Ritratto di Barbara.Mazza@uniroma1.it

Barbara

Mazza

Professore Associato

Sede: Via Salaria 113

Stanza: B11C, primo piano

Telefono: 06-49918450

barbara.mazza@uniroma1.it

 

ANNO ACCADEMICO 2021-2022

Bacheca

Si comunica che per le attività di supporto alla didattica dei corsi AA 2020-2021 di Comunicazione organizzativa e di Corporate (A-E) e di Gestione e comunicazione degli eventi (entrambi i canali) sarà utilizzata Google Classroom, cui si accede utilizzando esclusivamente l’e-mail istituzionale (@studenti.uniroma1.it). Vi prego di procurarvela, se non l'avete ancora.

Per frequentare il corso, ma anche per sostenere l'esame da non frequentante è comunque obbligatoria l'iscrizione alla classroom. Tutte le informazioni sono pubblicate nella classroom (scheda di insegnamento, calendario delle lezioni e programma d’esame, materiali didattici, ecc.).

Si comunica altresì che per il ricevimento:

è sempre necessario inviare una mail al docente (barbara.mazza@uniroma1.it) al fine di fissare un appuntamento

-Il codice di Comunicazione organizzativa e di corporate (A-E) su Google Classroom (che va inserito per poter accedere) è yce3vc3

Solo per gli studenti che non hanno ancora l’indirizzo email Sapienza, in via provvisoria, è attiva una Google classroom di Comunicazione organizzativa e di corporate per accedere con gli indirizzi mail di gmail. L’accesso è: 5hntzit.

Questa classroom sarà disattivata nel mese di novembre. Si raccomanda pertanto agli studenti, di cancellarsi da questa classroom appena avranno effettuato l’accesso alla classroom istituzionale con il proprio  indirizzo di uniroma1.

 

-Il codice di Gestione e comunicazione degli eventi su Google Classroom (che va inserito per poter accedere) è lbv4yc5

 

Per quanto riguarda gli orari delle lezioni:

Gestione e comunicazione degli eventi avrà inizio il 20 settembre 2021

Comunicazione organizzativa e di corporate avrà inizio il 27 settembre 2021

Si rimanda al calendario delle lezioni, pubblicato sulla classroom date, orari e argomenti delle singole lezioni.

 

 

Come seguire le lezioni

 

PER SEGUIRE LE LEZIONI A DISTANZA trovate nellorario che trovate tra gli allegati 01_10_20_Orari lezioni primo semestre_OMCI), accanto all'indicazione dell'aula, un link (accessibile cliccando su LINK MEET) all'appuntamento Zoom di ogni singola lezione. Cliccando su LINK ZOOM nell'orario stabilito, dunque, anche non avete ancora un account @studenti.uniroma1.it, potrete fruire delle lezioni del Cds. Vi ricordo che, dal punto di vista tecnico, è preferibile utilizzare il browser Google Chrome. Il link vi porterà a una pagina web in cui potrete verificare la funzionalità di telecamera e microfono e dovrete selezionare "Chiedi di partecipare". Una volta che il docente avrà accettato la partecipazione tramite piattaforma, avrete accesso alla lezione.

 

Indirizzo zoom per accedere ai corsi è: https://uniroma1.zoom.us/j/7225439812?pwd=cmo4YUE2UDNDZFJLcVVwQ0pDNHdPdz09 ID riunione: 722 543 9812 Passcode: 850177.

Per entrambi gli insegnamenti, l'eventuale accettazione di studenti frequentanti provenienti da altri canali è subordinata alla numerosità (max 100) e alla capienza dell'aula.

 

 

Come ottenere la tesi:

Entrambe le cattedre di Comunicazione organizzativa e di corporate e di Gestione e comunicazione degli eventi prevedono finestre definite, pubblicate sulla classroom, di accetazione di tesi. Le tesi accettate sono solo quelle che rientrano in lavori di ricerca di gruppo definite dalla cattedra.

Gli studenti dovranno avere frequentato almeno un corso ufficiale tenuto dal relatore.

Attenzione: Per poter ottenere l'autorizzazione alla discussione, la tesi deve essere stata compilata e approvata in tutte le sue parti almeno tre mesi prima della discussione.

 

 

 

 

ANNO ACCADEMICO 2020-2021

Bacheca

Si comunica che per le attività di supporto alla didattica dei corsi AA 2020-2021 di Comunicazione organizzativa e di Corporate e di Gestione (A-E) e comunicazione degli eventi (canale unico) sarà utilizzata Google Classroom, cui si accede utilizzando esclusivamente l’e-mail istituzionale (@studenti.uniroma1.it). Vi prego di procurarvela, se non l'avete ancora.

Per frequentare il corso, ma anche per sostenere l'esame da non frequentante è comunque obbligatoria l'iscrizione alla classroom.

-Il codice di Comunicazione organizzativa e di corporate (A-E) su Google Classroom (che va inserito per poter accedere) è geyf7et. 

 

-Il codice di Gestione e comunicazione degli eventi su Google Classroom (che va inserito per poter accedere) è rwh2dkd. 

