I contenuti del catalogo per l'a.a. 2022-2023 sono in corso di aggiornamento

Percorso formativo

 

 

 

Curriculum unico

Primo anno

Orientamento unico
Insegnamento Semestre CFU SSD Lingua
1052071 - CHIMICA GENERALE E INORGANICA CON ELEMENTI DI ORGANICA Primo semestre 12 Italiano
10596077 - GEOGRAFIA FISICA CON ELEMENTI DI CARTOGRAFIA E GIS Primo semestre 12 Italiano
10596079 - ISTITUZIONI DI MATEMATICHE Primo semestre 9 MAT/04 Italiano
1052090 - GEOLOGIA I Secondo semestre 15 Italiano
10596082 - FISICA GENERALE Secondo semestre 12 FIS/02 Italiano
gruppo OPZIONALE obbligatorio a scelta dello studente 6 cfu Vai al gruppo

Secondo anno

Orientamento unico
Insegnamento Semestre CFU SSD Lingua
1035073 - MINERALOGIA Primo semestre 12 GEO/06 Italiano
1035352 - FISICA TERRESTRE Primo semestre 9 GEO/10 Italiano
1038223 - PALEONTOLOGIA Primo semestre 12 Italiano
1035074 - GEOMORFOLOGIA Secondo semestre 9 GEO/04 Italiano
1035075 - PETROGRAFIA Secondo semestre 12 GEO/07 Italiano
- A SCELTA DELLO STUDENTE Secondo semestre 6 Italiano
gruppo OPZIONALE obbligatorio a scelta dello studente 6 cfu Vai al gruppo

Terzo anno

Orientamento unico
Insegnamento Semestre CFU SSD Lingua
1035121 - GEOLOGIA E LABORATORIO II Primo semestre 12 Italiano
1041936 - GEOLOGIA APPLICATA Primo semestre 9 Italiano
1022345 - GEOCHIMICA Primo semestre 9 GEO/08 Italiano
1035080 - RILEVAMENTO GEOLOGICO Secondo semestre 12 GEO/02 Italiano
AAF1390 - TIROCINIO DI RILEVAMENTO GEOLOGICO Secondo semestre 3 Italiano
- A SCELTA DELLO STUDENTE Secondo semestre 6 Italiano
AAF1001 - PROVA FINALE Secondo semestre 3 Italiano
gruppo OPZIONALE obbligatorio a scelta dello studente 6 cfu Vai al gruppo

Gruppi Opzionali

Lo studente deve acquisire N.A CFU dagli esami presenti nel gruppo
Insegnamento Anno Semestre CFU SSD Lingua
10589733 - STORIA DELLA GEOLOGIA Primo anno Secondo semestre 6 GEO/01 Italiano
1051987 - RISCHI GEOLOGICI Secondo anno Secondo semestre 6 GEO/05 Italiano
1055720 - INGLESE PER LE SCIENZE DELLA TERRA Secondo anno Secondo semestre 6 L-LIN/12 Italiano
10589700 - MINERALOGIA APPLICATA E GEMMOLOGIA Secondo anno Secondo semestre 6 Italiano
10595971 - MICROPALEONTOLOGIA APPLICATA AI CAMBIAMENTI CLIMATICI Secondo anno Secondo semestre 6 GEO/01 Italiano
1041674 - GEOLOGIA DELL'ITALIA Secondo anno Secondo semestre 6 GEO/03 Italiano
10595972 - SISTEMI DI MISURA ED ELABORAZIONE DATI PER LE GEOSCIENZE Secondo anno Secondo semestre 6 GEO/10 Italiano
1022346 - ELEMENTI DI IDROGEOLOGIA Terzo anno Secondo semestre 6 GEO/05 Italiano
1022611 - INTRODUZIONE ALLA VULCANOLOGIA Terzo anno Secondo semestre 6 GEO/08 Italiano
1044642 - PROCESSI METALLOGENETICI MINERALI E ROCCE DI INTERESSE ECONOMICO Terzo anno Secondo semestre 6 GEO/09 Italiano
1022616 - FONDAMENTI DI GEOLOGIA STRUTTURALE Terzo anno Secondo semestre 6 GEO/03 Italiano
1041674 - GEOLOGIA DELL'ITALIA Terzo anno Secondo semestre 6 GEO/03 Italiano
10595972 - SISTEMI DI MISURA ED ELABORAZIONE DATI PER LE GEOSCIENZE Terzo anno Secondo semestre 6 GEO/10 Italiano

