Obiettivi

l corso si propone di offrire agli studenti gli strumenti concettuali e metodologici essenziali per una conoscenza critica del passato e dei suoi complessi e mutevoli rapporti con il tempo presente.
Obiettivo generale del corso è trasferire allo studente la capacità di problematizzare e contestualizzare, in un quadro di lungo periodo, l’analisi dei processi politico-istituzionali, sociali e culturali dell’età contemporanea, stimolando un confronto costante e serrato tra il metodo storico e le discipline che concorrono ad ampliarne l’angolo visuale e ad arricchirne la strumentazione analitico-concettuale: principalmente le scienze dei processi sociali e culturali, le scienze politiche e giuridico-istituzionali, la psicologia sociale, la filosofia politica, l’antropologia, le scienze del linguaggio.
Obiettivo più specifico del corso è fornire agli studenti, nel quadro delle conoscenze più generali e della visione pluridisciplinare sopra descritta, un’adeguata conoscenza di base della storia dei sistemi d’informazione e dell’industria culturale nell’età del ‘pubblico’ e delle ‘reti globali’, con particolare attenzione alla dimensione politica, sociale e culturale del rapporto tra comunicazione e potere.
Al termine del processo di apprendimento lo studente dovrà dimostrare di possedere conoscenze e capacità di comprensione della storia come studio del mutamento a lungo termine, al fine di sviluppare adeguate e perspicaci capacità d’analisi dei contesti sociali, politici e culturali, di sensibilizzare il proprio sguardo alla diversità dei punti di vista sulla realtà sociale, di maturare un approccio articolato e problematico alla società sempre più globale e interconnessa del nostro tempo.
Lo studente dovrà quindi dimostrare di saper affrontare tematiche complesse nel campo della storia contemporanea, prevalentemente nelle sue dimensioni internazionali, politico-istituzionali, socioculturali, e, più nello specifico, in quello della storia sociale dei media e del rapporto tra potere e comunicazione, con il supporto di libri di testo avanzati, di incontri seminariali, di risorse multimediali.
Lo studente dovrà inoltre dimostrare di saper applicare le conoscenze acquisite in modo competente e riflessivo, sia per ideare e sostenere argomentazioni, sia per risolvere problemi nel proprio campo di studio. Dovrà pertanto mostrarsi capace di saper raccogliere e sistematizzare dati, nonché di selezionare, incrociare e vagliare le fonti informative, organizzandole in modo congruente, stabilendo collegamenti e nessi logici a supporto delle proprie capacità di ragionamento e di un più maturo senso critico individuale.
Lo studio della storia contemporanea è di conseguenza indispensabile anche al fine di acquisire, in linea con gli obiettivi formativi del corso di laurea in Comunicazione pubblica e d’impresa, abilità comunicative ed espressive sia generali che specifiche, a fronte della più generale esigenza dello studente di essere dotato di quella sensibilità culturale essenziale al confronto dialettico, all’attività relazionale in organizzazioni e istituzioni pubbliche e private, nelle attività di problem solving.

Canali

1

ANDREA GUISO ANDREA GUISO   Scheda docente

Programma

1. L’Apocalisse della modernità: la Grande Guerra nella storia dell’età contemporanea
2. Globalizzazioni liberali e globalizzazioni rosse
3. Dopo la vittoria. Il tentativo (fallito) di costruzione di un nuovo ordine internazionale.
4. L’enigma democrazia.
5. Crisi globale: politica ed economia dopo il 1929
5. L’ordine nuovo degli imperi e la lotta per l’egemonia mondiale
6. La Seconda Guerra Mondiale
7. Bretton Woods e la nascita del multilateralismo: una globalizzazione al servizio delle politiche nazionali
8. Il mondo diviso: il sistema internazionale della guerra fredda
9. Europeismo e integrazione europea
10. I processi di decolonizzazione e il tema dello sviluppo
11. La società dell'opulenza e i suoi contestatori
12. L'età della frattura e lo "shock of the global" (anni settanta)
13. Seconda guerra fredda e nuove tendenze nelle relazioni internazionali
14. Il progetto neoliberale di governo: gli anni Ottanta in prospettiva storica
15. Il crollo del comunismo e le sue conseguenze globali
16. L'illusione della fine della storia e la difficile ricerca di un nuovo ordine internazionale
17. L'Europa di Maastricht
18. Oltre l'Occidente. La nuova geopolitica del XXI secolo
19. 11 settembre 2001
20. Subprime. La crisi della finanza globale e le sue conseguenze sistemiche
21. Stati Uniti e Cina: il nuovo equilibrio (finanziario) del terrore.
22. Postpolitica e postdemocrazia.

Testi adottati

Raffaele Romanelli, Novecento, il Mulino
Articoli e materiali selezionati dal docente

Prerequisiti

Non sono previsti prerequisiti

Modalità di svolgimento

Modalità mista

Modalità di valutazione

Esame orale

Data inizio prenotazione Data fine prenotazione Data appello
12/01/2022 23/01/2022 25/01/2022
12/01/2022 23/01/2022 25/01/2022
26/01/2022 06/02/2022 08/02/2022
26/01/2022 06/02/2022 08/02/2022
01/03/2022 05/04/2022 12/04/2022
01/03/2022 05/04/2022 12/04/2022
20/05/2022 03/06/2022 08/06/2022
20/05/2022 03/06/2022 08/06/2022
09/06/2022 18/06/2022 22/06/2022
09/06/2022 18/06/2022 22/06/2022
23/06/2022 07/07/2022 13/07/2022
23/06/2022 07/07/2022 13/07/2022
18/07/2022 07/09/2022 14/09/2022
30/09/2022 05/11/2022 09/11/2022

