Ritratto di Alessio.Debiase@uniroma1.it
Insegnamento Codice Anno Corso - Frequentare Bacheca
ZOOLOGIA 1011778 2023/2024

Inizio delle lezioni A.A. 2023-24

 

Il corso di Zoologia per il canale I avrà inizio il giorno mercoledì 27 settembre 2023, alle ore 14:00 presso l'Aula Sergi (Edificio Antropologia CU026).

 

ATTENZIONE: in aula è fortemente raccomandato indossare una mascherina chirurgica o FFP2.

 

Le lezioni proseguiranno per il resto del semestre con il seguente orario:

mercoledì 14-16 Aula Sergi (Edificio Antropologia CU026)

giovedì 8-10 Aula Sergi (Edificio Antropologia CU026)

venerdì 10-12 Aula Sergi (Edificio Antropologia CU026)

 

Il corso prevede esercitazioni pratiche a frequenza consigliata; ulteriori dettagli saranno forniti a lezione.

Per una più veloce gestione delle comunicazioni gli studenti sono invitati ad iscriversi al corso in qualità di partecipanti e di compilare anche il form ISCRIZIONE corso A.A. 2023-24 accedendo con le credenziali di posta elettronica istituzionale alla pagina eLearning del corso: https://elearning.uniroma1.it/course/view.php?id=1691

 

La piattaforma eLearning sarà utilizzata anche per le comunicazioni e la distribuzione di eventuale materiale didattico.

BIOLOGIA EVOLUZIONISTICA APPLICATA 10600194 2023/2024

Il corso di Biologia evoluzionistica applicata avrà inizio martedì 5 marzo 2024, alle ore 9:00 presso l'Aula D dell'edificio di Botanica (CU022)

 

Le lezioni proseguiranno secondo il seguente orario:

martedì 9-11 Aula D Botanica (CU022)

giovedì 11-13 Aula V Chimica Vincenzo Caglioti (CU032)

 

Il corso prevede attività di gruppo a frequenza consigliata; ulteriori dettagli saranno forniti a lezione.

 

Per una più veloce gestione delle comunicazioni gli studenti sono invitati ad iscriversi al corso in qualità di partecipanti e di compilare anche il form ISCRIZIONE corso A.A. 2023-24 accedendo con le credenziali di posta elettronica istituzionale alla pagina eLearning del corso:

 

https://elearning.uniroma1.it/course/view.php?id=14282

 

La piattaforma eLearning sarà utilizzata anche per le comunicazioni e la distribuzione del materiale didattico.

ZOOLOGIA 1011778 2022/2023

Inizio delle lezioni A.A. 2022-23

 

Il corso di Zoologia per il canale A-Le avrà inizio il giorno mercoledì 28 settembre 2022, alle ore 13:00 presso l'Aula Cabibbo (Edificio Fermi CU033).

 

ATTENZIONE: in aula è ancora richiesto l'uso di mascherina almeno chirurgica; consigliata la FFP2.

 

Le lezioni proseguiranno per il resto del semestre con il seguente orario:

mercoledì 13-15 Aula Cabibbo (Edificio Fermi CU033)

giovedì 9-11 Aula Cabibbo (Edificio Fermi CU033)

venerdì 9-11 Aula Cabibbo (Edificio Fermi CU033)

 

Il corso prevede esercitazioni pratiche a frequenza consigliata; ulteriori dettagli saranno forniti a lezione.

Per una più veloce gestione delle comunicazioni gli studenti sono invitati ad iscriversi al corso in qualità di partecipanti e di compilare anche il form ISCRIZIONE corso A.A. 2022-23 accedendo con le credenziali di posta elettronica istituzionale alla pagina eLearning del corso: https://elearning.uniroma1.it/course/view.php?id=1691

 

La piattaforma eLearning sarà utilizzata anche per le comunicazioni e la distribuzione di eventuale materiale didattico.

 

BIOLOGIA EVOLUZIONISTICA APPLICATA 10600194 2022/2023

Il corso di Biologia evoluzionistica applicata avrà inizio martedì 28 febbraio 2023, alle ore 9:00 presso l'Aula D dell'edificio di Botanica (CU022)

 

Le lezioni proseguiranno secondo il seguente orario:

martedì 9-11 Aula D Botanica (CU022)

giovedì 11-13 Aula V Chimica Vincenzo Caglioti (CU032)

 

Il corso prevede attività di gruppo a frequenza consigliata; ulteriori dettagli saranno forniti a lezione.

 

Per una più veloce gestione delle comunicazioni gli studenti sono invitati ad iscriversi al corso in qualità di partecipanti e di compilare anche il form ISCRIZIONE corso A.A. 2022-23 accedendo con le credenziali di posta elettronica istituzionale alla pagina eLearning del corso:

https://elearning.uniroma1.it/course/view.php?id=14282

 

La piattaforma eLearning sarà utilizzata anche per le comunicazioni e la distribuzione del materiale didattico.

ZOOLOGIA 1011778 2021/2022
BIOLOGIA EVOLUZIONISTICA APPLICATA 10600194 2021/2022

Corso di Biologia evoluzionistica applicata 6 CFU

Prof. Alessio DE BIASE

 

Avviso inizio lezioni A.A. 2021-22

 

Il corso di Biologia evoluzionistica applicata avrà inizio martedì 8 marzo 2022, alle ore 9:00 presso l'Aula Seminari dell'Istituto di Zoologia (CU008 - Viale dell'Università, 32).

Le lezioni proseguiranno secondo il seguente orario:

 

martedì 9-11 Aula Seminari Zoologia (CU008)

giovedì 11-13 Aula V Chimica Vincenzo Caglioti (CU032)

 

Le lezioni potranno essere seguite anche a distanza attraverso la piattaforma Zoom, in modalità sincrona negli stessi orari di svolgimento delle lezioni in presenza utilizzando i codici di seguito elencati. Gli studenti per partecipare ad una lezione devono scaricare Zoom Desktop Client dal sito https://uniroma1.zoom.us.

 

martedì 9-11 ID riunione: 829 5248 1099 (Passcode: 860075)

giovedì 11-1 ID riunione: 883 2665 8930 (Passcode: 067229)

 

Il corso prevede attività di gruppo a frequenza consigliata; ulteriori dettagli saranno forniti a lezione.

 

Per una più veloce gestione delle comunicazioni, gli studenti sono invitati ad iscriversi al corso in qualità di partecipanti e di compilare anche il form ISCRIZIONE corso A.A. 2021-22 accedendo con le credenziali di posta elettronica istituzionale alla pagina eLearning del corso (vedi collegamento nel box a destra).

 

La piattaforma eLearning sarà utilizzata anche per le comunicazioni e la distribuzione di materiale didattico

ZOOLOGIA 1011778 2020/2021
BIOLOGIA EVOLUZIONISTICA 1031835 2020/2021
BIOLOGIA EVOLUZIONISTICA 1031835 2019/2020
ZOOLOGIA 1011778 2019/2020
BIOLOGIA EVOLUZIONISTICA 1031835 2018/2019
ZOOLOGIA 1011778 2018/2019
BIOLOGIA EVOLUZIONISTICA 1031835 2017/2018
ZOOLOGIA 1011778 2017/2018
BIOLOGIA EVOLUZIONISTICA 1031835 2016/2017
ZOOLOGIA 1011778 2016/2017

Giovedì 11:30 - 13:30 presso lo studio del docente all'Istituto di Zoologia (CU008) in Viale dell'Università 32

oppure

per appuntamento concordato via email (alessio.debiase@uniroma1.it)

Alessio De Biase - Curriculum Vitae - Roma, marzo 2023
(for English version go to page 24)

Generalità
Nel luglio 1982 consegue il diploma di maturità scientifica presso il Liceo Scientifico Statale "G. Mercalli" di Napoli. Il 15 marzo 1989, presso la Facoltà di Scienze MM.FF.NN. dell'Università di Napoli Federico II , consegue con la votazione di 110/110 e Lode la laurea in Scienze Naturali discutendo la tesi sperimentale in Zoologia "Le specie del genere Hydraena Kugelann (Coleoptera, Hydraenidae) e la biogeografia dei sistemi reici italiani" (relatore prof. M. Milone; correlatore dott. P.A. Audisio) e la tesina in Geologia Geodinamica ed evoluzione paleogeografica del Mediterraneo: i bacini marginali (relatore prof. L. Simone).
Da marzo a giugno 1990 fruisce di una borsa di studio, presso l Italsiel s.p.a di Roma (gruppo Iri-Finsiel), per la frequenza a tempo pieno di un corso di informatica (analisi dei dati e programmazione strutturata per lo sviluppo software) superando lo stesso con esito positivo. Da luglio 1990 a dicembre 1994 fa parte del personale di consulenza dell'Agrisiel, Società di informatica per l'Agricoltura, Territorio e Ambiente p.a., interessandosi di applicazioni informatiche in campo agricolo e ambientale. In questo ambito si occupa del disegno e dello sviluppo di software e basi dati relazionali, e della pianificazione di progetti di gestione ambientale basati su metodologie GIS e di Telerilevamento.
Da gennaio 1995 a ottobre 1997 svolge attività di consulenza per le applicazioni e l uso delle tecniche GIS e di Telerilevamento nella gestione delle risorse ambientali in campo zoologico e partecipa al progetto finanziato dall'Unione Europea A databank for the conservation and management of the African mammals. European Commission, Project n° B7-6200-94-15/VIII/ENV/1994/67 . In tale ambito si occupa della progettazione e dello sviluppo di software e della ricerca, raccolta, gestione ed elaborazione dei dati geografici, telerilevati e faunistici per l'applicazione di metodologie GIS all'analisi delle distribuzioni geografiche dei mammiferi africani. In questo ambito coordina inoltre le attività di campo svolte in Camerun per il rilievo dei parametri ambientali e dei dati di presenza faunistica, e trascorre nel paese centrafricano un periodo di lavoro per la realizzazione del censimento dei mammiferi di medie e grandi dimensioni.
Da novembre 1997 a ottobre 2000 frequenta la Scuola di Dottorato in Biologia Animale presso il Dipartimento di Biologia Animale e dell'Uomo dell'Università degli Studi di Roma La Sapienza . Nell'anno accademico 1999-2000 è PhD exchange student presso il Department of Ecology and Evolution della State University di New York at Stony Brook (USA). Nel marzo 2001 consegue il titolo di Dottore di Ricerca in Biologia Animale discutendo la tesi Variabilità genetica e livelli di specializzazione trofica in Insetti antofagi del genere Meligethes (Coleoptera, Nitidulidae) .
Nel giugno 2000 risulta vincitore del concorso pubblico per titoli ed esami a n. 1 posto di Ricercatore Universitario per il Settore Scientifico Disciplinare BIO/05 (= E02A - Zoologia) presso la Facoltà di Farmacia dell Università degli Studi di Roma La Sapienza . Dal novembre 2003 è Ricercatore Universitario confermato per il Settore Scientifico Disciplinare BIO/05 presso la stessa Facoltà dello stesso Ateneo. Dal giugno 2010 afferisce al Dipartimento di Biologia e biotecnologie Charles Darwin dell Università degli Studi di Roma La Sapienza .
Nel gennaio 2014 consegue l Abilitazione Scientifica Nazionale per la II Fascia nel Settore Scientifico Disciplinare BIO/05 (SC 05/B1; Macrosettore 05/B).
Dal 3 gennaio 2018 è in servizio in qualità di Professore associato (L. 240/10) presso il Dipartimento di Biologia e biotecnologie Charles Darwin dell Università degli Studi di Roma La Sapienza .
Nel luglio 2018 consegue l Abilitazione Scientifica Nazionale per la I Fascia nel Settore Scientifico Disciplinare BIO/05 (SC 05/B1; Macrosettore 05/B).
È membro delle seguenti società scientifiche: Unione Zoologica Italiana (dal 1986), Società Entomologica Italiana (dal 1986), Associazione Romana di Entomologia (dal 1988, e membro del Consiglio Direttivo per il 1995 e il 1999), Società Italiana di Biogeografia (dal 1990, e membro della Segreteria del 32° Congresso Nazionale), Società Botanica del Sud Africa (dal 1997-2006).