 

 

 

Su Classroom sarà pubblicata la scheda di insegnamento per l'Anno Accademico 2020-21, in cui sono riportate tutte le più importanti informazioni sul corso (obiettivi formativi; contenuti e articolazione del corso; programma di insegnamento; modalità di svolgimento; modalità di valutazione).

 

Riguardo ai testi adottati, si comunica che, saranno pubblicati su Classroom entro l’inizio dei corsi nel mese di settembre 2020

 

Si comunica altresì che per il ricevimento:

è sempre necessario inviare una mail al docente (barbara.mazza@uniroma1.it) sia per le attività in presenza, sia a distanza (su google meet), che saranno concordate a seconda della situazione.

 

Per quanto riguarda gli orari delle lezioni, che avranno inizio dal 5 ottobre 2020 in città universitaria, Piazzale Aldo Moro n. 5, l’orario è il seguente:

 

Comunicazione organizzativa e di corporate:

Lunedì ore 14-16 (aula Blu2) – Mercoledì ore 16-20 (aula 201SP)

 

Gestione e comunicazione degli eventi:

Lunedì ore 16-18 (aula 201SP) – Venerdì ore 8-12 (aula 201SP)

 

Come seguire le lezioni

 

PER SEGUIRE LE LEZIONI IN PRESENZA è necessario leggere attentamente quanto riportato al link https://www.uniroma1.it/it/notizia/covid-19-fase-3-lezioni-esami-e-laure..., consultare quindi gli orari delle lezioni di vostro interesse; verificare l'aula, il codice dell'edificio e prenotarvi tramite la piattaforma PRODIGIT, https://prodigit.uniroma1.it/prenotazioni/prenotaaule.nsf/home, gestita dagli uffici centrali, utilizzando il codice SIRAM dell’aula e rispettando il vostro turno in base al tuo numero di matricola. N.B. Per entrare nella piattaforma PRODIGIT è necessario inserire la vostra matricola e la password Infostud, e potrete seguire le lezioni a distanza anche se non avete perfezionato l'immatricolazione. Per problemi di accesso alla piattaforma, non possiamo purtroppo intervenire, ma potete segnalare eventuali malfunzionamenti a ciao@uniroma1.it 

 

PER SEGUIRE LE LEZIONI A DISTANZA trovate nellorario che trovate tra gli allegati 01_10_20_Orari lezioni primo semestre_OMCI), accanto all'indicazione dell'aula, un link (accessibile cliccando su LINK MEET) all'appuntamento Zoom di ogni singola lezione. Cliccando su LINK ZOOM nell'orario stabilito, dunque, anche non avete ancora un account @studenti.uniroma1.it, potrete fruire delle lezioni del Cds. Vi ricordo che, dal punto di vista tecnico, è preferibile utilizzare il browser Google Chrome. Il link vi porterà a una pagina web in cui potrete verificare la funzionalità di telecamera e microfono e dovrete selezionare "Chiedi di partecipare". Una volta che il docente avrà accettato la partecipazione tramite piattaforma, avrete accesso alla lezione.

 

Lindirizzo zoom per accedere ai corsi è: https://uniroma1.zoom.us/j/7225439812?pwd=cmo4YUE2UDNDZFJLcVVwQ0pDNHdPdz09 ID riunione: 722 543 9812 Passcode: 850177.

 

 

In caso di insegnamenti con distribuzione di canale, per motivi logistici e organizzativi, gli studenti sono tenuti a rispettare l'appartenenza al canale in base alla distribuzione alfabetica. Eventuali esigenze di cambio di canale dovranno essere motivate e, in ogni caso, vincolate all'effettiva frequenza delle lezioni da parte degli studenti che ne facciano richiesta ai docenti.

Per entrambi gli insegnamenti, l'eventuale accettazione di studenti frequentanti provenienti da altri canali è subordinata alla numerosità (max 100) e alla capienza dell'aula.

 

 

Come ottenere la tesi:

Gli studenti potranno richiedere un appuntamento via mail per la presentazione di proposte e progetti di tesi, verificando preventivamente le modalità di assegnazione di seguito indicate:

§ frequenza di almeno un corso ufficiale tenuto dal relatore;

§ redazione di un sintetico progetto di tesi (5-7 cartelle circa), che dovrà essere presentato personalmente al docente durante l’orario di ricevimento per l’approvazione e l’assegnazione di un tutor.

L’elaborato dovrà includere: titolo provvisorio della tesi, abstract e schema/indice dei contenuti, bibliografia minima di riferimento e Curriculum del candidato.

Si consiglia vivamente anche la partecipazione ad almeno una delle attività di ricerca proposte dalla cattedra.

Sono fortemente consigliate tesi di gruppo promosse all’interno di laboratori e/o progetti di ricerca

 

Attenzione: Per poter ottenere l'autorizzazione alla discussione, la tesi deve essere stata compilata e approvata in tutte le sue parti almeno tre mesi prima della discussione.

