Ritratto di Paolo.Franchin@uniroma1.it

COMUNICAZIONE IMPORTANTE PER L?INZIO DELLE LEZIONI DI PROGETTO DI COSTRUZIONI ANTISISMICHE (COSTRUZIONI IN ZONA SISMICA per Architettura,vedi sotto)

 

Ieri ci sono state comunicate dalla presidenza del consiglio d'area di Ingegneria Civile le modalità di fruizione del corso per l'anno accademico 2021/22. Riporto verbatim:

"In applicazione della delibera del Senato Accademico sullo svolgimento delle lezioni per l’a.a. 2021/22 e come già comunicato in Assemblea di Facoltà, la modalità standard di erogazione della didattica sarà in presenza. Nel caso di raggiungimento della capienza massima delle aule o per gli studenti oggettivamente impossibilitati alla frequenza in aula per motivazioni legate all’emergenza da Covid-19 verrà prevista, di volta in volta, la modalità blended. Rimane inteso che per i docenti dichiarati fragili è autorizzata la modalità di erogazione interamente a distanza."

Ci tengo a chiarire che è assolutamente preferibile che siate tutti in aula, per quella che riguarda l'efficacia del lavoro da svolgere nel corso, ma tenendo conto delle condizioni al contorno applicherò le disposizioni con flessibilità.
In particolare, gli elementi da considerare sono i seguenti:

  • Il corso è offerto sia ad allievi di Ingegneria (due moduli) che di Architettura (solo il primo modulo, nel I semestre)
  • Per la facoltà di Ingegneria il corso è al I anno della magistrale e l'iscrizione è ammessa fino a gennaio, quindi gli studenti potrebbero aumentare nelle prime settimane (chiarisco subito che come per gli anni accademici precedenti, non ammetto al corso, che prevede un lavoro di gruppo sul progetto, nessuno dopo le prime tre settimane)
  • Contrariamente agli altri anni ci hanno assegnato due aule diverse, la 11 (capienza 108 posti, capienza "covid 50%" 54 posti) per la lezione 8-11 del mercoledì e la 12 (capienza 72 posti, capienza "covid 50%" 36 posti ) per la lezione 11-13 del venerdì. Anche se questo potrebbe essere "aggiustato" nelle prossime settimane, al momento siete iscritti in 33 e fino a 36 la capienza minore dell'aula 12 permetterebbe lo svolgimento in presenza di entrambe le lezioni, se aumentate potrebbe essere necessario svolgere la lezione del venerdì in modalità blended.
  • Le ore che ho non sono poi troppe, quindi il corso entra subito nel vivo. D'altronde la prima lezione vi vede sempre un po' smarriti e magari qualcuno non c'è.

Considerato quanto sopra, da un punto di vista organizzativo la questione si pone nei seguenti termini.

  • La prima lezione sarà blended, userò Meet: Mercoledì, 29 settembre · 08:00 – 11:00 Link alla videochiamata: https://meet.google.com/dsn-koec-gcv. In ogni caso chiederei a chi non ha problemi di salute (quarantena o fragilità, da comunicarmi con certificazione) di prenotarsi su Prodigit entro la domenica sera della settimana precedente (Vi sarò grato se lo farete oggi o al massimo domani, per evitare problemi).
  • Per le lezioni successive dovrete prenotarvi sul sistema Prodigit con adeguato anticipo (come sopra) o inviarmi certificazione. Svolgerò la lezione a distanza su invito per coloro che non possono venire per motivi sanitari o perché la capienza è stata raggiunta (ragionevolmente il solo venerdì), solo nei giorni necessari.

Vi attendo belle/i cariche/i al Boot camp!

Per allieve ed allievi di Architettura, indicazioni del preside di Ingegneria: https://www.ing.uniroma1.it/node/9299

 

ATTENZIONE!!!

 

Corso di Costruzioni in zone sismiche (Cdl quinquennale Architettura UE)

 

Per l'a.a. 2021/22, il corso opzionale di Costruzioni in zona sismica per gli studenti del corso di laurea quinquennale in Architettura UE sarà fruibile presso la facoltà di Ingegneria Civile e Industriale, nell'ambito del I anno del corso di laurea magistrale in Ingegneria Civile (= 4° anno in un corso quinquennale). Il corso da selezionare è denominato Progetto di Costruzioni Antisismiche ed è suddiviso in due moduli, uno per semestre, per un totale di 6+6=12 cfu. Gli studenti di Architettura devono seguire solo il primo semestre/modulo, nel quale vengono esposti i contenuti equivalenti a quelli del corso opzionale di Costruzioni in zona sismica. I 2 cfu mancanti sono ottenuti mediante un'attività pratica, di impegno ridotto e commisurato, consistente nell'illustrazione della modellazione e analisi di un semplice edificio (si tratta della parte iniziale del più impegnativo progetto che gli allievi ingegneri devono completare nel II modulo, ed è un'attività supervisionata e preceduta da tutorial in aula, nei quali viene spiegato l'utilizzo del programma di calcolo Sap 2000 e di Revit, limitatamente agli obiettivi del corso).

 

La cosa più importante da ricordare è che le lezioni a Ingegneria iniziano una settimana prima che ad Architettura, quindi il corso inizia mercoledì 29 settembre alle ore 8.00 (cinque ore di lezione settimanali, mercoledì dalle 8 alle 11, venerdì dalle 11 alle 13).

 

Gli interessati sono invitati a contattarmi via email. Il materiale del corso e ogni altra informazione sarà resa accessibile nel tempo attraverso il Classroom

Sulle esatte modalità di svolgimento del corso (remoto, mista, in presenza), ovviamente, attendiamo come tutti le disposizioni legate alla perdurante situazione di emergenza sanitaria.