Servizi accademici
Dall anno 2020 a febbraio 2023 è Associate Editor della rivista scientifica The European Journal of Zoology (ISSN: 2475-0263).
Dall anno 2015 ad oggi è membro del comitato editoriale della rivista scientifica Fragmenta Entomologica [ISSN: 2284-4880 (online), ISSN: 0429-288X (print)].
Dall anno 2013 ad oggi è Associate Editor della rivista scientifica Journal of Insect Biodiversity (ISSN 2147-7612)
Dall anno 2020 ad oggi è vice presidente del Corso di Studi in Scienze Biologiche.
Dall anno 2020 a febbraio 2023 è membro Commissione Assicurazione Qualità Corso di Studi in Scienze Biologiche.
Dall anno 2019 all anno 2021 è membro supplente della Commissione di Ateneo (Università degli Studi di Roma La Sapienza ) per il conferimento di borse di studio per la frequenza di corsi o attività di perfezionamento all estero.
Dall anno 2016 ad oggi è membro permanente della commissione di valutazione del DAAD (German Academic Exchange Service) per il settore Zoologia.
Dall anno 2014 ad oggi è coordinatore del curriculum generale del Corso di Studi in Scienze Biologiche.
Dall'anno 2004 ad oggi è membro del Consiglio scientifico del Museo di Zoologia dell Università degli Studi di Roma La Sapienza .
Dall'anno 2006 all'anno 2011 è membro della Commissione orari della Facoltà di Farmacia dell Università degli Studi di Roma La Sapienza .
Dall'anno accademico 2008-09 al 2011-12 è membro del Collegio dei docenti del Corso di Dottorato in Biologia Animale del Dipartimento di Biologia Animale e dell'Uomo dell'Università degli Studi di Roma La Sapienza .
Dall'anno accademico 2012-13 al 2015 (aprile) è membro del Collegio dei docenti del Corso di Dottorato in Biologia ambientale ed evoluzionistica dei Dipartimenti di Biologia ambientale e Biologia e biotecnologie Charles Darwin dell'Università degli Studi di Roma La Sapienza .
Negli anni 2011 e 2012 è membro del Comitato Ordinatore della Laurea magistrale LM95 Matematica e Scienze nella Scuola secondaria di I grado della Facoltà di Scienze MM.FF.NN. dell'Università degli Studi di Roma La Sapienza .
Negli anni 2011 e 2012 è membro del Comitato Ordinatore del corso di Tirocinio Formativo Attivo (TFA) II grado per le Classi A013, A057, A060 presso la Facoltà di Scienze MM.FF.NN. dell'Università degli Studi di Roma La Sapienza .
Attività scientifica e linee di ricerca
Dal 1991 partecipa a diversi programmi di ricerca nazionali (MURST e CNR) e di Ateneo (Università di Roma La Sapienza ) in ambito faunistico, zoogeografico ed evoluzionistico coordinati dai Proff. A. Vigna Taglianti (Università di Roma La Sapienza), V. Sbordoni (Università di Roma Tor Vergata ), M. Bologna (Universita di Roma III), P.A. Audisio, M. Corti, E. Capanna (Università di Roma La Sapienza).

Sistematica e zoogeografia di Insetti Coleotteri. Questa linea di ricerca è principalmente focalizzata allo studio di problematiche sistematiche e tassonomiche riguardanti specie, gruppi di specie e taxa di rango superiore, appartenenti soprattutto alle famiglie Nitidulidae, Phalacridae, Scarabaeidae, Hydraenidae ed Endomychidae, in ambito paleartico e afrotropicale. La risoluzione dei problemi tassonomici e filogenetici relativi a queste famiglie è il presupposto fondamentale per il successivo studio di problematiche biogeografiche ed evoluzionistiche che rappresentano il corpo centrale degli interessi del candidato. Le metodiche utilizzate nell ambito di questa linea di ricerca rientrano nelle classiche analisi morfologiche, anche coadiuvate dall uso di tecniche di microscopia elettronica a scansione, e nelle più moderne tecniche molecolari basate sull utilizzo di marcatori genetici come i sistemi gene enzima o le sequenze nucleotidiche di geni mitocondriali e nucleari. Avvalendosi dei metodi e criteri propri della cladistica, ed utilizzando software dedicati per la gestione ed elaborazione dei dati disponibili, si tenta dunque di delineare ipotesi verosimili, sulla base dei dati al momento disponibili, relative alle relazioni evolutive dei taxa in studio. Gli assunti di base della metodologia cladistica rappresentano senza dubbio un punto di vista parziale delle interpretazioni dei molti eventi biologici del passato, ma i risultati ottenuti attraverso la loro applicazione contribuiscono alla giusta valutazione dei caratteri utilizzati, al confronto dei risultati elaborati sulla base dell esperienza del singolo specialista e alla formulazione di ipotesi ulteriormente verificabili sulla base di nuovi dati ed evidenze.
Nell'ambito di questo filone di studi, il candidato ha prodotto una serie di contributi scientifici relativi alle famiglie citate in precedenza (Nitidulidae: 7, 22, 23, 27, 29, 30, 31, 32, 34, 35, 36, 37, 38, 40, 41, 42, 43, 46, 47, 51, 53, 54, 56; Phalacridae: 11, 20, 51; Hydraenidae: 6, 10, 14, 15, 17, 18, 19, 39, 55, 57; Scarbaeidae: 44, 49; Endomychidae: 3, 12, 16).
Dal punto di vista più strettamente biogeografico, le ricerche sono rivolte principalmente all analisi dei popolamenti animali di alcuni taxa di Coleoptera (Hydraenidae, Nitidulidae Phalacridae, Scarabaeidae ed Endomychidae) in aree euro mediterranee e afrotropicali. Gli obiettivi principali sono la ricostruzione delle paleodinamiche di colonizzazione delle aree in studio e l individuazione di aree geografiche omogenee dal punto di vista dei popolamenti animali (regioni o distretti zoogeografici), attraverso l analisi dei dati faunistici e con l impiego di metodiche desunte dalla tassonomia numerica, dalla teoria dell informazione e dalla metodologia cladistica. A questo scopo il candidato ha implementato algoritmi di calcolo in ambiente MS-DOS realizzando diversi programmi software per il trattamento dei dati binari di presenza/assenza. L applicazione della metodologia messa a punto nel corso degli studi per la tesi di laurea ha portato alla pubblicazione di diversi contributi e all individuazione di un modello di regionalizzazione per il reticolo idrografico italiano (pubblicazioni n. 2, 9, 26). I risultati ottenuti sono stati oggetto di ulteriore verifica sulla base dei dati di distribuzione di Insetti dulcaquicoli (per esempio Plecotteri ed Efemerotteri) in collaborazione con gli specialisti dei rispettivi gruppi (pubblicazioni n. 21, 4c). Su questa tematica [Le specie del genere Hydraena Kugelann (Coleoptera, Hydraenidae) e la biogeografia dei sistemi reici italiani] nel 1989 gli viene assegnato l'XI Premio Giovanni Binaghi bandito dalla Società Entomologica Italiana.
Più recentemente, nell'ambito di un progetto di ricerca di interesse nazionale (PRIN 2004057217), l'utilizzo di dati genetici molecolari ha consentito di affrontare lo studio delle relazioni evolutive di taxa a distribuzione disgiunta tra le aree mediterranee e dell'Africa meridionale. L'utilizzo di un orologio molecolare, calibrato sulla base dei più recenti algoritmi che tengono conto delle variazioni dei tassi evolutivi lungo i rami dell'albero evolutivo, ha consentito di integrare gli aspetti più marcatamente filogenetici con gli aspetti biogeografici nel tentativo di ricostruire eventi biogeografici che potessero spiegare le distribuzioni geografiche osservate.
Infine il candidato nell'ambito delle ricerche descritte, dal 1987 ha partecipato a numerose missioni in aree euro mediterranee e paleotropicali (Turchia, Grecia, Spagna, Sud Africa), volte alla ricerca e alla raccolta di materiale zoologico. Nel 1996 partecipa inoltre alla Campagna Oceanografica "Isole della Trinacria 1996" a bordo della Nave Paolucci della Marina Militare organizzata dal prof. B. Baccetti (C.N.R. Siena) e coordinata dal dott. R. Poggi (Museo Civico di Storia Naturale "A. Doria" di Genova).

Biologia evoluzionistica delle relazioni insetti/piante. Questa linea di ricerca è volta principalmente allo studio di problemi di ordine più generale e vede convolti alcuni gruppi di Insetti fitofagi specializzati. I Coleotteri Nitidulidi, che almeno per le aree euro-mediterranee, sono molto bene conosciuti sia dal punto di vista tassonomico sistematico che dal punto di vista biogeografico e bionomico, sembrano costituire un materiale d elezione per lo studio dei modelli di speciazione simpatrica, dei modelli di coevoluzione dei fitofagi specializzati e delle loro piante ospiti, e dei significati adattativi dei polimorfismi genetici. A partire dal progetto di ricerca portato avanti per il conseguimento del titolo di dottore di ricerca, attraverso lo studio integrato dell autoecologia delle specie, delle relazioni filogenetiche, dei sistemi gene enzima e dei polimorfismi nucleotidici, si sta tentando di analizzare le correlazioni esistenti tra i livelli di polimorfismo genetico e le ampiezze degli spettri trofici (dalla stretta monofagia fino alla polifagia) manifestati da specie strettamente imparentate del genere Meligethes Stephens. Questa linea di ricerca ha già portato a risultati pubblicati (pubblicazioni n. 22, 28, 32, 46) o in corso di pubblicazione.
Nell'ambito dello stesso filone di ricerca, a partire dal 2002, il candidato è responsabile di un progetto di collaborazione tra l'European Biological Control Laboratory (EBCL) dello USDA (United States Department of Agricolture), la BBCA di Roma (Biotechnology and Biological Control Agency) e il Dipartimento di Biologia Animale e dell'Uomo (Università di Roma La Sapienza ) volto alla caratterizzazione genetica di popolazioni naturali di Insetti fitofagi per la realizzazione di programmi di controllo biologico. Le popolazioni oggetto di studio rappresentano biotipi associati a specie vegetali invasive di cui potrebbero rappresentare efficaci agenti di controllo. Il progetto mira all'integrazione dei dati genetici ed ecologici per la messa a punto di un protocollo di pianificazione, rilascio e monitoraggio post-rilascio, che minimizzi i rischi e tenda alla ovvia ottimizzazione dei risultati. I risultati preliminari (relazioni tecniche: 6r, 8r) di un primo progetto portato avanti nell'ambito di questa linea sono oggetto di alcuni contributi in corso di pubblicazione e preparazione (pubblicazione n. 52).