Simona Colarizi Simona Colarizi   Scheda docente

2

ELENA PAPADIA ELENA PAPADIA   Scheda docente

Programma

La congiuntura rivoluzionaria di fine Settecento. Due culture politiche dell’Ottocento europeo: liberalismo e democrazia. Patria e libertà: il 1848 in Italia e in Europa. Il cesarismo democratico di Napoleone III. Edificare Stati, costruire nazioni: il caso italiano e quello tedesco. Il socialismo: Marx, Bakunin, la I e la II Internazionale. Il caso italiano, dalla I Internazionale al PSI. Imperi. La I guerra mondiale. Il nuovo ruolo egemonico degli Stati Uniti. la costruzione di una società dei consumi di massa. il New Deal. La rivoluzione bolscevica e la nascita dell’URSS. L’Europa tra le due guerre. L’avvento del fascismo e la costruzione del regime. Il nazismo. Lo stalinismo. la II guerra mondiale. L’assetto dell’Europa nel secondo dopoguerra. La guerra fredda. La decolonizzazione. Il caso italiano: dal secondo dopoguerra al boom economico. Nuovi soggetti alla ribalta: le donne e gli afro-americani. L’Italia negli anni Sessanta. Gli anni Settanta in Italia e in Europa. Perestrojka. Reagan, Thatcher e la fase neoliberista. Gli anni di Craxi. La fine di un mondo: 1989-1991.

Testi adottati

BIBLIOGRAFIA PER I NON FREQUENTANTI:

Il manuale, il cui studio è obbligatorio per tutti, sarà uno a scelta tra:

- T. Detti, G. Gozzini, Storia contemporanea. Vol. I, L'Ottocento; vol. II, Il Novecento (fino al capitolo 18 compreso);
- G. Sabbatucci, V. Vidotto, Il mondo contemporaneo dal 1848 a oggi;
- S. Lupo, A. Ventrone, L'età contemporanea, Le Monnier 2016.

Al manuale dovrà essere affiancato lo studio di un libro a scelta, compreso in questa lista:

- E. Gentile, Le religioni della politica. Fra democrazie e totalitarismi, Laterza
- P. Macry, Storie di fuoco. Patrioti, militanti, terroristi, il Mulino 2021;
- E. Papadia, La forza dei sentimenti. Anarchici e socialisti in Italia (1870-1900), il Mulino 2019;
- E. Scarpellini, L'Italia dei consumi. Dalla belle époque al nuovo millennio, Laterza
- A. Sangiovanni, Le parole e le figure. Storia dei media in Italia dall'età liberale alla seconda guerra mondiale, Donzelli 2012
- D. Garofalo, Storia sociale della televisione in Italia (1954-1969), Marsilio
- A. Giovagnoli, La repubblica degli italiani, Laterza
- F. Romero, Storia della guerra fredda. L'ultimo conflitto per l'Europa, Einaudi.

BIBLIOGRAFIA PER I FREQUENTANTI

Obbligatori per tutti:
- M. Baioni, F. Conti (acd), La politica nell'età contemporanea. I nuovi indirizzi della ricerca storica, Carocci 2017
- A. Giovagnoli, La repubblica degli italiani, Laterza;

Più un libro a scelta, compreso in questa lista:

- E. Gentile, Le religioni della politica. Fra democrazie e totalitarismi, Laterza
- P. Macry, Storie di fuoco. Patrioti, militanti, terroristi, il Mulino 2021;
- E. Papadia, La forza dei sentimenti. Anarchici e socialisti in Italia (1870-1900), il Mulino 2019;
- E. Scarpellini, L'Italia dei consumi. Dalla belle époque al nuovo millennio, Laterza
- A. Sangiovanni, Le parole e le figure. Storia dei media in Italia dall'età liberale alla seconda guerra mondiale, Donzelli 2012
- D. Garofalo, Storia sociale della televisione in Italia (1954-1969), Marsilio
F. Romero, "Storia della guerra fredda. L'ultimo conflitto per l'Europa", Einaudi.

Bibliografia di riferimento

vedi sopra

Prerequisiti

Non richiesti.

Modalità di svolgimento

In considerazione dell'emergenza Covid-19 e in riferimento all'evoluzione delle disposizioni governative e delle autorità sanitarie, il corso o sue parti potranno essere svolti anche a distanza (incontri in diretta via Meet).

Modalità di valutazione

L'esame consisterà in una prova scritta della durata di due ore, Poiché la prova si articolerà in domande aperte, studenti e studentesse saranno valutati sulla base non solo delle conoscenze acquisite, ma anche in riferimento alle loro competenze linguistiche. Nel caso in cui l'emergenza sanitaria dovesse impedire o sconsigliare l'effettuazione della prova scritta in presenza, l'esame si svolgerà in forma orale.

Data inizio prenotazione Data fine prenotazione Data appello
27/10/2021 31/01/2022 09/02/2022
17/02/2022 05/04/2022 12/04/2022
27/10/2021 28/05/2022 07/06/2022
27/10/2021 12/06/2022 22/06/2022
27/10/2021 07/07/2022 14/07/2022
27/10/2021 04/09/2022 14/09/2022

CHIARA ZAMPIERI CHIARA ZAMPIERI   Scheda docente

Scheda insegnamento
  • Anno accademico: 2021/2022
  • Curriculum: Curriculum unico
  • Anno: Primo anno
  • Semestre: Secondo semestre
  • SSD: M-STO/04
  • CFU: 9
Caratteristiche
  • Attività formative di base
  • Ambito disciplinare: Discipline sociali e mediologiche
  • Ore Aula: 72
  • CFU: 9.00
  • SSD: M-STO/04