Obiettivi

Lo studente acquisisce le conoscenze e gli strumenti critici necessari per comprendere l’approccio evoluzionistico ai fenomeni biologici. Raggiunge la conoscenza della struttura della cellula eucariotica e procariotica, dei processi alla base dell’espressione genica e dei meccanismi di ereditarietà.

Canali

NESSUNA CANALIZZAZIONE

CARLO COGONI CARLO COGONI   Scheda docente

Programma

Il ciclo cellulare. La mitosi e la meiosi.
Le leggi di Mendel. Incrocio fra eterozigoti per una sola coppia allelica. Interazioni tra alleli: dominanza e recessività.
Eredità nell’uomo. Alberi genealogici. Natura delle mutazioni geniche. Malattie genetiche ad eredità autosomica dominante e recessiva. Malattie genetiche legate al cromosoma X.

Testi adottati

G. De Leo et al. Biologia e Genetica. EdiSES.
D.M. Hillis. Elementi di Biologia e Genetica. ZANICHELLI.
P. Bonaldo et al. Biologia e Genetica. EdiSES

Modalità di valutazione

L’esame finale consiste in un colloquio orale. Durante il colloquio al candidato può essere richiesto di scrivere su carta per illustrare formule di struttura, spiegare modelli di fenomeni biologici, risolvere semplici problemi di genetica. La valutazione del candidato è basata sulla verifica della comprensione dei contenuti dell’insegnamento e sullo sviluppo di capacità di analisi e di ragionamento applicati ai problemi della biologia molecolare e cellulare e della genetica.

Scheda insegnamento
  • Anno accademico: 2017/2018
  • Curriculum: Curriculum unico
  • Anno: Primo anno
  • Semestre: Primo semestre
  • Insegnamento:
    1035043 - BASI CELLULARI E MOLECOLARI DELLA VITA
  • SSD: MED/03
  • CFU: 1
Caratteristiche
  • Attività formative di base
  • Ambito disciplinare: Scienze biomediche
  • Ore Aula: 10
  • CFU: 1.00
  • SSD: MED/03