IL CORSO

Il Corso di laurea in Scienze geologiche è privo di curricula ed è costruito per aiutare gli studenti ad accedere al mondo del lavoro o a studi di livello superiore. Il Corso, oltre a fornire conoscenze in matematica, fisica e chimica (indispensabili per descrivere e interpretare i fenomeni e i processi geologici in modo quantitativo), prevede un blocco di insegnamenti obbligatori che coprono tutte le discipline delle Scienze della Terra (geografia fisica e geomorfologia, paleontologia, mineralogia, geologia, petrografia, geochimica, geologia applicata e geofisica). Gli studenti potranno inoltre approfondire le conoscenze in materie di loro interesse scegliendo tre insegnamenti complementari.
I laureati sapranno:
-riconoscere le forme del territorio, capirne l'origine, l'evoluzione nel tempo e i processi che le hanno determinate;
-riconoscere, descrivere e analizzare i materiali geologici (minerali, rocce, fossili, fluidi e gas), valutandone l'importanza
economica;
-produrre una carta geologica e ricostruire la distribuzione in profondità delle rocce riconosciute in superficie;
-comprendere i principali metodi di investigazione del sottosuolo;
-comprendere le principali tecniche di valutazione e, se possibile, mitigazione del rischio idrogeologico (ad esempio frane e alluvioni), sismico (terremoti) e vulcanico."

PERCORSO FORMATIVO

Descrizione del percorso formativo
Il percorso formativo consta di 17 insegnamenti, di cui 14 obbligatori, 1 opzionale e 2 a libera scelta dello studente.
Nel primo anno sono previsti gli insegnamenti di:
-Chimica generale inorganica con elementi di Organica
-Geografia fisica con elementi di cartografia e GIS
-Istituzioni di Matematiche
-Fisica generale
-Geologia I.
Nel secondo anno sono previsti gli insegnamenti di:
-Paleontologia
-Mineralogia
-Petrografia
-Fisica terrestre
-Insegnamento a scelta dello studente.
Nel terz'anno sono previsti gli insegnamenti di:
-Geologia e laboratorio II
-Geochimica
-Geologia applicata
-Rilevamento geologico
-Insegnamento a scelta dello studente
-Insegnamento opzionale.
L'insegnamento opzionale va scelto all'interno della seguente lista di insegnamenti:
-Elementi di Idrogeologia
-Inglese per le Scienze della Terra
-Introduzione alla Vulcanologia
-Processi metallogenetici, minerali e rocce di interesse economico
-Mineralogia applicata e gemmologia
-Fondamenti di geologia strutturale
-Elementi di micropaleontologia
-Rischi geologici
-Storia della Geologia
-Geologia dell’Italia
-Sistemi di Misura ed Elaborazione dati per le Geoscienze.
A questi insegnamenti si aggiungono, nel secondo semestre del terz'anno, un tirocinio formativo e la prova finale, alla quale sono associati 3 CFU.
L'accertamento dell'apprendimento è effettuato tramite prove scritte (pratiche) e/o orali.
Il percorso formativo è regolarmente valutato ed eventualmente ristrutturato sulla base dei risultati della ricognizione sull’efficacia del Corso di Studio percepita in itinere dagli studenti e sull’efficacia complessiva percepita dai laureati.

REGOLAMENTO DIDATTICO

NG1 Requisiti di ammissione
Per l’ammissione al corso di Laurea triennale è richiesto un diploma di scuola secondaria superiore di durata quinquennale, o di altro titolo di studio conseguito all'estero e riconosciuto come equivalente dall’Amministrazione. Si esplicita che, per il Corso di Studi in oggetto, non è previsto alcun numero programmato.
Gli studenti devono inoltre possedere i seguenti requisiti:
• buone conoscenze matematiche di base;
• buona capacità di comprensione ed espressione in italiano;
• attitudine all’approccio metodologico e logico.
E’ richiesta la conoscenza dei fondamenti della lingua inglese (al livello B 1).