 

ELENCO DI TEMATICHE PROPOSTE PER COMUNICAZIONE ORGANIZZATIVA E DI CORPORATE:

1. Individuazione e analisi delle strategie di corporate communication adottate dalle imprese durante e post pandemia Covid-19 al fine di rintracciare strategie virtuose da adottare a sostegno della fase di “ripresa” (si prevede la partecipazione al Laboratorio Rimoves.com);

2.Analisi socioeconomica dei processi ridefinizione e differenziazione della produzione e della comunicazione a supporto di tali trasformazioni (si prevede la partecipazione al Laboratorio Rimoves.com);

3. Skills e competenze comunicative: i fabbisogni delle imprese

4. Il CV ai tempi della rete: lessico, funzioni, strategie di confezionamento e attese aziendali

5. Approcci e tendenze del Diversity management

6 Il ruolo della comunicazione nell'Employer Branding Management

 

ELENCO DI TEMATICHE PROPOSTE PER GESTIONE E COMUNICAZIONE DEGLI EVENTI:

1. La copertura mediatica dei grandi eventi: dagli old ai new media

2. Il ruolo della sponsorizzazione nell’Event management

3. L’evento come strumento di comunicazione aziendale

4. L’evento come strumento di valorizzazione e promozione del territorio

5. Eventi come forme di mobilitazione sociale

6. L’evento nella comunicazione sportiva

7. L’evento nella comunicazione turistica

8. La promozione dell’evento: teorie, tecniche e processi

9. La gestione del network relazionale: approcci e processi

10. Sport Event Tourism

11. L’evento sportivo sostenibile

 

Curriculum vitae: 

Incarichi istituzionali: Presidente del CDLM i Organizzazione e Marketing per la comunicazione d'impresa, Direttore del master CMES (Comunicazione e management degli eventi sportivi), Responsabile della comunicazione del Centro Servizi Sportivi di Sapienza, Sapienza Sport e componente del consiglio direttivo, componente della commissione placement di Ateneo, componente di IRIS, International Research Netowork of Sport Tourism..

Didattica: Comunicazione organizzativa e di corporate e Gestione e comunicazione degli eventi

 

Ricerca:  Le principali aree di ricerca sono:. la comunicazione d’impresa: a partire dalla rilettura dei classici e dei contributi forniti dai sociologi dell’organizzazione,  con l'obiettivo di investigare il ruolo centrale assunto dalla comunicazione nei processi gestionali alla luce delle trasformazioni culturali, socio-economiche e tecnologiche; la comunicazione sportiva: con particolare attenzione al tema della promozione di eventi e delle gestione di organizzazioni che operano a vario livello nello sport; il placement universitario nell’ambito della comunicazione: finalizzato a indagare gli orientamenti didattici della Facoltà e dei corsi di laurea in Scienze della comunicazione e a verificare le prospettive di inserimento occupazionale per i neo-laureati.

 

Institutional role: President of the CDLM iOrganization and Marketing for Corporate Communication, Director of the Master CMES (Communication and management of sporting events), Communication manager of the Sport Services Center of Sapienza, Sapienza Sport and member of the board of directors, member of the University placement commission, Memebr of IRIS, International Research Netowork of Sport Tourism

 

Teaching: Corporate Communication and organizational communicatio and Event Management and Event communication 

 

Research: The main research areas are: corporate communication, sports communication: with particular attention to the topic of event promotion and management of organizations operating at various levels in sport; the university placement in the field of communication: aimed at investigating the didactic.

 

Publications of the last period:

