Ritratto di francesco.caprioli@uniroma1.it

 

AVVISI GENERALI

 

Gli avvisi concernenti il ricevimento studenti e studentesse, il programma del corso di procedura penale, i cambi canale e la calendarizzazione degli esami sono reperibili più in basso in questa pagina o sulla colonna di destra.

Per quanto riguarda l'acquisto dei manuali aggiornati, le modalità di sostenimento dell'esame diviso*, l'assegnazione della tesi, o altre informazioni di carattere logistico, si prega di consultare – prima di interpellare via mail Professore o assistenti – le F.A.Q. presenti in questa pagina o sulla colonna di destra.

Per ogni aggiornamento più recente, è comunque altamente consigliata l'iscrizione alla pagina e-learning dell'insegnamento.

 

Tutte le informazioni sul corso di Procedura Penale Europea sono reperibili sulla bacheca online del prof. Valerio Aiuti.

 

*N.B.

Fino all’appello straordinario di ottobre 2024, sarà ancora consentito sostenere la prima parte dell’esame, purché però la seconda parte venga sostenuta e superata entro un anno solare dal sostenimento della prima: in caso contrario, l’esame dovrà essere sostenuto per intero.

Dall’appello ordinario di dicembre 2024, la divisione dell’esame in due parti non sarà più consentita: resta naturalmente garantita la possibilità di sostenere la seconda parte a coloro che avessero sostenuto solo la prima parte in precedenza. Anche in questo caso, però, qualora la seconda parte non venga sostenuta e superata entro un anno solare dal sostenimento della prima, l’esame dovrà essere sostenuto nuovamente per intero.

 

 


 

CAMBI CANALE

 

In uscita:

studentesse e studenti G-O immatricolati prima dell'a.a. 2020/2021 potranno scegliere liberamente se seguire le lezioni e sostenere l'esame –anziché con il prof. Caprioli – con il prof. Giostra o con il prof. Gaito, conservando così il regime previgente a prescindere dalla canalizzazione, purché non provino a sostenere l'esame con più cattedre, o non abbiano già sostenuto una parte dell'esame con un'altra cattedra;

- studentesse e studenti G-O immatricolati a partire dall'a.a. 2020/2021 – che quindi seguono procedura penale per la prima volta a settembre 2023 – potranno chiedere di cambiare canale passando dal canale del prof. Caprioli al canale del prof. Giostra o a quello del prof. Gaito compilando l'apposito modulo, facendolo firmare dal prof. Caprioli e dal professore entrante, e trasmettendolo al Presidente del Corso di Studi.

La richiesta dovrà essere fondata su convincenti e motivate ragioni (ad esempio, impegni lavorativi o di altra natura che rendano impossibile o estremamente difficile seguire il corso negli orari previsti).
Nel caso in cui il professor Caprioli e/o il professore entrante non dovessero consentire il passaggio, lo studente potrà rivolgersi alla Presidenza per ottenere l'autorizzazione al cambio di cattedra.

 

In entrata:

- studentesse e studenti non G-O che intendessero passare dal canale del prof. Giostra o dal canale del prof. Gaito al canale del prof. Caprioli (G-O), dovranno seguire le procedure indicate nella Bacheca Docente dei colleghi.
Nel caso in cui il professor Caprioli e/o il professore uscente non dovessero consentire il passaggio, lo studente potrà rivolgersi alla Presidenza per ottenere l'autorizzazione al cambio di cattedra.

 


 

PROCEDURA PENALE

 

Le lezioni del corso sono terminate il 7 dicembre 2023.

Gli esami dell'A.A. 2023/2024 si terranno, a partire dalle ore 9:00, nelle Aule indicate volta per volta all'ingresso, nei seguenti giorni:

 

5 settembre 2024

2 ottobre 2024 (straordinario)*

 

*Gli appelli straordinari sono dedicati ai soli aventi diritto (fuoricorso, part-time, disabili, DSA, anticipatari, genitori di prole di età inferiore a 3 anni, donne incinta, atleti o atlete, lavoratori o lavoratrici, e frequentanti due corsi di studio contemporaneamente), secondo il Regolamento Studenti di Ateneo, e potranno tenersi in modalità telematica.