NG2 Modalità di verifica delle conoscenze in ingresso
Gli studenti potranno immatricolarsi senza partecipare al test di verifica delle conoscenze. Entro febbraio 2021 dovranno superare uno dei seguenti esami del primo semestre: Istituzioni di Matematiche o Chimica generale e inorganica, ovvero una verifica delle conoscenze organizzata sulla piattaforma Of@, oppure sulla piattaforma Unitelma, oppure in presenza.
Il superamento del predetto esame equivale a verifica e superamento degli Obblighi Formativi Aggiuntivi (OFA).
Chi non supera l’esame dovrà partecipare al test di verifica delle conoscenze che si svolgerà a marzo 2021.
NB: Il mancato assolvimento dell’OFA comporta l’impossibilità, di sostenere esami di profitto relativi ad anni successivi al primo.
Per ulteriori dettagli si rimanda al bando.

NG3 Passaggi, trasferimenti, abbreviazioni di corso, riconoscimento crediti

NG3.1 Passaggi e trasferimenti
Il passaggio dei propri studenti dall’ordinamento ex D.M. 509/99 e precedenti, all’ordinamento ex D.M. 270/04 sarà valutato da apposita Commissione ed approvato dal CAD.
Le domande di passaggio di studenti provenienti da altri corsi di laurea della Sapienza e le domande di trasferimento di studenti provenienti da altre Università, da Accademie militari o da altri istituti militari d’istruzione superiore sono subordinate ad approvazione da parte del CAD che:
• valuta la possibilità di riconoscimento totale o parziale della carriera di studio fino a quel momento seguita, con la convalida di parte o di tutti gli esami sostenuti e degli eventuali crediti acquisiti, la relativa votazione; nel caso di passaggio fra corsi ex D.M. 270 della stessa classe vanno riconosciuti almeno il 50% dei crediti acquisiti in ciascun Settore Scientifico Disciplinare (SSD, art. 3 comma 9 del D.M. delle classi di laurea);
• indica l’anno di corso al quale lo studente viene iscritto;
• stabilisce l’eventuale obbligo formativo aggiuntivo da assolvere;
• formula il piano di studi per il conseguimento del titolo di studio.
Qualora lo studente, sulla base della carriera riconosciuta, possa essere ammesso a un anno di corso successivo a tutti quelli attivati nel vigente ordinamento, è concessa allo stesso la facoltà di scelta tra l’iscrizione al corrispondente anno di corso del previgente ordinamento oppure all’anno di corso più avanzato in quel momento attivo dell’ordinamento vigente (articolo 33, comma 5 del regolamento didattico di Ateneo).
Le richieste di trasferimento al Corso di laurea in Scienze geologiche devono essere presentate entro le scadenze e con le modalità specificate nel manifesto degli studi di Ateneo.

NG3.2 Abbreviazioni di corso
Chi è già in possesso del titolo di laurea triennale, quadriennale, quinquennale, specialistica, di laurea o laurea magistrale acquisita secondo un ordinamento vigente e intenda conseguire un ulteriore titolo di studio può chiedere al CAD l’iscrizione a un anno di corso successivo al primo.
Le domande sono valutate dal CAD, che in proposito:
• valuta la possibilità di riconoscimento totale o parziale della carriera di studio fino a quel momento seguita, con la convalida di parte o di tutti gli esami sostenuti e degli eventuali crediti acquisiti, la relativa votazione; nel caso di passaggio fra corsi ex D.M. 270 della stessa classe vanno riconosciuti almeno il 50% dei crediti acquisiti in ciascun SSD (art. 3 comma 9 del D.M. delle classi di laurea);
• indica l’anno di corso al quale lo studente viene iscritto;
• stabilisce l’eventuale obbligo formativo aggiuntivo da assolvere;
• formula il piano di studi per il conseguimento del titolo di studio.
Qualora lo studente, sulla base della carriera riconosciuta, possa essere ammesso a un anno di corso successivo a tutti quelli attivati nel vigente ordinamento, è concessa allo stesso la Facoltà di scelta tra l’iscrizione al corrispondente anno di corso del previgente ordinamento oppure all’anno di corso più avanzato in quel momento attivo dell’ordinamento vigente (articolo 33, comma 5 del regolamento didattico di Ateneo).
Uno studente non può immatricolarsi o iscriversi a un corso di laurea appartenente alla medesima classe nella quale ha già conseguito il diploma di laurea.
Le richieste devono essere presentate entro le scadenze e con le modalità specificate nel manifesto degli studi di Ateneo.