  1. 2019, con Palermo A., Creation of Social Media Content and the Business Dialogic Process, in Túñez-López, J.M., Martínez-Fernández, V.-A., López-García, X., Rúas-Araújo, X., Campos-Freire, F. (Eds.), Communication: Innovation & Quality, Springer, 381-390. ISBN 978-3-319-91860-0.
  2. 2018, con Palermo A.. "Social media content for business and user engagement on Facebook. ESSACHESS–Journal for Communication Studies 11.1 (21) (2018): 49-73. ISSN 2066-5083.
  3. 2018, In conclusione: alcune riflessioni, Mazza B. (a cura di) Fair Game. Stili e linguaggi della comunicazione sportiva, Lulu Press, Raleigh (North Carolina), pp. 231-235, ISBN: 978-0-244-07328-2.
  4. 2018, Livelli e funzioni della narrazione sportiva, Mazza B. (a cura di) Fair Game. Stili e linguaggi della comunicazione sportiva, Lulu Press, Raleigh (North Carolina), pp. 19-41, ISBN: 978-0-244-07328-2.
  5. 2018, (a cura di) Fair Game. Stili e linguaggi della comunicazione sportiva, Lulu Press, Raleigh (North Carolina), ISBN: 978-0-244-07328-2.
  6. 2017, Calcio e tv: apoteosi del binomio comunicazione e sport, in Ruggiero C. & Russo P. (a cura di), Il calcio in tv. Storia, formati, ibridazioni, Fausto Lupetti Editore, Bologna/Milano, ISBN: 978-88-687-4192-1.
  7. 2017, Lo spazio pubblico: definizioni, contraddizioni e attese (con Faccioli F.) in Le professioni intellettuali nello spazio pubblico tra crisi, innovazione e nuove identità (a cura di, con Franca Faccioli), Maggioli Editore, Santarcangelo di Romagna (RN), pp.7-8. ISBN 978-88-916-2321-8.
  8. 2017, Prefazione in Le professioni intellettuali nello spazio pubblico tra crisi, innovazione e nuove identità (a cura di, con Franca Faccioli), Maggioli Editore, Santarcangelo di Romagna (RN), pp.7-8. ISBN 978-88-916-2321-8.
  9. 2017, (con Lombardi R.) Mappa dell’offerta formativa. Le strutture della formazione, in Morcelllini M., Rossi P. Valentini E. (a cura di), Unibook. Per un database sull’università, FancoAngeli, Milano, pp.27-41. ISBN: 978-88-917-3438-9.
  10. 2017, (con Palermo A.) Dinamica laureati/iscritti, in Morcelllini M., Rossi P. Valentini E. (a cura di), Unibook. Per un database sull’università, FancoAngeli, Milano, pp.10-118. ISBN: 978-88-917-3438-9.
  11. 2017, Le professioni intellettuali nello spazio pubblico tra crisi, innovazione e nuove identità (a cura di, con Franca Faccioli), Maggioli Editore, Santarcangelo di Romagna (RN), ISBN 978-88-916-2321-8.
  12. 2016, (con De Cataldo A., Facchini C.) Il lavoro dopo la laurea. Un confronto tra i laureati in Sociologia e in Scienze della Comunicazione alla Sapienza di Roma, in Sociologia Italiana – AIS Journal of Sociology/Sociologia Italiana n.7 pp.95-123.doi: 10.1485/AIS_2016/7_APRILE_3349468; ISSN 2281-2652.
  13. (2016). Grandi e piccoli eventi: la sostenibilità della narrazione sportiva. In: CRUL – Comitato Regionale di Coordinamento delle Università del Lazio. Dialoghi sulla sostenibilità. Roma 2016 Gli Atenei del Lazio in occasione del Giubileo Straordinario 2015-2016. p. 241-242, Roma:RomaTrE-Press, ISBN: 978-88-9752-471-7
  14. 2016, (con Francesco Bonini) Eventi e narrazioni dello sport, in Dialoghi sulla sostenibilità. Roma 2016. CRUL-Edizioni Roma Tre Press, Roma, ISBN 978-88-9752-471-7, pp. 143-146
  15. 2016 The employees as corporate spokesperson in web2.0: approaches and strategies of social media policy, in De los medios y la comunicación de las organizaciones a las redes de valor. Actas del II Simposio de la Red Internacional de Investigación de Gestión de la Comunicación (XESCOM, Quito - 2016), Edición de la Red Internacional de Investigación de Gestión de la Comunicación (XESCOM) y los Departamentos de Ciencias de la Comunicación y Ciencias Empresariales de la Universidad Técnica Particular de Loja (UTPL). ISBN: 978-9942-25-054-4, pp. 1019-103
  16. 2015, La comunicación financiera responsable a través de Internet y de las redes sociales in Revista Mediterránea de Comunicación, vol.6, n.2, pp. 121-146, Disponible en http://mediterranea-comunicacion.org/. DOI: 10.14198/MEDCOM2015.6.2.10. ISSN: 1989-872X.
  17. 2015, El uso de vídeos compartidos en la construcción de la reputación corporativa in Túñez López J.M., Altamirano Benítez V.P., Comunicar desde las organizaciones  Tendencias, estrategias y casos, Cuadernos Artesanos de Comunicación, n.96, Sociedad Latina de Comunicación Social, La Laguna (Tenerife), pp.15-40. ISBN – 13: 978-84-16458-27-1. DOI: 10.4185/cac96.
  18. 2015,Estrategias de Gestión Humana 2.0: desde el employer branding a su reclutamiento y la retención in Revista Latina de Comunicaciòn Social, (Edited by La Laguna, Tenerife n.1, Juanary 2015) pp. 1-38. ISBN-13: 978-84-15698-74-6.
Comunicazione organizzativa e di corporate a.a. 2021

 

COMUNICAZIONE ORGANIZZATIVA E DI CORPORATE

Docente: prof.ssa Barbara Mazza

Obiettivi del corso

Obiettivo del corso è approfondire il ruolo della comunicazione nel governo dell’impresa contemporanea a partire dai principali modelli teorici in relazione alle politiche del management e agli avanzati paradigmi di comunicazione integrata di corporate e organizzativa. Il corso intende fornire conoscenze e competenze avanzate per la gestione delle attività comunicative funzionali alla governance e al management di un’organizzazione: dallo sviluppo della comunicazione integrata alla valorizzazione delle iniziative attuate sul territorio, dall’incentivazione di partnership e sponsorship alla creazione di reti volte alla diffusione di solidarietà sociale, dalla gestione di eventi alle differenti e innovative forme di promozione, ecc. Il corso intende fornire, inoltre, indicazioni relative a strategie e soluzioni applicative innovative, anche attraverso lo studio di case histories.

 

A chi è rivolto il corso:

Studenti del primo anno del corso di laurea magistrale in Organizzazione e marketing per la comunicazione d'impresa (canale A-E).

Per motivi logistici e organizzativi, gli studenti sono tenuti a rispettare l'appartenenza al canale in base alla distribuzione alfabetica. Eventuali esigenze di cambio di canale dovranno essere motivate e, in ogni caso, vincolate all'effettiva frequenza delle lezioni da parte degli studenti che ne facciano richiesta ai docenti.

L'eventuale accettazione di studenti frequentanti provenienti da altri canali è subordinata alla numerosità (max 100) e alla capienza dell'aula.

