critic, Cornell University, Roma
2010: Visiting critic, Cornell University, Ithaca
2011: Visiting critic, Cornell University, Roma
2014: Visiting critic per il WAVe Workshop IUAV, Venezia
2014: Visiting critic, Cornell University, Roma

Maria Claudia Clemente è regolarmente invitata a tenere conferenze sui progetti e sulla ricerca di Labics e a dirigere laboratori di progettazione in varie università italiane e internazionali, tra cui Università Roma Tre, Cornell University, The University of Iowa, Università di Siracusa, Tulane University e Università di Hannover.

Esperienza progettuale
Nel 2002 fonda insieme a Francesco Isidori lo studio Labics.
Sin dalla sua fondazione Labics ha catturato l attenzione della critica e delle riviste, collocandosi come uno dei più importanti studi emergenti a livello nazionale; nel 2003 il numero di dicembre della rivista Architectural Record dedicato a Design Vanguard ha attribuito a Labics un ruolo di rilievo nello scenario internazionale delle nuove avanguardie.
Nello stesso periodo Labics realizza Podere 43 , ristrutturazione e ampliamento di un casale in Toscana, e gli uffici di Italpromo & Libardi associati , progetto di trasformazione radicale di un edificio terziario a Roma, entrambi vincitori di premi e riconoscimenti.

La partecipazione a concorsi di progettazione nazionali ed internazionali è stato fin dal principio un importante strumento di ricerca e sperimentazione progettuale; tra i numerosi progetti vincitori si ricordano il CDU - Complesso Didattico Universitario Facoltà di Medicina - a Rozzano (30.000 mq) nel 2003; il MAST (10.000 mq fuori terra e 15.000 mq interrati) nel 2005, inaugurato a ottobre 2013, e la Città del Sole nel 2007, intervento di riqualificazione urbana (12.000 mq fuori terra e 11.000 mq interrati) a destinazione d uso mista - residenziale, commerciale e terziario - la cui conclusione è prevista per il 2016.

Labics ha una visione ampia e comprensiva delle differenti scale e dei diversi contesti che compongono la città contemporanea, visione che ha potuto sviluppare e verificare attraverso numerosi progetti di trasformazione urbana, tra i uqali vale la pena di menzionare l ampio Masterplan per la Centralità di Torre Spaccata, una delle 18 Centralità previste dal Nuovo Piano Regolatore di Roma (300.000 mq) per Cassa Depositi e Prestiti Immobiliare. L interesse di Labics per la città e gli spazi pubblici della città ha trovato diversi riscontri tra cui il progetto per piazza Fontana a Rozzano, nella periferia di Milano, completato nel 2010 e vincitore del concorso di Progettazione Partecipata all interno della 1° Biennale dello Spazio Pubblico (2011). Infine la riflessione teorica sulla città contemporanea, si è espletata principalmente nella ricerca su Roma dal titolo Borderline Metropolis presentata durante la 11° Biennale di Venezia.

Complementare alla grande scala, Labics ha realizzato, con continuità nel tempo, numerosi spazi interni spazi domestici, luoghi di lavoro e per il tempo libero - dimostrando la capacità di controllo della piccola scala e della qualità del dettaglio costruttivo. Dal 2003 è responsabile per il Design concept e l architettura di Obikà, un progetto di ristorazione internazionale con sedi a Milano, Roma, Londra, Firenze, New-York, Tokyo, Toronto e Kuwait City, seguendone tutte le fasi di realizzazione

Labics ha vinto numerosi premi in concorsi nazionali ed internazionali ed è stato invitato ad esporre il proprio lavoro in diverse mostre di architettura tra cui la 11°, la 12° e la 14° Biennale di Venezia.
La maggior parte dei progetti è pubblicata sulle più importanti riviste nazionali ed internazionali.

www.labics.it

Insegnamento Codice Anno Corso - Frequentare
COMUNICAZIONE VISIVA E DESIGN PER L'EXHIBIT E PER LO SPAZIO PUBBLICO 10589553 2021/2022 Design
COMUNICAZIONE VISIVA E DESIGN PER L'EXHIBIT E PER LO SPAZIO PUBBLICO 10589553 2020/2021 Design
ATELIER DI PUBLIC E EXHIBIT DESIGN 1044512 2019/2020 Design
ATELIER DI PUBLIC E EXHIBIT DESIGN 1044512 2017/2018 Disegno Industriale
ATELIER DI PUBLIC E EXHIBIT DESIGN 1044512 2016/2017 Disegno Industriale
Titolo Rivista Anno
The Architecture of the Future 2020
Vom Gedanken der Gemeinschaft ARCHITEKTUR 2019
Architettura e città ARKETIPO 2019
Città del Sole. Labics. Rome, Italy AREA 2019
La ciudad des los ninos 2019
Matteo Poli, Un'Agorà per i bambini ABITARE 2019
L'esperienza dello spazio pubblico 2019
Verso la centralità del progetto. Alcune riflessioni 2019
Public space 2018
Tectonic 2018
Labics Structures 2018
F(r)acture urbaine 2018
Visionair. Labics (Maria Claudia Clemente, Francesco Isidori) ARKINKA 2018
INKLIUZAS ROMOJE CENTRAS 2018
Aaron Betsky, Roman Baroque MARK 2017
L'utopia del lusso 2017
Pantheon House 2017
City of Sun. Labics C3 2017
Labics, Città del Sole 2017
Labics. Clemente Maria Claudia, Isidori Francesco 2017
Dipartimento
PIANIFICAZIONE, DESIGN, TECNOLOGIA DELL'ARCHITETTURA
SSD

ICAR/16