NG3.3 Criteri per il riconoscimento dei crediti
Possono essere riconosciuti i crediti formativi universitari (CFU), già acquisiti in altri corsi di studio, relativi ad insegnamenti che abbiano contenuti, documentati attraverso i programmi degli insegnamenti, congruenti con quelli degli insegnamenti impartiti nel presente corso di studi. Per i passaggi da corsi di studio della stessa classe è garantito il riconoscimento di un minimo del 50% dei crediti di ciascun settore scientifico disciplinare.
Il CAD può deliberare l’equivalenza tra Settori scientifico disciplinari (SSD) per l’attribuzione dei CFU sulla base del contenuto degli insegnamenti e in accordo con l’ordinamento del corso di laurea.
I CFU già acquisiti relativi agli insegnamenti per i quali, anche con diversa denominazione, esista una manifesta equivalenza di contenuto con gli insegnamenti offerti dal corso di laurea possono essere riconosciuti come relativi agli insegnamenti con le denominazioni proprie del corso di laurea a cui si chiede l’iscrizione. In questo caso il CAD delibera il riconoscimento con le seguenti modalità:
• se il numero di CFU corrispondenti all'insegnamento di cui si chiede il riconoscimento coincide con quello dell'insegnamento per cui viene esso riconosciuto, l’attribuzione avviene direttamente;
• se i CFU corrispondenti all'insegnamento di cui si chiede il riconoscimento sono in numero diverso rispetto all'insegnamento per cui esso viene riconosciuto, il CAD esaminerà il curriculum dello studente e attribuirà i crediti eventualmente dopo colloqui integrativi;
Il CAD può riconoscere come crediti le conoscenze e abilità professionali certificate ai sensi della normativa vigente in materia, nonché altre conoscenze e abilità maturate in attività formative di livello post-secondario alla cui progettazione e realizzazione l’Università abbia concorso. Tali crediti vanno a valere sui 12 CFU relativi agli insegnamenti a scelta dello studente. In ogni caso, il numero massimo di crediti riconoscibili in tali ambiti non può essere superiore a 15.
Le attività già riconosciute ai fini dell’attribuzione di CFU nell’ambito del corso di laurea non possono essere nuovamente riconosciute nell’ambito di corsi di laurea magistrale.

NG4 Percorsi formativi

Un percorso formativo contiene la lista di tutti gli insegnamenti obbligatori previsti nell’offerta didattica, compresi gli insegnamenti relativi ai 12 CFU a scelta dello studente. Questi ultimi possono essere selezionati fra tutti quelli presenti nell’intera offerta formativa della Sapienza, purchè relativi a CdL triennali di ordinamento 270.
Ogni studente deve ottenere l’approvazione ufficiale del proprio percorso formativo da parte del CAD predisponendo il piano di studio sul sito https://gomp.uniroma1.it/WorkFlow2011/PianiDiStudio/; il percorso è compilabile dalla pagina INFOSTUD di ogni studente. Una volta compilato il modulo dell’intero percorso formativo, sarà necessario inviarlo elettronicamente attraverso l’interfaccia grafica di Infostud, per ottenere l’approvazione da parte del responsabile della valutazione. L’approvazione è necessaria per verbalizzare gli esami. La compilazione del piano di studi può essere fatta a partire dalla fine del primo semestre del secondo anno.
Se approvato, il piano diviene parte integrante della carriera dello studente. In caso negativo, lo studente sarà invitato a modificare la scelta degli insegnamenti.
L’adesione al percorso formativo può essere effettuata una sola volta per ogni anno accademico. Le scadenze per la presentazione del percorso formativo individuale saranno indicate sul sito web del Corso di Laurea. Ad eccezione degli insegnamenti relativi ai 12 CFU a scelta dello studente, non sarà possibile inserire nel percorso formativo individuale insegnamenti non previsti nell’Offerta Formativa (cfr. OF5).

NG4.1 Modifica dei percorsi formativi
Lo studente che abbia già aderito ad un percorso formativo può, in un successivo anno accademico, proporre al CAD un diverso percorso.
In ogni caso, gli esami già verbalizzati non possono essere sostituiti.

NG4.2 Piani di studio
Un piano di studio contiene la lista degli insegnamenti appartenenti all’Offerta Formativa triennale il cui superamento sia ritenuto necessario dal CAD nei confronti di uno studente che provenga da un previgente ordinamento, oppure da un diverso Ateneo, per consentirgli di conseguire il titolo di studio.
Tali insegnamenti sono assegnati allo studente dopo la fase di riconoscimento dei corsi (cfr. NG3) e dei CFU già acquisiti nel percorso di provenienza.

