Comunicazione Scientifica Biomedica LM-9 - Obiettivi formativi

Il corso di laurea specialistica in Comunicazione scientifica biomedica prevede 120 crediti formativi articolati su due anni di corso. Il corso è organizzato in quattro semestri con 11 insegnamenti curriculari e un insegnamento a scelta dello studente. 1 CFU corrisponde 8 ore di lezione, oppure di esercitazione guidata. Gli insegnamenti sono strutturati come corsi integrati e prevedono sia attività di didattica frontale che esercitazioni pratiche di laboratorio.
Il corso di laurea interclasse magistrale in "Comunicazione Scientifica Biomedica" mira alla formazione di esperti della comunicazione in campo bio-medico. Il corso prevede insegnamenti sia di ambito biomedico sia di discipline della comunicazione, necessari per la formazione delle figure professionali proposte.
Le attività appartenenti alle “Discipline biotecnologiche comuni” consentono di acquisire le nozioni caratterizzanti dei sistemi cellulari e delle basi biochimiche e molecolari che li caratterizzano, ed una conoscenza dei processi fisio-patologici e dei meccanismi molecolari e cellulari ad essi sottesi. Attraverso le “Scienze umane e politiche pubbliche” gli studenti possono acquisire le nozioni relative al rapporto tra scienza, salute e società e l'evoluzione del sistema sanitario. Con le “Discipline della comunicazione pubblica e d'impresa” gli studenti possono acquisire le nozioni relative all'economia, all'organizzazione e alla gestione delle imprese, delle istituzioni e delle amministrazioni. Attraverso le “Discipline di base applicate alle biotecnologie” gli studenti possono acquisire le nozioni caratterizzanti l'analisi dei dati e delle fonti per la comunicazione scientifica e medica. Attraverso le “Discipline sociali, informatiche e dei linguaggi” gli studenti possono acquisire le nozioni relative alla comunicazione nelle aziende, nelle istituzioni e nelle amministrazioni, anche attraverso la realizzazione di prodotti di comunicazione (eventi, campagne, servizi per la stampa e pubbliche relazioni). Attraverso le “Discipline medico-chirurgiche e della riproduzione umana” gli studenti possono acquisire le nozioni relative alla fisiopatologia endocrina e alle tecniche della riproduzione, alle patologie del sistema nervoso ed ai tumori, alla medicina interna e alla chirurgia generale. Attraverso le “Discipline farmaceutiche” gli studenti possono acquisire le nozioni caratterizzanti necessarie all'approfondimento delle conoscenze professionali in campo farmaco-tossicologico.
Per raggiungere tali obiettivi, accanto alla frequenza delle lezioni, gli studenti sono incoraggiati a partecipare ad esercitazioni e proposte laboratoriali organizzate nell'ambito dei singoli insegnamenti. La verifica dell'apprendimento viene effettuata tramite esame orale per tutti gli insegnamenti del percorso formativo. Alcuni insegnamenti prevedono inoltre delle prove scritte di verifica in itinere. Per molti degli insegnamenti del corso, una prova pratica (come ad esempio la valutazione di campagne informative nell'ambito della salute, la stesura di comunicati stampa o di articoli di stampo scientifico, ecc…) costituisce elemento di valutazione ai fini del voto finale attribuito all'esame.

Gli studenti hanno a disposizione 8 CFU per attività a scelta dello studente da acquisire in ambito biomedico (per chi proviene da una formazione in ambito socio-comunicativo) o in quello delle discipline socio- economiche e della comunicazione (per chi proviene da una formazione in ambito bio-medico).
Gli studenti hanno inoltre a disposizione 1 CFU a completamento delle attività di tirocini formativi e di orientamento già intraprese all'interno delle attività laboratoriali previste nell'ambito dei singoli insegnamenti, che hanno lo scopo di offrire allo studente la possibilità di fare un'esperienza pratica che favorisca conoscenze strumentali e di metodologie specifiche.

Per il conseguimento della laurea magistrale è prevista una prova finale alla quale lo studente è ammesso dopo aver conseguito i crediti formativi ripartiti nelle attività formative caratterizzanti, affini o integrative e le attività a scelta.