Indicatori bibliometrici

Lo scrivente è autore di oltre 80 pubblicazioni in extenso, numerosi abstract congressuali e relazioni tecniche e curatore di un testo universitario di Biologia generale. Gli indici associati con la produzione scientifica, totale o parziale in funzione della banca dati consultata, sono sintetizzati nel prospetto seguente:

Scopus
Numero pubblicazioni indicizzate 41
Numero di citazioni totali 698
H-index 15

Scholar
Numero pubblicazioni indicizzate 102
Numero di citazioni totali 2256
H-index 20

Nota sui criteri di calcolo utilizzati:
Le basi di dati utilizzate per il calcolo (Scopus, Scholar) fanno riferimento alle banche dati Elsevier Scolar (http://www.scopus.com/home.url) e Google Scholar (http://scholar.google.it/) depurate dagli errori, se riscontrati.

Gli articoli inclusi nelle tre basi di calcolo fanno riferimento a:
Scopus: gli articoli scientifici del candidato presenti quali documenti Scopus (primary documents).
Scholar: gli articoli scientifici del candidato presenti in Google Scholar depurati degli errori riscontrati e memorizzati nel profilo del candidato (http://scholar.google.it/citations?user=867__ygAAAAJ&hl=it).
Attività didattica
Attività didattica svolta presso presso la Facoltà di Scienze MM.FF.NN. dell'Università degli Studi di Roma La Sapienza :
A.A. 2011/2012: insegnamento semestrale di Zoologia per il corso di Laurea triennale in Scienze Biologiche (canale A-Le) 9 CFU.
A.A. 2012/2013: insegnamento semestrale di Zoologia per il corso di Laurea triennale in Scienze Biologiche (canale A-Le) 9 CFU.
A.A. 2012/2013: insegnamento semestrale di Biologia evoluzionistica per il corso di Laurea triennale in Scienze Biologiche 6 CFU.
A.A. 2013/2014: insegnamento semestrale di Zoologia per il corso di Laurea triennale in Scienze Biologiche (canale A-Le) 9 CFU.
A.A. 2013/2014: insegnamento semestrale di Biologia evoluzionistica per il corso di Laurea triennale in Scienze Biologiche 6 CFU.
A.A. 2014/2015: insegnamento semestrale di Zoologia per il corso di Laurea triennale in Scienze Biologiche (canale A-Le) 9 CFU.
A.A. 2014/2015: insegnamento semestrale di Biologia evoluzionistica per il corso di Laurea triennale in Scienze Biologiche 6 CFU.
A.A. 2015/2016: insegnamento semestrale di Zoologia per il corso di Laurea triennale in Scienze Biologiche (canale A-H) 9 CFU.
A.A. 2015/2016: insegnamento semestrale di Biologia evoluzionistica per il corso di Laurea triennale in Scienze Biologiche 6 CFU.
A.A. 2016/2017: insegnamento semestrale di Zoologia per il corso di Laurea triennale in Scienze Biologiche (canale A-H) 9 CFU.
A.A. 2016/2017: insegnamento semestrale di Biologia evoluzionistica per il corso di Laurea triennale in Scienze Biologiche 6 CFU.
A.A. 2017/2018: insegnamento semestrale di Zoologia per il corso di Laurea triennale in Scienze Biologiche (canale A-H) 9 CFU.
A.A. 2017/2018: insegnamento semestrale di Biologia evoluzionistica per il corso di Laurea triennale in Scienze Biologiche 6 CFU.
A.A. 2018/2019: insegnamento semestrale di Zoologia per il corso di Laurea triennale in Scienze Biologiche (canale A-H) 9 CFU.
A.A. 2018/2019: insegnamento semestrale di Biologia evoluzionistica per il corso di Laurea triennale in Scienze Biologiche 6 CFU.
A.A. 2019/2020: insegnamento semestrale di Zoologia per il corso di Laurea triennale in Scienze Biologiche (canale A-H) 9 CFU.
A.A. 2019/2020: insegnamento semestrale di Biologia evoluzionistica per il corso di Laurea triennale in Scienze Biologiche 6 CFU.
A.A. 2020/2021: insegnamento semestrale di Zoologia per il corso di Laurea triennale in Scienze Biologiche (canale A-H) 9 CFU.
A.A. 2020/2021: insegnamento semestrale di Biologia evoluzionistica per il corso di Laurea triennale in Scienze Biologiche 6 CFU.
A.A. 2021/2022: insegnamento semestrale di Zoologia per il corso di Laurea triennale in Scienze Biologiche (canale A-H) 9 CFU.
A.A. 2021/2022: insegnamento semestrale di Biologia evoluzionistica applicata per il corso di Laurea magistrale in Ecobiologia 6 CFU.
A.A. 2022/2023: insegnamento semestrale di Zoologia per il corso di Laurea triennale in Scienze Biologiche (canale I) 9 CFU.
A.A. 2022/2023: insegnamento semestrale di Biologia evoluzionistica applicata per il corso di Laurea magistrale in Ecobiologia 6 CFU.

Attività didattica svolta presso presso la Facoltà di Farmacia dell'Università degli Studi di Roma La Sapienza :
A.A. 2000/2001: insegnamento annuale di Biologia Vegetale ed Animale per il corso di Laurea in Farmacia (canale A-L) equiv. 10 CFU.
A.A. 2001/2002: insegnamento annuale di Biologia Animale/Biologia Vegetale per il corso di Laurea specialistica in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche (canale A-L) equiv. 8 CFU.
A.A. 2002/2003: insegnamento semestrale di Biologia Animale (integrato con Biologia Vegetale) per il corso di Laurea specialistica in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche (canale A-L) equiv. 8 CFU.
A.A. 2002/2003: insegnamento semestrale di Biologia Animale (integrato con Biologia Vegetale) per il corso di Laurea specialistica in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche (canale M-Z) equiv. 8 CFU.
A.A. 2003/2004: insegnamento semestrale di Biologia Animale (integrato con Biologia Vegetale) per il corso di Laurea specialistica in Farmacia (canale A-L) equiv. 10 CFU.
A.A. 2003/2004: insegnamento semestrale di Biologia Animale (integrato con Biologia Vegetale) per il corso di Laurea specialistica in Farmacia (canale M-Z) equiv. 10 CFU.
A.A. 2003/2004: insegnamento semestrale di Biologia Animale (integrato con Biologia Vegetale) per il corso di Laurea Triennale in Informazione Scientifica sul Farmaco equiv. 5 CFU.
A.A. 2004/2005: insegnamento semestrale di Biologia Animale (integrato con Biologia Vegetale) per il corso di Laurea specialistica in Chimica e Tecnologie Farmaceutiche (canale A-L) 4 CFU.
A.A. 2004/2005: insegnamento semestrale di Biologia Animale (integrato con Biologia Vegetale) per il corso di Laurea specialistica in Chimica e Tecnologie Farmaceutiche (canale M-Z) 4 CFU.
A.A. 2005/2006: insegnamento annuale di Biologia Vegetale ed Animale per il corso di Laurea specialistica in Chimica e Tecnologie Farmaceutiche (canale A) 8 CFU.
A.A. 2005/2006: insegnamento semestrale di Biologia Animale (integrato con Biologia Vegetale) per il corso di Laurea Triennale in Informazione Scientifica sul Farmaco 5 CFU.
A.A. 2006/2007: insegnamento annuale di Biologia Vegetale ed Animale per il corso di Laurea specialistica in Chimica e Tecnologie Farmaceutiche (canale A-L) 8 CFU.
A.A. 2006/2007: insegnamento semestrale di Biologia Animale (integrato con Biologia Vegetale) per il corso di Laurea Triennale in Informazione Scientifica sul Farmaco 5 CFU
A.A. 2007/2008: insegnamento annuale di Biologia Vegetale ed Animale per il corso di Laurea specialistica in Chimica e Tecnologie Farmaceutiche (canale A-L) 8 CFU.
A.A. 2008/2009: insegnamento annuale di Biologia Vegetale ed Animale per il corso di Laurea specialistica in Chimica e Tecnologie Farmaceutiche (canale A-L) 8 CFU.
A.A. 2009/2010: insegnamento annuale di Biologia Vegetale ed Animale per il corso di Laurea specialistica in Chimica e Tecnologie Farmaceutiche (canale A-L) 8 CFU.
A.A. 2010/2011: insegnamento annuale di Biologia Vegetale ed Animale per il corso di Laurea specialistica in Chimica e Tecnologie Farmaceutiche (canale A-L) 8 CFU.

Dal 2002 è membro effettivo del Consiglio didattico del Master di II livello diretto dal prof. L. Boitani Conservazione della biodiversità animale: aree protette e reti ecologiche dell'Università degli Studi di Roma La Sapienza .
Negli anni accademici 2005/2006 e 2006/2007 ha svolto attività didattica nell'ambito del Master di II livello diretto dal prof. Carlo Blasi Ecologia del paesaggio e pianificazione ambientale dell'Università degli Studi di Roma La Sapienza .
Nell'anno accademico 2007/2008 ha svolto attività didattica integrativa seminariale per il corso Zoogeografia per il corso di Laurea in Scienze Naturali dalla prof.ssa E. De Matthaeis presso l'Università degli Studi di Roma La Sapienza .
Negli anni accademici 2005/2006 e 2006/2007 ha svolto attività didattica integrativa seminariale per il corso Storia del pensiero evoluzionista per il corso di Laurea in Scienze Biologiche tenuto dal prof. R. Argano presso l'Università degli Studi di Roma La Sapienza .
Nell'anno accademico 2006/2007 ha svolto attività didattica integrativa seminariale per il corso Zoologia degli ecosistemi antropizzati per il corso di Laurea in Architettura del paesaggio tenuto dal prof. P. Audisio presso l'Università degli Studi di Roma La Sapienza .
Nell'anno accademico 2005/2006 ha svolto attività didattica integrativa seminariale per la Scuola di Dottorato in Biologia evoluzionistica, organizzato dal prof. F. Verni presso l'Università degli Studi di Pisa.
Nell'anno accademico 2005/2006 ha svolto attività didattica integrativa seminariale per il corso Corso di Biologia evolutiva dei vertebrati marini per il corso di Laurea specialistica in Scienze Biologiche, tenuto dal prof. V. Caputo presso l'Università Politecnica delle Marche.