NG5 Modalità didattiche

Le attività didattiche sono di tipo convenzionale e distribuite su base semestrale.
Gli insegnamenti sono impartiti attraverso lezioni ed esercitazioni in aula e attività sul terreno (il laboratorio naturale per le Scienze Geologiche), organizzando l’orario delle attività in modo da consentire allo studente un congruo tempo da dedicare allo studio personale.
La durata nominale del corso di laurea è di 6 semestri, pari a tre anni.

NG5.1 Crediti formativi universitari
Il credito formativo universitario (CFU) misura la quantità di lavoro svolto da uno studente per raggiungere un obiettivo formativo. I CFU sono acquisiti dallo studente con il superamento degli esami o con l’ottenimento delle idoneità, ove previste. Per gli insegnamenti articolati in moduli i relativi crediti saranno acquisiti in una prova di esame finale.
Il sistema di crediti adottato nelle università italiane ed europee prevede che ad un CFU corrispondano 25 ore di impegno da parte dello studente, distribuite tra le attività formative collettive istituzionalmente previste (ad es. lezioni, esercitazioni, attività di laboratorio) e lo studio individuale.
Nel Corso di laurea in Scienze geologiche, un CFU corrisponde a 8 ore di lezione, oppure a 12 ore di laboratorio o esercitazione guidata, oppure a 20 ore di formazione professionalizzante (con guida del docente su piccoli gruppi), di campi/escursioni o di studio assistito (esercitazione autonoma di studenti in aula/laboratorio, con assistenza didattica).
Le schede individuali di ciascun insegnamento, consultabili sul sito web del corso di laurea, riportano la ripartizione dei CFU e delle ore di insegnamento nelle diverse attività, insieme ai prerequisiti, agli obiettivi formativi e ai programmi di massima. Sulle schede saranno inoltre indicate le conoscenze pregresse (derivate da corsi che lo studente avrà seguito in precedenza) e i saperi imprescindibili, ovvero le conoscenze minime per il superamento degli esami, per la comprensione dei corsi successivi e per la professione di geologo.
Il carico di lavoro totale per il conseguimento della laurea è di 180 CFU e comunque non superiore ai 183 CFU.
Nell’ambito del Corso di laurea in Scienze geologiche la quota dell'impegno orario complessivo riservata a disposizione dello studente per lo studio personale o per altre attività formative di tipo individuale è almeno il 50% dell’impegno orario complessivo.

NG5.2 Calendario didattico
• Le lezioni e le esercitazioni si svolgeranno nelle aule del Dipartimento di Scienze della Terra dal lunedì al venerdì.
• Ogni anno di corso del triennio è articolato in due periodi didattici semestrali, ciascuno di lunghezza approssimativa pari a circa 15 settimane, intervallati da una finestra temporale dedicata agli esami. L’inizio delle lezioni del primo semestre è fissato non prima della penultima settimana di settembre e non oltre la prima di ottobre e queste terminano entro la fine della terza settimana di gennaio. Il secondo semestre ha inizio non prima dell’ultima settimana di febbraio e termina entro la seconda settimana di giugno.
• L’iscrizione degli studenti agli appelli d’esame avviene per via informatica tramite il servizio Infostud. I periodi di lezione e gli appelli ordinari degli esami non si possono sovrapporre. Eventuali appelli straordinari sono riservati agli studenti fuori corso. I periodi di esami si svolgono nel rispetto rigoroso della Carta dei diritti delle Studentesse e degli studenti come recepito dal Regolamento didattico di Ateneo [Art. 22]. In deroga alle norme generali, per il solo esame di cui al punto NG2, saranno ammessi alla sessione straordinaria di novembre anche coloro i quali sono portatori di OFA.
• Il CAD propone le date degli appelli ordinari di tutti gli insegnamenti obbligatori di un anno accademico entro il 20 marzo dell’anno precedente, possibilmente in concomitanza dell’assegnazione dei compiti didattici, curando che, per ogni semestre, le date degli esami siano distribuite uniformemente sul periodo disponibile.

NG5.3 Prove d’esame
La valutazione del profitto individuale dello studente, per ciascun insegnamento, viene espressa mediante l’attribuzione di un voto in trentesimi, nel qual caso il voto minimo per il superamento dell'esame è 18/30, oppure di una idoneità. Alla valutazione finale possono concorrere i seguenti elementi:
• un esame scritto, articolabile in una o più prove scritte da svolgere rispettivamente alla fine del corso o anche durante il medesimo;
• un esame orale;
• il lavoro svolto in autonomia dallo studente.