 

Prerequisiti:

Per affrontare al meglio i contenuti previsti dall’insegnamento, è bene che lo studente abbia già acquisito conoscenze di base di comunicazione. Ad ogni modo, il corso suggerisce tesi di riferimento per acquisire le conoscenze di base necessarie:

  • Livolsi M., Manuale di Sociologia della comunicazione, Laterza, Roma-Bari, 2007
  • McQuail D., Sociologia dei media, Il Mulino, Bologna, 2007
  • Morcellini M., Comunicazione e media, Egea, Milano 2013
  • Volli U., Il nuovo libro della comunicazione. Che cosa significa comunicare: idee, tecnologie, strumenti, modelli, Il Saggiatore, Milano, 2010

 

Articolazione dell’insegnamento

Dopo un breve excursus teorico sull’evoluzione dei principi e dei modelli gestionali e comunicativi, il corso approfondisce i più avanzati paradigmi della comunicazione organizzativa e di corporate.

Il corso prevede l’analisi di case studies e la sperimentazione di metodi e tecniche per la definizione delle fasi di pianificazione di azioni comunicative.

Gli studenti dovranno dimostrare, attraverso esercitazioni e simulazioni, la capacità di affrontare situazioni di pianificazione, come anche di risoluzione di crisi e di emergenze comunicative, la propensione a gestire la complessità e a prendere posizioni mediante l’uso di problem solving. L’analisi di casi concreti e l’applicazione del sapere a situazioni operative specifiche mediante la progettazione di processi comunicativi è funzionale a verificare la capacità di comprensione e di rielaborazione delle tecniche e delle strategie apprese, a dimostrare l’autonomia di giudizio e la capacità di gestione dei processi di comunicazione.

Nello specifico, il corso è organizzato in tre moduli complementari e intersecanti fra loro:

1 – Approcci teorici e discussione di case studies: questo modulo è a sua volta organizzato in sotto moduli. Il primo è di natura teorica, volto a fornire le conoscenze di base sui fondamenti e sull’evoluzione della disciplina; gli altri sono dedicati all'approfondimento di macro-dimensioni in cui si articola la comunicazione d’impresa.

2 – Il secondo modulo prevede lo svolgimento di esercitazioni dedicate alle macro-dimensioni principali della comunicazione organizzativa e di corporate

3 – Il terzo modulo prevede l’impostazione e la realizzazione di un project work in cui sperimentare le conoscenze apprese.

 

Modalità di svolgimento

Le attività didattiche sono organizzate in presenza e/o a distanza nel seguente modo:

-Lezioni frontali finalizzate all'acquisizione delle conoscenze e alla capacità di apprendere;

-Discussione e analisi di casi con esercizi individuali e/o di gruppo finalizzate a verificare la capacità di comprensione e a sviluppare l’autonomia di giudizio e le capacità applicative;

-Esercitazioni di gruppo finalizzate a sviluppare l’autonomia di giudizio, le capacità applicative e le abilità comunicative;

-Impostazione e verifica dell’avanzamento dei lavori di gruppo finalizzate a sviluppare l’autonomia di giudizio, le abilità comunicative, le capacità applicative e la capacità di apprendere.

Per i frequentanti è obbligatoria la presenza alle esercitazioni e alle attività previste in aula in presenza e/o a distanza a seconda di quanto sarà indicato dal docente.

 

Modalità di valutazione

Il giudizio finale è il risultato di una serie di valutazioni finalizzate a verificare i diversi risultati di apprendimento:

Valutazione in itinere: Ogni esercitazione prevede invece una valutazione la cui media complessiva vale fino a un massimo di 5 punti articolato nel seguente modo:

A (5): prova che risulta molto buona e approfondita nella gran parte della trattazione o buona, ma con spunti originali e di approfondimento in alcune parti che denotano anche autonomia di giudizio e capacità di consultazione delle fonti.

B (3): prova che risulta nella trattazione complessiva abbastanza buona o con parti molto buone e altre meno approfondite;

C (2): prova che risulta discreta nella maggior parte della trattazione ma poco approfondita in alcune parti, o con alcune parti buone e altre incomplete o non sviluppate;

D (1): prova che risulta prevalentemente generica nella maggior parte della trattazione oppure incompleta o con risposte insufficienti in molte parti;

E (0): prova che risulta fuori tema e/o generica e incompleta in tutte le sue parti.

La valutazione del project work: avviene al termine del corso, in seguito a una presentazione in aula. Il punteggio attribuito vale fino a un massimo di 10 punti, articolato nel seguente modo: A (9-10) – B (6-8) – C (3-5) – D (2-4) – E (0-1)

La prova scritta con risposte aperte prevede un insieme di domande aperte, ponderate rispetto ai risultati di apprendimento attesi. Il punteggio attribuito vale fino a un massimo di 20 punti, articolato nel seguente modo:

Voto fino a 5: scarso

Voto da 6 a 10: insufficiente

11: non del tutto sufficiente

12: appena sufficiente

13: sufficiente

14: più che sufficiente

15: pienamente sufficiente

16: quasi discreto

17: discreto

18: buono

19: più che buono

20: ottimo

La valutazione finale è data dalla somma dei punteggi ottenuti dalle diverse prove. Per gli studenti non frequentanti è previsto la sola prova scritta con valutazione in trentesimi.