Appendice 1 Pubblicazioni scientifiche

Pubblicazioni in stampa o inviate al comitato editoriale

Pubblicazioni in extenso

88) Belvedere, S., Arnone, S., Cristofaro, M., La Marca, A., & De Biase, A.* (2023). Paternity Analyses for the Planning of SIT Projects against the Red Palm Weevil. Insects, 14(4), 326.
IF 3.141 / IF5 3.286
87) Annessi M., De Biase A., Montemaggiori A. (2022). Diet and foraging ecology of the Hoopoe Upupa epops in a Mediterranean area of Central Italy. Avocetta, https://doi.org/10.30456/AVO.2022202
IF na / IF5 na
86) Magoga G., Forni G., Brunetti M., Meral A., Spada A., De Biase A., Montagna M. (2022). Curation of a reference database of COI sequences for insect identification through DNA metabarcoding: COins. Database. https://doi.org/10.1093/database/baac055
IF 4.462 / IF5 4.776
85) Brunetti M., Magoga G., Gionechetti F., De Biase A., Montagna M. (2021). Does diet breadth affect the complexity of the phytophagous insect microbiota? The case study of Chrysomelidae. Environmental Microbiology. https://doi.org/10.1111/1462-2920.15847
IF 5.491 / IF5 6.438
84) De Biase A.*, Colonnelli E., Baviera C., Bellò C., Casalini R., Corso A. & La Marca A. (2021). Molecular analyses of flightless weevils Chiloneus from Sicily and adjoining islands revealed new synonymy (Coleoptera: Curculionidae). The European Zoological Journal, 88: 948 958. https://doi.org/10.1080/24750263.2021.1960443
IF 1.747 / IF5 1.822
83) De Biase A., Smith L., Brunetti M., Belvedere S., Primerano S., Antonini G., La Marca A., Audisio P., Biondi M., Cristofaro M. (2019). Three prospective agents instead of one? Cryptic diversity of the biological control agent Psylliodes chalcomera. Biological Control, doi: https://doi.org/10.1016/j.biocontrol.2019.103998
IF 3.687 / IF5 3.962
82) Daria Corcos D., Cerretti P., Mei M., Vigna Taglianti A., Paniccia D., Santoiemma G., De Biase A., Marini L. (2018). Predator and parasitoid insects along elevational gradients: role of temperature and environmental heterogeneity. Oecologia, 188: 193 202. Doi: 10.1007/s00442-018-4169-4.
IF 3.130 / IF5 3.407
81) Smith L., Cristofaro M., Bon MC., De Biase A., Petanovi R., Vidovi B. (2018). The importance of cryptic species and subspecific populations in classic biological control of weeds: A North American perspective. BioControl, 63: 417-425. doi: 10.1007/s10526-017-9859-z
IF 1.918 / IF5 2.088
80) Musmeci S., Belvedere S., Sasso R., Arnone S., Cristofaro M., Nobili P., La Marca A., De Biase A.* (2018). Last-male sperm precedence in Rhynchophorus ferrugineus (Olivier): observations in laboratory mating experiments with irradiated males. Bulletin of Entomological Research (2018), 108: 93-100. doi: 10.1017/S0007485317000840
IF 1.810 / IF5 1.955
79) Corcos D., Inclán D.J., Cerretti P., Mei M., Di Giovanni F., Birtele D., Rosa P., De Biase A., Audisio P., Marini L. (2017). Environmental heterogeneity effects on predator and parasitoid insects vary across spatial scales and seasons: a multi-taxon approach. Insect Conservation and Diversity, 10: 462 471. doi: 10.1111/icad.12249
IF 1.840 / IF5 2.189
78) De Biase A.*, Colonnelli E., Belvedere S., La Marca A., Cristofaro M., Smith L. (2016). Genetic and morphological studies of Trichosirocalus species introduced to North America, Australia and New Zealand for the biological control of thistles . Bulletin of Entomological Research, 106: 99-113. doi: 10.1017/S000748531500084X
IF 1.758 / IF5 1.822
77) Mancini E., De Biase A., Cline A.R., Antonini G., Trizzino M., Clayhills T., Sabatelli S., Cerretti P., Audisio P. (2016). Morphological, genetic and host-plant diversification in pollen-beetles of the Brassicogethes coracinus group (Coleoptera: Nitidulidae: Meligethinae). Rendiconti Lincei - Scienze Fisiche e Naturali, 27: 321-339. doi: 10.1007/s12210-015-0482-6
IF 0.412 / IF5 0.706
76) Paolini A., Cristofaro M., Lecce F., Di Cristina F., De Biase A., Belvedere S., Antonini G., Tronci C., Smith L. (2015). Ceratapion basicorne (Illiger) (Coleoptera: Curculionidae): biosaggi di laboratorio e campo per valutarne la specificità fisiologica come agente di controllo di Centaurea solstitialis l. (Asteraceae: Cardueae). Atti della Accademia Nazionale Italiana di Entomologia. Rendiconti Anno LXII 2014: 91-96.
IF na
75) De Biase A., Colonnelli E., Belvedere S., La Marca A., Cristofaro M., Smith L. (2015). Molecular studies on the species complex of Trichosirocalus horridus in the biological control of Carduinae weeds. Atti della Accademia Nazionale Italiana di Entomologia. Rendiconti Anno LXII 2014: 115-119.
IF na
74) Avgin S.S., Antonini G., Laso A., Nicklas J., Abacigil T.Ö., Varli S.V., De Biase A. & Audisio P. (2015). New data on distribution, ecology and taxonomy of Turkish Nitidulidae (Coleoptera). Turkish Journal of Zoology, 39: 314-322. DOI: 10.3906/zoo-1402-27
IF 0.880 / IF5 0.753
73) Montagna M., Chouaia B., Mazza G., Prosdocimi E., Crotti E., Merighetti V., Giorgi A., De Biase A., Longo S., Cervo R., Lozzia G., Alma A., Bandi C., Daffonchio D. (2015). Effects of the diet on the microbiota of the Red Palm Weevil (Coleoptera: Dryophthoridae). Plos One, 10(1): e0117439. doi:10.1371/journal.pone.0117439
IF 3.057 / IF5 3.535
72) Belvedere S., La Marca A., Marcari V., Senia G. & De Biase A. (2014). In silico mining of microsatellite markers for the Red Palm Weevil as contribution to its invasion management. Conservation Genetics Resources, 6: 947-948. DOI 10.1007/s12686-014-0248-y
IF 1.172 / IF5 0.952
71) Montagna M., Chouaia B., Mazza G., Prosdocimi E.M., Crotti E., Giorgi A., Sacchi L., Longo S., Lozzia G., De Biase A., Bandi C., Cervo R., Daffonchio D. (2014). Il microbioma associato a Rhynchophorus ferrugineus (Coleoptera: Dryophthoridae). Atti della Accademia Nazionale Italiana di Entomologia. Rendiconti Anno LXI - 2013: 201-203. (ISBN 978-88-96493-12-0).
IF na
70) De Biase A., Belvedere S., Senia G., Marcari V., La Marca A., Vu L.V., Cristofaro M. (2014). Preliminary analysis of variability and genetic differentiation in Asian and Mediterranean populations of Red Palm Weevil. Atti della Accademia Nazionale Italiana di Entomologia. Rendiconti Anno LXI 2013: 193-200. (ISBN 978-88-96493-12-0).
IF na
69) Marcari V., Causse S., Hoelmer K., Coutinot D., De Biase A., Bon M.C. (2014) Development of microsatellite markers for Peristenus digoneutis (Hymenoptera: Braconidae), a key natural enemy of tarnished plant bugs. Conservation Genetics Resources, 6: 421-523. DOI: 10.1007/s12686-013-0108-1.
IF 1.172 / 0.952
68) De Biase A., Cristofaro M. (2013). Indagini ecologiche e molecolari nella lotta biologica alle piante infestanti. Le scienze naturali nella scuola, 49 (2): 42-51.
IF na
67) Cristofaro M., De Biase A., Smith L. (2013). Field release of a prospective biological control agent of weeds, Ceratapion basicorne, to evaluate potential risk to a nontarget crop. Biological Control, 64: 305-314. DOI: 10.1016/j.biocontrol.2012.11.001
IF 1.873 / IF5 2.244
66) De Biase A., Antonini G., Mancini E., Trizzino M., Cline A. and Audisio P. (2012) Discordant patterns in the genetic, ecological, and morphological diversification of a recently radiated phytophagous beetle clade (Coleoptera: Nitidulidae: Meligethinae). Rendiconti Lincei - Scienze Fisiche e Naturali, 23:207-215. DOI: 10.1007/s12210-012-0174-4.
IF 0.915 / IF5 na
65) De Biase A. (2011). First contribution to the knowledge of the shining beetles of Sardinia (Coleoptera: Phalacridae), pp. 493-500. In: Nardi G., Whitmore D., Bardiani M., Birtele D., Mason F., Spada L. & Cerretti P. (eds), Biodiversity of Marganai and Montimannu (Sardinia). Research in the framework of the ICP Forests network. Conservazione Habitat Invertebrati, 5. Cierre Edizioni, Sommacampagna, Verona, 896 pp. + 1 map; ISBN 978-88-8314-653-4.
IF na
64) Audisio P., Cline A.R., Mancini E., Trizzino M., Avgin S., De Biase A. (2011). Four new Palaearctic Brassicogethes (Coleoptera, Nitidulidae, Meligethinae), and phylogenetic inference on the B. coracinus group. Rendiconti Lincei - Scienze Fisiche e Naturali, 22:235 268. doi 10.1007/s12210-011-0126-4.
IF 0.446 / IF5 na
63) Gaskin J.F., Bon M.C., Cock M.J., Cristofaro M., De Biase A., De Clerck-Floate R., Ellison C.A., Hinz H.L., Hufbauer R.A., Julien M.H., Sforza R. (2011). Applying molecular-based approaches to classical biological control of weeds. Biological Control, 58: 1-21. doi:10.1016/j.biocontrol.2011.03.015
IF 2.003 / IF5 2.178
62) Cristofaro M., Arnone S., Calvitti M., De Biase A., Di Ilio V. (2010). Ricadute socio-economiche delle avversità delle piante: Avversità entomologiche emergenti nei Paesi in via di sviluppo. I Georgofili. Quaderni, vol. 2009-V, 6; p. 69-97.
IF na
61) Rector B.G., De Biase A., Cristofaro M., Primerano S., Belvedere S., Antonini G., Sobhian R. (2010). DNA fingerprinting improves data collection efficiency and yield in an open field host-specificity test of a weed biological control candidate. Invasive Plant Science and Management, 3 (4): 429-439. doi: 10.1614/IPSM-D-10-00019.1
IF(2012) 0.982 / IF5(2012) 1.200
60) Audisio P. e De Biase A. (2010). Famiglia Endomychidae. In: Audisio P. & Vigna Taglianti A., Insecta Coleoptera Checklist della flora e della fauna dei mari italiani (Parte II), a cura di G. Relini. Biologia Marina Mediterranea (2010), 17 (suppl. 1): 547-571; ISSN: 1123-4245.
IF na
59) Audisio P., De Biase A., Kirk-Spriggs A., Cline A.R., Trizzino M., Antonini G., Mancini E. (2010). Molecular biogeography of Mediterranean and southern African disjunctions as exemplified by pollen beetles of the Meligethes planiusculus species-group and related taxa (Coleoptera: Nitidulidae; Meligethinae). Biogeographia, Lav. Soc. It. Biogeogr., N.S., 29 (2008): 45-65.
IF na
58) Audisio P., Trizzino M., De Biase A., Rossetti G., Mancini E., Antonini G. (2010). Molecular and morphological evidence of a new sibling species of Calobius (Coleoptera: Hydraenidae) of the C. quadricollis complex from peninsular Italy. Italian Journal of Zoology, 77: 29-37.
IF 0.843 / IF5 0.773
57) Antonini G., Audisio P., Mancini E., De Biase A., Tronci C., Rossetti G. and Trizzino M. (2010). Molecular phylogeography of two Italian sibling species of Calobius (Coleoptera, Hydraenidae, Ochthebiinae) inhabiting Mediterranean marine rock-pools. Marine Biology, 157:371 381. doi: 10.1007/s00227-009-1324-9
IF 2.011 / IF5 2.336
56) Audisio P, De Biase A., Trizzino M, Mancini E, Antonini G (2009). A new species of Meligethes (Coleoptera: Nitidulidae: Meligethinae) of the M. lugubris complex from Sardinia. Zootaxa, 2318: 386-393.
IF 0.891 / IF5 0.788
55) Audisio P., Trizzino M., De Biase A., Mancini E. and Antonini G. (2009). A new species of Hydraena (Coleoptera: Hydraenidae: Haenydra lineage) of the H. evanescens complex from Sardinia. Zootaxa, 2318: 281-289.
IF 0.891 / IF5 0.788
54) Audisio P., Cline A.R., De Biase A., Antonini G., Mancini E., Trizzino M., Costantini L., Strika S., Lamanna F. & Cerretti P. (2009). Preliminary re-examination of genus-level taxonomy of the Pollen Beetle subfamily Meligethinae (Coleoptera: Nitidulidae). Acta Entomologica Musei Nationalis Pragae, 49(2): 341 504.
IF(2011) 0.721 / IF5(2014) 0.649
53) Audisio P., Cline A.R., Lamanna F., Trizzino M., Antonini G., Mancini E. & De Biase A. (2009) Revision of the southern african pollen beetle genus Anthystrix (Coleoptera: Nitidulidae: Meligethinae). Annals of the entomological Society of America, 102: 998-1012.
IF 0.939 / IF5 1.257
52) Trizzino M., Audisio P., Antonini G., De Biase A., and Mancini E. (2009). Comparative analysis of sequences and secondary structures of the rRNA internal transcribed spacer 2 (ITS2) in pollen-beetles of the subfamily Meligethinae (Coleoptera, Nitidulidae): potential use of slippage-derived sequences in molecular systematics. Molecular Phylogenetics and Evolution, 51: 215-226. doi: 10.1016/j.ympev.2008.11.004
IF 3.556 / IF5 4.038
51) Cerretti P., De Biase A., Freidberg A. (2009). Systematic study of the genus Rossimyiops Mesnil (Diptera: Tachinidae). Zootaxa, 1984: 31-56.
IF 0.891 / IF5 0.788
50) Audisio P., Brustel H., Carpaneto G.M., Coletti G., Mancini E., Trizzino M., De Biase A. (2009). Data on molecular taxonomy and genetic diversification of the European Hermit beetles, a species-complex of endangered insects (Coleoptera: Scarabaeidae, Cetoniinae, genus Osmoderma). Journal of Zoological Systematics and Evolutionary Research, 47: 88-95. doi 10.1111/j.1439-0469.2008.00475.x