NG5.4 Verifica delle conoscenze linguistiche
Per la verifica delle conoscenze linguistiche, la Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali offre agli studenti dell’ultimo anno delle scuole superiori del Lazio la possibilità di sostenere l’esame di Inglese scientifico. Per l’iscrizione alla prova si deve compilare un apposito modulo, disponibile sul sito http://bigbang.uniroma1.it, dove sono indicate le relative coordinate (orari, aule e modalità dell’esame).
Per quanto riguarda il lessico scientifico sarà cura dei singoli insegnamenti fornire informazioni finalizzate a favorire la comprensione di testi scientifici.

NG6 Modalità di frequenza, propedeuticità, passaggio ad anni successivi

Modalità di Frequenza
E’ vivamente consigliata la frequenza a lezioni, esercitazioni, escursioni, campi, ecc. Le escursioni e i campi sono parte integrante della didattica e costituiscono un aspetto fondamentale per la formazione della figura professionale del geologo. Agli studenti sarà richiesto un contributo economico per la partecipazione a campi ed escursioni. Tale contributo potrà variare di anno in anno a seconda dei fondi erogati dall'Ateneo per l'organizzazione di tali iniziative didattiche. Non sono previste propedeuticità, anche se per alcuni insegnamenti sono vivamente raccomandate conoscenze pregresse (ad esempio chimica per mineralogia; mineralogia per petrografia; geologia 1, petrografia e fisica terrestre per geologia 2; fisica per fisica terrestre).
Modalità di recupero degli OFA.
I portatori o le portatrici di OFA potranno avvalersi di specifiche modalità di recupero che si concluderanno con una prova di verifica (denominata “Test OFA” ) che permetterà di accertare l’assolvimento del debito formativo. Le modalità sono descritte alla pagina di Facoltà: https://web.uniroma1.it/fac_smfn/ofa
In caso di esito negativo del Test OFA, l’assolvimento del debito è vincolato al superamento dell'esame di Istituzioni di Matematiche entro il termine dell’anno d’immatricolazione.
Se l’obbligo formativo aggiuntivo non è assolto entro il primo anno, lo studente non potrà sostenere gli esami previsti per gli anni successivi al primo.
Informazioni relative agli OFA sono reperibili anche al seguente link https://www.uniroma1.it/it/pagina/obblighi-formativi-aggiuntivi-ofa.

NG7 Regime a tempo parziale

I termini e le modalità per la richiesta del regime a tempo parziale nonché le relative norme sono stabilite nel manifesto di Ateneo e sono consultabili sul sito web della Sapienza.
Per il Corso di laurea in Scienze geologiche è previsto il regime a tempo parziale di 6 anni articolato su una distribuzione di 30 CFU per anno.

NG8 Studenti fuori corso e validità dei crediti acquisiti

Ai sensi del manifesto degli studi di Ateneo lo studente si considera fuori corso quando, avendo frequentato tutte le attività formative previste dal presente regolamento didattico, non abbia superato tutti gli esami e non abbia acquisito il numero di crediti necessario al conseguimento del titolo entro 3 anni.
• lo studente a tempo pieno che sia fuori corso deve superare le prove mancanti al completamento della propria carriera universitaria entro il termine di 9 anni dall’immatricolazione;
• lo studente a tempo parziale che sia fuori corso deve superare le prove mancanti al completamento della propria carriera universitaria entro il termine di 12 anni dall’immatricolazione se ha concordato il regime a tempo parziale.

NG9 Tutorato

Gli studenti del Corso di laurea in Scienze geologiche sono tenuti ad usufruire dell'offerta di attività di tutorato svolta dai docenti indicati dal CAD e riportati in OF7. L’eventuale offerta di ulteriori docenti come tutori e le modalità di tutorato verranno pubblicizzate mediante affissione presso la Segreteria didattica e sul sito web del Corso di laurea. Il servizio di tutorato è normato da apposito regolamento consultabile sul sito web http://www.dst.uniroma1.it/sites/default/files/allegati/REGOLAMENTO%20TU...
Al fine di ottimizzare i tempi di apprendimento, ogni anno di studio verrà monitorato da una apposita commissione, composta da docenti e da rappresentanti degli studenti in numero uguale.