 

Gli studenti che non frequentano e che, quindi, non hanno modo di svolgere le attività e le relative prove in aula, accedono solo a una prova scritta finale, più articolata di quella prevista per gli studenti frequentanti, ma comunque ponderata sui diversi risultati di apprendimento dell’insegnamento.

La valutazione, in questo caso avviene in trentesimi nel seguente modo:

A (29-30): prova ritenuta molto buona perché la maggior parte delle risposte risulta corretta, adeguatamente giustifica e approfondita;

B (27-28): prova ritenuta buona perché la maggior parte delle risposte risulta corretta e, nella maggior parte dei casi, anche adeguatamente approfondita;

C (24-26): prova ritenuta discreta perché la maggior parte delle risposte risulta corretta, anche se non sempre del tutto adeguatamente approfondita;

D (18-23): prova ritenuta appena sufficiente perché la maggior parte delle risposte risulta generica, superficiale o non del tutto corretta;

E (fino a 17): prova non superata perché la maggior parte delle risposte risulta insufficiente, incompleta o non corretta.

Per agevolare un’ottimale gestione della didattica, gli studenti prenotati all'appello che intendano rinunciare all'esame sono tenuti a cancellarsi formalmente e/o a comunicarlo tempestivamente al docente.

In caso di mancata comunicazione della rinuncia all'esame, gli studenti non saranno ammessi all'appello successivo, anche se di sessione differente.

 

 

Gestione e comunicazione degli eventi a.a. 2021_22

Gestione e comunicazione degli eventi 21-22

Obiettivi

Finalità del corso è approfondire teorie e metodi, processi e tecniche dell’Event Management, quale fondamento essenziale per la gestione della comunicazione di un evento per organizzazioni profit e non profit. Nello specifico, il corso fornisce conoscenze e competenze per operare in tutte le fasi organizzative di un evento: ideazione, progettazione, promozione, sponsoring, fund raising, promozione di cause sociali, monitoraggio e valutazione, ecc.

 PREREQUISITI

Per seguire al meglio i contenuti previsti dall'insegnamento, è bene che lo studente abbia già acquisito conoscenze di base di comunicazione e di marketing territoriale. Ad ogni modo, data che gli approcci di event management hanno un carattere multidisciplinare, il corso prevede l’erogazione di nozioni di base in diversi ambiti.

 

Per i contenuti di comunicazione si consiglia l'approfondimento di uno dei seguenti manuali:

 

Livolsi M., Manuale di Sociologia della comunicazione, Laterza, Roma-Bari, 2007

 

McQuail D., Sociologia dei media, Il Mulino, Bologna, 2007

 

Morcellini M., Comunicazione e media, Egea, Milano 2013

 

Volli U., Il nuovo libro della comunicazione. Che cosa significa comunicare: idee, tecnologie, strumenti, modelli, Il Saggiatore, Milano, 2010

 

Wolf M., Gli effetti sociali dei media, Bompiani, Milano 1992

 

 

 

Per i contenuti di marketing territoriale si consigliano i seguenti manuali:

 

Caroli, M. G. (2014). Il marketing per la gestione competitiva del territorio: modelli e strategie per attrarre (e far rimanere) nel territorio persone, imprese e grandi investimenti (pp. 14-266). FRANCO ANGELI EDITORE.

 

Trio, O. (2014). Strumenti e percorsi di marketing aziendale e del territorio. FrancoAngeli, Milano.

 

Gigliuto, L. (2015). Come promuovere la città. Strumenti e azioni efficaci di marketing del territorio. FrancoAngeli.

PROGRAMMA

Dopo un breve excursus teorico sull'evoluzione dei principi e dei modelli gestionali e comunicativi, il corso approfondisce i paradigmi sociologici e culturologici di ideazione, gestione e promozione di eventi.

Il corso prevede l’analisi di case studies e la sperimentazione di metodi e tecniche di progettazione di eventi, anche attraverso la definizione delle fasi di pianificazione di azioni comunicative.

 

Gli studenti dovranno dimostrare, attraverso esercizi e simulazioni, la capacità di affrontare situazioni di pianificazione, come anche di risoluzione di crisi e di emergenze comunicative, la propensione a gestire la complessità e a prendere posizioni con evidenti risvolti di problem solving. L’analisi di casi concreti e l’applicazione del sapere a situazioni operative specifiche mediante la progettazione di processi comunicativi è funzionale a verificare la capacità di comprensione e di rielaborazione delle tecniche e delle strategie apprese, a dimostrare l’autonomia e la capacità nella gestione dei processi della comunicazione, mediante la realizzazione di progetti incentrati sull'organizzazione di eventi.

Per coloro che intendono frequentare è obbligatoria la partecipazione alle alle attività organizzate durante il corso.

ll giudizio finale è il risultato di una serie di valutazioni finalizzate a verificare i diversi risultati di apprendimento:

Valutazione in itinere: gli esercizi che saranno svolti in aula prevedono forme di autovalutazione finalizzate a verificare la capacità di comprensione e danno luogo all'attribuzione di una premialità fino a un massimo di 2 punti. 