IF 1.850 / IF5 1.852
49) Antonini G., Audisio P., De Biase A., Mancini E., Rector B.G., Cristofaro M., Biondi M., Korotyaev B.A., Bon M.C., Konstantinov A., and Smith L. (2008) The importance of molecular tools in classical biological control of weeds: two case studies with yellow starthistle candidate biocontrol agents. Proceedings of the XII International Symposium on Biological Control of Weeds (eds. Julien, M.H., Sforza, R., Bon, M.C., Evans, H.C., Hatcher, P.E., Hinz, H.L., Rector, B.G.), pp. 263 - 269. CAB International Wallingford, UK.
48) Audisio P., Biscaccianti A.B., Carpaneto G.M., Chiari S., De Biase A., Maurizi E., Pace G. (2008). Odontosphindus grandis, genere e specie nuovi per la fauna italiana (Coleoptera, Shindidae). Boll. A.R.D.E., 63: 43-46.
47) Audisio P., Kirk-Spriggs A.H., Cline A.R., Trizzino M., Antonini G., Mancini E. & De Biase A. (2008). A new genus of pollen-beetle from South Africa (Coleoptera: Nitidulidae), with discussion of the generic classification of the subfamily Meligethinae. Insect Systematics & Evolution, 39: 419-430.
IF 0.594 / IF5 0.819
46) Mancini E., De Biase A., Mariottini P., Bellini A. & Audisio P. (2008). Structure and evolution of the mitochondrial control region of the pollen-beetle Meligethes thalassophilus (Coleoptera: Nitidulidae). Genome NRC, 51(3): 196-207. doi: 10.1139/G07-116.
IF 1.713 / IF5 2.205
45) Boitani L, Sinibaldi I, Corsi F, De Biase A., D'Inzillo Carranza I, Ravagli M, Reggiani G, Rondinini R, Trapanese P. (2008). Distribution of medium- to large-sized African mammals based on habitat suitability models. Biodiversity and Conservation, 17: 605-621. doi 10.1007/s10531-007-9285-0.
IF 1.473 / IF5 1.965
44) Audisio P., Brustel H., Carpaneto G.M., Coletti G., Mancini M., Piattella E., Trizzino M., Dutto M., Antonini G., De Biase A. (2007). Updating the taxonomy and distribution of the european Osmoderma, and strategies for their conservation (Coleoptera, Scarabaeidae, Cetoniinae). Fragmenta entomologica, Roma, 39 (2): 273-290.
43) Audisio P. & De Biase A. (2007). A new Meligethes of the M. pubescens species-group from South Africa (Coleoptera, Nitidulidae, Meligethinae). Bonner Zool. Beitr., 55(2): 151-157.
42) Audisio P., Mancini E. & De Biase A. (2006). A new species of the pollen-beetle genus Meligethes (Coleoptera: Nitidulidae) of the M. aeneus group from Greece, and revision of the M. subaeneus complex. Zootaxa, 1275: 43-60.
IF 0.612 / IF5 na
41) Audisio P., De Biase A., Antonini G. & Mancini E. (2005). Two new Meligethes of the M. coracinus complex from southern Europe (Coleoptera, Nitidulidae, Meligethinae). Fragmenta entomologica, Roma, 37 (1), 65-89.
40) Audisio P. & De Biase A. (2005). Insecta Coleoptera Nitidulidae. In: Ruffo S., Stoch F. (eds.), Checklist e distribuzione della fauna italiana. Memorie del Museo Civico di Storia Naturale di Verona, 2.serie, Sezione Scienze della Vita, 16: 207-209.
39) Audisio P. & De Biase A. (2005). Insecta Coleoptera Hydraenidae. In: Ruffo S., Stoch F. (eds.), Checklist e distribuzione della fauna italiana. Memorie del Museo Civico di Storia Naturale di Verona, 2.serie, Sezione Scienze della Vita, 16: 169-170.
38) Audisio P., De Biase A., Antonini G., Mancini E., Özbek H. Gultekin L. (2005). Redescription and natural history of Meligethes longulus Schilsky, 1894, and provisional revision of the M. coracinus species-complex (Coleoptera, Nitidulidae, Meligethinae). Italian Journal of Zoology, 72: 73-85.
IF 0.643 / IF5 na
37) Audisio P. & De Biase A. (2004). Additions to the South African Meligethes of the subgenus Chromogethes and taxonomic notes on other southern african species of the genus (Coleoptera, Nitidulidae). Fragmenta Entomologica, 36: 221-246.
36) Audisio P. & De Biase A. (2004). The South African Meligethes of the M. amplicollis-complex (Coleoptera: Nitidulidae: Meligethinae). African Entomology 12(2): 231-242.
IF 0.408 / IF5 na
35) Audisio P., De Biase A., Antonini G. (2003). A new exceptional Meligethes of the M. aeneus species-group from Western Alps and an updated key to identification of M. aeneus and allied species (Coleoptera: Nitidulidae: Meligethinae). Insect Systematics & Evolution, 34 (2): 121-130.
IF 0.571 / IF5 na
34) De Biase A., Antonini G., Mancini E., Audisio P. (2003). Molecular taxonomy of two sympatric sibling species of the pollen-beetle genus Meligethes (Coleoptera: Nitidulidae). Zootaxa, 190: 1-16.
IF na
33) Audisio P. & De Biase A. (2002). I marcatori di spiagge. In: Audisio P., Muscio G., Pignatti S. & Solari M. - Dune e spiagge sabbiose/Dunes and sand beaches. Quaderni Habitat, 4. Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio, Roma-Udine, 160 pp.
32) Audisio P., De Biase A., Antonini G., Oliverio M., Ketmaier V., De Matthaeis E. (2002). Specific distinction by allozymic data of two sympatric sibling species of the pollen beetle genus Meligethes (Coleoptera: Nitidulidae). Italian J. Zool, 69: 65-69.
IF 0.422
31) Audisio P., Mariotti A., Jelínek J. & De Biase A., (2001). Xenostrongylus levantinus sp. n. from Eastern Mediterranean, with notes on the generic classification of Xenostrongylus Wollaston, 1854 and Strongyllodes Kirejtshuk, 1992 (Coleoptera: Nitidulidae). Ann. Soc. ent. Fr., 37 (3): 491-499.
IF 0.100 / IF5 na
30) Audisio P., De Biase A., Antonini G., Belfiore C., Oliverio M. (2001). Morphological, molecular, and ecological evidence of a new Euro-Anatolian species of the Meligethes coracinus complex (Coleoptera: Nitidulidae). Insect Systematics and Evolution, 31 (2000): 361-385.
IF 0.333 / IF5 na
29) Audisio P., Belfiore C., De Biase A., Antonini G. (2001). Identification of Meligethes matronalis Audisio and Spornraft, 1990 and M. subaeneus Sturm, 1845, based on morphometric and bionomic characters (Coleoptera: Nitidulidae). European Journal of Entomology, 98: 87-97.
IF 0.802 / IF5 na
28) De Biase A., 2000. Variabilità genetica e livelli di specializzazione trofica in Insetti antofagi del genere Meligethes (Coleoptera, Nitidulidae). Tesi di dottorato in Biologia Animale, XIII Ciclo, Università degli Studi di Roma La Sapienza . Dicembre 2000.
IF na
27) Audisio P., Jelínek J., Mariotti A., De Biase A. (2000). The Coleoptera Nitidulidae and Kateretidae from Anatolian, Caucasian and Middle East regions. Biogeographia, Lav. Soc. It. Biogeogr., N.S., 21 (2000): 241-354.
IF na
26) Audisio P., Ferro G. & De Biase A. (2000). Nuovi dati sulla distribuzione in Italia di alcune specie di Hydraenidae (Coleoptera). Boll. Soc. entomol. Ital., 132 (2): 117-121.
IF na
25) Audisio P., De Biase A., Romanelli P., Angelici M.C., Ketmaier V., De Matthaeis E. (2000). Molecular re-examination of the taxonomy of the Meligethes viridescens species complex (Coleoptera: Nitidulidae). Biochemical Systematics and Ecology, 28: 1-13.
IF 0.599 / IF5 na
24) Boitani L., Corsi F., De Biase A., D Inzillo Carranza I., Ravagli M., Reggiani G., Sinibaldi I., Trapanese P. (1999). A databank for the conservation and management of the African Mammals. European Commission, Directorate General for Development, Division VIII/A/1 (Environment). IEA Istituto Ecologia Applicata. Project n° B7-6200-94-15/VIII/ENV/1994/67. ISBN 88-87736-00-6, pp. 56 + 1151.
IF na
23) Vigna Taglianti A., Audisio P. A., Biondi M., Bologna M. A., Carpaneto G. M., De Biase A., Fattorini S., Piattella E., Sindaco R., Venchi A., Zapparoli M. (1999). A proposal for a chorotype classification of the Near East fauna, in the framework of the Western Palearctic region. Biogeographia, Lav. Soc. It. Biogeogr., N.S., 20 (1999): 31-59.
IF na
22) Audisio P. & De Biase A. (1999). Bionomic and morphological evidence of a new southern European species of the Meligethes viridescens complex (Coleoptera: Nitidulidae). Folia Heyrovskiana, 7 (2): 99-113.
IF na
21) Fochetti R., De Biase A., Belfiore C., Audisio P. (1998). Faunistica e biogeografia regionale dei Plecotteri italiani (Plecoptera). Mem. Soc. entomol. Ital., 76 (1997): 3-19.
IF na
20) De Biase A. (1997). Gli Insetti di Roma. Elenco commentato delle specie. Coleoptera Phalacridae, pp. 189-190. In: Zapparoli M. (ed.), Gli Insetti di Roma. Comune di Roma, Dip. X Area Risorsa Suolo e Tutela Ambiente, Quaderni dell Ambiente, 6, pp. 360. Fratelli Palombi Editori, Roma.
IF na
19) Audisio P. & De Biase A. (1997). Gli Insetti di Roma. Elenco commentato delle specie. Coleoptera Hydraenidae, pp. 135-136. In: Zapparoli M. (ed.), Gli Insetti di Roma. Comune di Roma, Dip. X Area Risorsa Suolo e Tutela Ambiente, Quaderni dell Ambiente, 6, pp. 360. Fratelli Palombi Editori, Roma.
IF na
18) Ferro G., Audisio P., De Biase A. (1996). Presenza in Italia di Micragasma paradoxum J. Sahlberg (Coleoptera, Hydraenidae). Boll. A.R.D.E., 50 (1995): 3-5.
IF na
17) Audisio P., De Biase A. & Jäch M. (1996). Greek species of the genus Hydraena (subgenus Haenydra Rey) (Coleoptera, Hydraenidae). Aquatic Insects, 18(2): 65-90.
IF(2000) 0.276 / IF5(2007) 0.452
16) Audisio P. & De Biase A. (1996). Taxonomic revision, phylogeny and biogeography of the beetle genus Dapsa Latreille (Coleoptera: Endomychidae). Mem. Soc. ent. It., 74 (1995): 65-130.
IF na
15) Audisio P., De Biase A. (1995). Materiali per un'analisi biogeografica delle specie italiane dei generi Hydraena Kugelann ed Haenydra Rey (Coleoptera, Hydraenidae). Fragmenta entomologica, Roma, 27(1): 163-189.
IF na
14) Audisio P., De Biase A., Belfiore C. & Fochetti R. (1995). A multimethod approach to the zoogeography of the Italian river basins, based upon distributional data of freshwater invertebrates. I. The genus Hydraena Kugelann s.l. (Coleoptera, Hydraenidae). Boll. Zool., 62: 401-411.
IF na
13) Audisio P., De Biase A. & Zampetti M.F. (1995). Checklist delle specie della Fauna d'Italia. 57. Coleoptera Polyphaga XII (Heteromera escl. Lagriidae, Alleculidae, Tenebrionidae). Famiglia Colydiidae. pp. 1-30. Calderini ed., Bologna.
IF na
12) Audisio P., De Biase A. & Zampetti M.F. (1995). Checklist delle specie della Fauna d'Italia. 56. Coleoptera Polyphaga XI (Clavicornia II). Famiglie Alexiidae, Endomychidae. pp. 1-6. Calderini ed., Bologna.
IF na
11) Audisio P., De Biase A. & Zampetti M.F. (1995). Checklist delle specie della Fauna d'Italia. 55. Coleptera Polyphaga X (Clavicornia I). Famiglia Phalacridae. pp. 1-6. Calderini ed., Bologna.
IF na
10) Audisio P. & De Biase A. (1995). Checklist delle specie della Fauna d'Italia. 46. Coleoptera Myxophaga, Polyphaga I (Hydrophiloidea, Histeroidea). Famiglie Microsporiidae, Hydroscaphidae, Hydraenidae. pp. 1-12. Calderini ed., Bologna.
IF na
9) Audisio P. & De Biase A. (1994). Aspetti faunistici e zoogeografici del popolamento di Hydraena s.l. dell'Appennino Umbro-Marchigiano (Coleoptera: Hydraenidae). Biogeographia, Lav. Soc. It. Biogeogr., N.S., 17 (1993): 285-291.
IF na
8) Audisio P., Capolupo P., De Biase A., Orru' L. & Parisella R. (1994). I Nitidulidi carpofagi: recenti attacchi e potenzialità di impatto in frutticoltura. Inf. Agr., Verona, 50 (11):79-81.
IF na
7) Audisio P. & De Biase A. (1993). Nota tassonomica su Meligethes persicus (Coleoptera, Nitidulidae). Fragmenta entomologica, Roma, 25 (1): 91-93.
IF na
6) Audisio P., De Biase A. & Jäch M. (1993). A new species of the Hydraena (Haenydra) excisa-complex from Turkey (Coleoptera, Hydraenidae). Linzer biol.Beitr., 25 (1): 489-492.
IF na
5) Audisio P. & De Biase A. (1992). Gli elementi faunistici balcanici e ponto-pannonici nel popolamento delle Alpi Occidentali: casistica, congruenze, possibili interpretazioni biogeografiche. Biogeographia, Lav. Soc. It. Biogeogr., N.S., 16: 181-210.
IF na
4) Vigna Taglianti A., Audisio P., Belfiore C., Biondi M., Bologna M.A., Carpaneto G.M., De Biase A., De Felici S., Piattella E., Racheli T., Zapparoli M., Zoia S. (1992). Riflessioni di gruppo sui corotipi fondamentali della fauna W-paleartica ed in particolare italiana. Biogeographia, Lav. Soc. It. Biogeogr., N.S., 16: 159-179.
IF na
3) Audisio P., De Biase A. & ZAMPETTI M.F. (1992). Le specie italiane del genere Dapsa Latreille (Coleoptera Endomychidae). Boll. Soc. ent. It., Genova, 124 (1): 65-74.
IF na
2) Audisio P. & De Biase A. (1990). Materiali per una biogeografia delle Hydraena ed Haenydra della Grecia e delle Isole Egee. I. Contributo (Coleoptera, Hydraenidae). Fragmenta Entomologica, Roma, 22 (2): 381-398.
IF na
1) Caputo V., De Biase A. & Baldanza F. (1988). Note sull'erpetofauna della Valle delle Ferriere (Amalfi - SA). Boll. Soc. Natur., Napoli, 95 (1986): 193-199.
IF na