NG10 Percorsi di eccellenza

Non è previsto percorso di eccellenza.

NG11 Prova finale

Per essere ammesso alla prova finale lo studente deve aver conseguito tutti i CFU previsti dall’ordinamento didattico per le altre attività formative e deve aver adempiuto alle formalità amministrative previste dal Regolamento didattico di Ateneo.
La laurea in Scienze geologiche si consegue dopo aver superato una prova finale, consistente nella stesura di una relazione scritta sperimentale o compilativa (massimo 6000 parole, elaborati esclusi), elaborata dallo studente sotto la guida di un docente e/o personale di altra estrazione, nell'ambito di una o più discipline delle Scienze della Terra.
La relazione sarà discussa dallo studente di fronte ad una commissione costituita da docenti.
La votazione finale si basa sulla valutazione del curriculum degli studi, della dissertazione e della prova finale, e su ulteriori elementi rivolti a incentivare il superamento degli esami nei tempi stabiliti dall’ordinamento didattico. La Commissione di laurea esprime la votazione in centodecimi e può, all’unanimità, concedere al candidato il massimo dei voti con lode. Il punteggio massimo per la laurea che andrà ad incrementare la media pesata degli esami è di 8 punti, aumentabili di ulteriori 3 punti se lo studente si laurea in corso; 2 punti se con un anno di ritardo; 1 punto se si laurea con due anni di ritardo. Per gli studenti che abbiano concluso il proprio periodo all’estero nell’ambito del Progetto Erasmus, agli 8 punti del punteggio di laurea, i 3 ulteriori punti andranno così ripartiti: 3 punti se lo studente si laurea in corso o con un anno di ritardo; 2 punti se con due anni di ritardo; 1 punto se si laurea con tre anni di ritardo. Il punteggio degli incrementi per il tempo di conseguimento viene calcolato su anni doppi per gli studenti a tempo parziale.

NG12 Applicazione dell’art. 6 del regolamento studenti (R.D. 4.6.1938, N. 1269)

Gli studenti iscritti al corso di laurea in Scienze geologiche, per arricchire il proprio curriculum di studi, possono presentare domanda per sostenere due esami di insegnamenti di altra Facoltà secondo quanto previsto dall’Art. 6 del R.D. N.1239 del 4/6/1938, indirizzando una domanda alla Segreteria didattica entro il mese di febbraio di ogni anno. Visto il significato scientifico e culturale di tale norma, il CAD ha deliberato che tale richiesta possa essere avanzata soltanto da studenti che abbiano già ottenuto almeno 18 crediti del Corso di laurea in Scienze geologiche. In caso contrario la domanda sarà respinta.

Il percorso formativo consta di 17 insegnamenti, di cui 14 obbligatori, 1 opzionale e 2 a libera scelta dello studente.

Nel primo anno sono previsti gli insegnamenti di:
Chimica generale inorganica con elementi di Organica
Geografia fisica con elementi di cartografia e GIS
Istituzioni di Matematiche
Fisica generale
Geologia I.
Nel secondo anno sono previsti gli insegnamenti di:
Paleontologia
Mineralogia
Petrografia
Fisica terrestre
Insegnamento a scelta dello studente.
Nel terz'anno sono previsti gli insegnamenti di:
Geologia e laboratorio II
Geochimica
Geologia applicata
Rilevamento geologico
Insegnamento a scelta dello studente
Insegnamento opzionale.
L'insegnamento opzionale va scenlto all'interno della seguente lista di insegnamenti:
Elementi di Idrogeologia
Inglese per le Scienze della Terra
Introduzione alla Vulcanologia
Processi metallogenetici, minerali e rocce di interesse economico
Mineralogia applicata e gemmologia
Fondamenti di geologia strutturale
Elementi di micropaleontologia
Rischi geologici
Storia della Geologia
Geologia dell'Italia
Sistemi di Misura ed Elaborazione dati per le Geoscienze
A questi insegnamenti si aggiungono, nel secondo semestre del terz'anno, un tirocinio formativo e la prova finale, alla quale sono associati 3 CFU.
L'accertamento dell'apprendimento è effettuato tramite prove scritte (pratiche) e/o orali.
Il percorso formativo è regolarmente valutato ed eventualmente ristrutturato sulla base dei risultati della ricognizione sull’efficacia del Corso di Studio percepita in itinere dagli studenti e sull’efficacia complessiva percepita dai laureati.