 

La valutazione del project work o del case-portfolio avviene al termine del corso, in seguito a una presentazione e discussione orale. Il punteggio attribuito vale fino a un massimo di 10 punti, articolato in maniera equivalente a quanto previsto per le esercitazioni, ma con la seguente attribuzione di valore: A (9-10) – B (6-8) – C (3-5) – D (2-4) - E(0-1)

 

La prova scritta con risposte aperte prevede un insieme di domande ponderate rispetto ai risultati di apprendimento attesi. Il punteggio attribuito vale fino a un massimo di 20 punti.

A (19-20): prova ritenuta molto buona perché la maggior parte delle risposte risulta corretta, adeguatamente giustifica e approfondita;

B (17-18): prova ritenuta buona perché la maggior parte delle risposte risulta corretta e, nella maggior parte dei casi, anche adeguatamente approfondita;

C (14-16): prova ritenuta discreta perché la maggior parte delle risposte risulta corretta, anche se non sempre del tutto adeguatamente approfondita;

D (8-13): prova ritenuta appena sufficiente perché la maggior parte delle risposte risulta generica, superficiale o non del tutto corretta; 

E (fino a 7): prova non superata perché la maggior parte delle risposte risulta insufficiente, incompleta o non corretta.

La valutazione finale è dato dalla somma dei punteggi ottenuti dalle diverse prove.

 

Gli studenti che non frequentano e che, quindi, non hanno modo di svolgere le attività e le relative prove in aula, accedono solo a una prova scritta finale, più articolata di quella prevista per gli studenti frequentanti, ma comunque ponderata sui diversi risultati di apprendimento dell’insegnamento. 

La valutazione, in questo caso avviene in trentesimi nel seguente modo:

A (29-30): prova ritenuta molto buona perché la maggior parte delle risposte risulta corretta, adeguatamente giustifica e approfondita;

B (27-28): prova ritenuta buona perché la maggior parte delle risposte risulta corretta e, nella maggior parte dei casi, anche adeguatamente approfondita;

C (24-26): prova ritenuta discreta perché la maggior parte delle risposte risulta corretta, anche se non sempre del tutto adeguatamente approfondita;

D (18-23): prova ritenuta appena sufficiente perché la maggior parte delle risposte risulta generica, superficiale o non del tutto corretta; 

E (fino a 17): prova non superata perché la maggior parte delle risposte risulta insufficiente, incompleta o non corretta.

 

 

 

Giovedì ore 12.30-14.30

Barbara Mazza
Professore associato
Dipartimento di Comunicazione e Ricerca Sociale
Sapienza, Università degli studi di Roma
Barbara.mazza@uniroma1.it

Professore associato presso il Dipartimento di Comunicazione e ricerca sociale della Sapienza, Università di Roma, dove insegna Comunicazione per il Management di impresa e Gestione e comunicazione degli eventi. Dal 1997 è responsabile scientifico di Unimonitor.com. Osservatorio su formazione e lavoro nel campo della comunicazione e dal 2004 responsabile scientifico di Scienze.com, Osservatorio della Conferenza nazionale dei Dipartimenti e dei corsi di laurea in Scienze della Comunicazione. È coordinatore locale di diversi progetti di ricerca a livello nazionale e internazionale e componente di IRNIST, International Research Network in Sport Tourism. I suoi principali ambiti di ricerca riguardano la comunicazione d impresa, la comunicazione nel mondo sportivo, la comunicazione universitaria. Tra gli incarichi istituzionali: Presidente del CdLM in Organizzazione e marketing per la comunicazione d impresa, direttore del master CMES (Comunicazione e management degli eventi sportivi), responsabile della comunicazione del Centro di servizi sportivi Sapienza, SapienzaSport e componente del comitato direttivo, componente della commissione placement di Ateneo. Tre le sue pubblicazioni più recenti si segnalano: Creation of Social Media Content and the Business Dialogic Process, in Túñez-López, J.M., Martínez-Fernández, V.-A., López-García, X., Rúas-Araújo, X., Campos-Freire, F. (Eds.), Communication: Innovation & Quality, Springer, 2019, Livelli e funzioni della narrazione sportiva in Fair Game. Stili e linguaggi della comunicazione sportiva (a cura di Mazza B.), Lulu Press, Raleigh (North Carolina) 2018, Calcio e tv: apoteosi del binomio comunicazione e sport, in Ruggiero C. & Russo P. (a cura di), Il calcio in tv. Storia, formati, ibridazioni, Fausto Lupetti Editore 2017, Le professioni intellettuali nello spazio pubblico tra crisi, innovazione e nuove identità (a cura di, con Franca Faccioli), Maggioli Editore, 2017, The employees as corporate spokesperson in web2.0: approaches and strategies of social media policy, in De los medios y la comunicación de las organizaciones a las redes de valor. Actas del II Simposio de la Red Internacional de Investigación de Gestión de la Comunicación (XESCOM, Quito 2016, La comunicación financiera responsable a través de Internet y de las redes sociales in Revista Mediterránea de Comunicación, vol.6, n.2, pp. 121-146, 2015, El uso de vídeos compartidos en la construcción de la reputación corporativa in Túñez López J.M., Altamirano Benítez V.P., Comunicar desde las organizaciones Tendencias, estrategias y casos, Cuadernos Artesanos de Comunicación, n.96, Sociedad Latina de Comunicación Social, 2015, Estrategias de Gestión Humana 2.0: desde el employer branding a su reclutamiento y la retención in Revista Latina de Comunicaciòn Social, 2015.