 


 

RICEVIMENTO STUDENTI

 

Il prof. Caprioli riceve gli studenti il venerdì, dalle ore 10 alle ore 12, presso la stanza 3 della Sezione di Diritto Penale, Procedura Penale e Criminologia (CU-002, terzo piano della Facoltà di Giurisprudenza).

 

 

Per ulteriori informazioni, è possibile rivolgersi ai collaboratori della cattedra:

valerio.aiuti@uniroma1.it

andrea.zampini@uniroma1.it

emanuele.toma@uniroma1.it

flora.romano@uniroma1.it

 

 

Il Prof. Caprioli riceve gli studenti il venerdì dalle ore 10 alle ore 12 presso la stanza 3 della Sezione di Diritto Penale, Procedura Penale e Criminologia.

Francesco Caprioli si è laureato in Giurisprudenza nel 1986 presso l Università degli Studi di Torino, con voti 110 su 110 e lode. La sua tesi di laurea in procedura penale (La rimessione dei procedimenti penali, relatore il Chiar.mo Prof. Gilberto Lozzi) è stata ritenuta meritevole della dignità di stampa.

Nel 1990 ha superato l esame di idoneità all esercizio della professione di Procuratore Legale presso la Corte d Appello di Torino, riportando il punteggio complessivo di 390/450.

Nel marzo 1992 è stato nominato Ricercatore Universitario per il raggruppamento disciplinare n. 10 (in seguito Settore Scientifico Disciplinare IUS16). Fino al 31 dicembre 1995 ha prestato servizio presso l Istituto Giuridico della Facoltà di Giurisprudenza dell Università degli Studi di Torino. Dal 1° gennaio 1996 al 31 ottobre 1998 ha prestato servizio presso il Dipartimento di Scienze Giuridiche della medesima Facoltà.
Dal 1° novembre 1998 al 31 ottobre 2000 ha prestato servizio come Professore Associato di Diritto Processuale Penale presso la Facoltà di Giurisprudenza dell Università degli Studi di Cagliari. Dal 1° novembre 2000 al 31 ottobre 2004 ha prestato servizio come Professore Straordi¬nario di Diritto Processuale Penale presso la medesima Facoltà.
Dal 1° novembre 2004 al 30 settembre 2013 ha prestato servizio come Professore Ordinario di Diritto Processuale Penale presso la Facoltà di Giurisprudenza dell Università Alma Mater Studiorum di Bologna.
Dal 1° ottobre 2013 al 20 dicembre 2022 ha prestato servizio come Professore Ordinario di Diritto Processuale Penale presso il Dipartimento di Giurisprudenza dell Università degli Studi di Torino.
Dal 21 dicembre 2022 presta servizio come Professore Ordinario di Diritto Processuale Penale presso il Dipartimento di Studi Giuridici ed Economici dell Università di Roma Sapienza.
È stato titolare degli insegnamenti di Diritto Processuale Penale (Università di Cagliari, Bologna e Torino), Diritto dell esecuzione penale (Università di Cagliari, Bologna e Torino), Diritto delle prove penali (Università di Torino), Elementi di procedura penale e tossicologia forense (Università di Torino).

Dal 2014 al 2020 ha fatto parte del Collegio dei Docenti del Dottorato di Ricerca in Diritti e Istituzioni presso il Dipartimento di Giurisprudenza dell Università di Torino. Dal 2018 al 2019 ha fatto parte del Consiglio Direttivo della Scuola di Specializzazione per le Professioni Legali presso il Dipartimento di Giurisprudenza dell Università di Torino. Dall aprile 2023 fa parte del Collegio dei Docenti del Dottorato di Ricerca in Diritto Pubblico presso il Dipartimento di Studi Giuridici ed Economici dell Università di Roma Sapienza.

Fa parte del Comitato di Direzione della rivista Cassazione Penale e del Comitato Scientifico della rivista Archivio della Nuova Procedura Penale. Ha fatto parte del Comitato Scientifico della rivista Diritto penale contemporaneo Rivista Trimestrale.

Dal febbraio 2011 al maggio 2013 è stato componente del Comitato Scientifico del Consiglio Superiore della Magistratura.

Dal 2008 al 2014 è stato componente del Consiglio Direttivo dell Associazione tra gli studiosi del processo penale.

