Laurearsi

La prova finale consiste nella discussione di una tesi di laurea, costituita da un documento scritto in lingua inglese, che presenta i risultati di uno studio originale condotto su un argomento archeologico, storico, linguistico-letterario o altro tema di ricerca attinente agli obiettivi del Corso di Laurea Magistrale. La preparazione della tesi, sotto la guida di un relatore, si svolge di norma nel secondo anno del corso.

La prova finale consiste nella discussione ––alla presenza di una Commissione istituita per l’occasione–– di una tesi di laurea, costituita da un documento scritto in lingua inglese, che presenta i risultati di uno studio originale condotto su un argomento archeologico, storico, linguistico-letterario o altro tema di ricerca attinente agli obiettivi del Corso di Laurea Magistrale. La preparazione della tesi, sotto la guida di un relatore, si svolge di norma nel secondo anno del corso. La votazione di laurea tiene conto della media pesata, in base ai crediti, sia dei voti conseguiti agli esami relativi ai vari insegnamenti sia della tesi.
L’elaborato scritto (tesi), in lingua inglese, dovrà essere di lunghezza non inferiore alle 60 cartelle dattiloscritte (120.000 caratteri) e non superiore alle 120 cartelle dattiloscritte (240.000) cui si aggiungeranno liberamente le illustrazioni necessarie.