Insegnamento Codice Anno Corso - Frequentare
COMUNICAZIONE ORGANIZZATIVA E DI CORPORATE 10593229 2021/2022 Organizzazione e marketing per la comunicazione d'impresa
GESTIONE E COMUNICAZIONE DEGLI EVENTI 10593154 2021/2022 Organizzazione e marketing per la comunicazione d'impresa
GESTIONE E COMUNICAZIONE DEGLI EVENTI 10593154 2021/2022 Progettazione Sociale per la sostenibilità, l'innovazione e l'inclusione di genere
GESTIONE E COMUNICAZIONE DEGLI EVENTI 10593154 2021/2022 Comunicazione, Valutazione e Ricerca Sociale per le Organizzazioni LM-59
GESTIONE E COMUNICAZIONE DEGLI EVENTI 10593154 2020/2021 Organizzazione e marketing per la comunicazione d'impresa
COMUNICAZIONE ORGANIZZATIVA E DI CORPORATE 10593229 2020/2021 Organizzazione e marketing per la comunicazione d'impresa
GESTIONE E COMUNICAZIONE DEGLI EVENTI 10593154 2020/2021 Comunicazione, Valutazione e Ricerca Sociale per le Organizzazioni LM-88
GESTIONE E COMUNICAZIONE DEGLI EVENTI 10593154 2020/2021 Comunicazione, Valutazione e Ricerca Sociale per le Organizzazioni LM-59
GESTIONE E COMUNICAZIONE DEGLI EVENTI 10593154 2019/2020 Comunicazione, Valutazione e Ricerca Sociale per le Organizzazioni LM-59
COMUNICAZIONE ORGANIZZATIVA E DI CORPORATE 10593229 2019/2020 Organizzazione e marketing per la comunicazione d'impresa
GESTIONE E COMUNICAZIONE DEGLI EVENTI 10593154 2019/2020 Comunicazione, Valutazione e Ricerca Sociale per le Organizzazioni LM-88
COMUNICAZIONE PER IL MANAGEMENT D'IMPRESA 1041923 2018/2019 Organizzazione e marketing per la comunicazione d'impresa
GESTIONE E COMUNICAZIONE DEGLI EVENTI 1044073 2018/2019 Comunicazione, Valutazione e Ricerca Sociale per le Organizzazioni LM-59
GESTIONE E COMUNICAZIONE DEGLI EVENTI 1044073 2017/2018 Comunicazione, Valutazione e Ricerca Sociale per le Organizzazioni LM-59
COMUNICAZIONE PER IL MANAGEMENT D'IMPRESA 1041923 2017/2018 Organizzazione e marketing per la comunicazione d'impresa
SINTESI FINALE IN INFORMAZIONE E SISTEMI EDITORIALI 1044056 2016/2017 Design, Comunicazione Visiva e Multimediale
GESTIONE E COMUNICAZIONE DEGLI EVENTI 1044073 2016/2017 Comunicazione, Valutazione e Ricerca Sociale per le Organizzazioni - LM-59
COMUNICAZIONE PER IL MANAGEMENT D'IMPRESA 1041923 2016/2017 Organizzazione e marketing per la comunicazione d'impresa
Titolo Rivista Anno
¿Qué Hemos Aprendido sobre la Radiodifusión de Servicio Público en el Mundo? Una Revisión Sistemática de la Literatura y Sugerencias para Investigaciones Futuras REVISTA LATINA DE COMUNICACIÒN SOCIAL 2021
Trends on the Relationship Between Public Service Media Organizations and Their Audiences 2021
Italy: Sport Tourism Events. The Case of the Rome-Ostia Half Marathon 2021
Per una tassonomia dei videogiochi competitivi 2021
I giochi elettronici competitivi in Italia. Tendenze e prospettive 2021
Il valore degli eventi live: promozione sponsorship e partecipazione 2021
Fans e community degli esport: abitudini e motivazioni 2021
Introduzione 2021
Conclusioni 2021
IL MONDO DEGLI eSPORTS. ATTORI, PROCESSI, REGOLE E MERCATI 2021
Helices Overlapping In The Italian Mega-Universities. The Influence Of Innovative Didactics In Promoting The Third Mission 2021
Turismo deportivo activo de destino: tendencias, oportunidades y modalidades de gestión. 2020
The Synergy between Innovative Didactics and the Third Mission to Integrate the Three University Missions SCUOLA DEMOCRATICA 2020
Creation of Social Media Content and the Business Dialogic Process 2019
Innovazione nella didattica e nella terza missione. Il modello CoRiS – Sapienza 2019
Towards a communication model for University education 2019
Esperienze di innovazione didattica: le prospettive dei docenti SICUREZZA E SCIENZE SOCIALI 2019
Fair Game. Stili e linguaggi della comunicazione sportiva. 2018
Livelli e funzioni della narrazione sportiva 2018
In conclusione: alcune riflessioni 2018