Curatele, Monografie, Recensioni

5m) Sabatelli S., Trizzino M., De Biase A., Audisio P., 2019. Book Review - Fauna ibérica. Vol. 44, Coleoptera: Hydraenidae. Fragmenta Entomologica, 51: 103. DOI https://doi.org/10.4081/fe.2019.343
4m) Audisio P., De Biase A., Nicoletti M., Scarì G. (2013). Eserciziario di Biologia Animale. EdiSES, Napoli, pp. 208, ISBN 9788879597500.
3m) Audisio P., De Biase A., Nicoletti M., Serafini M. (2011). Eserciziario di Biologia Animale e Vegetale. II Edizione. EdiSES, Napoli, pp. 326. ISBN: 9788879595728.
2m) Audisio P., De Biase A., Nicoletti M., Serafini M. (2010). Eserciziario di Biologia animale e vegetale. EdiSES, Napoli, pp. 258, ISBN: 9788879596787.
1m) Cabodi S., Ciafre' S.A, De Biase A., Farace M.G, Modesti A. (a cura di) (2008). Biologia generale. BROOKER R.J, WIDMAIER E.P, GRAHAM L.E, STILING P.D., MILANO: The McGraw-Hill Companies, srl, vol. unico, ISBN: 978-88-386-6525-7