Due ore a settimana, il lunedì pomeriggio, a meno di impegni istituzionali.

Professore Ordinario di Tecnica delle Costruzioni. Laurea e dottorato presso la Sapienza, consegue un Master of Science presso l'Università della California, Berkeley. Svolge attività di ricerca nei settori dell'ingegneria sismica e dell'analisi di rischio di sistemi strutturali e infrastrutturali. Insegna Progetto di costruzioni antisismiche e Costruzioni in zona sismica agli allievi Ingegneri e Architetti. Membro del Collegio di Dottorato in Ingegneria Strutturale e Geotecnica e docente presso la European School in Reduction of Seismic Risk di Pavia. Membro del Comitato Scientifico della Fondazione EUCENTRE, Pavia. Membro dell'Editorial Board delle riviste internazionali Earthquake Engineering & Structural Dynamics (Wiley), Soil Dynamics and Earthquake Engineering (Elsevier), Sustainable and Resilient Infrastructures (Taylor & Francis) e Progettazione Sismica.

E' impegnato nella redazione di normative tecniche a livello internazionale, nell'ambito della Federazione Internazionale del Calcestruzzo Strutturale fib (Membro dell Commissione 7 Seismic Design dal 2012 al 2016, e del TG10 per la redazione del Model Code 2020, dal 2017, è attualmente Convenor del Task Group 2.7 Seismic Design), e del CEN/TC250 (Membro del Project Team 3 per la revisione dell'Eurocodice 8 Parte 3 "Assessment and retrofitting of buildings", Leader del del Project Team 6 per la revisione dell'Eurocodice 8 Parte 2 "Seismic design of bridges" e membro dell'Ad hoc group (AHG) "Reliability bases of the Eurocodes").

Insegnamento Codice Anno Corso - Frequentare
PROGETTO DI COSTRUZIONI ANTISISMICHE 10589357 2021/2022 Ingegneria Civile
COSTRUZIONI IN ZONA SISMICA 1032084 2020/2021 Architettura
PROGETTO DI COSTRUZIONI ANTISISMICHE 10589357 2020/2021 Ingegneria Civile
COSTRUZIONI IN ZONA SISMICA 1032084 2019/2020 Architettura
PROGETTO DI COSTRUZIONI ANTISISMICHE 10589357 2019/2020 Ingegneria Civile
COSTRUZIONI IN ZONA SISMICA 1032084 2018/2019 Architettura
SCIENZA E TECNICA DELLE COSTRUZIONI 1036553 2018/2019 Gestione del Processo Edilizio - Project Management
PROGETTO DI COSTRUZIONI ANTISISMICHE 10589357 2018/2019 Ingegneria Civile
LABORATORIO DI PROGETTAZIONE STRUTTURALE 1044250 2017/2018 Architettura
SCIENZA E TECNICA DELLE COSTRUZIONI 1036553 2017/2018 Gestione del Processo Edilizio - Project Management
COSTRUZIONI IN ZONA SISMICA 1056178 2017/2018 Ingegneria Civile
COSTRUZIONI IN ZONA SISMICA 1032084 2016/2017 Architettura
LABORATORIO DI PROGETTAZIONE STRUTTURALE 1022854 2016/2017 Architettura
COSTRUZIONI IN ZONA SISMICA 1017679 2016/2017 Ingegneria Civile
Titolo Rivista Anno
Seismic risk of infrastructure systems with treatment of and sensitivity to epistemic uncertainty INFRASTRUCTURES 2020
Treatment of and sensitivity to epistemic uncertainty in seismic risk assessment of infrastructures 2019
How is collapse risk of RC buildings affected by the angle of seismic incidence? EARTHQUAKE ENGINEERING AND STRUCTURAL DYNAMICS 2019
Tecnologia intermedia per l'Architettura: resistenza per forma di una struttura in micelio 2019
Surrogate models for the prediction of sfsi relevance in earthquake-induced vibrations of buildings: A case study 2019
Seismic response of pile-supported buildings based on sfsi 2019
Improved risk-targeted performance-based seismic design of reinforced concrete frame structures EARTHQUAKE ENGINEERING & STRUCTURAL DYNAMICS 2018
Approximate Bayesian Network Formulation for the Rapid Loss Assessment of Real-World Infrastructure Systems RELIABILITY ENGINEERING & SYSTEM SAFETY 2018
In-plane response of masonry infill walls: Comprehensive experimentally-based equivalent strut model for deterministic and probabilistic analysis ENGINEERING STRUCTURES 2018
Use of Bayesian Networks as a decision support system for the rapid loss assessment of infrastructure systems 2018
Research needs towards a resilient community: Vulnerability reduction, infrastructural systems model, loss assessment, resilience-based design and emergency management 2018
A general model of resistance partial factors for seismic assessment and retrofit 2018
Modelling uncertainties of Italian code-conforming structures for the purpose of seismic response analysis JOURNAL OF EARTHQUAKE ENGINEERING 2018
Modeling and seismic response analysis of Italian code-conforming reinforced concrete buildings JOURNAL OF EARTHQUAKE ENGINEERING 2018
Collapse simulation of RC columns under biaxial cyclic loading 2018
Seismic risk assessment of lifelines in near-fault areas 2017
Bayesian networks and infrastructure systems. Computational and methodological challenges 2017
Uniform hazard floor acceleration spectra for linear structures EARTHQUAKE ENGINEERING & STRUCTURAL DYNAMICS 2017
Failure simulation of shear-critical RC columns with non-ductile detailing under lateral load EARTHQUAKE ENGINEERING & STRUCTURAL DYNAMICS 2017
Robustness of a hybrid simulation-based/Bayesian approach for the risk assessment of a real-world road network 2017
Dipartimento
INGEGNERIA STRUTTURALE E GEOTECNICA
SSD

ICAR/09