Nel 2018 è stato tra i responsabili scientifici del progetto di ricerca internazionale La giuria popolare di fronte alla prova tecnologica , finanziato dal CUIA (Consorzio InterUniversitario Italiano per l Argentina), finalizzato alla realizzazione di un workshop nell ambito dell undicesima edizione delle Jornadas del CUIA en Argentina (aprile 2019).

Ha fatto parte di tre Commissioni ministeriali di riforma:
(a) con Decreto del Ministro della Giustizia 27 luglio 2006 è stato nominato componente della Commissione Ministeriale per la Riforma del codice di procedura penale presieduta dal prof. Giuseppe Riccio;
(b) con Decreto del Ministro della Giustizia 10 giugno 2013 è stato nominato componente della Commissione Ministeriale di studio per proposte di intervento normativo in materia di processo penale presieduta dal dott. Giovanni Canzio.
(c) con Decreto del Ministro della Giustizia 14 dicembre 2017 è stato nominato componente del Gruppo di Lavoro incaricato di dare attuazione alla legge di delegazione europea 2016-2017, in modo da garantire il tempestivo recepimento ed adeguamento dell ordinamento interno alle prescrizioni europee in materia di protezione dei dati personali, presieduto dalla prof.ssa Giusella Finocchiaro.

È stato convocato dalla Commissione Giustizia della Camera dei Deputati per essere interpellato, in qualità di esperto:
a) in data 29 aprile 2010, in merito all esame delle proposte di legge C. 3291 Governo e C. 3009 Vitali, recanti disposizioni relative all esecuzione presso il domicilio delle pene detentive non superiori ad un anno;
b) in data 12 ottobre 2011, in merito all esame della proposta di legge C. 2094 Tenaglia, recante la definizione del processo penale nei casi di particolare tenuità del fatto;
c) in data 27 giugno 2012, in merito all esame del disegno di legge Governo C. 5019, recante la delega in materia di depenalizzazione, pene detentive non carcerarie, sospensione del procedimento con messa alla prova e nei confronti degli irreperibili, e progetti di legge abbinati;
d) in data 29 aprile 2015, in merito all esame dei progetti di legge C.2798 e abbinati in materia di Modifiche al codice penale e al codice di procedura penale per il rafforzamento delle garanzie difensive e la durata ragionevole dei processi e per un maggiore contrasto del fenomeno corruttivo, oltre che all ordinamento penitenziario per l effettività rieducativa della pena ;
e) in data 27 ottobre 2017, nel corso dell iter di approvazione del decreto legislativo recante disposizioni di modifica della disciplina in materia di giudizi di impugnazione, in attuazione delle direttive di delega contenute nell art. 1 comma 84 lett. f), g), h), i), l), m) della legge delega n. 103 del 2017;
f) in data 4 novembre e 12 novembre 2020, nell ambito dell indagine conoscitiva in merito all esame del disegno di legge C. 2435 Governo, recante la delega al Governo per l efficienza del processo penale e disposizioni per la celere definizione dei procedimenti giudiziari pendenti presso le corti d appello.
In data 11 settembre 2017, è stato convocato dal Ministro della Giustizia per essere interpellato, in qualità di esperto, in merito al testo provvisorio del decreto legislativo attuativo dell art. 1, comma 84, lett. a), b), c), d) ed e) della legge 23 giugno 2017, n. 103, in materia di riforma della disciplina delle intercettazioni telefoniche. Nell iter di approvazione della riforma, è stato successivamente interpellato in qualità di esperto, in via telematica, dalla Commissione Giustizia della Camera dei Deputati in data 29 novembre 2017.

Ha preso parte, in qualità di relatore o di presidente di sessione, a numerosi convegni scientifici di rilevanza nazionale e internazionale.

Dal 2014 al 2018 è stato Presidente della Biblioteca Norberto Bobbio dell Università di Torino.

Dal 17 aprile 2018 al 1° settembre 2022 ha esercitato le funzioni di Giudice d Appello Penale nella Repubblica di San Marino.

I temi maggiormente approfonditi nel corso della sua attività di ricerca sono stati il principio del giudice naturale precostituito per legge, il principio di obbligatorietà dell azione penale, il diritto alla segretezza delle comunicazioni, il giudicato penale e la giurisdizione esecutiva, le dinamiche del ragionamento probatorio.