Abstract congressuali

17c) Antonini G., Audisio P., Cristofaro M., Coletti G., De Biase A., Dolgovskaya R., Korotoyaev B., Reznik S., Rector B., Tronci C. & Volkovitsh M., 2005. Psylliodes sp. nr. chalcomerus and Ceratapion basicorne: synergism of morphological observations, life history, host range and genetic analyses for selection as candidates for the biological control of Centaurea solstitialis L. 8th International Conference on the Ecology and Management of Aline Plant Invasions. 5-12 September 2005, Katowice, Poland.
16c) Mancini E., De Biase A. & Audisio P. (2005). Struttura ed evoluzione della regione di controllo mitocondriale nel genere Meligethes (Coleoptera, Nitidulidae). Abstract del 66° Congresso dell'Unione Zoologica Italiana, Roma, 19-22 Settembre 2005: 386.
15c) De Biase A., Audisio P., Antonini G., Mancini E. & Cristofaro M. (2005). Variabilità genetica e tassonomia molecolare di Psylliodes chalcomerus (Coleoptera, Chrysomelidae, Alticinae), potenziale agente per il controllo biologico di Centaurea solstitialis L. Proceedings del XX Congresso Nazionale Italiano di Entomologia, Perugia Assisi 13-18 Giugno 2005: 386.
14c) De Biase A., Audisio P., ANTONINI G. & MANCINI E. (2004). Toward a molecular phylogeny of the Meligethes coracinus species-complex (Coleoptera, Nitidulidae). Conferenza sulla Ricerca Scientifica Facoltà di Farmacia: "Dalle molecole agli organismi". Università di Roma "La Sapienza", 9-10 XII.2004, Riassunti: P1.
13c) Audisio P., Ballerio A., Carpaneto G.M., Antonini G., Mancini E., Coletti G., Piattella E., De Biase A. (2003). Osmoderma eremita s.l. in Europa meridionale: stato delle conoscenze e problemi di conservazione (Coleoptera, Cetoniidae). 57-60. In: Mason F., Nardi G. & Tisato M. (eds.), Proceedings of the International Symposium Dead wood: a key to biodiversity , Mantova, May 29th-31st 2003. Sherwood, 95, Suppl. 2.
12c) Audisio P., Bologna M.A., De Salvo P., De Biase A., Vigna Taglianti A. (1999). Le comunità di insetti nel monitoraggio e nella gestione delle dune costiere. Atti del 10° seminario IAED "La Progettazione Ambientale nei Sistemi Costieri", Roma 1998, Quad. International Association for Environmental Design, 12 (1998): 54-58.
11) Audisio P., De Biase A., Orobi A. (1998). Zoogeography and biodiversity of the Hydraena s.l. (Coleoptera, Hydraenidae) in Anatolian and Western Caucasian areas. XXXII Congr. Soc. It. Biogeogr., Roma 1998, Abstr.: 35.
10c) Audisio P., Biondi M., De Biase A. (1998). Zoogeography and biodiversity of phytophagous beetles in Anatolian and Caucasian areas: the genera Meligethes Stephens, 1830 (Coleoptera, Nitidulidae) and Longitarsus Latreille, 1827 (Coleoptera, Chrysomelidae). XXXII Congr. Soc. It. Biogeogr., Roma 1998, Abstr.: 17.
9c) Vigna Taglianti A., Audisio P., Belfiore C., Biondi M., Bologna M.A., Carpaneto G., De Biase A., Piattella E., Sindaco R., Venchi A., Zapparoli M. (1998). Distribution patterns of the Anatolian fauna: a proposal of a chorotype classification and nomenclature. XXXII Congr. Soc. It. Biogeogr., Roma 1998, Abstr.: 6.
8c) Boitani L., Corsi F., G. Reggiani, De Biase A., Sinibaldi I. (1997). Modelling the distribution range of the african mammals for conservation and management purposes. Seventh International Theriological Congress, Acapulco, México, 6-12 September 1997, Abstracts: 45.
7c) G. Reggiani, Boitani L., Corsi F., De Biase A. (1997). A Data Bank for the Conservation and Management of African Mammals (AMD). AFRICAGIS, 23-27 June 1997, Gaborone, Botswana, Pre-Proceedings: 77.
6c) De Biase A., Corsi F., Boitani L. (1997). Species data Management System. SMS Version 0.1. AFRICAGIS, 23-27 June 1997, Gaborone, Botswana, Pre-Proceedings: 76.
5c) De Matthaeis E., Cobolli M., Romanelli P., De Biase A. (1996). Struttura genetica di Orchestia montagui (Amphipoda, Talitridae). Riassunti dei contributi scientifici, 57° Congresso Nazionale U.Z.I., San Benedetto del Tronto, 22-26 Settembre 1996: 80.
4c) Audisio P., Fochetti R., Belfiore C. & De Biase A. (1994). Un approccio multimetodo alla biogeografia dei sistemi reici italiani (Coleoptera: Hydraenidae; Plecoptera; Ephemeroptera). Atti XVII Congr. naz. ital. Entomol., Udine 13-18 giugno 1994: 179-182.
3c) Audisio P. & De Biase A. (1990). Le Hydraena (s.l.) delle Alpi Occidentali (Coleoptera, Hydraenidae) e la biogeografia dei relativi sistemi reici. XXVIII Congr. Soc. It. Biogeogr., Torino, 1990, Abstr.: 13.
2c) Audisio P. & De Biase A. (1990). I relitti faunistici "balcanici" nelle Alpi Occidentali: casualità o congruenze? XXVIII Congr. Soc. It. Biogeogr., Torino, 1990, Abstr.: 12.
1c) Audisio P., Belfiore C., De Biase A. & D'Antonio C. (1988). Il genere Hydraena Kugelann nella biogeografia dei sistemi reici italiani (Coleoptera, Hydraenidae). Atti XV Congr. naz. ital. Ent., L'Aquila, 1988: 177-184.

Relazioni tecniche

8r) De Biase A., Antonini, G., Mancini E., Audisio P. (2005). Genetic analyses on taxonomic status and mtDNA variation in natural populations of Psylliodes spp. cfr. chalcomerus (Coleoptera, Chrysomelidae, Alticinae). Technical Report (January - December 2003; January - December 2004). In: Biotechnology and Biological Control Agency, Rome, Agreement with USDA-ARS EBCL. Report 2003-2004.
7r) Audisio P. & De Biase A. (2004). Verifica di Incidenza del progetto "Porto Canale di Rio Martino" (Lazio, Parco Nazionale del Circeo). Entomocenosi terrestri. Studio Ingegneria S. Pittori, Roma, Luglio 2004.
6r) De Biase A., Antonini, G., Audisio P.A. (2003). Preliminary genetic analyses on taxonomic status and mtDNA variation in natural populations of Psylliodes spp. cfr. chalcomera (Coleoptera, Chrysomelidae, Alticinae). Technical Report (May December 2002). In: Biotechnology and Biological Control Agency, Rome, Agreement with USDA-ARS EBCL. Report 2002.
5r) Audisio P., Antonini G., Fochetti R., Sezzi E. & De Biase A. (1999). Studio propedeutico alla stesura dei piani del Parco delle aree naturali protette del Comune di Roma gestite dall'Ente RomaNatura: Fauna e Zoocenosi. 2.1. Macrobenthos. Lynx, Natura e Ambiente, Roma. 62 pp., 10 carte tematiche.
4r) De Biase A. (1999). Metodologia di analisi dei dati. Progetto RomaNatura: Ricerche faunistiche per i piani di assetto dei parchi di Roma. Febbraio 1999, 9 pp.
3r) Audisio P., Bologna M.A., Carpaneto G.M., De Biase A. (1997). Le entomocenosi dunali della Tenuta Presidenziale di Castel Porziano: inquadramento e finalità delle ricerche, primi risultati. In: Progetto di monitoraggio ambientale della Tenuta Presidenziale di Castel Porziano. Creazione di un Sistema Informativo Territoriale Ambientale Casteporziano (SITAC). Seminario Tematico Gruppo di Lavoro Fauna. , 25 Ottobre 1997.
2r) Corsi F., De Biase A., Boitani L. (1997). SMS Species Data Management System. Version 0.1 Concept Evaluation, Quick Manual. Rome, February 1997, 28 pp.
1r) Boitani L., Corsi F., De Biase A. (1996). Logical Framework for SSC s Information System under BCIS. Internal Report for Species Survival Commission, Biodiversity Conservation Information System (BCIS), 22 pp.

Appendice 2 Altre attività formative
2009 Partecipa al Workshop organizzato dall'Università del Michigan (Ann Arbor, Michigan, USA) Estimating Species Trees: a Phylogenetic Paradigm for the 21st Century , Ann Arbor, 10-11 gennaio 2009.
2007 Partecipa al Workshop organizzato dall'EMBO (European Molecular Biology Organization) presso l'Accademia Nazionale dei Lincei Molecular Biodiversity and DNA Barcode ; Roma, 17-19 Maggio 2007.
2001 Partecipa al corso teorico pratico in Tecniche di Analisi Filogenetica tenuto dal Prof. Cesare Baroni Urbani (Università di Basilea), organizzato dalla Scuola di Dottorato in Biologia Animale, Roma 14-18 Maggio 2001.
1999 Dal Settembre 1999 è borsista (per l anno accademico 1999-2000) presso il Department of Ecology and Evolution della State University di New York at Stony Brook, dove partecipa alle attività di formazione e ricerca. È impegnato nello svolgimento di ricerche di genetica di popolazioni nel laboratorio diretto dal Prof Walter Eanes, anche allo scopo di apprendere e perfezionarsi nell uso di tecniche di biologia molecolare applicate allo studio dei livelli di variabilità genetica in popolazioni naturali di Insetti.
1997 Partecipazione al seminario di formazione "Analisi dei dati in Ecologia", tenuto presso l Università di Roma Tor Vergata dal Dr. M. Scardi (Stazione Zoologica di Napoli).
1996 Partecipazione a seminari introduttivi alle tecniche elettroforetiche di proteine e DNA, tenuti a Roma dal Dr. Reiner Westermeier (Pharmacia Biotech).
1995 Partecipazione al corso "Introduction to cladistics", tenuto a Verona da P. Forey, C.J. Humphries e D.M. Williams, The Natural History Museum of London, organizzato dal Dr. L. Sorbini, Museo Civico di Storia Naturale di Verona.
1990-95 Partecipazione a diversi corsi di formazione per lo sviluppo software (linguaggi C, C++, COBOL, BASIC), l analisi dei dati e delle funzioni (metodologie ERA e SADT) e l uso di metodologie GIS e di Telerilevamento.
1990 Borsa di studio di 3 mesi per la partecipazione al corso base full time di formazione Analisi dei dati e sviluppo del software - Italsiel S.p.A. (Gruppo Finsiel), Roma.
1989 Corso intensivo di Lingua Inglese presso il St. Giles College, London (U.K.)
1980 Corso intensivo di Lingua Inglese presso il Joseph Allnatt Centres, Bournemouth, Plymouth (U.K.).

Lingue conosciute
Italiano - madre lingua.
Inglese - letto, scritto e parlato fluentemente.

Appendice 3 - Principali prodotti software sviluppati *
1990 Banca Dati per la gestione degli aiuti finanziari della CEE alla moltiplicazioni delle sementi nell ambito del S.I.A.N. (Sistema Informativo Agricolo Nazionale) [Personal Computer, MS-DOS, linguaggio xBase (Clipper Summer 87)].
1991 Banca Dati per la gestione dei risultati scientifici e il calcolo delle statistiche delle analisi di qualità delle varietà di frumento per l Unità di Studio dei Cereali dell Istituto Nazionale della Nutrizione nell ambito del S.I.A.N. (Sistema Informativo Agricolo Nazionale) [Personal Computer, MS-DOS, linguaggio xBase (Clipper Summer 87)].
1992 Banca Dati per l automazione della Segreteria del comitato italiano per il Codex Alimentarius (FAO) presso il Ministero dell Agricoltura [Personal Computer, MS-DOS, linguaggio xBase (Clipper 5.1)].
1992 Banca Dati ipertestuale per la consultazione on line dell Abridged Version del Codex Alimentarius (FAO) presso la Segreteria del comitato italiano al Ministero dell Agricoltura [Personal Computer, MS-DOS, Folio View].
1992-94 Diversi programmi software per l elaborazione delle immagini aerofotogrammetriche e dei dati geografici nell ambito degli Schedari Oleicolo e Viticolo (AIMA) [Personal Computer, MS-DOS, linguaggio C; Sun Microsystem, UNIX, linguaggio C].
1993 DICE; programma per il calcolo dell indice di similarità di Dice Sørensen (1945/48) per dati binari [Personal Computer, MS-DOS, linguaggio C].
1993 JACCARD; programma per il calcolo dell indice di similarità di Jaccard (1908) per dati binari [Personal Computer, MS-DOS, linguaggio C].
1993 SIMBA; programma per il calcolo dell indice di similarità di Baroni Urbani & Buser (1976) per dati binari [Personal Computer, MS-DOS, linguaggio C].
1995 TRIANG; programma per il calcolo di coordinate geografiche sulla base di rilievi radiotelemetrici [Personal Computer, MS-DOS, linguaggio xBase (Dbase III)].
1995 GOWER; programma per il calcolo dell indice di similarità di Gower (1971) per dati misti [Personal Computer, MS-DOS, C language; Sun SparcStation, Unix SunOS 4.1.3, linguaggio C].
1995 SLINK; programma per l analisi dei cluster con algoritmo single linkage [Sun SparcStation, Unix SunOS 4.1.3, linguaggio C].
1996 BIOECOFORM; Banca Dati per la memorizzazione e l elaborazione dei dati di ecologici delle specie di mammiferi africani coinvolte nel progetto AMD [Personal Computer, MS-Windows, linguaggio xBase (FoxPro per Windows)].

===============================

ALESSIO DE BIASE CV
Nationality: Italian
Email: alessio.debiase@uniroma1.it
Title: Animal Biology Ph.D.

Synopsis
Since 3 January 2018 he is Associate Professor (Law 240/10) at the Department of Biology and Biotechnology "Charles Darwin" of the Sapienza University of Rome. In July 2018 he obtained the National Scientific Qualification as Full Professor (BIO/05; Zoology).

Since June 2010 he has been a member of the "La Sapienza" Department of Biology and Biotechnology "Charles Darwin" of the University of Rome.
Since November 2000 Alessio De Biase is Research Scientist at the University of Rome La Sapienza and as Assistant Professor he was teaching Animal Biology at the Pharmacy School between 2000 and 2011; since October 2011 he is teaching Zoology at the Biology School of the University of Rome "La Sapienza". From 2008 to 2012 he has been member of the board of the PhD School in Animal Biology at the same University. From 2012 to 2015 he has been member of the board of the PhD School in Environmental and Evolutionary Biology at the same University.

Since 1991 he is member of several research teams in national (funded by the National Researches Council and by the Ministry of the Scientific Research) and Faculty research programs (Rome La Sapienza ) co ordinated by prof. A. Vigna Taglianti ( La Sapienza Rome University, Italy), by prof. V. Sbordoni ( Tor Vergata Rome University, Italy) and by prof. P. Audisio ( La Sapienza Rome University, Italy), on the biogeography of the Palearctic and Austral Regions. He is author of 65 scientific papers in his field of interest.

From 1990 to 1997 he was a consultant for the applications of computer science to agriculture and environment fields. In this context he was interested in the design and development of software and relational databases for several systems and platforms (IBM 3090 hosts, UNIX Workstations and MS-DOS/Windows Personal Computers), and in the planning of projects for environmental management, based on GIS and Remote sensing methodologies.

He is member of: Italian Zoological Union (U.Z.I.; since 1986), Italian Entomological Society (S.E.I.; since 1986), Roman Association of Entomology (A.R.D.E.; since 1988, member of the council for 1995 and 1999), Italian Society of Biogeography (S.I.B.; since 1990).

Main scientific research interests
Evolutionary systematics and zoogeography of Coleoptera Insects. These researches are focused on taxonomy and systematics of groups of species, or higher taxa, of beetles belonging to the families Nitidulidae, Phalacridae, Scarabaeidae, Hydraenidae and Endomychidae, from Palaearctic and Afrotropical areas. Disentangling of taxonomic and phylogenetic issues are the main prerequisite for studying these beetles from a biogeographic and evolutionary perspective, this being the main interest of Alessio De Biase. Morphological and molecular methods are used to study these insects in a modern cladistic framework in order to infer the phylogenetic relationships among the taxa of interest. Several papers have been published on the cited families (Nitidulidae: 7, 22, 23, 27, 29, 30, 31, 32, 34, 35, 36, 37, 38, 40, 41, 42, 43, 46, 49; Phalacridae: 11, 20, 51; Hydraenidae: 6, 10, 14, 15, 17, 18, 19, 39; Scarbaeidae: 44, 47; Endomychidae: 3, 12, 16).

From a biogeographic perspective the researches are focused mainly on the analysis of the beetles fauna (Hydraenidae, Nitidulidae Phalacridae, Scarabaeidae ed Endomychidae) in Euro-Mediterranean and Afrotropical areas. The reconstruction of palaeodynamics of colonization events and the identification of homogeneous geographic areas (zoogeographic regions or districts), are the main goals. Numerical taxonomy, cladistic and statistics approaches are used for analyzing faunistic data. In this context several software have been implemented in order to analyze binary presence/absence data. A first application of the implemented technique was accomplished using data concerning the geographic distribution of aquatic beetles in Italy in order to propose a biogeographic subdivision of the Italian freshwater network (papers n. 2, 9, 26). The same methodology was applied on other insects taxa (e.g. mayflies and stoneflies) in collaboration with colleagues taxonomists (papers n. 21, 4c). In 1989 with a paper on this subject he was awarded with the first prize for the best entomological and not professional research (XI Premio Giovanni Binaghi, by Italian Entomological Society). More recently in the context of a research project funded by Ministry of scientific research (PRIN 2004057217) he used a molecular approach to study the evolutionary relationships among distinct taxa showing disjunct distributions between Mediterranean and southern African regions. A molecular clock, calibrated also for the rate of variation along the inferred phylogeny branches, allowed to integrate phylogenetic and biogeographic perspectives to infer ancient event likely explaining the observed geographic distributions.

Finally in the context of this research line, since 1987 several field trips in Euro-Mediterranean and Palaeotropical areas (Turchia, Grecia, Spagna, Sud Africa) have been carried out to collect biological samples. In 1996 he has been member of the oceanographic campaign Trinacria Islands 1996 organized by Prof. B. Baccetti (C.N.R. Siena) and Dr. R. Poggi (Genoa Museum of Natural History A. Doria ).

Evolutionary biology of phytophagous insects. This research line is focused on more general problems involving some taxa of phytophagous insects. Nitidulids beetles are very well known for Euro-Mediterranean areas from the systematics, biogeographic and ecological point of view. Therefore, they appear to be a very interesting example to study the sympatric model of speciation, the insect-host plant relationships, and the adaptive meaning of the genetic polymorphisms. The correlation between scored levels of genetic polymorphisms and the width of diet (mononophagy to polyphagy) of strictly related species of the genus Meligethes (Nitidulidae) has been studied by integrating data on the ecology of the insects with data on their phylogenetic relationships (papers n. 22, 28, 32, 46).

In the context of the same research line, since 2002 Alessio De Biase is responsible for a research project, in collaboration with the European Biological Control Laboratory (EBCL) of USDA (United States Department of Agricolture) and the Biotechnology and Biological control Agency (Rome, Italy), focused on the genetic characterization of natural populations of phytophagous insects to be used as biocontrol agents against weeds. The studied populations are biotypes associated to the weeds of interest and seem to be good potential biocontrol agents. The project integrates genetic and ecological data in order to plan the release of these insects in nature. Preliminary results have been summarized in technical reports (reports 6r, 8r) and a first paper (paper n. 48).

Teaching experience
He is teacher since 2012 of Evolutionary Biology for the students of the Biology School of the Sapienza Rome University.
He is teacher since 2011 of Zoology for the students of the Biology School of the Sapienza Rome University.
He is teacher since 2000 of Animal Biology for the students of the Pharmacy School of the Sapienza Rome University.
Since 2008 he is member of the panel of the PhD School in Animal Biology at Sapienza Rome University.
Since 2002 he is member of the panel for the Master (II level) in Biodiversity conservation: protected areas and ecological networks . Director Prof. L. Boitani, Sapienza Rome University.
He was teacher in academic years 2005/2006 and 2006/2007 for the Master (II level) in Landscape ecology and environmental planning . Directori Prof. C. Blasi, Sapienza Rome University.
He was lecturer for the academic year 2007/2008 for the Zoogeography course thought by Prof. E. De Matthaeis at Sapienza Rome University.
He was lecturer for academic years 2005/2006 e 2006/2007 for the course History of Evolutionary Phylosophy thought by Prof. E. Capanna, Sapienza Rome University.
He was lecturer for the academic year 2006/2007 for the cource Zoology of human ecosystems thought by Prof. P. Audisio, Sapienza Rome University.
He was lecturer for the academic year 2005/2006 for the PhD School in Evolutionary Biology, University of Pisa, Director Prof. F. Verni.
He was lecturer for the academic year 2005/2006 for the course Evolutionary biology of marine vertebrates thought by Prof. V. Caputo, Politechnic University of Marche.

Education
2009 Workshop at University of Michigan (Ann Arbor, Michigan, USA) Estimating Species Trees: a Phylogenetic Paradigm for the 21st Century , Ann Arbor, 10-11 January 2009.
2007 EMBO Workshop at Accademia Nazionale dei Lincei Molecular Biodiversity and DNA Barcode ; Rome, 17-19 May 2007.
2001 Course on Phylogenetic analyses held in Rome by Prof. Prof. Cesare Baroni Urbani (University of Basel, Switzerland), Rome 14-18 May 2001.
1998-2000 PhD School of Animal Biology (13th Cycle) at the Department of Animal and Human Biology of the Rome University La Sapienza . Dissertation: Genetic variability and trophic specialisation in anthophagous Insects of the genus Meligethes (Coleoptera, Nitidulidae) . As PhD student he has been exchange student in the academic year 1999-2000 at the State University of New York at Stony Brook at the Departmentof Ecology and Evolution, working in the laboratory of Prof. W. Eanes.
1997 Course on Data Analysis in Ecology held in Rome by dr. M. Scardi (Stazione Zoologica A. Dohrn , Naples, Italy).
1996 Basic lectures on the electrophoretic techniques of proteins and DNA held in Rome (Italy) by dr. Westermeier (Pharmacia Biotech).
1995 Course on Introduction to cladistics, held in Verona by P. Forey, C.J. Humphries & D.M. Williams, The Natural History Museum of London, organised by dr. L. Sorbini, Museo Civico di Storia Naturale di Verona.
1995-90 Professional trainings in Computer Science concerning programming languages (C, C++, COBOL, BASIC), data and functions analyses (ERA & SADT), GIS and Remote Sensing methodologies.
1990 Scholarship to attend a full immersion Computer Science course on data analysis and software development (3 months) - Italsiel S.p.A. (Finsiel Group), Rome (Italy).
1989 Degree in Natural Science cum laude at the University of Naples "Federico II".
Thesis: The Italian species of the genus Hydraena Kugelann (Coleoptera, Hydraenidae) and the biogeography of the Italian river systems; tutors: prof. P.A. Audisio and prof. M. Milone.
Complementary short thesis: Palaegeographic evolution and Mediterranean geodinamics: the marginal basins; tutor prof. L. Simone.
1989 Intensive English course; St. Giles College, London (UK).
1982 Scientific High School Diploma in Naples (Italy).
1980 Intensive English course; Joseph Allnatt Centres, Bournemouth, Plymouth (UK).

Languages
Italian - mother tongue.
English - read fluently, written and spoken.